Decifrare il codice del freddo: come Tide ha ridisegnato il suo detersivo per un lavaggio migliore

0
40

Questo articolo è sponsorizzato da P&G.

Non è un segreto che il pianeta sia in acqua calda, ecologicamente. È proprio per questo motivo che Tide ha trascorso anni alla ricerca e allo sviluppo di un prodotto in grado di offrire ai clienti un livello di pulizia superiore in acqua fredda.

Dall'invenzione delle lavatrici, l'acqua calda si è dimostrata efficace nel rimuovere le macchie visibili, prevenendo l'accumulo di odori e sporcizia, tutte attività vitali considerando che la persona media produce un litro di sudore, 10 grammi di sale e 40 grammi di sebo (olio per il corpo), eliminando 2 miliardi di cellule della pelle ogni giorno. Questi e altri tipi di sporco corporeo possono rappresentare il 70 percento dello "sporco invisibile" in un carico di biancheria.

Nonostante tutti i suoi vantaggi in termini di riciclaggio, l'acqua calda richiede molta più energia per ogni carico, il che a sua volta ha un impatto negativo sull'ambiente. Infatti, se tre consumatori su quattro passassero dal riciclaggio di acqua calda al riciclaggio di acqua fredda entro il 2030, avrebbe il potere di ridurre 4,25 milioni di tonnellate di emissioni di gas serra (GHG). È l'equivalente di rimuovere quasi un milione di auto dalla strada per un anno.

Per decenni, tuttavia, il pensiero di passare esclusivamente, o principalmente, al lavaggio con acqua fredda è stato un fallimento. I consumatori credevano che il lavaggio con acqua fredda non fosse sicuro ed efficace quanto il lavaggio con acqua calda. E per gran parte di quel tempo, avevano ragione.

Le cose hanno iniziato a cambiare nel 2005, quando Tide ha introdotto Tide Coldwater, una nuova versione del nostro detersivo di lunga data che è stato formulato per offrire prestazioni superiori in acqua fredda. Da allora, noi di Tide abbiamo continuato a perfezionare tutte le nostre formule di detersivi per il lavaggio in acqua fredda. Non è stato facile.

Decifrare il "codice freddo" significava riprogettare gli ingredienti chiave nelle nostre formule, in particolare i "cavalli da lavoro" di pulizia di Tide come gli enzimi. Gli enzimi sono proteine ​​naturali che scompongono le macchie e le rendono più facili da rimuovere. Fino a poco tempo, si attivavano efficacemente solo a temperature calde. Oggi, i prodotti Tide sono dotati di enzimi proprietari per l'acqua fredda che consentono ai consumatori di risparmiare energia pur mantenendo un'ottima pulizia in acqua fredda.

Tuttavia, le abitudini decennali sono difficili da cambiare. Molti consumatori continuano a seguire la tradizione, scegliendo il lavaggio con acqua calda o calda, mentre altri rimangono scettici sul potere pulente di Tide a freddo.

La verità è che, in quasi tutte le situazioni, i fatti ci dicono che il lavaggio in acqua fredda con Tide è altrettanto efficace quanto il lavaggio in acqua calda.

Ecco alcune prove. Di recente, Tide ha chiesto a Charles P. Gerba – meglio conosciuto come "Dr. Germ" – di fare qualche ricerca sull'enigma caldo vs freddo. Professore di virologia presso il Dipartimento di Scienze Ambientali dell'Università dell'Arizona, è riconosciuto a livello internazionale come esperto nel rilevamento di agenti patogeni nell'acqua e negli alimenti.

Innanzitutto, Gerba ha sporcato più di 20 carichi di biancheria aggiungendo contaminanti nocivi come E. coli, coronavirus umano 229E (la causa del comune raffreddore) e una replica di un tipo di virus dell'influenza intestinale. Successivamente, li ha lavati in acqua fredda (60 gradi Fahrenheit) con un detersivo standard del settore, quindi li ha asciugati in un essiccatore caldo.

I risultati? Non è stato possibile rilevare E. coli o virus del raffreddore comune negli indumenti lavati/asciugati. Rimaneva solo il virus dell'influenza dello stomaco, che è stato eliminato attraverso un lavaggio con acqua calda seguito da una completa asciugatura a caldo.

Questo studio ha dimostrato che nelle famiglie sane con il virus respiratorio occasionale, i consumatori possono tranquillamente lavare il bucato in acqua fredda. Solo nelle famiglie quando qualcuno ha una cimice allo stomaco i vestiti dovrebbero essere lavati in acqua calda; e se gli abiti del malato vengono tenuti separati dagli abiti degli altri residenti, gli altri indumenti possono essere lavati tranquillamente in acqua fredda.

Lo studio di Gerba ha confermato che la maggior parte dei carichi può essere lavata in acqua fredda. Non solo, ma i consumatori che provano a lavare a freddo con Tide riportano un'esperienza di lavaggio migliore, citando il suo potere di pulizia e rimozione delle macchie, fornendo una migliore protezione del colore, una maggiore longevità dei vestiti e meno rughe. Tutto sommato alla consapevolezza di aver fatto una scelta ecologica.

Nell'ambito dell'ambizione 2030 di Tide, una serie di impegni mirati e di sostenibilità di ampia portata annunciati a marzo, stiamo investendo molto in campagne di educazione e sensibilizzazione per condividere i vantaggi del lavaggio a freddo, con l'obiettivo specifico di compiere tre anni in quattro carichi al freddo entro il 2030. Stiamo arruolando l'aiuto di celebrità famose, come Ice-T e Stone Cold Steve Austin, per fungere da "chiamate a freddo" in una divertente campagna pubblicitaria televisiva che invita i loro famosi amici a trasformare diventare freddo. Abbiamo anche collaborato con partner affini come Hanes per condividere i vantaggi dell'acqua fredda e invitare all'azione sugli imballaggi. Coinvolgendo ampiamente i consumatori a lavarsi a freddo, possiamo collettivamente avere un grande impatto quando si tratta di ridurre le emissioni di gas serra.