venerdì, Settembre 30, 2022
HomeAmbienteI bachi da seta possono mordere i prodotti petrolchimici?

I bachi da seta possono mordere i prodotti petrolchimici?

Il ronzio sui prodotti petrolchimici nei prodotti per la cura della pelle non è esattamente un meme mainstream, ma le prove sono evidenti. L’etichetta della vaselina sbandiera il suo status di vaselina al 100%, ma qualsiasi prodotto non “pulito” imbevuto di olio minerale (idratazione), polietilene (penetrazione), sodio laureth solfato (per la pulizia), alcol isopropilico (disinfezione) o benzene (profumo) è anche colpevole. Diamine, anche l’aspirina come la conosciamo oggi è stata scoperta durante gli esperimenti con il catrame di carbone. Scommetto che non lo sapevi. Non l’ho fatto.

Quindi, anche se il mondo passa a fonti di energia più pulite, la dipendenza dell’economia dalle sostanze chimiche raffinate da petrolio greggio, carbone e gas naturale continua a crescere. Una previsione di ricerca prevede che le entrate correlate supereranno gli 888 miliardi di dollari nel 2028, in forte aumento rispetto a circa 372 miliardi di dollari nel 2020. Le major petrolifere hanno interesse a vedere quel numero aumentare per preservare il loro valore. Considera che circa il 30 percento dei guadagni di ExxonMobil nel 2021 proveniva dal petrolchimico, in sostanziale aumento rispetto al 2020. (Il 2020 è un anno difficile per i confronti, per ovvi motivi, ma quella percentuale non è ancora nulla su cui starnutire.)

Quella dipendenza dai prodotti petrolchimici è qualcosa che la startup di materiali tecnologici per il clima Evolved By Nature cerca di affrontare, con l’aiuto dei bachi da seta che masticano foglie di gelso. L’azienda sta sviluppando la sua tecnologia della seta attivata in sostituzione di alcuni ingredienti petrolchimici, a cominciare dai prodotti per la cura della pelle e dai rivestimenti protettivi per la pelle e altri tessuti. Il passaggio ha sia un impatto sul clima, riducendo la dipendenza dai combustibili fossili, sia un beneficio per la salute umana, aiutando a eliminare gli ingredienti che sono noti perturbatori endocrini. “Il mondo ha bisogno di medicinali e materiali che affrontino le sfide di oggi senza imporre conseguenze su domani”, mi ha detto la scorsa settimana Greg Altman, co-fondatore e CEO.

Alla fine di giugno, la società dell’area di Boston ha rivelato 120 milioni di dollari in finanziamenti di serie C, guidati dal gruppo di rischio dell’Ontario Teachers’ Pension Plan Board insieme al Senator Investment Group, un hedge fund di New York. L’infusione porta il supporto totale dell’azienda a $ 211 milioni; gli investitori precedenti includono artisti del calibro di Jeff Vinik (proprietario di minoranza dei Boston Red Sox), Roy Disney (sì, quella famiglia Disney) ed Emerald Development Managers (un fondo di rischio in fase iniziale a New York).

Al centro della biotecnologia di Evolved By Nature c’è la proteina della seta naturale, che l’azienda trasforma in molecole bioattive che possono essere utilizzate per applicare barriere protettive alla pelle, di tutti i tipi. Altman ha affermato che la società ha creato compresse concentrate che possono essere diluite con acqua. La soluzione, commercializzata con il marchio Activated Silk, viene quindi spruzzata sulla pelle per creare un rivestimento protettivo che respinge l’umidità, sostituendo la necessità delle sottili pellicole di poliuretano che vengono utilizzate oggi per questo scopo. Fornendo i suoi prodotti sotto forma di compresse ai clienti, l’azienda riduce l’impatto sulle emissioni del peso dell’acqua.

Il rivestimento Evolved By Nature è in definitiva biodegradabile, rendendo più semplice il recupero e il riutilizzo del materiale. “Quando hai finito di usarlo, può tornare all’economia circolare terrestre”, ha detto Altman. Evolved By Nature sta già lavorando con marchi di moda tra cui Anya Hindmarch, concerie di pelle come Richard Hoffmans e nylon mill Alpine Creations e Apex Holdings sull’applicazione sopra descritta.

L’approccio è leggermente diverso per i prodotti per la cura della pelle. In tali applicazioni, la seta attivata potrebbe essere utilizzata per fornire e trattenere l’umidità, come già fa con il proprio marchio di sapone per le mani. Sebbene Altman non fosse libero di discutere dei clienti, Evolved By Nature sta lavorando con una grande azienda di beni di consumo confezionati su prodotti per la cura personale che dovrebbero essere sugli scaffali della catena di negozi di farmacia CVS entro la fine dell’anno.

Il denaro del round di serie C aiuterà l’azienda a far crescere la sua capacità di produzione a Walpole, nel Massachusetts, da 150 tonnellate di seta attivata a 900 tonnellate all’anno nel 2024. Per prospettiva, la società ha affermato che ciò si traduce nella produzione di “900 milioni di barattoli di prodotti per la cura della pelle privi di prodotti petrolchimici, 150 milioni di piedi quadrati di pelle biodegradabile e priva di poliuretano, finiture chimiche sostenibili per 195 milioni di capi di abbigliamento ad alte prestazioni o un sostituto di 7.200 tonnellate di tensioattivi petrolchimici non biodegradabili” da prodotti per la pulizia della pelle.

“Evolved By Nature ha una visione convincente di sfondare nuovi confini scientifici per ridurre la nostra dipendenza da sostanze chimiche problematiche e costruire catene di approvvigionamento migliori e più sostenibili nel processo”, ha affermato Olivia Steedman, amministratore delegato senior di Teachers’ Venture Growth, in una dichiarazione . “Siamo lieti di collaborare con loro nell’attuazione di questa visione e nella crescita delle loro operazioni a livello globale”.

Evolved By Nature prevede di raddoppiare quasi la sua forza lavoro a circa 150 persone nei prossimi 18 mesi. C’è anche un altro potenziale vantaggio nel suo piano di sviluppo che va oltre la propria forza lavoro: l’azienda spera di creare opportunità per un uso più ampio della sericoltura, la pratica di allevare alberi di gelso, che i bachi da seta mangiano per produrre la seta. Gli alberi aiutano anche a prevenire l’erosione del suolo e le bacche sono una fonte di proteine, rendendole una potenziale nuova forma di reddito per agronomi e agricoltori che cercano di utilizzare la loro terra per colture diverse. I gelsi, ad esempio, godono delle stesse condizioni dei vigneti.

Mentre l’azienda prevede di concentrarsi sulle capacità produttive degli Stati Uniti, prevede di coltivare relazioni con gli agricoltori in Cina, Italia, Africa e Colombia, secondo Altman. Inoltre, insiste sul fatto che l’utilizzo della seta attivata come sostituto non interferisce con i processi di produzione consolidati, il che rende abbastanza semplice abbracciare questo sostituto. “Il punto più importante da sottolineare è che il cambiamento è fattibile ora… Il cambiamento sta avvenendo mentre parliamo”, ha detto Altman.

[Want more great insight on technologies and trends accelerating the clean economy? Subscribe to our free Climate Tech Weekly newsletter. ]

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments