venerdì, Ottobre 15, 2021
Home Ambiente Grandi quantità di denaro confluiscono nell'accumulo di energia a lungo termine

Grandi quantità di denaro confluiscono nell’accumulo di energia a lungo termine

L’accumulo di energia a lungo termine, definito come un sistema in grado di immagazzinare energia per più di 10 ore, è spesso chiamato il Santo Graal dell’energia pulita. È la tecnologia cardine che consentirà all’economia di esaurire veramente le fonti di energia rinnovabile intermittente e l’energia di backup dopo le interruzioni della rete.

È stata la prossima grande cosa per circa 20 anni. Ma forse, solo forse, è davvero la prossima grande cosa in questo momento.

A luglio, il Dipartimento dell’Energia ha lanciato uno sforzo per ridurre i costi dello stoccaggio di energia a lungo termine del 90% entro il 2030 come parte della sua Energy Earthshot Initiative.

“Porteremo centinaia di gigawatt di energia pulita nella rete nei prossimi anni e dobbiamo essere in grado di utilizzare quell’energia ovunque e ogni volta che sia necessario”, ha affermato il segretario all’Energia Jennifer Granholm in una nota. “Ecco perché il DOE sta lavorando in modo aggressivo verso uno stoccaggio di energia più economico e di più lunga durata per raggiungere il presidente [Joe] L’obiettivo di Biden del 100% di elettricità pulita entro il 2035”.

Che si tratti di un risultato dell’annuncio di Earthshot o semplicemente di un buon tempismo, nell’ultimo mese, i grandi investitori hanno sostenuto una serie di startup di stoccaggio di energia utilizzando nuove tecnologie e promettendo bassi costi. Ecco cinque annunci importanti delle ultime tre settimane e cosa rende uniche le loro tecnologie.

Deposito di energia

Le notizie: Il 25 agosto, Energy Vault ha annunciato $ 100 milioni in finanziamenti di serie C, guidati da Prime Movers Lab insieme a Saudi Aramco e Softbank Vision Fund. A seguito di quella notizia, Energy Vault ha annunciato una società di acquisizione per scopi speciali (SPAC) con Novus Capital II in un accordo che ha portato l’impresa di stoccaggio di energia alla Borsa di New York. Il valore aziendale pro-forma della società combinata è di 1,1 miliardi di dollari, secondo un comunicato stampa.

La tecnologia: stoccaggio di energia su scala di rete basato sulla gravità. Il sistema utilizza l’energia rinnovabile in eccesso per sollevare i mattoni, quindi abbassa i mattoni per generare energia durante i picchi di domanda, il tutto controllato da un software di intelligenza artificiale ed eseguito in modo autonomo.

Proposta di valore: Un sistema di accumulo di energia economico, affidabile, sicuro da utilizzare e sostenibile dal punto di vista ambientale per una vita tecnica di 35 anni.

Stato di distribuzione: Energy Vault afferma di avere otto progetti in cantiere per un totale di 1,2 gigawattora di capacità di accumulo di energia, con implementazioni pianificate per Stati Uniti, Europa, Medio Oriente e Australia.

Sistemi di alimentazione FlexGen

Le notizie: Il 25 agosto, FlexGen Power Systems ha annunciato un impegno azionario di 150 milioni di dollari da fondi gestiti da Apollo Global Management.

La tecnologia: FlexGen promette l’accumulo di energia su scala di rete e microrete, integrato con il software di gestione dell’energia. L’azienda ha iniziato nel 2009 fornendo accumulo di energia alle forze armate.

La proposta di valore: Software integrato per raggiungere le “prestazioni di asset di picco”. L’azienda vede il valore dell’accumulo di energia come la connessione tra l’hardware e il software per ottimizzare le prestazioni.

Stato di distribuzione: L’azienda ha più di 20 progetti di stoccaggio dell’energia su scala industriale elencati sul suo sito Web, principalmente in Texas, che fornisce servizi di spostamento del carico e accessori.

EnerVenue

Le notizie: Il 15 settembre, EnerVenue ha annunciato un finanziamento di 100 milioni di dollari per la Serie A, un round mostruoso per un’impresa così iniziale. Schlumberger New Energy ha guidato l’investimento, accompagnato da Saudi Aramco Energy Ventures e altri.

La tecnologia: Batterie al nichel-idrogeno, che possono funzionare in condizioni di caldo e freddo estremi e sono attualmente meno costose delle celle agli ioni di litio. L’idrogeno al nichel è anche più pesante degli ioni di litio, il che lo rende meno ideale per i veicoli elettrici, sebbene potenzialmente una buona opzione per lo stoccaggio su scala di rete.

Proposta di valore: L’azienda promette una soluzione di accumulo di energia con bassi costi iniziali e operativi, duratura e flessibile. Ha avuto inizio con la NASA, alimentando la Stazione Spaziale Internazionale e il Telescopio Spaziale Hubble, che l’azienda indica come prova della capacità della tecnologia di funzionare in condizioni estreme.

Malta

Le notizie: Il 25 agosto, Malta Inc ha annunciato di aver raccolto $ 60 milioni in finanziamenti di serie B, sostenuti da Chevron Technology Ventures e Piva Capital si sono uniti a Proman, Alfa Laval, Breakthrough Energy Ventures e Dustin Moskovitz, co-fondatore di Facebook.

La tecnologia: Malta utilizza una tecnologia elettrotermica che chiama un sistema di accumulo di energia termica a pompa, sviluppato da X, la Moonshot Factory (ex Google X). Funziona convertendo l’energia elettrica in energia termica, immagazzinando il calore nel sale fuso e il freddo nel liquido refrigerato. Quindi utilizza un motore termico, alimentato dal differenziale di temperatura, per tornare all’elettricità.

Proposta di valore: La tecnologia vanta una tecnologia di stoccaggio dell’energia di lunga durata, su scala di rete e conveniente. L’azienda afferma di poter immagazzinare in modo efficiente fino a 200 ore di energia. Malta afferma che la tecnologia può essere utilizzata anche per generare calore per applicazioni di riscaldamento industriale.

Energia della forma

Le notizie: Form Energy, una società di quattro anni fondata da un ex dipendente di Tesla, ha chiuso $ 240 milioni in un finanziamento di serie D il 24 agosto, con investitori tra cui la società siderurgica ArcelorMittal.

La tecnologia: Form utilizza una batteria ferro-aria, che converte il ferro in ruggine, quindi arrugginisce nuovamente in ferro, scaricando e caricando la batteria nel processo. La società afferma che la sua batteria può immagazzinare elettricità per 100 ore a costi di sistema competitivi con le centrali elettriche legacy.

Il contesto: Form Energy ha fatto notizia a luglio quando ha annunciato che la sua batteria a lunga durata dovrebbe essere pronta per la produzione di massa entro il 2025, a una frazione del prezzo di altri sistemi di accumulo di energia. Mentre altre aziende hanno fatto promesse simili, Form Energy afferma che questa volta è diverso. “Siamo gli ex alunni di una generazione di aziende di batterie fallite che sono tornate per averne di più”, ha detto al Wall Street Journal Yet-Ming Chiang, uno dei co-fondatori dell’azienda.

La proposta di valore: Una fonte di accumulo di energia economica e di lunga durata che è sull’orlo della commercializzazione. Form stima che spenderà meno di $ 6 per kilowattora di stoccaggio, rispetto a $ 50 a $ 80 per kWh di minerali di nichel, cobalto, litio o manganese.

[Continue the dialogue at VERGE 21: the climate tech event. Register here to join more than 10,000 leaders, Oct. 25-28.]

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI