giovedì, Ottobre 21, 2021
Home Ambiente Come la politica pay-to-play e una difficile coalizione di energia nucleare e...

Come la politica pay-to-play e una difficile coalizione di energia nucleare e rinnovabile hanno portato a una legge dell'Illinois viziata

Questo articolo è il risultato di una partnership tra Inside Climate News e il Chicago Sun-Times.

CHICAGO — Poco più di cinque anni fa, la legislatura dell'Illinois ha approvato un piano che mirava a costruire da zero un'industria dell'energia solare salvando migliaia di posti di lavoro in due centrali nucleari in difficoltà.

Il Future Energy Jobs Act ha riunito gruppi ambientalisti, il proprietario delle centrali nucleari – Exelon Corp. – sindacati e sostenitori dei consumatori. Il risultato è stato un piano che coniugava i sussidi nucleari con il sostegno all'energia rinnovabile che pretendeva di creare decine di migliaia di posti di lavoro nel settore dell'energia solare e di mettere lo stato sulla buona strada per abbandonare i combustibili fossili e raggiungere il suo obiettivo preesistente di avere il 25% di fonti rinnovabili energia entro il 2025.

Ma la legge ha esitato fin dall'inizio e ora i leader statali stanno correndo per rispettare la scadenza legislativa del 31 maggio per risolvere alcuni dei suoi maggiori problemi, come l'imminente perdita di oltre 300 milioni di dollari di finanziamenti per i programmi di energia rinnovabile. L'obiettivo del 2025 è lontano dalla portata, le aspettative di lavoro non sono state soddisfatte e l'industria solare sta licenziando i lavoratori mentre i finanziamenti promessi si esauriscono.

Exelon è emerso come un chiaro vincitore, ricevendo $ 2,3 miliardi di sussidi finanziati dai contribuenti in un decennio per i suoi due stabilimenti. Ora chiede ancora più soldi e minaccia di chiudere altre due centrali nucleari se non lo ottiene.

"Exelon continua a ricevere 235 milioni di dollari all'anno, mentre il supporto solare è stato tolto", ha affermato Howard Learner, direttore esecutivo dell'Environmental Law and Policy Center di Chicago e critico del salvataggio nucleare dello stato. "L'Illinois avrebbe potuto essere un leader dell'energia solare del Midwest".

A rendere l'attuale scramble ancora più complicato è un'indagine federale sulla corruzione di Exelon e della sua sussidiaria di Chicago, Commonwealth Edison. I pubblici ministeri affermano che ComEd ha dato denaro, posti di lavoro e contratti ai soci dell'ex presidente della Camera Michael Madigan con la speranza che avrebbe modellato la legislazione a piacimento dell'azienda.

Il governatore J.B. Pritzker ha affermato che Exelon non detterà i termini dell'attuale dibattito su come correggere la legge statale sull'energia. Ma la società ei suoi stretti alleati nel lavoro organizzato hanno comunque un potere immenso nella legislatura.

Michael Madigan, altoparlante della Camera dei rappresentanti dell'Illinois e presidente del Partito Democratico dell'Illinois, parla durante una conferenza stampa presso il Campidoglio di Springfield, Illinois, USA, mercoledì 18 febbraio, 2015. Credito: Daniel Acker/Bloomberg tramite Getty Images

Exelon sta cercando sussidi per le sue quattro centrali nucleari dell'Illinois che non hanno ricevuto aiuto nella legge del 2016 e sta dicendo che le centrali nucleari di Byron e Dresda chiuderanno senza questo aiuto.

Nel frattempo, le aziende solari stanno licenziando i lavoratori a seguito della brusca fine degli incentivi legati alla legge del 2016.

I sostenitori della legge hanno parlato di un boom di posti di lavoro nel solare, ma i guadagni effettivi sono stati modesti. L'Illinois è passato da 3.480 posti di lavoro nel settore solare nel 2015, il 14° numero più alto nel paese, a 5.259 posti di lavoro nel 2020, che si è classificato al 13° posto, secondo la Solar Foundation.

Sebbene ci fossero pochi nuovi posti di lavoro nel solare, c'è stata un'impennata nei progetti solari su piccola scala che la legge è stata progettata per incoraggiare, con oltre 20.000 progetti completati. Ma il solare rimane un punto debole nel panorama energetico dell'Illinois, fornendo meno dell'1% della produzione di elettricità dello stato nel 2020.

L'energia solare ed eolica è cresciuta in Illinois, ma le fonti rinnovabili rappresentano solo il 7,5% circa del consumo di elettricità dello stato, che è molto al di sotto del ritmo necessario per raggiungere l'obiettivo del 25% entro il 2025.

Alcuni dei problemi qui sono specifici della cultura politica dell'Illinois, ma toccano le preoccupazioni nazionali su come aumentare l'energia rinnovabile preservando al tempo stesso i posti di lavoro e l'elettricità senza emissioni di carbonio dalle vecchie centrali nucleari.

Exelon sostiene, come ha fatto nel 2016, che chiuderebbe le centrali nucleari se la decisione si basasse esclusivamente su fattori finanziari, ma che la conservazione dell'elettricità e dei posti di lavoro senza emissioni di carbonio è così importante che lo stato dovrebbe esplorare tutte le opzioni per mantenere le piante si aprono.

Exelon ha affermato in una dichiarazione che la legge del 2016 ha avuto un ampio sostegno perché "era, e rimane, un buon quadro per una politica energetica globale".

L'anno scorso l'Illinois ha ottenuto il 58% della sua produzione di elettricità dagli impianti nucleari di Exelon e la società afferma che chiuderli creerebbe un vuoto che sarebbe in gran parte riempito dall'elettricità da combustibili fossili.

I gruppi ambientalisti nazionali, tra cui l'Union of Concerned Scientists e il Natural Resources Defense Council, hanno affermato di sostenere la concessione di sussidi agli impianti nucleari per impedirne la chiusura prematura.

Come suggerisce il loro sostegno, gran parte delle critiche alla legge dell'Illinois non riguarda l'esistenza dei sussidi nucleari, ma la macchia associata allo scandalo della corruzione e le disposizioni sulle energie rinnovabili che sono state gravemente sottofinanziate.

La portavoce di ComEd Shannon Breymaier ha dichiarato in una e-mail che la legge "ha raggiunto i suoi obiettivi di stimolare nuovi investimenti per lo sviluppo di energie rinnovabili, ampliare i programmi di efficienza energetica e dedicare finanziamenti a nuovi programmi che formano i lavoratori per lavori di energia pulita e aiutano i clienti dei servizi pubblici a ridurre le bollette. .”

Riguardo ai problemi di finanziamento con l'energia solare e altre energie rinnovabili, ha affermato: "Il nostro approccio all'approvvigionamento di risorse rinnovabili può essere migliorato".

Un salvataggio nucleare prende forma

Nel 2016, Exelon minacciava di chiudere le centrali elettriche di Clinton e Quad Cities e voleva che l'Assemblea generale dell'Illinois approvasse una legge che obbligasse i servizi pubblici locali, tra cui ComEd, ad addebitare ai consumatori un sussidio di 10 anni per gli impianti.

L'idea ha avuto il forte sostegno degli alleati di Exelon nel lavoro organizzato, ma è stato difficile convincere i legislatori ad accettare di aumentare le bollette.

Allo stesso tempo, i gruppi ambientalisti, i gruppi di imprese per l'energia pulita e i sostenitori della giustizia ambientale avevano le loro proposte.

Madigan, un democratico che è stato il portavoce di lunga data della Camera, ha chiarito che qualsiasi proposta di energia pulita doveva passare attraverso Exelon e essere aggiunta al loro salvataggio nucleare, secondo coloro che sono strettamente coinvolti nel processo. Madigan, attraverso un portavoce, ha rifiutato di commentare.

"La possibilità di approvare la legislazione sull'energia pulita è stata condizionata dall'oratore a raggiungere un accordo con ComEd, Exelon e il lavoro", ha affermato Jen Walling, direttore esecutivo dell'Illinois Environmental Council, che ha guidato la spinta per le disposizioni sulle energie rinnovabili.

Le stazioni di generazione nucleare Exelon Byron funzionano a pieno regime nel 2007 a Byron, Illinois, Credit: Jeff Haynes/AFP via Getty Images

Walling, il cui gruppo rappresenta più di 90 gruppi ambientalisti e comunitari in tutto l'Illinois, ha affermato che la realtà politica ha costretto i sostenitori dell'ambiente a lavorare con Exelon.

Pat Quinn, un democratico che è stato governatore dal 2009 fino a quando ha perso la sua candidatura per la rielezione nel 2014, ha affermato che il processo era sconveniente ma tipico per Exelon.

Exelon voleva che "le persone rinnovabili si avvicinassero letteralmente a loro", ha detto Quinn. "Finché potessero reggere le energie rinnovabili e le cose progressiste, otterrebbero di più per se stessi".

I pubblici ministeri federali in seguito dissero che le azioni della controllata di Exelon ComEd in quel momento erano più che semplici politiche di hardball. La società faceva parte di un ambiente pay-to-play per la legislazione sull'energia nello stato, con ComEd che ha dato denaro, contratti e posti di lavoro a persone collegate a Madigan, secondo una denuncia federale. L'indagine ha portato a incriminazioni e un accordo di differimento dell'accusa con ComEd.

Breymaier di ComEd ha affermato che la società ha "sostanzialmente rafforzato la supervisione e i controlli delle sue attività di lobbying e assunzione", tra le altre misure per prevenire azioni come quelle descritte dai pubblici ministeri.

"Detto questo, la condotta passata di ComEd che ha portato a queste azioni non dovrebbe essere equiparata all'impatto della legislazione sull'energia sui nostri clienti", ha affermato.

Nei documenti federali si fa riferimento a Madigan come Pubblico Ufficiale A. Si è dimesso a febbraio dopo 50 anni nella Camera dell'Illinois, tra continue rivelazioni nell'inchiesta per corruzione.

I gruppi ambientalisti e comunitari non hanno apprezzato il processo con la legislazione del 2016, ma molti di loro sono fermamente convinti che le disposizioni sull'energia pulita siano state un chiaro passo avanti per lo stato.

"Tutto è una negoziazione", ha detto Walling.

Il dibattito legislativo ha incluso il discorso di benefici sociali su larga scala.

"Creeremo decine di migliaia di posti di lavoro in tutto lo stato dell'Illinois, nelle comunità di colore ma anche per i nostri fratelli e sorelle del downstate e per l'economia rurale", ha detto l'allora rappresentante statale Christian Mitchell, un democratico di Chicago, del promessa del programma solare.

Mitchell, ora la persona di punta del governatore Pritzker su energia e ambiente, non ha risposto a una richiesta di commento.

Oltre al salvataggio nucleare, la legislazione prevedeva disposizioni che richiedevano ai servizi pubblici di aumentare la quantità di energia rinnovabile nello stato che acquistano, con un finanziamento di circa 225 milioni di dollari all'anno.

Il disegno di legge prevedeva requisiti per incoraggiare il risparmio energetico, con ciascuna utility che doveva espandere i programmi di efficienza energetica e raggiungere gli obiettivi entro il 2030.

La misura conteneva anche disposizioni relative alla formazione professionale, volte a preparare le persone a lavorare nelle industrie delle energie rinnovabili.

Inoltre, i servizi di pubblica utilità hanno ottenuto alcuni grandi vantaggi che non sono stati ampiamente pubblicizzati, inclusa la possibilità di espandere un programma di "modernizzazione della rete" vagamente definito, iniziato nel 2011 e che ha consentito alle società di servizi di aumentare le tariffe e i profitti.

Il programma di modernizzazione della rete ha portato a 4,7 miliardi di dollari di costi aggiuntivi per i contribuenti ComEd dal 2012, con poche prove che il denaro abbia portato a sostanziali benefici per i consumatori, secondo un rapporto pubblicato a dicembre dal gruppo di consumatori Illinois PIRG.

"Qualsiasi interesse di ComEd o Exelon non è lasciato al caso", ha affermato Abe Scarr, direttore dell'organizzazione e coautore del rapporto. “Sono garantiti. Considerando che i benefici per il pubblico o per lo sviluppo del settore dell'energia pulita, ad esempio, sono molto meno garantiti e bloccati dalla legge”.

Breymaier di ComEd ha affermato che la spesa legata al programma di modernizzazione della rete è stata accuratamente controllata dalle autorità di regolamentazione e ha migliorato l'affidabilità del sistema di ComEd mantenendo tariffe elettriche insolitamente basse rispetto ad altre grandi aree metropolitane degli Stati Uniti.

"Questa legislazione non è perfetta"

La storica bolletta energetica è diventata legge con una cerimonia di firma del 7 dicembre 2016. Allora-Gov. Bruce Rauner, un repubblicano, ha tenuto l'evento al liceo di Port Byron, una piccola città vicino alla centrale nucleare di Quad Cities che avrebbe ottenuto sussidi.

"Anche se questa legislazione non è perfetta, ci consente di proteggere posti di lavoro, contribuenti e contribuenti", ha affermato Rauner.

I gruppi ambientalisti e dei consumatori hanno applaudito la nuova legge, compreso il modo in cui aiuterebbe lo stato a raggiungere l'obiettivo del 25% di energia rinnovabile entro il 2025.

Mantieni vivo il giornalismo ambientale

L'ICN fornisce una copertura climatica localizzata e pluripremiata gratuitamente e senza pubblicità. Contiamo sulle donazioni di lettori come te per andare avanti.

Donate adesso

Verrai reindirizzato al partner di donazione di ICN.

La legge faceva parte di un'ondata di azioni statali che includevano sussidi nucleari insieme al sostegno alle energie rinnovabili. I regolatori delle utility di New York hanno approvato la loro versione pochi mesi prima dell'Illinois, e il governatore del New Jersey Phil Murphy ha firmato una misura simile nel 2018. Exelon, con centrali nucleari in ciascuno di quegli stati, era uno dei denominatori comuni.

Exelon ha iniziato a ricevere i soldi del salvataggio dell'Illinois a partire dall'inizio del 2018.

Mentre la società ha avuto solo una breve attesa per essere pagata, i funzionari statali hanno trascorso quasi due anni a redigere e attuare le procedure per le disposizioni sull'energia pulita del disegno di legge. Ciò ha richiesto tempo perché lo stato stava avviando un processo per selezionare quali società avrebbero ricevuto finanziamenti limitati e l'ufficio responsabile, l'Illinois Power Agency, aveva meno di 10 dipendenti.

"Questi sono programmi complicati", ha detto Anthony Star, direttore dell'agenzia. "Non puoi semplicemente accenderli durante la notte." Ha detto che i livelli di personale non erano un problema.

Uno dei fulcri delle disposizioni sull'energia pulita era il "programma di blocchi regolabili", progettato per aumentare drasticamente l'energia solare di proprietà del cliente.

Gli imprenditori solari potevano vedere che questo era un affare interessante, specialmente per i progetti solari comunitari basati su abbonamento, che fornivano un profitto vicino a un garantito per gli sviluppatori e l'elettricità scontata per i consumatori.

Il primo round di domande nel 2018 si è trasformato in una frenesia alimentare, con progetti che hanno superato di circa otto a uno i finanziamenti disponibili.

Uno dei problemi di fondo era che l'Illinois aveva una domanda repressa di pannelli solari sui tetti e solari per comunità dopo anni in cui non c'erano programmi di incentivi sostanziali.

Poiché gli sviluppatori facevano a gara per dollari limitati, c'era un difetto molto più grande nel modo in cui i legislatori avevano stabilito i finanziamenti.

I soldi per i programmi di energia rinnovabile provenivano da un addebito sulle bollette dei clienti che è di circa $ 1,15 al mese per le famiglie e più per le imprese. Le tariffe prevedevano finanziamenti annuali che si sono rivelati molto inferiori a quanto necessario per raggiungere il 25% di elettricità rinnovabile entro il 2025.

I clienti hanno iniziato a pagare le spese a metà del 2017 e il denaro si è accumulato per circa due anni mentre l'Illinois Power Agency lavorava per progettare i programmi e selezionare i primi round di progetti. Dopo che i progetti hanno iniziato a ricevere denaro, molti sviluppatori sono stati rallentati dai ritardi legati al coronavirus.

L'agenzia stava prendendo decisioni basate sull'idea di poter spendere tutti i fondi disponibili, ma i progetti stavano venendo online così lentamente che ci sarebbe stato un grande saldo non speso al 31 maggio 2021, la data fissata dalla legge quando qualsiasi saldo sarebbe stato restituito ai clienti come rimborso.

Alla fine del 2020, l'agenzia aveva impegnato tutti i fondi disponibili previsti e non aveva nessuno da dare ai progetti in lunga lista d'attesa per il finanziamento. E l'agenzia stava affrontando la perdita della capacità di utilizzare alcuni dei soldi che le utenze avevano già raccolto, ma non pagato, ad altri progetti, perché il saldo non speso doveva tornare ai contribuenti. A marzo, il saldo previsto del denaro non pagato era di $ 352 milioni.

Le società solari hanno avvertito che la brusca perdita di fondi avrebbe portato a licenziamenti e hanno chiesto ai legislatori di consentire la spesa del saldo non speso dopo il 31 maggio. perché Exelon e i suoi stretti alleati nel lavoro organizzato si sono opposti alla legislazione.

Exelon ha dichiarato in una dichiarazione di aver "sostenuto una politica energetica globale" e che le proposte per consentire il rinnovo dei finanziamenti esistenti per le energie rinnovabili oltre il 31 maggio non riescono ad affrontare molte altre questioni che potrebbero essere affrontate in una proposta più ampia.

Un'industria aspetta e soffre

L'Illinois sta ora affrontando le conseguenze di ciò che è andato storto con la legge del 2016 e i legislatori stanno lavorando per fare qualcosa al riguardo entro il 31 maggio, l'ultimo giorno della sessione legislativa e la scadenza per fissare il finanziamento solare.

Inoltre, Exelon sta minacciando di portare avanti i piani per chiudere gli impianti nucleari di Byron e Dresda se il legislatore non approva ulteriori aiuti in questa sessione.

Tra le persone che hanno sofferto di più per tutti i passi falsi c'erano gli imprenditori dell'energia pulita e i loro dipendenti, molti dei quali avevano deciso di entrare nel settore delle energie rinnovabili a causa della pubblicità che circondava la legge del 2016.

"Quest'anno sarà probabilmente il nostro anno più difficile", ha affermato Dawn Heid, CEO di Rethink Electric, un installatore solare nell'area di Chicago. "C'è una rupe severa di fronte a noi."

La sua azienda è passata da quattro dipendenti a 70 dipendenti per rispondere alla domanda dei programmi solari, e poi ha licenziato dozzine quando i nuovi progetti si sono quasi fermati a causa dell'incertezza sul finanziamento degli incentivi.

Anche se i legislatori escogitano un piano stabile e a lungo termine per sostenere le energie rinnovabili, il danno è stato fatto alla credibilità dello stato, ha affermato Josh Lutton, CEO dell'installatore solare Certasun nell'area di Chicago.

"Se vuoi che le aziende investano in Illinois, non puoi incoraggiarle a investire e poi dire: 'Ooh, non lo intendevamo davvero'", ha detto.

Non ci sono dati disponibili sui recenti licenziamenti nel settore, solo molti aneddoti su aziende che licenziano lavoratori a causa di un calo di nuovi progetti.

I sostenitori dell'energia pulita difendono molti aspetti della legge, affermando che le idee alla base erano buone, anche se alcuni programmi sono stati danneggiati da problemi di finanziamento.

Will Kenworthy, direttore normativo del Midwest per Vote Solar, ha affermato che è importante notare che ora ci sono più di 20.000 progetti solari sul tetto e solari comunitari che sono stati costruiti o sono in lavorazione, la maggior parte dei quali non sarebbe avvenuta senza la legge.

"La FEJA era imperfetta", ha detto Kenworthy, riferendosi all'acronimo della legge del 2016. “Ma stava risolvendo un pasticcio ancora più grande. In un certo senso, è stato un successo clamoroso».

Il pasticcio più grande era il modo in cui l'Illinois in precedenza aveva obiettivi di energia rinnovabile, ma quasi nessun programma efficace per incoraggiare i progetti.

Pritzker ha detto che le cose andranno diversamente nell'attuale processo legislativo. I legislatori si sono detti ottimisti sul fatto di poter raggiungere un accordo su un disegno di legge e approvarlo entro il 31 maggio, fornendo finanziamenti aggiuntivi per le energie rinnovabili. È probabile che il disegno di legge includa aiuti nucleari per Exelon, anche se l'importo ei termini sono oggetto di trattative che probabilmente proseguiranno fino agli ultimi giorni della sessione.

Pritzker ha proposto "un sostegno statale misurato a breve termine" per le centrali nucleari di Byron e Dresda, ma ha chiarito in una recente dichiarazione che Exelon non comanda più.

In risposta a una proposta per un pacchetto di assistenza più ampio per le centrali nucleari, l'ufficio del governatore ha dichiarato: “Mentre è profondamente impegnato nella sopravvivenza della flotta nucleare, il governatore Pritzer ha chiarito che i giorni in cui Exelon trattava gli abitanti dell'Illinois come loro salvadanaio sono finiti. Una società redditizia con una nuvola di corruzione che incombe sulla loro controllata non dovrebbe fare richieste esorbitanti".

Questa affermazione è davvero chiara, ma i più attenti osservatori della politica energetica dell'Illinois sanno temperare le loro aspettative.

Questa storia è stata modificata per chiarire il processo che ha portato al saldo non speso per i progetti di energia rinnovabile.

Dan Gearino

Reporter sull'energia pulita, Midwest, National Environment Reporting Network

Dan Gearino copre gli Stati Uniti del Midwest, parte del National Environment Reporting Network di ICN. La sua copertura si occupa del lato commerciale della transizione verso l'energia pulita e scrive la newsletter Inside Clean Energy di ICN. È arrivato in ICN nel 2018 dopo un incarico di nove anni presso The Columbus Dispatch, dove si è occupato del business dell'energia. Prima di allora, si è occupato di politica e affari in Iowa e nel New Hampshire. È cresciuto nella contea di Warren, Iowa, appena a sud di Des Moines, e vive a Columbus, Ohio.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI