lunedì, Settembre 27, 2021
Home Ambiente Gli investimenti nella tecnologia delle batterie interromperanno il settore energetico statunitense?

Gli investimenti nella tecnologia delle batterie interromperanno il settore energetico statunitense?

Fino a poco tempo, l'adozione di soluzioni di accumulo di energia a batteria negli Stati Uniti era stata inferiore alle aspettative. Tuttavia, il calo dei costi e il progresso della tecnologia suggeriscono che lo stoccaggio della batteria è pronto a svolgere un ruolo più importante nel settore energetico degli Stati Uniti. Questo potenziale sta attirando un notevole interesse da parte degli investitori e, dal 2024 in poi, S&P Global Ratings prevede che l'investimento totale di capitale nello stoccaggio di batterie in Nord America supererà i 3 miliardi di dollari all'anno.

Il punto di svolta è arrivato

Con la capacità installata globale in aumento a un tasso annuo composto del 25%, la crescita nello stoccaggio delle batterie è stata robusta negli ultimi cinque anni. Negli Stati Uniti, tuttavia, lo sviluppo è stato lento. Alla fine del 2020, gli Stati Uniti avevano circa 25 gigawatt di potenza nell'accumulo di energia, di cui 23 GW sono accumulatori idroelettrici pompati. Questo è minimo rispetto alle energie rinnovabili già in rete.

Negli ultimi cinque anni, gli Stati Uniti hanno installato poco più di 1 GW di accumulo di batterie, con la maggior parte della crescita che si è verificata nell'interconnessione Pennsylvania-Jersey-Maryland e nella regione California Independent System Operator.

I ritardi dei progetti pre-pandemici e l'incertezza sulle tensioni commerciali con la Cina sono stati la causa del calo delle previsioni e, a breve termine, prevediamo una certa incertezza sull'impatto della pandemia sulle misure economiche. Nonostante ciò, S&P prevede che le distribuzioni annuali accelereranno dal 2022, poiché lo stoccaggio della batteria negli Stati Uniti si avvicina a un punto di svolta.

Un aumento di nove volte della capacità di accumulo della batteria in arrivo

S&P Global Platts Analytics, un'affiliata di S&P Global Ratings, prevede che l'accumulo avanzato di energia della batteria guiderà un aumento di quasi nove volte nel mercato statunitense dello stoccaggio nel periodo 2020-2023, con una distribuzione cumulativa che si avvicina a 10 GW entro il 2024, suggerendo imminente.

La crescita sarà stimolata in parte dagli obiettivi statali e dai mandati in aumento. Sette stati puntano a un totale di 11 GW di distribuzione delle batterie entro il 2036.

La crescita sarà stimolata in parte dagli obiettivi statali e dai mandati in aumento. In effetti, sette stati – guidati da California e New York – stanno puntando a un totale di 11 GW di implementazione di batterie entro il 2036. Inoltre, il rapido aumento dei progetti di batterie nella coda di interconnessione fornisce prove aneddotiche di un potenziale aumento di crescita all'orizzonte, mentre la curva dei costi in continua diminuzione e il potenziale di accumulo di entrate, un modo per ottenere più flussi di entrate per una batteria, rimarranno fondamentali per ottenere un ritorno positivo sugli investimenti.

Alternativa economicamente valida agli impianti a gas

Oltre all'impulso finanziario, lo sviluppo della tecnologia – in particolare la crescita delle soluzioni di storage per applicazioni economiche che cambiano i picchi di quattro ore – sta giocando un ruolo importante per una maggiore implementazione. In effetti, se utilizzate per fornire la massima capacità, le batterie sono sulla buona strada per diventare un'alternativa economicamente valida.

In alcuni mercati, tra cui California e Hawaii, i costi delle batterie sono diminuiti sufficientemente per competere con la generazione di picco a gas. Inoltre, un'unità di stoccaggio della batteria a livello di rete di quattro ore richiede meno manutenzione: senza parti in movimento e senza carburante, i costi operativi a lungo termine sono più stabili e prevedibili.

Inoltre, i banchi di batterie sono scalabili, con la capacità di aggiungere più unità senza aumenti pronunciati dei costi. Le nostre stime mostrano che una soluzione di batteria su scala industriale costerebbe tra $ 1.250 e $ 1.300 per kW, paragonabile al costo di costruzione di un impianto di alimentazione a gas in California. Le utility stanno riconoscendo sempre più il valore dello stoccaggio nella pianificazione integrata delle risorse, in particolare nei mercati integrati verticalmente, suggerendo che la fornitura di capacità di picco sarà un uso importante per le batterie.

Un punto di svolta per l'energia solare

Data la capacità di accumulo della batteria di risolvere i problemi relativi all'intermittenza nella generazione di energia solare, riteniamo imminenti implementazioni di accumulo solare e di accumulo congiunto su larga scala.

Il problema principale della generazione di energia solare è che è interrompibile e poiché la rete aggiunge più impianti solari che producono elettricità allo stesso tempo, i problemi di affidabilità diurna vengono mitigati in modo così efficace che le restanti sfide di affidabilità si spostano nelle ore serali. Ciò naturalmente diminuisce l'efficacia marginale dell'aggiunta di più impianti solari, a meno che i sistemi di accumulo delle batterie non siano in grado di immagazzinare energia e fornirla alla rete quando più necessario.

Nell'Electric Reliability Council of Texas (ERCOT), ad esempio, la maggior parte dei progetti di batterie sono in contee in cui sono previsti importanti progetti di generazione solare fotovoltaica (FV). In effetti, i progetti di stoccaggio co-locato stanno aumentando poiché i costi di capitale continuano a diminuire. La maggior parte dei progetti co-localizzati con installazioni solari fotovoltaiche hanno una capacità della batteria che va dal 50 al 150 percento della capacità fotovoltaica, un'indicazione che gli sviluppatori stanno cercando di contrattare con le utility per la fornitura di capacità di picco.

Non solo l'aggiunta di spazio di archiviazione fornisce il potenziale per offrire un prodotto di potenza aziendale, ma offre vantaggi iniziali significativi derivanti dalla qualificazione per i crediti d'imposta sugli investimenti (ITC). Lo storage raddoppia efficacemente i costi di capitale di un progetto solare, il 26% del quale può attirare immediatamente i vantaggi dell'ITC e avvalersi dell'ammortamento del sistema di recupero dei costi accelerato modificato.

Insieme al calo dei costi di capitale dell'installazione solare fotovoltaica, nonché ai minori requisiti operativi e di manutenzione, il calo dei costi di stoccaggio dovrebbe comportare un significativo assorbimento dello stoccaggio solare plus nei prossimi anni.

Il disagio è arrivato

Un aumento della diffusione dell'accumulo di batterie avrà inevitabilmente implicazioni per il settore energetico più ampio. Aziende come NextEra Energy e AES Corp. potrebbero trarre vantaggio da una crescita significativa se aggiungessero capacità di stoccaggio ai siti di sviluppo delle energie rinnovabili esistenti, grazie alle infrastrutture esistenti.

Ovviamente, sebbene l'archiviazione crei opportunità per molte aziende, rappresenta anche una minaccia per quelle che si concentrano sulla generazione convenzionale. Poiché i costi delle energie rinnovabili continuano a diminuire, incidono pesantemente sui prezzi dell'energia elettrica sia di punta che non di punta. Mentre gli asset alimentati a gas dovrebbero essere in grado di coesistere con le energie rinnovabili per il prossimo futuro in alcune regioni, le aziende che fanno affidamento sulla generazione a carbone dovranno affrontare la minaccia di significativi ritiri di asset.

Gli operatori di mercato hanno da tempo riconosciuto la curva dei costi in calo dello stoccaggio delle batterie. A nostro avviso, tuttavia, la ragione più convincente per l'adozione della tecnologia è il suo ruolo complementare nel migliorare l'economia della generazione di energia solare. Con investimenti annuali destinati a superare i 3 miliardi di dollari nei prossimi anni, questa tecnologia è ben impostata per interrompere la generazione convenzionale nel settore energetico nordamericano.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI