venerdì, Ottobre 15, 2021
Home Ambiente A Decade Into the Fracking Boom, Pennsylvania, Ohio e West Virginia non...

A Decade Into the Fracking Boom, Pennsylvania, Ohio e West Virginia non hanno guadagnato molto, afferma uno studio

Dopo che le società di fracking hanno investito miliardi per inseguire il boom del gas naturale in West Virginia, Ohio e Pennsylvania, cosa hanno da dimostrare le persone che vivono nel mezzo dei giacimenti di gas più prolifici, più di un decennio dopo?

Questa è la domanda posta in un rapporto pubblicato mercoledì dall'Ohio River Valley Institute, un think tank indipendente con sede a Johnstown, in Pennsylvania, che lavora per promuovere un Appalachia più prospero, sostenibile ed equo.

La sua risposta: insomma, non molto.

A dire il vero, il rapporto ha scoperto che le nuove tecniche di perforazione orizzontale che coinvolgono la fratturazione idraulica nelle formazioni di scisto di Marcellus e Utica, che hanno contribuito a rimodellare le fortune di petrolio e gas della nazione, hanno prodotto molta crescita economica. Ma in gran parte non è riuscito a portare le cose che aiutano maggiormente le persone e le comunità locali: posti di lavoro, guadagni di reddito personale e crescita della popolazione.

L'industria del gas naturale non è stata un motore per la prosperità economica, ha affermato Sean O'Leary, ricercatore senior dell'istituto e autore principale del rapporto, e "non ci sono basi su cui possiamo vedere che può anche essere, entrando in il futuro."

Non è stato in grado di garantire la prosperità locale anche se la stessa produzione di gas ha superato le proiezioni più ottimistiche, ha affermato.

Le proiezioni ottimistiche includevano un rapporto 2010 dell'American Petroleum Institute che prevedeva una robusta crescita del lavoro che è stato colto da funzionari in Pennsylvania, Ohio e West Virginia per inaugurare il settore. Ma l'istituto ha scoperto che i posti di lavoro nelle 22 contee che rappresentano il 90% della produzione nei tre stati sono aumentati solo dell'1,7%, secondo i dati del Bureau of Economic Analysis degli Stati Uniti, mentre a livello nazionale il numero di posti di lavoro è cresciuto del 10%.

Il boom del fracking ha offerto speranza economica nella Upper Ohio River Valley dopo il crollo dell'industria siderurgica e in mezzo al declino dell'estrazione del carbone, che è stato accelerato da un eccesso di gas a buon mercato.

Una portavoce dell'American Petroleum Institute, Bethany Aronhalt, ha definito il rapporto fuorviante e ha affermato che "non c'è dubbio" sul fatto che il fracking sia stato un "punto di svolta" per le economie locali mentre "supporta centinaia di migliaia di posti di lavoro in tutto il paese" e abbassa i costi energetici . "Anche se alcuni gruppi possono concentrarsi sulla promozione dei propri programmi, il nostro settore è concentrato sull'avanzamento di soluzioni per un futuro più pulito, fornendo energia affidabile e conveniente e alimentando la ripresa economica della nazione", ha affermato in una risposta scritta.

La Gas and Oil Association of WV, un gruppo industriale del West Virginia, non ha risposto alle e-mail e ai messaggi telefonici in cerca di commenti.

Anche un funzionario del settore dell'Ohio non è stato d'accordo con i risultati dell'istituto e ha indicato altri numeri economici, tra cui una disoccupazione più bassa complessiva nelle principali contee dell'Ohio e un investimento industriale di 96 miliardi di dollari nel solo Ohio dal 2011, per dimostrare che la perforazione e l'estrazione di risorse ha stato utile. Ha anche citato un rapporto statale che dice che l'Ohio ha 200.000 posti di lavoro nel settore del petrolio e del gas.

"Pensiamo che abbiano frainteso ciò che sta accadendo qui", ha detto Mike Chadsey, portavoce della Ohio Oil and Gas Association. "Stanno guidando una narrativa che è anti-petrolio e gas e non tiene conto dei numeri più bassi di disoccupazione, dei numeri degli investimenti e dei 200.000 posti di lavoro nel petrolio e nel gas in Ohio".

O'Leary non contesta che l'industria petrolifera e del gas impieghi persone in ogni stato, ma si domanda dove si trovino e quanti lavori siano nuovi.

Ha detto che il rapporto dell'istituto cerca di rivelare le vere misure di prosperità economica nelle contee più colpite dal boom del gas. Per fare ciò, l'istituto si è concentrato sulle contee che producono più gas e dove la produzione di gas naturale è una parte più significativa dell'economia locale.

Quelle contee erano Doddridge, Harrison, Marshall, Ohio, Ritchie, Tyler e Wetzel nel West Virginia; Belmont, Carroll, Jefferson, Guernsey, Harrison, Monroe e Noble in Ohio; e Bradford, Greene, Lycoming, Sullivan, Susquehanna, Tioga, Washington e Wyoming in Pennsylvania.

In generale, il rapporto ha rilevato un aumento della crescita economica misurata dalla loro quota del prodotto interno lordo, ma la crescita del lavoro e il reddito personale sono rimasti indietro, così come la crescita della popolazione.

In Ohio, ad esempio, le contee hanno registrato una perdita netta di posti di lavoro dell'8,4% tra il 2008 e il 2019 e hanno registrato una perdita di popolazione del 3%. Nessuna delle sue contee del gas era vicina alla media nazionale per la crescita del reddito personale, secondo i risultati, e solo due, Guernsey e Harrison, hanno superato la media statale. Come gruppo, erano un terzo al di sotto della media nazionale e il 40 per cento al di sotto della media statale.

In Pennsylvania, la crescita dell'occupazione nelle contee del gas è stata meno della metà di quella della nazione, ma più o meno la stessa dello stato, ha rilevato lo studio. Mentre la popolazione complessiva della Pennsylvania è aumentata dell'1,5%, le sue contee del gas hanno subito un calo dell'1,4%. La crescita del reddito personale è rimasta indietro rispetto alla media nazionale, ma è stata leggermente migliore della media statale.

L'istituto ha rilevato che solo in West Virginia le contee del gas naturale hanno sovraperformato lo stato per reddito personale e lavoro. Ma anche allora, il tasso di crescita del reddito personale era inferiore alla metà della media nazionale e la sua perdita di popolazione era maggiore dello stato nel suo insieme.

La contea di Doddridge è stata l'unica delle 22 contee del gas naturale nello studio a superare la nazione in tutte e tre le misure di prosperità economica: reddito personale, lavoro e popolazione. Ma lo studio ha rilevato che con solo circa 8.000 residenti, era il secondo più piccolo nello studio e aveva un peso relativamente basso nel calcolo delle prestazioni complessive della regione.

Il rapporto non ha tenuto conto di ulteriori perdite economiche dallo scorso anno a causa della pandemia di coronavirus.

L'ultimo West Virginia Economic Outlook, dal 2021 al 2025, pubblicato dal West Virginia Bureau of Business & Economic Research, riporta che la pandemia aveva "capovolto" il settore energetico di quello stato e che l'attività di perforazione del gas alla fine dello scorso anno aveva " quasi a un punto morto. "

Si prevede che l'occupazione nel settore del petrolio e del gas in West Virginia rimarrà soppressa fino al 2022, per poi iniziare a riguadagnare terreno, raggiungendo 6.700 posti di lavoro.

A ottobre, il Mountain State Spotlight, con il ProPublica Local Reporting Network, ha riferito che il governatore del West Virginia Jim Justice, un anno prima, aveva promesso ai leader aziendali che l'economia dello stato era sull'orlo di un boom, provocato dalla continua crescita in produzione di gas naturale che avrebbe innescato una rinascita industriale.

Ma nel loro rapporto, le testate giornalistiche hanno trovato poche prove dei progressi verso il futuro che la giustizia aveva descritto, o "molte prove che le promesse del governatore non erano più delle stesse favole economiche che i cittadini della Virginia dell'Ovest hanno sentito per generazioni".

Lo scorso anno Inside Climate News ha anche riferito che un edificio petrolchimico molto pubblicizzato nella regione stava vacillando, poiché l'industria petrolifera e del gas stava affrontando una crisi economica.

Chadsey, il portavoce dell'industria petrolifera e del gas dell'Ohio, ha detto che il boom del gas ha prodotto una nuova generazione di ricchezza, con molte famiglie a cui sono state pagate le royalty creando le fondamenta della comunità.

O'Leary, d'altra parte, ha detto che gran parte degli investimenti nella regione sono andati a pagare i lavoratori portati da luoghi come il Texas per lavori temporanei di costruzione o perforazione.

Ha anche detto che molte delle royalties pagate ai proprietari dei diritti minerari potrebbero essere andate a imprese o famiglie non statali.

"All'improvviso, [of] la quantità di denaro che ti aspettavi di vedere, probabilmente meno di un quarto e forse appena il dieci per cento, viene iniettata nell'economia locale ", ha detto.

James Bruggers

Reporter, Southeast, National Environment Reporting Network

James Bruggers copre il sud-est degli Stati Uniti, parte del National Environment Reporting Network di ICN. In precedenza si è occupato di energia e ambiente per il Courier Journal di Louisville, dove ha lavorato come corrispondente per USA Today ed è stato membro del team per l'ambiente di USA Today Network. Prima di trasferirsi in Kentucky nel 1999, Bruggers ha lavorato come giornalista in Montana, Alaska, Washington e California. Il lavoro di Bruggers ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui best beat report, Society of Environmental Journalists e Thomas Stokes Award della National Press Foundation per i report sull'energia. Ha servito nel consiglio di amministrazione della SEJ per 13 anni, di cui due come presidente. Vive a Louisville con sua moglie, Christine Bruggers.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI