venerdì, Settembre 24, 2021
Home Ambiente Cosa fornisce le flotte elettriche? FedEx e ChargePoint pesano

Cosa fornisce le flotte elettriche? FedEx e ChargePoint pesano

Eliminare per sempre i combustibili fossili dalla consegna delle merci, dal lungo raggio all'ultimo miglio, può fare molto per ridurre le emissioni di carbonio su scala significativa. Cosa sta attraendo più aziende a perseguire le flotte elettriche e cosa trattiene più di loro dall'abbandonare il diesel?

"Sembra che assistiamo quasi ogni giorno ad annunci di nuovi prodotti, partnership, joint venture, investimenti significativi in ​​corso", ha affermato Ben Sharpe, ricercatore senior presso l'International Council on Clean Transportation, parlando all'evento virtuale VERGE Electrify.

I produttori legacy di grandi impianti tra cui Volvo, Daimler, Cummins e Peterbilt stanno portando in modo aggressivo sul mercato i veicoli elettrici, così come una vasta gamma di startup come BYD, Proterra, Orange EV e GreenPower. Nel frattempo, uno dei primi grandi annunci dell'amministrazione Biden quest'anno è stato l'obiettivo di elettrificare le flotte federali.

Eppure è ancora presto, con meno di 1.000 camion e autobus elettrici venduti oggi, che rappresentano circa l'1% del mercato dei veicoli commerciali a emissioni zero, ha affermato Sharpe. Gli autobus di transito stanno aprendo la strada, con oltre il 10% di questi acquisti di veicoli a emissioni zero.

"Quindi per noi è molto eccitante", ha aggiunto. "Gli autobus di transito tendono ad essere una specie di mercato testa di ponte in cui si vede che il carburante alternativo e le tecnologie avanzate colpiscono per la prima volta lo spazio dei veicoli commerciali", e le loro tecnologie probabilmente si riverseranno nei camion.

Consegna veloce?

Per capire le carote e gli attacchi all'elettrificazione per coloro che lavorano nel settore della logistica, è utile chiedere a un primo acquirente di veicoli elettrici che detenga circa il 30 percento della quota di mercato per le consegne negli Stati Uniti nello stesso giorno. FedEx ha iniziato ad abbracciare i veicoli elettrici circa un decennio fa. La società prevede che metà dei suoi veicoli saranno elettrici entro il 2025, raggiungendo il 100% entro il 2040.

"Siamo nel settore dal 2010 e abbiamo svolto un'enorme quantità di ricerche", ha affermato Russ Musgrove, amministratore delegato di FedEx Express. "Abbiamo milioni di miglia elettriche e abbiamo preso una decisione consapevole che non possiamo continuare ad aspettare per sempre".

Ci sono vantaggi nell'essere uno dei primi ad adottare.

L'infrastruttura di ricarica iniziale è stata relativamente semplice da stabilire, resa possibile dalle partnership con ChargePoint e altri, ha aggiunto. Ora FedEx si sta preparando per importanti progetti infrastrutturali e di costruzione.

"Una delle lezioni apprese mentre passavamo dal progetto scientifico al ridimensionamento è stata che… una cosa è mettere un nuovo caricabatterie nel tuo garage", ha detto Musgrove. "Un'altra è prendere un magazzino e convertire 45 o 100 posti auto, fondamentalmente costruendo una suddivisione nell'edificio".

Nonostante le sfide di configurazione future, Musgrove ha scoperto che l'uso dell'elettricità ha senso per FedEx in termini di costo totale di proprietà. "Ora, se puoi controllare le miglia, controlli la tua flotta e sei in uno scenario di tipo hub-and-spoke, il [total cost of ownership] su questo è fuori scala", ha aggiunto.

Passaparola

Detto questo, Sharpe ha descritto una tensione all'interno dell'attività abbastanza conservatrice, competitiva ea basso margine dei camion. La velocità di adozione dei veicoli elettrici, pertanto, sarà dettata non solo dalla velocità dei responsabili politici, ma anche dall'accettazione delle nuove tecnologie da parte del settore, ha affermato.

Affinché la trasformazione su larga scala dei camion elettrici avvenga nei prossimi decenni, i camion devono svolgere bene la loro missione e fornire valore. Anche l'infrastruttura di ricarica deve essere affidabile e comprovata e le buone notizie devono diffondersi di bocca in bocca nel settore, ha aggiunto.

Rich Mohr, vicepresidente delle soluzioni per flotte di ChargePoint ed ex chief technology officer di Ryder, lo vede già. "I conducenti adorano i veicoli; il feedback è sempre stato estremamente positivo", ha affermato, notando il fascino di funzionalità come la frenata rigenerativa e la guida con un solo pedale.

"La maggior parte delle conversazioni in cui mi trovavo alla Ryder avevano più a che fare con il modo in cui il conducente utilizzava quel veicolo, e meno con il veicolo stesso intorno a ciò che può fare. E questo è un grande cambiamento nel settore, specialmente nell'ultimo miglio spazio e lo spazio dell'ultimo miglio."

Musgrove ha sottolineato che i veicoli elettrici ben progettati soddisfano i conducenti di consegna FedEx, e il fatto della tecnologia sottostante è quasi una nota a margine. "Mi piace dire alla gente che il fatto che il veicolo sia elettrico non è rilevante per il fatto che sia un buon camion, e gli autisti lo vedono assolutamente in questo modo. … Dirò quell'esperienza dal punto di vista dell'uso del conducente ha [received] voti estremamente alti, più alti di qualsiasi altro veicolo che abbiamo a livello globale."

Operatori indipendenti

Le flotte di autotrasporti, in particolare in Nord America, sono costituite principalmente da piccole imprese e operatori proprietari. Inoltre, la stragrande maggioranza delle piccole flotte serve piccole operazioni come negozi di fiori, ristoranti e piccole fattorie, ha aggiunto Musgrove.

Sharpe ha descritto il supporto, gli incentivi, i finanziamenti e l'istruzione per gli appaltatori e gli operatori indipendenti come fondamentali per guidare l'adozione di veicoli elettrici.

Secondo Mohr, gli e-bus e gli e-truck per la consegna dell'ultimo miglio o del "miglio intermedio" offrono una serie di vantaggi significativi a quei giocatori, che tendono ad avere percorsi fissi che alla fine tornano a un sito di casa per il parcheggio e il rifornimento. All'interno di flotte più piccole, ad esempio, i conducenti potrebbero persino portare a casa il furgone da lavoro o il camioncino e caricarlo durante la notte.

"Va davvero molto sotto il radar il fatto che ci sia un sacco di energia e un sacco di conducenti che portano i loro veicoli a casa di notte, specialmente sul lato dei furgoni", ha detto, descrivendo le offerte di ChargePoint per loro. "Effettuiamo rimborsi per i dipendenti con la bolletta elettrica a casa per assicurarci che vengano pagati per la loro energia".

Il vantaggio per le aziende più grandi coinvolte è che non è necessario capire come distribuire megawatt di ricarica, ha aggiunto Mohr. "L'elettrificazione per (l') ultimo miglio può essere semplice, purché pensi a come dare energia al tuo veicolo e come otterrai quella visibilità e il controllo degli accessi intorno alla tua flotta".

Su scala ancora più ridotta, in termini di dimensioni del veicolo, biciclette e scooter elettrici possono fornire un ulteriore livello per l'ultimo miglio di consegne dai centri di distribuzione alle porte. FedEx sta spendendo centinaia di migliaia di dollari in e-bike in tutto il mondo, che potrebbero espandersi fino a un milione di dollari entro la fine del 2022, ha affermato Musgrove. "Alla fine della giornata, dove hanno senso dal punto di vista della produttività, sono in realtà un modo molto efficiente per consegnare pacchi per le città", ha affermato.

Tuttavia, è necessario un lavoro speciale con le città per rendere possibile la consegna delle biciclette su marciapiedi o strade.

Il fattore di utilità

Meno di un mese fa, FedEx stava svolgendo piccoli programmi pilota di veicoli elettrici senza problemi di infrastruttura. Tuttavia, andare avanti con infrastrutture su larga scala si sta rivelando più impegnativo, ha affermato Musgrove. Per un'utilità, alloggiare 10 caricabatterie per veicoli elettrici in un edificio sembra molto diverso da centinaia di stazioni di ricarica.

Tra le oltre 3.300 società di servizi pubblici statunitensi c'è una varietà di supporto, o la sua mancanza, per il ridimensionamento dell'infrastruttura dei veicoli elettrici. Musgrove ha detto che lo tiene sveglio la notte. Ad esempio, le commissioni dei servizi pubblici hanno espresso riluttanza a dare ai propri clienti con flotte di veicoli elettrici un "giro gratis" che altri clienti sovvenzionano.

L'elettrico è stata una delle tecnologie più semplici, rispetto ad alcuni dei cambiamenti nelle flotte diesel negli ultimi 20 anni.

"Ora concesso, [a] l'utilità ci addebiterà in modi diversi", ha detto Musgrove. "Ma la realtà è che ci sono vantaggi nell'essere uno dei primi ad adottare. Siamo già in una posizione perfetta grazie ai nostri percorsi definiti per far funzionare l'elettricità per noi. Ora si tratta di trovare modi per far capire all'azienda quanto prezioso possiamo essere come clienti che acquistano il prodotto, fondamentalmente da qui in avanti per il prossimo futuro, e poi lavorare con noi per compensare quell'infrastruttura dell'utenza".

Altre sfide per i leader delle flotte in un viaggio di elettrificazione includono la complessità percepita del coordinamento dei sistemi di ricarica con un'utilità, ha affermato Mohr. Dice ai clienti di imparare a livello locale e distribuire veicoli che hanno senso per la loro attività. Inoltre, poni domande e impara dalle aziende che sono state all'inizio di questo percorso verso l'elettrificazione, ad esempio: Com'è l'accesso all'utenza? Come sono gli incentivi alle sovvenzioni? Che tipo di ricarica è necessaria? Che aspetto hanno la visibilità, l'accesso e il controllo del veicolo? Qual è il veicolo giusto per l'operazione?

"Ma queste sono le cose in cui le aziende si imbattono quando tentano di adottare una nuova tecnologia", ha detto Mohr. "L'elettricità è stata una delle tecnologie più semplici, rispetto ad alcuni dei cambiamenti nelle flotte diesel negli ultimi 20 anni".

Politica di rilancio

Oltre al vantaggioso costo di proprietà, ogni relatore ha notato il grande potere della politica di accelerare il cambiamento. L'anno scorso la California ha aperto la strada a un requisito di vendita per i produttori di portare sul mercato camion a emissioni zero, che è probabile che altri stati replichino. I fondi di incentivazione possono aiutare anche a realizzare il business case, ha affermato Sharpe, che spera che emergano normative nazionali per stimolare l'adozione della flotta di veicoli elettrici. Ha anche notato come le città e i comuni forniscano incentivi aggiuntivi, come l'accesso preferenziale per i camion elettrici in determinate ore del giorno, i vantaggi del parcheggio e persino le zone a basse emissioni, sebbene queste ultime abbiano problemi di equità sociale.

Le città che lavorano con i servizi pubblici possono fornire ulteriore impulso agli aspiranti utenti aziendali di veicoli elettrici, ha aggiunto Musgrove. "Saremo ovunque, ma se andremo nella tua città prossimamente dipende da cosa c'è sul tavolo per aiutarci a ottenere un rimborso incrementale su quell'investimento, il che è significativo", ha detto.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI