sabato, Ottobre 16, 2021
Home Ambiente I vantaggi di investire 350 miliardi di dollari in investimenti per l'efficienza...

I vantaggi di investire 350 miliardi di dollari in investimenti per l’efficienza energetica

Mentre il Congresso si affanna per sviluppare un disegno di legge per investire trilioni di dollari nella ripresa economica, cerca di creare posti di lavoro, ridurre le emissioni che provocano il riscaldamento climatico e aiutare le persone che lottano per pagare le bollette. Gli investimenti trasformativi nell’efficienza energetica produrrebbero importanti progressi su tutti e tre.

In una nuova analisi, esaminiamo quasi 350 miliardi di dollari di investimenti per risparmiare energia in ogni settore dell’economia, in gran parte proposte attualmente all’esame del Congresso mentre elabora un disegno di legge di “riconciliazione”. Riteniamo che questi investimenti potrebbero ottenere nel corso della vita degli investimenti e dei risparmi:

  • 3,2 milioni di posti di lavoro aggiunti (anni di lavoro)
  • 4,5 miliardi di tonnellate di anidride carbonica ridotta (CO2) emissioni, equivalenti alle emissioni totali degli Stati Uniti per 11 mesi
  • $282 miliardi in risparmi sulla bolletta energetica e altri vantaggi per i consumatori (costi di produzione, benefici per la salute e il comfort) al di sopra dell’investimento

La nuova analisi non include i risparmi derivanti dall’espansione dei programmi di efficienza delle utenze. Tuttavia, in una recente scheda informativa presentiamo un’analisi che ha scoperto che stimolare le utenze attraverso una combinazione di pagamenti e commissioni per espandere l’assistenza alle famiglie e alle imprese per intraprendere misure di risparmio energetico potrebbe ridurre 2,4 miliardi di tonnellate di emissioni, con un costo federale di appena $ 4 miliardi a $ 10 miliardi.

350 miliardi di dollari sono un grande investimento, molto più di quanto il governo spende per l’efficienza, ma in 10 anni sono meno della spesa privata per l’efficienza (e meno di quanto chiedono i sostenitori nel conto per le energie rinnovabili). Abbiamo anche scoperto che un pacchetto più piccolo da 126 miliardi di dollari potrebbe ottenere più della metà degli impatti.

Come raccogliamo questi benefici? Questi risultati combinano le nostre analisi di 21 potenziali investimenti in otto aree, come mostrato nella figura seguente.

Queste analisi sono state riviste (alcune in modo significativo) da una scheda informativa che abbiamo pubblicato a giugno, poiché le proposte sono state perfezionate e nuove idee portate avanti.

Ecco alcune possibilità chiave in sospeso prima del Congresso; un paio di altri elementi sono nel disegno di legge sulle infrastrutture bipartisan, anch’esso in sospeso.

Decarbonizzazione industriale: I maggiori risparmi di carbonio per dollaro federale, di gran lunga, sarebbero misure per ridurre le emissioni e ridurre i costi negli impianti di produzione, ma finora queste proposte hanno ricevuto relativamente poca attenzione. Ad esempio, la proposta First Three fornirebbe una condivisione dei costi federale per le prime tre applicazioni su vasta scala di nuove tecnologie industriali trasformative che promettono massicce riduzioni delle emissioni, come la riduzione diretta del ferro con l’idrogeno “verde”. Questi incentivi sarebbero particolarmente efficaci per spingere la transizione verso un settore industriale pulito, con un risparmio stimato di 1 miliardo di tonnellate di CO2. La rappresentante Kathy Castor (D-Florida) ha recentemente presentato un disegno di legge per autorizzare un tale programma.

Retrofit ed elettrificazione della casa: Una seconda area chiave è l’adeguamento dell’efficienza energetica delle case, in particolare per le famiglie a basso e medio reddito che affittano appartamenti e che vivono in case unifamiliari, e l’installazione di pompe di calore efficienti e scaldacqua a pompa di calore. Sebbene queste misure abbiano un risparmio relativamente modesto di carbonio ed energia per dollaro investito, i loro vantaggi in termini di equità e accessibilità sono grandi. Sono essenziali per migliorare la salute e ridurre i costi per molte persone che faticano a pagare le bollette o vivono in condizioni precarie. E sono essenziali per aiutare a stimolare il mercato verso i retrofit necessari per ridurre le emissioni degli oltre 100 milioni di case esistenti che saranno ancora in circolazione nel 2050.

Un esempio è la proposta GREAHT per finanziare l’efficienza e gli aggiornamenti delle pompe di calore, nonché i pannelli solari, il miglioramento della salute e della sicurezza e le misure di resilienza negli edifici con quasi 9 milioni di unità abitative sovvenzionate ea prezzi accessibili. GREAHT ridurrebbe 200 tonnellate di emissioni di CO2, fornendo 24 miliardi di dollari in risparmi energetici e più in altri benefici.

Camion e autobus elettrici: Il nostro recente post chiarisce che abbiamo bisogno di nuovi investimenti nel nostro sistema di trasporto che servano sia i viaggiatori che il clima. Un passo fondamentale è un credito d’imposta per l’acquisto di nuovi camion elettrici e altri veicoli commerciali, che sono molto indietro rispetto alle auto elettriche nello sviluppo e nella disponibilità. Un credito d’imposta del 30%, come proposto dal Clean Energy for America Act del Comitato finanziario del Senato e dal Green VAN Act del rappresentante Don Beyer (D-Virginia), aiuterebbe a spostare il settore del trasporto merci verso veicoli non inquinanti. Potrebbe portare a mezzo milione di camion elettrici in più e risparmiare 12 miliardi di galloni di gasolio.

Programmi di efficienza delle utenze: Un obiettivo chiave dell’amministrazione Biden per il disegno di legge di riconciliazione è utilizzare una combinazione di crediti d’imposta, pagamenti e commissioni per spingere il settore elettrico all’80% di fonti pulite entro il 2030. Per rendere tale transizione affidabile, conveniente ed equa, riteniamo che la riduzione e la gestione della domanda è importante quanto lo sviluppo di nuove fonti. A tal fine, oltre agli investimenti descritti in questo white paper, abbiamo chiesto che il disegno di legge includa disposizioni per spronare i servizi pubblici a soddisfare una parte crescente del fabbisogno energetico attraverso programmi di efficienza che aiutino i loro clienti a risparmiare energia e costi. Aumentare l’efficienza del lavoro delle utility renderà più facile soddisfare il fabbisogno energetico rimanente con energia pulita, aiuterà a incorporare più apparecchiature elettriche e più energia rinnovabile variabile e ridurrà i costi per i clienti elettrici.

Con questi investimenti in efficienza energetica, possiamo fare un grande passo avanti verso un’economia a vantaggio di tutti i consumatori, dei lavoratori e del nostro clima.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI