mercoledì, Ottobre 27, 2021
Home Ambiente Carbon Nation a 10 anni: il futuro non è più quello di...

Carbon Nation a 10 anni: il futuro non è più quello di una volta

Abbiamo realizzato "Carbon Nation" – "un film sulle soluzioni per il cambiamento climatico a cui non importa nemmeno se credi nel cambiamento climatico" – come risposta al film di Al Gore, "Una scomoda verità". Abbiamo visto Gore nei panni di Paul Revere nel suo film; stavamo cercando i George Washington per risolvere il problema.

Circa a metà del nostro documentario, abbiamo parlato dell'elettricità prodotta dal calore di scarto di un'acciaieria. Il nostro narratore, Bill Kurtis, ha intonato: "Questa elettricità prodotta dal calore sprecato è un terzo del costo dell'elettricità regolare dell'acciaieria. E se sfruttassimo tutte le opportunità di termovalorizzazione, le emissioni mondiali di CO2 sarebbero ridotte di 12 per cento, forse di più. "

Fallo perché sei un avido bastardo e vuoi solo energia a basso costo.

Poi arriva la mia battuta preferita del film, pronunciata da Sean Casten, ora membro della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, in rappresentanza del 6 ° distretto congressuale dell'Illinois, che dirigeva la società che produceva quell'elettricità: "Non conosco opportunità più grandi fare più soldi riducendo più CO2 di questo. Quindi, se non te ne frega niente dell'ambiente, fallo perché sei un avido bastardo e vuoi solo energia a basso costo ".

Ecco il nostro film in poche parole: efficienza energetica, energia pulita e uso intelligente del suolo sono semplicemente un buon affare. Ci vuole solo leadership.

Quante acciaierie catturano il loro calore di scarto e producono elettricità? È ancora tristemente basso. Quanti potrebbero? Tutti loro.

Oltre i sogni irrealizzabili

Quando abbiamo iniziato le riprese nel 2007, Google è uscito con RE <C. Cioè, il carbone andrà via quando l'energia rinnovabile sarà più economica. Allora era un sogno irrealizzabile. Adesso è una realtà. A Tucson, poche estati fa, l'elettrone più economico che si poteva produrre era tramite pannelli solari accoppiati con accumulatori. Come Green Hawk Dan Nolan, colonnello dell'esercito degli Stati Uniti (in pensione), ha detto nel nostro film, "Quello che davvero non abbiamo in questo momento è l'accumulo di energia a livello di utilità; questo per me è il Sacro Graal". Ora esistono batterie di quelle dimensioni. Il nuovo Sacro Graal è un accumulatore di batterie di lunga durata e su larga scala: sistemi che trattengono in modo efficiente gli elettroni per oltre 100 ore.

Molto è cambiato negli ultimi 10 anni: il carbone rappresentava il 42% del nostro mix energetico negli Stati Uniti; ora è del 23 percento. L'elettricità solare su larga scala era di circa 38 centesimi per chilowattora nel 2011, ora è inferiore a 7 centesimi. L'eolico onshore era compreso tra 8,2 e 11,5 centesimi per chilowattora, ora è compreso tra 2,6 e 5,7 centesimi.

Nel film, ci siamo concentrati su un parco eolico nel Texas occidentale, organizzato da un coltivatore di cotone con un braccio solo di nome Cliff Etheredge. Cliff ha ottenuto 400 vicini per formare una società in modo che EON Energy potesse negoziare con una singola entità. ("Potresti dire che ho fatto tutto da solo, vedi?" Ha scherzato.) Hanno costruito, a quel tempo, il parco eolico più grande del mondo. Quando la siccità del 2011 e del 2012 ha colpito, la maggior parte di questi coltivatori di cotone non aveva raccolti, ma con ogni turbina che generava fino a $ 15.000 di entrate all'anno, sono stati in grado di salvare le loro fattorie. Un vantaggio non intenzionale dell'energia rinnovabile.

"Carbon Nation" era un documentario di 84 minuti sul cambiamento climatico che aveva 80 minuti di soluzioni e quattro minuti di problemi, suddivisi in quattro segmenti: coleotteri dei pini nelle Montagne Rocciose; una zona morta anaerobica al largo della costa dell'Oregon; piogge invernali che allagano le Cascate; e l'erosione costiera invernale in Alaska.

È difficile da credere, ma nel 2009, mentre stavamo concludendo la produzione del film, gli scienziati erano restii a dire che eventi specifici erano stati causati dal cambiamento climatico. Abbiamo trovato queste storie perché ricercatori coraggiosi stavano facendo la differenza e sostenevano che il cambiamento climatico non fosse un evento futuro, stava già accadendo. Ovviamente, tutti questi problemi sono peggiori e molti altri si verificano ogni giorno, come le inondazioni di una giornata di sole lungo la costa atlantica, le stagioni degli incendi boschivi nell'ovest che non hanno tempi di inattività e gli eventi di pioggia estrema che rovinano i raccolti in tutto il Midwest.

Avevamo sperato che questo film sarebbe stato utile nel 2021 come lo era una frusta buggy nel 1921, quando il modello T ha assunto il trasporto personale dal cavallo e dal passeggino. Ma le soluzioni che abbiamo trattato allora sono ancora irrimediabilmente irrealizzate, come ad esempio l'adeguamento di alloggi a basso reddito con isolamento ed elettrodomestici efficienti dal punto di vista energetico.

John Rowe, allora CEO di Exelon, ha dichiarato: "L'intero pensiero di prendere (energia) e semplicemente far saltare le finestre senza tappi è sufficiente per far piangere. È una cattiva economia, è un cattivo carbonio ed è peggio per i poveri". Van Jones, l'allora futuro zar dei lavori verdi della Casa Bianca di Obama, ha aggiunto: "Vedo che gli Stati Uniti hanno quasi un'economia di piena occupazione basata sull'adeguamento, il riavvio di una nazione". Ho sentito che il piano infrastrutturale di Biden include affrontare questa enorme opportunità; saranno soldi ben spesi.

I tetti verdi sono belli, ma il pioniere dell'efficienza energetica Art Rosenfeld ha visto il potere del tetto bianco di contrastare la perdita dell'effetto albedo delle calotte polari, in cui i ghiacciai riflettono la luce solare nello spazio; lo vedeva come un mezzo per ridurre notevolmente i costi energetici del raffreddamento degli edifici. Nel film, ha detto: "Quando diventerai tutti i tetti bianchi, raffredderesti la terra equivalente ad aver afferrato 24 miliardi di tonnellate di CO2 dall'aria, il che equivale a limitare il riscaldamento globale per i prossimi sette anni. . È enorme!" Questa è una soluzione incredibilmente economica che attende ancora la leadership mondiale.

Le parti per milione di CO2 nell'aria nel 2011, quando è uscito il film, erano 387; oggi è 416. Sembra scoraggiante, ma le soluzioni sono più incoraggianti che mai.

Sfida le aspettative

Quindi, come assorbiamo più CO2 di quanta ne stiamo emettendo? In "Carbon Nation", ci siamo concentrati su foreste, fattorie e pascoli: smettere di bruciare le foreste (20% delle emissioni mondiali) e adottare tecniche di agricoltura rigenerativa nelle fattorie.

Dall'uscita del film, ho concentrato il mio cinema sull'agricoltura rigenerativa, in particolare sul pascolo. Ecco 10 cortometraggi sul pascolo adattivo, multi-paddock (AMP) che abbiamo realizzato tra il 2013 e il 2019.

All'Arizona State University, dove sono professore sia alla School of Sustainability che alla Cronkite School of Journalism, sto aiutando a guidare un nuovo progetto di ricerca, cercando di rispondere se il pascolo AMP può essere un pozzo di gas serra che può assorbire di più GHG emessi dal bestiame e dal sistema di pascolo. Il nostro team scientifico sta confrontando il pascolo AMP con il pascolo convenzionale in cinque coppie di fattorie nel sud-est degli Stati Uniti.

Abbiamo iniziato il lavoro sul campo nel 2018 e il nostro primo documento appena pubblicato, sul carbonio e l'azoto del suolo, mostra che i terreni sul lato AMP della recinzione sequestrano il 13% in più di carbonio e il 9% in più di azoto rispetto ai terreni delle fattorie di riferimento. Il nostro team rilascerà documenti nel corso del prossimo anno, su microbi del suolo, infiltrazione d'acqua, biodiversità di insetti e uccelli, produzione di foraggio, benessere degli animali e degli agricoltori e ciclo dei gas serra.

E, naturalmente, ci sarà un nuovo documentario su tutti gli agricoltori e gli scienziati coinvolti.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI