mercoledì, Ottobre 27, 2021
Home Ambiente Dentro l'energia pulita: le lezioni giuste e sbagliate dalla crisi del Texas

Dentro l'energia pulita: le lezioni giuste e sbagliate dalla crisi del Texas

Ora che il potere è tornato in Texas, stiamo entrando in una fase con indagini su tutti i sistemi che hanno fallito.

Ma alcune delle lezioni più importanti sono già evidenti.

Ecco alcune delle cose che ho imparato o reimparato:

1. Il nostro sistema di alimentazione è stato costruito per i picchi estivi e questo è uno dei motivi per cui le cose sono andate in tilt in Texas.

Uno degli aspetti meno discussi della massiccia mancanza di corrente era ciò che dice sui modelli mutevoli della domanda di elettricità e le sfide che derivano da tali cambiamenti.

Nella maggior parte del paese, la domanda di elettricità è massima a luglio o agosto, quando le temperature sono più alte e i condizionatori d'aria funzionano tutto il giorno. Gli operatori di rete trascorrono gran parte del loro tempo a prepararsi per soddisfare la domanda nelle giornate calde.

Ma la crisi del Texas è stata un esempio di un picco invernale nella domanda di elettricità, che può essere più difficile da gestire rispetto a un picco estivo.

Poco prima che si verificassero i blackout in Texas la scorsa settimana, l'operatore di rete dello stato, l'Electricity Reliability Council of Texas, ha affermato che si aspettava che la domanda di elettricità avrebbe raggiunto il record di oltre 76.000 megawatt. A febbraio!

La produzione effettiva non ha mai raggiunto quel livello record perché le centrali elettriche hanno iniziato a essere offline per una serie di motivi, portando a blackout.

Il principale motore dei picchi invernali è la domanda da parte degli edifici che utilizzano l'elettricità per il riscaldamento. È probabile che tale domanda aumenti nei prossimi anni poiché alcuni governi statali e locali adottano politiche per incoraggiare le case completamente elettriche e, di conseguenza, utilizzano meno gas per il riscaldamento.

Il National Renewable Energy Laboratory ha esaminato alcune delle implicazioni dell'aumento dell'elettrificazione degli alloggi e di altre parti dell'economia in un rapporto del 2018. Uno dei risultati è stato che l'aumento del riscaldamento elettrico porterebbe a picchi invernali più elevati nella domanda di elettricità, con alcuni stati, tra cui gran parte del nord-est, sulla buona strada per avere una domanda invernale superiore a quella estiva.

Un picco invernale sembra diverso dalla domanda che raggiunge il picco estivo. Esiste, ad esempio, il potenziale per duellare le priorità nel mercato del gas, poiché i fornitori di gas affrontano un'elevata domanda da parte dei servizi di gas per il riscaldamento domestico oltre all'elevata domanda da parte delle centrali elettriche a gas che generano energia elettrica. Questo è diverso dall'estate, quando le centrali elettriche hanno meno concorrenza nel garantire le loro forniture di carburante.

Un'altra differenza è che l'energia solare è meno disponibile in inverno, soprattutto perché le giornate sono più brevi. Il solare può ancora essere una parte importante della pianificazione per soddisfare la domanda invernale, ma ce n'è meno che in estate.

Wade Schauer, direttore della ricerca per l'energia e le energie rinnovabili presso Wood Mackenzie, ha affermato che i picchi di elettricità sono meno prevedibili in inverno che in estate. La maggior parte dei picchi estivi si verificano in luglio o agosto, mentre le temperature invernali possono portare a periodi di richiesta di elettricità estremamente elevata in qualsiasi momento da dicembre a marzo.

"Quel periodo invernale sarà il periodo più impegnativo", ha detto.

Il punto più importante è che l'aumento della domanda di elettricità e i cambiamenti nei tipi di centrali elettriche porteranno ad altre sfide per le quali gli operatori di rete devono essere pronti.

Parte della risposta potrebbe essere l'accelerazione della costruzione di eolico offshore, che si mostra promettente come artista per tutto l'anno, per citare una delle molte possibilità.

I regolatori e gli operatori di rete devono essere consapevoli di come stanno cambiando i modelli stagionali della domanda di elettricità e adattarsi per soddisfare le crescenti esigenze in inverno pur soddisfacendo le esigenze in estate.

2. Quasi tutto è fallito, quindi fai attenzione a incolpare qualsiasi fonte di alimentazione.

Alcune delle reazioni immediate alle interruzioni di corrente provenivano da leader politici conservatori, come il governatore del Texas Greg Abbott e personalità dei media come il conduttore di Fox News Tucker Carlson, che ha attribuito il problema alle energie rinnovabili.

Una volta che abbiamo iniziato a ottenere più dati su ciò che è accaduto, gli esperti di sistemi energetici hanno chiarito che gran parte del problema era un guasto delle centrali elettriche a gas naturale e che qualsiasi problema con le energie rinnovabili era una preoccupazione minore.

Alcuni sostenitori dell'ambiente hanno reagito ai dati difendendo l'energia rinnovabile e affermando che gli eventi in Texas mostrano come il gas sia inaffidabile.

Erin Overturf, vicedirettore del programma di energia pulita di Western Resource Advocates con sede a Denver, ha affermato su Twitter che l'individuazione di una fonte di energia, che sia gas naturale o fonti rinnovabili come l'eolico e il solare, non ha tenuto conto della preoccupazione molto più grande.

È scoraggiante (anche se credo non sia sorprendente) vedere così tanto della discussione odierna devolversi in "il vento è inaffidabile" contro "no, il gas non è affidabile".

Questo non è un problema di risorse. Questo è un problema di sistema.

CLIMA. MODIFICARE. FA. QUALUNQUE COSA. INAFFIDABILE.

– Erin Overturf (@erinoverturf) 15 febbraio 2021

Le condizioni in Texas erano così estreme da influenzare tutte le principali fonti di elettricità e questo dovrebbe ispirare conversazioni sull'affidabilità di ogni tecnologia. Emily Grubert della Georgia Tech ha toccato questo punto nella nostra conversazione la scorsa settimana, e vale la pena sottolinearlo di nuovo.

Ma non voglio implicare un'equivalenza tra le critiche alle energie rinnovabili e al gas. Chiaramente, parte di ciò che è stato detto sulle energie rinnovabili era lontano dalla base, come quando il governatore Abbott ha detto a Fox News che il fallimento dell'energia eolica e solare "ha spinto il Texas in una situazione in cui mancava energia su base statale".

Abbott ha correttamente osservato che l'eolico e il solare rappresentavano solo il 10% circa della produzione di elettricità nello stato. Quindi dovrebbe anche sapere che il gas rappresenta oltre il 50 per cento della produzione di elettricità dello stato, e un calo sostanziale della produzione delle centrali a gas sarà molto più dannoso che se l'eolico e il solare non funzionassero.

Schauer di Wood Mackenzie è stato uno dei tanti osservatori che hanno trovato gran parte del commento nel migliore dei casi semplicistico e, nel peggiore, fuorviante.

"Ovviamente, dare la colpa alle energie rinnovabili è stato un errore", mi ha detto. "Lo chiamerei il fallimento energetico di tutti i precedenti".

3. Appena sotto la superficie dello scandalo di Ted Cruz c'era un messaggio importante.

Uno degli eventi collaterali della crisi del Texas è stato il modo in cui il senatore degli Stati Uniti Ted Cruz, (R-Texas), è stato sorpreso a scappare dalla miseria delle interruzioni di corrente con una vacanza di famiglia in Messico. Una volta che il suo viaggio è stato pubblicizzato, è tornato di corsa nello stato.

Il suo viaggio aiuta a mostrare come le famiglie con redditi elevati hanno la capacità di aggirare i disastri meteorologici in modi che la maggior parte delle persone non può fare.

Mantieni vivo il giornalismo ambientale

ICN fornisce una copertura climatica localizzata e pluripremiata gratuitamente e pubblicità. Contiamo sulle donazioni di lettori come te per andare avanti.

Donate adesso

Verrai reindirizzato al partner per la donazione di ICN.

Le persone con un reddito basso o moderato hanno maggiori probabilità di vivere in case scarsamente isolate. È meno probabile che possiedano auto che possono utilizzare per ottenere sollievo dalle temperature e fare viaggi per le provviste. Ed è molto meno probabile che siano in grado di volare a Cancún quando viene interrotta la corrente.

La vacanza di Cruz ha toccato un nervo scoperto perché era già una figura divisiva, e anche per come costringe tutti noi ad affrontare alcune delle implicazioni della disuguaglianza di reddito.

Poiché il cambiamento climatico rende i disastri meteorologici più frequenti e gravi, i responsabili politici, incluso Cruz, dovrebbero cercare di avere un'idea di cosa significhi affrontare interruzioni prolungate senza molti soldi da spendere.

4. Alcune delle migliori soluzioni sono facili da capire e grossolanamente sottoutilizzate.

Se il mondo arriverà mai a emissioni nette zero, accadrà aumentando l'offerta di energia priva di emissioni di carbonio e trovando modi per ridurre la domanda di energia. E non ci concentriamo quasi abbastanza sulla riduzione della domanda.

Steven Nadel, direttore esecutivo dell'American Council for an Energy Efficient Economy, ha scritto questa settimana un post sul blog sulla crisi del Texas e sulla necessità di gestire meglio la riduzione della domanda di elettricità.

"Per aiutare a evitare la prossima massiccia interruzione di corrente a causa del clima invernale estremo, i responsabili politici possono aiutare a mitigare tali picchi?" chiese. "Quasi certamente. Questo perché la maggior parte delle case oggi consuma molta più energia del necessario per soddisfare le proprie esigenze di riscaldamento ".

Nel post, Nadel esamina alcuni dettagli, incluso il fatto che quasi il 20% delle case negli Stati Uniti centro-meridionali sono scarsamente isolate.

Ho letto questo e ho annuito perché ho segnalato molti degli stessi punti per molto tempo. Ma so anche che gli occhi dei lettori tendono a velare quando l'argomento è l'efficienza energetica.

Forse l'argomento è solo noioso o le conclusioni troppo ovvie, ma il problema di fondo rimane. Se le case fossero adeguatamente isolate, ci sarebbero picchi più piccoli nella domanda di elettricità durante il caldo e il freddo estremi. Ciò avrebbe aiutato in Texas ed è una parte importante della transizione verso l'energia pulita.

Le interruzioni di corrente in Texas sono state una vetrina per alcuni dei migliori reporter sull'energia in tutto il paese e nello stato. Il Texas Tribune in collaborazione con ProPublica ha pubblicato una storia questa settimana che esamina come i legislatori e le autorità di regolamentazione del Texas non abbiano agito sulla base delle prove che la rete elettrica dello stato era estremamente vulnerabile. Le società energetiche hanno combattuto cambiamenti che sarebbero costati loro denaro e ci sono riusciti, contribuendo a preparare il terreno per ciò che è successo questo mese.

In una notizia che non ha nulla a che fare con la crisi del Texas, il distretto scolastico nella contea di Montgomery, nel Maryland, ha stipulato un contratto per 300 scuolabus elettrici e prevede di sostituire alla fine la sua intera flotta di oltre 1.400 autobus con modelli elettrici, come scrivono Steven Mufson e Sarah Kaplan sul Washington Post. Il contratto viene descritto dai sostenitori dell'ambiente come il più grande acquisto singolo di autobus elettrici nel paese ed è un passo importante per affrontare gli effetti sul clima e sulla salute degli autobus diesel.

Chris Hubbuch del Wisconsin State Journal ha scritto questa settimana sulla questione se la legge del Wisconsin consenta il noleggio di sistemi di elettricità solare. Il leasing è un'opzione in molti stati che espande il mercato del solare perché i costi iniziali sono inferiori rispetto all'acquisto dei sistemi. Ma le società di servizi del Wisconsin hanno affermato che il leasing solare viola lo status delle società di servizi pubblici come le uniche entità che possono vendere legalmente elettricità, portando a una controversia davanti alle autorità di regolamentazione. Uno degli attori chiave è Eagle Point Solar, un'azienda dell'Iowa che faceva parte della mia storia del 2019 sull'industria solare dell'Iowa.

Inside Clean Energy è il bollettino settimanale di notizie e analisi di ICN sulla transizione energetica. Invia suggerimenti e domande sulle notizie a dan.gearino@insideclimatenews.org.

Dan Gearino

Reporter sull'energia pulita, Midwest, National Environment Reporting Network

Dan Gearino copre gli Stati Uniti del Midwest, parte del National Environment Reporting Network di ICN. La sua copertura si occupa del lato commerciale della transizione verso l'energia pulita e scrive la newsletter Inside Clean Energy di ICN. È arrivato in ICN nel 2018 dopo un mandato di nove anni presso The Columbus Dispatch, dove ha ricoperto il business dell'energia. Prima di allora, si è occupato di politica e affari in Iowa e nel New Hampshire. È cresciuto nella contea di Warren, Iowa, appena a sud di Des Moines, e vive a Columbus, nell'Ohio.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI