martedì, Maggio 24, 2022
HomeAmbienteDentro l'energia pulita: nell'anno del camion elettrico, alcuni discorsi veri dai concessionari...

Dentro l’energia pulita: nell’anno del camion elettrico, alcuni discorsi veri dai concessionari di auto del Texas

Il passaggio ai veicoli elettrici entrerà in una nuova fase questa primavera con il debutto del pick-up Ford F-150 Lightning, la prima edizione completamente elettrica del veicolo più venduto nel paese.

A McKinney, in Texas, un lontano sobborgo di Dallas, l’entusiasmo per il nuovo modello è alle stelle, ha affermato Bob Tomes, proprietario di Bob Tomes Ford. I suoi clienti hanno effettuato depositi su quasi 500 veicoli elettrici, il che è molto.

“Le persone sono estremamente, estremamente eccitate al riguardo”, ha detto Tomes.

Ma è anche deluso dal fatto che la carenza di parti e altri problemi significhino che Ford non è in grado di costruire gli autocarri abbastanza velocemente da soddisfare la domanda, quindi solo pochi dei suoi clienti ne riceveranno uno immediatamente.

Questa settimana ho contattato Tomes e altri concessionari Ford del Texas per cercare di rispondere a una delle più grandi domande che devono affrontare l’F-150 Lightning: una quota significativa degli acquirenti di camion esistenti vorrà allontanarsi dai motori a combustione interna a cui sono abituati e compri questo pickup elettrico?

Il Texas, epicentro dell’industria petrolifera e del gas della nazione e il suo principale produttore di petrolio e gas, è un buon posto per chiedere perché lo stato guida il paese anche nelle vendite di pickup Ford serie F. Da gennaio a ottobre dello scorso anno, i texani hanno registrato 85.654 nuovi pickup F-Series, più del doppio dello stato successivo, la California, che ne aveva 35.555, secondo IHS Markit.

La serie F è la linea di pickup più venduta nel paese e l’F-150 è stato a lungo il modello più popolare, superando tutte le altre auto, camion e SUV.

I concessionari mi hanno detto che l’F-150 Lightning sembra che sarà un successo nel Texas urbano e suburbano, ma il Texas rurale sarà lento ad abbracciare un camion completamente elettrico.

McKinney è il tipo di posto in cui il camion ha un forte appeal, consentendo ai clienti di fare i loro spostamenti quotidiani, che spesso sono di 50-60 miglia andata e ritorno, e di ricaricare quasi tutti a casa. I conducenti non hanno più bisogno di acquistare benzina e hanno pochi timori sulla durata della batteria, poiché il modello ha un’autonomia di circa 230 miglia.

Ma è una storia diversa a Winnsboro, nel nord-est del Texas, una città con circa 3.500 abitanti.

“Non ci sono molte persone in fila per un veicolo elettrico con un’autonomia di 230 miglia”, ha affermato Larry Brown, direttore generale della Texas Country Ford a Winnsboro.

Un disco comune, come un viaggio di andata e ritorno per l’aeroporto internazionale di Dallas/Fort Worth, consumerebbe tutta l’autonomia della batteria.

Se i suoi clienti locali acquistano un veicolo elettrico, è probabile che sia un ibrido gas-elettrico, ha affermato. Il suo veicolo personale è un F-150 ibrido, ed è stato soddisfatto della sua potenza e autonomia.

Ho specificato i clienti “locali” perché i veicoli completamente elettrici venduti da Brown sono di solito a clienti che percorrono lunghe distanze dalle aree urbane perché i loro concessionari locali sono esauriti. Un buon esempio è la Mustang Mach-E, un veicolo elettrico introdotto nel 2020, che ha venduto 27.140 veicoli nel 2021, circa la metà delle vendite della Mustang a benzina.

Ford ha alimentato una macchina pubblicitaria per l’F-150 Lightning, spendendo alcuni dei più costosi tempi pubblicitari, come nei giochi della NFL, per far capire che il nuovo veicolo ha caratteristiche che potrebbero renderlo migliore di un modello a benzina. Un annuncio mostra una famiglia che usa il proprio Lightning per fornire energia di riserva alla propria casa.

Questa settimana, Ford ha detto che stava quasi raddoppiando la produzione del Lightning, passando da 80.000 veicoli all’anno a 150.000 veicoli all’anno entro il 2023 nello stabilimento di River Rouge a Dearborn, nel Michigan. Ford ha affermato che questo fa parte di un piano per aumentare la capacità di produzione di veicoli elettrici nei prossimi due anni per raggiungere un obiettivo globale di 600.000 unità all’anno.

Da un certo punto di vista, la società ha venduto 726.004 unità della serie F negli Stati Uniti nel 2021.

La società ha anche affermato di avere quasi 200.000 prenotazioni per il Lightning, che è un numero elevato. Per effettuare una prenotazione, un cliente versa un deposito rimborsabile di $ 100, che lo mette in fila per acquistare il modello quando sarà disponibile. Voglio usare cautela quando parlo di numeri di prenotazione, però, dal momento che non è un grande impegno versare un deposito rimborsabile.

Detto questo, l’annuncio di Ford che sta aumentando la produzione del Lightning è un segno che la società si aspetta che questo sarà un enorme venditore. Inoltre, il successo della Mach-E dà a Ford una certa credibilità sul fatto che i suoi grandi discorsi sui veicoli elettrici saranno seguiti da grandi risultati.

Ford sta facendo una spinta nel mercato dei veicoli elettrici guidato da Tesla. Nel frattempo, Tesla ha lavorato per presentare il Cybertruck, il primo pickup del marchio. Tesla aveva inizialmente detto che Cybertruck sarebbe stato messo in vendita nel 2021, ma il CEO Elon Musk ha dichiarato a ottobre che il debutto del modello sarebbe stato posticipato alla fine del 2022 a causa della carenza di alcune parti.

Il Cybertruck ha un design polarizzante che non sembra mirare ai tipici acquirenti di camioncini. Anche così, Tesla ha pubblicizzato più di 500.000 preordini per il modello all’inizio del 2020. È molto, ma vedremo quanti di questi si tradurranno in vendite.

Un altro dei nuovi camion è l’R1T, il modello di debutto di Rivian, un’azienda californiana che vuole essere per i camion elettrici quello che Tesla è stata per le auto elettriche. La R1T è stata prodotta in quantità limitate l’anno scorso e ha ottenuto recensioni entusiastiche dalla stampa automobilistica. I clienti che hanno ordinato il camion dovrebbero iniziare a riceverli già da marzo.

L’arrivo dell’F-150 Lightning, del Cybertruck, dell’R1T e di molti altri nuovi camion elettrici nel 2022 rappresenterà un’espansione del mercato dei veicoli elettrici, continuando il passaggio da un’epoca in cui la maggior parte dei veicoli elettrici erano auto compatte o utilitarie.

Chevrolet non è molto indietro, con l’intenzione di rilasciare una versione completamente elettrica del suo pickup Silverado nella primavera del 2023. La società ha dato una prima occhiata al modello mercoledì al Consumer Electronics Show di Las Vegas e ha fornito nuovi dettagli, come prezzo che parte da $ 39.900. Il produttore non ha elencato l’autonomia della batteria per il modello a quel prezzo, ma ha affermato che il modello avrebbe un’autonomia massima di 400 miglia disponibile a un prezzo più alto che non è stato divulgato.

Mantieni vivo il giornalismo ambientale

L’ICN fornisce gratuitamente una copertura climatica pluripremiata e pubblicità. Facciamo affidamento sulle donazioni di lettori come te per andare avanti.

Donate adesso

Verrai reindirizzato al partner per le donazioni di ICN.

Ma potrebbe volerci un po’ prima che i veicoli completamente elettrici diventino desiderabili nelle aree rurali. Ho chiesto a Brown della Texas Country Ford quale autonomia della batteria secondo lui i suoi clienti avrebbero richiesto prima di sentirsi a proprio agio con un veicolo elettrico.

“Avrebbero bisogno di 400-500 miglia”, ha detto. “Sono in Texas ed è tutto un altro tipo di mondo. Lasci la città ed è un po’. Hai molta strada da fare”.

Le case automobilistiche continuano ad aumentare la loro autonomia della batteria, grazie ai miglioramenti nel design e nei materiali, quindi potrebbe non passare molto tempo prima che un veicolo economico arrivi con un’autonomia a lungo raggio.

Uno dei punti più importanti del parlare con i concessionari è che i clienti basano le loro decisioni sul prezzo di un veicolo e se può soddisfare le loro esigenze, non su considerazioni sull’ambiente o sul desiderio di sostenere i posti di lavoro nell’industria petrolifera.

“Penso che la nostra società stia facendo un ottimo lavoro con i veicoli elettrici, ma abbiamo un po’ di lavoro da fare per renderli molto popolari nel paese”, ha detto Brown. “In città, quelle persone la adorano. Sali in macchina e guidi 10 miglia per andare al lavoro e non devi mai comprare benzina. È una cosa grandiosa.

Sta toccando una delle caratteristiche unificanti dei conducenti americani: nessuno, almeno nessuno che abbia mai incontrato, si diverte a comprare benzina.

Altre storie sulla transizione energetica da prendere in considerazione questa settimana:

Georgia Solar Factory mostra la promessa (e i pericoli) della politica industriale di Biden: Hanwha Q Cells della Corea del Sud ha aperto un gigantesco impianto di pannelli solari in Georgia nel 2019, rispondendo alle tariffe dell’amministrazione Trump che penalizzavano i pannelli prodotti in Cina. Ora l’amministrazione Biden vuole utilizzare gli incentivi del governo e altre politiche per aumentare drasticamente la produzione di pannelli negli Stati Uniti, incoraggiando altri stabilimenti come quello in Georgia. L’approccio di Biden è un intervento del governo nel mercato che presenta rischi politici ed economici, compresi i rischi di aumento dei prezzi al consumo, come riporta Gavin Bade per Politico.

Uno sguardo più da vicino alla grande azienda di coperture che vende tegole solari: GAF, una delle più grandi società di coperture negli Stati Uniti, ha iniziato a vendere tegole solari. L’azienda ha istituito una filiale, GAF Energy, per vendere il prodotto, che sono scandole che svolgono la funzione di pannelli solari. Con una portata nazionale, GAF è ben posizionata per lanciare una grande sfida a Tesla, la società che ha lentamente sviluppato la propria attività di tegole solari, come riporta Tik Root per il Washington Post.

Questa rivolta degli agricoltori degli anni ’70 ha lezioni per la transizione energetica: Per passare alle energie rinnovabili, il paese ha bisogno di costruire molte più linee elettriche interstatali. Ma le proposte per costruire le linee spesso si impantanano nelle obiezioni di persone che non vogliono guardarle. Questa settimana ho scritto di una rivolta degli anni ’70 in Minnesota contro una proposta di linea elettrica che mostra alcune delle ragioni che motivano gli avversari. Le compagnie elettriche e i funzionari statali hanno imparato da cosa è andato storto nel caso del Minnesota e alla fine hanno trovato il modo di proporre progetti senza invitare un’opposizione così feroce. I sostenitori dell’energia pulita affermano che il paese può imparare da ciò che è andato storto, e poi è andato bene, in Minnesota.

La carenza di componenti resistenti agli agenti atmosferici di Tesla è migliore di altre. Ecco come: La carenza globale di chip per computer e altre parti ha portato a ritardi e vendite perse nell’industria automobilistica nel 2021. Ma Tesla è stata in grado di affrontare le carenze meglio dei suoi colleghi. L’azienda ha avuto la possibilità di produrre parti internamente e ha anche venduto alcuni veicoli rivelando ai clienti che alcune parti, come i chip Bluetooth e la porta USB, mancavano e sarebbero state aggiunte in seguito, come riporta Hyunjoo Jin per Reuters.

Inside Clean Energy è il bollettino settimanale di notizie e analisi dell’ICN sulla transizione energetica. Invia suggerimenti e domande sulle notizie a dan.gearino@insideclimatenews.org.

Dan Gearino

Reporter sull’energia pulita, Midwest, National Environment Reporting Network

Dan Gearino copre gli Stati Uniti centro-occidentali, parte del National Environment Reporting Network dell’ICN. La sua copertura si occupa del lato commerciale della transizione verso l’energia pulita e scrive la newsletter Inside Clean Energy di ICN. È arrivato all’ICN nel 2018 dopo un incarico di nove anni presso The Columbus Dispatch, dove si è occupato del business dell’energia. Prima di allora, si è occupato di politica e affari in Iowa e nel New Hampshire. È cresciuto nella contea di Warren, Iowa, appena a sud di Des Moines, e vive a Columbus, Ohio.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI