venerdì, Ottobre 15, 2021
Home Ambiente Ho provato a comprare un frigorifero rispettoso del clima. Quello che ho...

Ho provato a comprare un frigorifero rispettoso del clima. Quello che ho ottenuto è stata una bomba al carbonio.

Aggiornamento: GE Appliances ha pubblicato un elenco di tutti i frigoriferi privi di HFC che produce il 12 marzo, il giorno dopo la pubblicazione di questo articolo.

Come giornalista sul clima che si occupa di "super-inquinanti" – gas serra migliaia di volte peggiori per il clima dell'anidride carbonica – pensavo di sapere abbastanza per evitare di acquistare un frigorifero che avrebbe cucinato il pianeta. Si scopre che mi sbagliavo.

Quasi tutti i frigoriferi in uso oggi negli Stati Uniti utilizzano refrigeranti chimici che sono alcuni dei più potenti gas serra del pianeta. Tuttavia, un numero crescente di produttori offre ora nuovi modelli con un refrigerante alternativo che ha un impatto sul clima minimo o nullo.

Ma nessuno dei principali produttori di elettrodomestici fa pubblicità a quali frigoriferi siano rispettosi del clima e quali siano bombe al carbonio. In alcuni casi, sembra che loro stessi non sappiano quale sia.

L'ho scoperto nel modo più duro quando di recente ho provato a sostituire il mio vecchio frigorifero. Sono andato prima a Future Proof, un sito Web che offre recensioni di prodotti di beni di consumo con particolare attenzione alla sostenibilità. Ho subito trovato una pagina sul sito che reclamizzava "I frigoriferi più rispettosi del clima per il 2020" e ho letto le descrizioni di diversi frigoriferi, che si diceva che utilizzassero tutti isobutano, un refrigerante benigno con un impatto climatico simile a quello dell'anidride carbonica.

I frigoriferi non erano più costosi di altri modelli e con pochi click ho potuto ordinare quello che volevo tramite Home Depot.

Qualche giorno prima che arrivasse il mio nuovo frigorifero, mi sono innervosito. E se le recensioni fossero sbagliate? E se il mio frigorifero usasse gli idrofluorocarburi più comuni, refrigeranti chimici migliaia di volte più potenti nel riscaldare il pianeta dell'anidride carbonica?

Ho contattato il servizio clienti di GE Appliances, il produttore. Un rappresentante mi ha assicurato di aver smesso di usare gli idrofluorocarburi (HFC) nel "100% di tutti i frigoriferi statunitensi di nuova produzione" più di un anno fa.

Poco dopo, il venerdì mattina il nostro nuovo frigorifero è arrivato sul retro di un grande camion per le consegne. Ho aperto la porta di casa nostra nella periferia di Boston dai cardini e ho guardato il nuovo colosso rispettoso del clima. Ho aperto la "portafinestra" del frigorifero e mi sono meravigliato del suo interno luminoso e brillante.

I miei occhi andarono rapidamente all'adesivo con il numero di serie sulla parete laterale, l'unico modo per sapere con certezza quale refrigerante utilizza effettivamente il tuo dispositivo. Sono rimasto sbalordito. Il frigorifero che avevo acquistato, che gli addetti alle consegne avevano appena trascorso l'ultima mezz'ora a infilarsi in casa mia, indicava "r134a" come refrigerante che utilizzava. L'R-134a, o HFC-134a, è una sostanza chimica 3.710 volte più potente dell'anidride carbonica nel riscaldare il pianeta nel breve termine.

Il frigorifero utilizzava solo 127 grammi, circa un quarto di libbra, di HFC-134a e il liquido di raffreddamento era sigillato ermeticamente in una rete di tubi da qualche parte in profondità. Ma, a un certo punto, forse non fino a quando il mio nuovo frigorifero non sarà schiacciato per rottami metallici alla fine della sua vita utile, probabilmente 127 grammi di refrigerante verranno rilasciati nell'atmosfera. Quando lo sarà, la sostanza chimica produrrà l'equivalente di gas serra di bruciare 519 libbre di carbone o dare fuoco a un intero barile di petrolio.

Era come se gli spedizionieri non avessero semplicemente lasciato un frigorifero, ma avessero lasciato dietro di sé un fusto d'acciaio pieno di greggio dolce del Texas occidentale e avessero acceso una miccia a combustione lenta.

Mi hanno venduto una cosa e ne hanno liberata un'altra

In pochi minuti ero al telefono con il servizio clienti GE. La sfortunata persona dall'altra parte ha detto di essere rimasta sorpresa di sentire che il frigorifero che ho acquistato utilizzava HFC.

Le ho detto che avrei voluto che GE pagasse per restituire il frigorifero al grande magazzino di scatole da cui proveniva. Ha detto che non poteva farlo, ma avrebbe potuto chiedere a un tecnico dell'assistenza di "guardare" l'apparecchio.

Le ho detto che non avevo bisogno di un tecnico; il problema era chiaro come il giorno. GE mi aveva venduto una cosa e ne aveva consegnata un'altra. Ciò di cui avevo bisogno, dissi al rappresentante, era una certa responsabilità aziendale.

Ho lasciato che la rabbia dei miei consumatori si raffreddasse durante il fine settimana prima di rimettermi il cappello da giornalista. La settimana successiva ho parlato con Julie Wood, una portavoce di GE Appliances. Wood si è scusato profusamente e ha spiegato come è accaduto che il servizio clienti dell'azienda abbia fornito le informazioni sbagliate.

Mantieni vivo il giornalismo ambientale

ICN fornisce una copertura climatica localizzata e pluripremiata gratuitamente e pubblicità. Contiamo sulle donazioni di lettori come te per andare avanti.

Donate adesso

Verrai reindirizzato al partner per la donazione di ICN.

Wood ha affermato che più della metà di tutti i modelli venduti negli Stati Uniti da GE ora utilizza un refrigerante rispettoso del clima. GE Appliances ha rifiutato la richiesta di Inside Climate News di fornire un elenco di modelli privi di HFC e il programma Energy Star dell'EPA non include informazioni su quale refrigerante viene utilizzato. Wood ha detto che la società è in procinto di convertire il resto nel prossimo anno o due.

"Siamo passati a molti dei GWP bassi [Global Warming Potential] refrigeranti prima che ci fosse richiesto ", mi disse Wood. "In realtà siamo in vantaggio rispetto a molte altre società".

Ho anche parlato con Kevin Messner, il vicepresidente senior delle relazioni politiche e governative con l'Associazione dei produttori di elettrodomestici, un gruppo industriale. Messner ha confermato che GE e tutti gli altri produttori di frigoriferi stanno passando dagli HFC all'isobutano o ad altre alternative rispettose del clima.

Le società sono guidate dai requisiti recentemente adottati dalla California e ora vengono adottati da una serie di altri stati. Le normative richiedevano che i piccoli frigoriferi e congelatori fossero privi di HFC entro il 1 ° gennaio 2021 e richiederanno che frigoriferi e congelatori di dimensioni standard effettuino il passaggio entro l'inizio del 2022. Le unità integrate più grandi devono essere HFC fino al 2023 -gratuito.

Messner non poteva o non voleva dire quale azienda fosse in testa. Ma, quando ho fatto ulteriori scavi, sono rimasto sorpreso di scoprire che è stata GE che in realtà ha guidato il passaggio in corso ai frigoriferi rispettosi del clima più di un decennio fa. Nel 2008, GE ha chiesto all'Agenzia per la protezione dell'ambiente di utilizzare piccole quantità di isobutano nei frigoriferi in un momento in cui la sostanza chimica non era ancora consentita.

Messner ha anche affermato che un problema di emissioni di gas serra molto più grande con i frigoriferi era già stato risolto. Gli HFC sono stati storicamente utilizzati non solo per il refrigerante, ma anche per l'isolamento in schiuma spruzzato nelle unità per intrappolare il freddo. Un tipico frigorifero utilizzava da uno a tre libbre di HFC nell'isolamento in schiuma, molto più del quarto di libbra di refrigerante HFC GE consegnato alla mia porta. Le normative statali hanno vietato l'uso di schiuma a base di HFC in frigoriferi e congelatori a partire dal 1 ° gennaio 2020.

I refrigeranti chimici vengono "solitamente" rimossi dai frigoriferi e adeguatamente distrutti alla fine della vita utile del frigorifero, ha detto Messner. Tuttavia, l'EPA rileva che tale smaltimento corretto si verifica in meno di 600.000 dei circa 9 milioni di frigoriferi e congelatori scartati negli Stati Uniti ogni anno.

Come sapere se il tuo frigorifero è rispettoso del clima? Fuhgeddaboudit

Ciò che mi sconcerta è il motivo per cui GE e altri produttori non hanno utilizzato la loro conversione in alternative rispettose del clima come punto di forza nel loro marketing. In qualità di giornalista climatico, una delle domande più comuni che ricevo da amici e familiari è: "Cosa posso fare per affrontare il cambiamento climatico?"

È una domanda che ho iniziato a odiare poiché le opzioni prontamente disponibili – usare lampadine a LED e sacchetti della spesa riutilizzabili, guidare di meno e camminare di più – sono semplicemente una vetrina per un problema sistemico molto più grande.

Ma se al momento dell'acquisto di un comune elettrodomestico ci fosse una scelta tra uno rispettoso del clima e uno che rilascerebbe emissioni pari a bruciare un barile di petrolio, sono abbastanza sicuro che sarebbe quello che i consumatori attenti all'ambiente vorrebbero conoscere. Potrebbero persino pagare un premio per tali prodotti.

Tuttavia, i produttori non solo non hanno pubblicizzato la loro conversione in alternative rispettose del clima, ma hanno reso quasi impossibile capire se un modello è pulito o sporco fino a quando non arriva a casa tua. Come ho scoperto.

E non sono solo io che ho faticato a trovare un frigorifero rispettoso del clima.

Nel 2018, i dipendenti dell'Environmental Investigation Agency, un'organizzazione no-profit di difesa dell'ambiente con sede a Washington, hanno cercato di acquistare un frigorifero senza HFC quando il frigorifero del loro ufficio ha smesso di funzionare. Il gruppo aveva appena contribuito a cambiare gli standard di sicurezza degli Stati Uniti per aumentare il limite alla quantità di refrigeranti rispettosi del clima consentiti nei frigoriferi. Acquistare un modello senza HFC avrebbe dovuto essere facile.

"Quando abbiamo detto al nostro responsabile dell'ufficio, 'Assicurati solo che il frigorifero che ottieni non contenga HFC', non pensavamo che stessimo registrando per mesi e mesi e mesi del tempo del nostro responsabile dell'ufficio e del nostro tempo", ha detto Avipsa Mahapatra, che guida la campagna per il clima di EIA.

Il gruppo ha finalmente contattato un rappresentante Bosch che ha trovato un riferimento all'isobutano, un'alternativa rispettosa del clima agli HFC, sepolto all'interno di un manuale tecnico di riparazione e ha inviato una copia digitalizzata della pagina a Jill, la direttrice dell'ufficio.

"Ricordo ancora Jill che disse: 'Il Santo Graal della refrigerazione è qui!'" Disse Mahapatra.

Da allora il gruppo ha pubblicato una guida per gli acquirenti di frigoriferi privi di HFC elencando il numero crescente di modelli di frigoriferi rispettosi del clima che hanno identificato con l'unico mezzo di cui sono a conoscenza: infilare la testa all'interno dei frigoriferi dei grandi magazzini e registrare le informazioni sui refrigeranti elencate sul numero adesivi per targhe.

Paure infondate, alimentate dall'industria chimica, hanno portato a decenni di ritardo

Non doveva essere così. Nel 1993, un produttore tedesco di elettrodomestici ha iniziato a vendere un frigorifero senza HFC il cui nome stesso – "Greenfreeze" – ha promosso l'uso di un refrigerante rispettoso del clima. Più di 1 miliardo di frigoriferi privi di HFC sono stati venduti in tutto il mondo, comprese le unità vendute all'estero dai produttori statunitensi, in un momento in cui i frigoriferi rispettosi del clima stanno diventando disponibili negli Stati Uniti.

Una recente indagine di Inside Climate News ha rilevato che il ritardo decennale nell'uso di refrigeranti rispettosi del clima in America è stato determinato in gran parte dall'industria chimica statunitense, che produce HFC. Gli HFC sono prodotti multimiliardari che verrebbero probabilmente sostituiti da alternative meno costose e più efficienti rispettose del clima se gli standard proposti dagli Underwriters Laboratories non ne limitassero l'uso fino a poco tempo, probabilmente per ordine delle aziende chimiche. Underwriters Laboratories, ora nota come "UL", è una società privata che fornisce certificazioni di sicurezza indipendenti per migliaia di prodotti di consumo.

Quando GE ha presentato per la prima volta la sua domanda all'EPA nel 2008 per utilizzare solo piccole quantità di isobutano come refrigerante per frigoriferi, Honeywell International, uno dei principali produttori di HFC, si è opposta alla modifica delle regole. La società ha affermato che l'isobutano è "altamente infiammabile ed esplosivo anche in piccole quantità", un'affermazione che non è stata confermata dagli oltre 1 miliardo di frigoriferi di isobutano funzionanti in sicurezza in tutto il mondo. L'agenzia ha finalmente accolto la richiesta nel 2011.

Quando ho chiesto a Julie Wood di GE Appliances perché la società non stesse pubblicizzando i vantaggi ambientali dei suoi modelli di frigoriferi rispettosi del clima, ha detto che non pensava che ci sarebbe stato molto interesse.

"Alla fine della giornata, c'è solo una scarsa consapevolezza dei consumatori", ha detto Wood.

Phil Mckenna posa con il suo nuovo frigorifero senza HFC. Per gentile concessione di Phil Mckenna

Potrebbe essere così. È anche possibile che i produttori di elettrodomestici preferiscano passare in silenzio ad alternative rispettose del clima senza sollevare l'ira dei produttori di sostanze chimiche.

Nel mio caso, Wood si è offerto di aiutarmi a restituire il mio frigorifero HFC a Home Depot, dove l'ho acquistato, e di aiutarmi a trovare un modello rispettoso del clima. Quando abbiamo parlato, tuttavia, avevo già ordinato un frigorifero senza HFC da un altro produttore e avevo parlato con un rappresentante di Home Depot della restituzione di quello di GE che funzionava con HFC.

Quando ho descritto il problema con il primo frigorifero al rappresentante di Home Depot, ero abbastanza certo che i suoi occhi fossero vitrei nel momento in cui ho iniziato a parlare. Poi mi ha messo in attesa mentre telefonava a GE, chiedendo se avrebbero coperto il costo della restituzione.

Quando ha ripreso la nostra chiamata, con mia grande sorpresa, ha detto che non era un problema, GE avrebbe pagato per il ritorno. Le ho chiesto se aveva detto loro tutto, come mi hanno venduto un frigorifero senza HFC e invece ne ho preso uno con gli HFC.

"No", ha detto. "IO [simply] ha detto loro che non si raffreddava adeguatamente; non si stava raffreddando come avrebbe dovuto ".

Per me quella era la spiegazione migliore e più veritiera che si potesse dare.

Phil McKenna

Reporter, Boston

Phil McKenna è un giornalista con sede a Boston per InsideClimate News. Prima di entrare in ICN nel 2016, era uno scrittore freelance che si occupava di energia e ambiente per pubblicazioni tra cui The New York Times, Smithsonian, Audubon e WIRED. Uprising, una storia che ha scritto sulle fughe di gas nelle città degli Stati Uniti, ha vinto l'AAAS Kavli Science Journalism Award e il 2014 NASW Science in Society Award. Phil ha conseguito un master in scrittura scientifica presso il Massachusetts Institute of Technology ed è stato membro di Environmental Journalism Fellow presso il Middlebury College.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI