Baltimora continua a bruciare rifiuti, nonostante l'opposizione del suo nuovo sindaco e consiglio comunale

0
77

Shashawnda Campbell ha iniziato la sua testimonianza di tre minuti di fronte all'Assemblea generale del Maryland dondolando e ondeggiando sulla sua sedia, apparentemente nervosa. Guardando la sua telecamera, ha parlato a una clip più veloce rispetto agli altri testimoni, lasciando 25 secondi di riserva.

"Questo inceneritore", ha detto di Wheelabrator Baltimore, un impianto di termovalorizzazione che è la più grande fonte permanente di inquinamento atmosferico della città, "… non è un sistema che, in alcun modo, dovremmo concederci e dare sussidi perché non lo merita. "

In Maryland, l'energia generata dall'incenerimento dei rifiuti è classificata come una fonte rinnovabile "Tier-1", il che significa che guadagna crediti di energia pulita. Campbell, 24 anni, stava parlando a sostegno dell'HB0332, un disegno di legge che eliminerebbe del tutto l'incenerimento dal portafoglio di energie rinnovabili dello Stato.

Campbell ha combattuto contro gli inceneritori di immondizia a Baltimora da quando era al liceo. La sua testimonianza del 4 febbraio è arrivata diversi mesi dopo che il Board of Estimates della città ha prorogato il contratto per l'inceneritore di Wheelabrator per altri 10 anni.

L'anno scorso, con un consiglio comunale unanimemente favorevole a norme più rigorose sull'inquinamento atmosferico e un sindaco entrante contrario a un'estensione del contratto, le probabilità sembravano molto più favorevoli per gli attivisti ambientali come Campbell.

Ma il giorno dopo le elezioni presidenziali del 2020, il Baltimore Board of Estimates ha votato 3 a 2 per estendere il contratto di Wheelabrator Baltimore, per altri 10 anni, il doppio di quanto la società avesse fatto pressioni. Campbell è ora a lavorare per trovare modi per "affamare la bestia" della spazzatura attraverso un riciclaggio e un compostaggio più vigorosi.

Il sindaco uscente, Bernard C. "Jack" Young, che si è unito al procuratore legale della città e capo dei lavori pubblici ad interim della città nel votare per l'accordo da 106 milioni di dollari, è stato criticato per mancanza di trasparenza e indebita opportunità. Le rinegoziazioni di Wheelabrator con la città si sono svolte a porte chiuse e il consiglio di stima, responsabile degli acquisti e dell'aggiudicazione dei contratti, ha aggiunto il voto all'ordine del giorno solo due giorni prima.

Questo è stato uno shock per i politici e gli attivisti locali a cui era stato promesso un briefing del Consiglio comunale e un'udienza pubblica prima del voto, nessuno dei quali si è verificato. Non ci sono stati nemmeno sforzi da parte dei funzionari per sollecitare offerte concorrenti per il sistema di smaltimento dei rifiuti solidi della città.

"Era solo offensivo su una scala che era difficile sopravvalutare", ha detto Greg Sawtell del South Baltimore Community Land Trust, un'organizzazione che sostiene lo zero rifiuti.

Dopo la proroga del contratto, la National Waste & Recycling Association, il gruppo commerciale con sede a Washington per le aziende di rifiuti e riciclaggio in tutti i 50 stati, ha definito il voto "una vittoria sia per la comunità che per la città".

"Wheelabrator fornisce 7 milioni di dollari alla città in tasse di accoglienza e posti di lavoro importanti", ha detto l'associazione. "Inoltre, con gli investimenti nella tecnologia di controllo delle emissioni, Wheelabrator avrà alcune delle emissioni più basse di qualsiasi impianto di termovalorizzazione del paese".

L'esistenza delle rinegoziazioni tra Wheelabrator e Baltimora è divenuta pubblica lo scorso luglio attraverso documenti del tribunale relativi a una precedente causa legale.

Nel 2019, il Consiglio comunale ha approvato all'unanimità il Baltimore Clean Air Act, che avrebbe imposto alla struttura gli standard di emissioni più rigorosi. Wheelabrator ha citato in giudizio la città, sostenendo che gli standard erano impossibili da soddisfare e un giudice federale ha annullato la legge per aver oltrepassato i regolamenti statali e federali. Temendo una perdita, Baltimora ha abbandonato i suoi piani per fare appello e ha rinegoziato con Wheelabrator come parte del suo accordo.

Per continuare a operare, Wheelabrator deve ora spendere 40 milioni di dollari per ridurre le emissioni.

"Affamando la bestia"

Sebbene i gas di scarico dei veicoli a motore siano probabilmente una fonte di inquinamento maggiore a Baltimora meridionale rispetto a Wheelabrator, le ciminiere dell'inceneritore rappresentano ancora il 36% dell'inquinamento atmosferico industriale dell'intera città, secondo l'organizzazione per la difesa dei cambiamenti climatici Chesapeake Climate Action Fund Action Network. Le sue emissioni includono mercurio, piombo, anidride solforosa e ossidi di azoto.

Secondo Chris Skaggs, direttore esecutivo dell'Autorità per lo smaltimento dei rifiuti del Maryland nord-orientale, uno degli aggiornamenti richiesti a Wheelabrator include l'installazione di un filtro in tessuto, che ridurrà le emissioni di anidride solforosa da una media giornaliera di non più di 29 parti per milione a 18 parti per milione. Un altro aggiornamento comporta l'abbassamento del livello di ossidi di azoto, attualmente non più di 145 parti per milione su una media mobile di 30 giorni, a 105 parti per milione.

Un recente studio ha stimato che $ 55 milioni all'anno vengono spesi per il trattamento degli effetti avversi sulla salute causati da Wheelabrator. Alcuni di questi disturbi includono tassi elevati di asma e malattie respiratorie croniche.

Wheelabrator si trova appena fuori dall'autostrada I-95 a South Baltimora, e i residenti più vicini ad essa sono per lo più neri, a basso reddito e meno istruiti che in altre parti della città.

Campbell, che è anche membro del South Baltimore Community Land Trust, ha affermato che la sua nuova strategia, ora che l'estensione del contratto di Wheelabrator è stata concessa, è "far morire di fame la bestia".

"Penso che sia lì che dobbiamo ferirli", ha detto Campbell della spazzatura di Wheelabrator, "prendendo i rifiuti che attualmente ricevono in questo momento dai loro più grandi contratti, che sono la città e la contea".

Il novanta per cento dei rifiuti bruciati a Wheelabrator proviene dalla città e dalla contea di Baltimora.

Skaggs ha detto che la chiusura di Wheelabrator non è corretta perché ci sarà sempre spazzatura con cui fare i conti. Preferisce ridurre la quantità complessiva di rifiuti inducendo le persone a "cambiare le loro abitudini dove possono, quindi non ce la facciamo per cominciare".

Un percorso verso zero rifiuti

Il sindaco Scott, che era presidente del consiglio comunale durante il voto del consiglio dello scorso anno, non era favorevole all'estensione del contratto di Wheelabrator fino al 2031. Ora la sua amministrazione sta cercando di indirizzare Baltimora verso zero rifiuti.

Una parte sostanziale della sua strategia prevede la deviazione del 90% dei rifiuti dalle discariche entro il 2040, gran parte del quale viene fatto rimuovendo il cibo dal flusso dei rifiuti. Il suo piano include anche il compostaggio e l'aumento del riciclaggio fornendo contenitori per i residenti della città che fino ad ora hanno dovuto acquistare i propri. Ma niente di tutto questo sarà facile.

"È relativamente economico bruciare la spazzatura [at Wheelabrator], il che crea una vera sfida quando stai cercando di costruire alternative ", ha detto Sawtell. "E il segnale del mercato che invia è: Baltimora continua ad essere totalmente disposta a bruciare le limitate risorse naturali della regione nei prossimi 10 anni".

Agya K. Aning

Reporter

Agya K. Aning è una borsista di Roy W. Howard presso Inside Climate News che si occupa di giustizia ambientale. Ha conseguito un master in giornalismo investigativo presso la Walter Cronkite School of Journalism dell'ASU nel 2020. Prima di passare alla carriera giornalistica ha insegnato inglese come seconda lingua in Cina e Taiwan, dove ha studiato anche mandarino. Il suo lavoro è apparso nella Repubblica dell'Arizona, sul Milwaukee Journal Sentinel, su USA Today, Poynter e The Trace.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui