lunedì, Luglio 4, 2022
HomeAmbienteIncontra la startup che riduce la cattura del carbonio industriale

Incontra la startup che riduce la cattura del carbonio industriale

Il set di avvio di Direct Air Capture (DAC) ha raccolto fondi furiosamente, il che ha generato round da record questa primavera per artisti del calibro di Heirloom Technologies, che ha chiuso una serie A da 53 milioni di dollari a marzo, e Climeworks, che ha rivendicato il round più grande per un Società DAC con un’infusione di $ 650 milioni ad aprile.

Ma anche le tecnologie che catturano l’anidride carbonica al punto di emissioni industriali stanno attirando denaro serio. Per una buona ragione: stanno facendo il lavoro da yeoman per aiutare a decarbonizzare le cosiddette industrie pesanti come la produzione di cemento o la produzione di acciaio o la raffinazione petrolchimica o gli impianti di termovalorizzazione.

L’ultima prova si presenta sotto forma di un round di finanziamento azionario di serie C da 150 milioni di dollari la scorsa settimana per Carbon Clean, con sede a Londra, annunciato come il round più grande per un’impresa incentrata su apparecchiature industriali per la cattura di CO2. Carbon Clean sta pubblicizzando due cose che mi hanno sicuramente rallegrato le orecchie: la sua capacità di installare apparecchiature con un’impronta fisica molto più piccola rispetto ad altri sistemi di cattura del carbonio e la sua attenzione a ridurre il costo della cattura del carbonio a una media di $ 30 per tonnellata.

Tale costo è significativamente inferiore a molte opzioni DAC che sono emerse nei portafogli di rimozione del carbonio di aziende tra cui Shopify, Stripe e Microsoft. Quando ha annunciato i suoi primi investimenti nel 2022, Stripe stava pagando da $ 75 a $ 775 per tonnellata. La tecnologia di Carbon Clean costa già meno di $ 40 per tonnellata, secondo il suo CEO.

L’investitore principale era la compagnia petrolifera Chevron, che aveva investito in precedenza, e tra i nuovi finanziatori figuravano Samsung Ventures e Saudi Aramco Energy Ventures. Anche il braccio di rischio della società cementiera messicana ha aumentato la sua partecipazione nella società. Questa enorme fetta di denaro porta il totale della raccolta fondi di Carbon Clean a $ 195 milioni.

[Continue the dialogue about new markets, technologies and products fueling the growth of business opportunities in carbon removal at  the VERGE  22 Carbon Program, taking place in San Jose, CA, Oct. 25-27.]

“Abbiamo aumentato il nostro investimento in Carbon Clean perché riconosciamo l’importanza della cattura del carbonio per decarbonizzare il nostro settore. La sua rivoluzionaria tecnologia modulare di cattura del carbonio promette di fornire una decarbonizzazione industriale su scala gigatonnellata”, ha affermato Gonzalo Galindo, capo di Cemex Ventures. “Continuiamo a migliorare il nostro portafoglio di investimenti a basse emissioni di carbonio e alla ricerca di nuove tecnologie per creare un’industria più sostenibile”.

Cemex sta facendo molto di più che investire semplicemente in Carbon Clean. Nel febbraio 2021, ha annunciato una sovvenzione del Dipartimento dell’Energia per un progetto di cattura e utilizzo del carbonio presso il suo cementificio di Victorville, in California. L’obiettivo è aumentare le capacità di cattura dell’approccio di Carbon Clean esplorando i modi per trasformare la CO2 in prodotti commerciabili, ad esempio usandola per indurire il cemento.

Quando all’inizio di questa settimana ho parlato con il CEO di Carbon Clean Aniruddha Sharma del finanziamento, ha affermato che la società è impegnata in 44 progetti a livello globale, comprese installazioni in Germania, India e Giappone. Il suo elenco di partner e clienti include Holcim, Tata Steel, Veolia e Chevron, che utilizzeranno l’ultima tecnologia CycloneCC di Carbon Clean per catturare le emissioni delle unità di cogenerazione nella San Joaquin Valley in California.

“Semplicemente non abbiamo tempo per chiederci se funzionano o meno”, ha detto Sharma di questi e altri progetti che saranno annunciati nel prossimo futuro. “Dobbiamo solo andare avanti”. (Negli Stati Uniti, l’azienda sta allineando le risorse di produzione in Ohio.)

Sebbene questi progetti possano sembrare più piccoli di quanto predicano gli evangelisti del DAC, collettivamente potrebbero avere un grande impatto, di cui c’è un disperato bisogno, considerando che la capacità totale di rimozione del carbonio di tutti i progetti di cattura del carbonio installati a livello globale era di soli 40 milioni di tonnellate all’anno a partire da dicembre. Abbiamo bisogno di molta più capacità di quella per fare progressi verso lo zero netto, secondo l’Agenzia internazionale dell’energia: 1,6 miliardi di tonnellate all’anno entro il 2030 e 7,6 miliardi di tonnellate all’anno entro il 2050.

Il sistema di Carbon Clean attualmente racchiude la capacità di catturare fino a 35.000 tonnellate all’anno in un formato delle dimensioni di un container, secondo Sharma. La tecnologia CycloneCC avrà un’impronta 10 volte inferiore rispetto ai tradizionali sistemi di cattura del carbonio e può essere implementata in meno di otto settimane, secondo i materiali di marketing dell’azienda.

Fai attenzione al fatto che Carbon Clean continui a dare priorità al lavoro nei settori industriali, così come al potenziale lavoro negli impianti di termovalorizzazione in Europa. Mentre alcune installazioni stanno trasformando la CO2 catturata in una materia prima per un altro processo, come il carburante per spedizioni a zero emissioni di carbonio o per la produzione del vetro, Sharma ritiene che molti dei clienti di Carbon Clean opteranno per il sequestro. “Se stai cercando di ottenere gigatonnellate, lo storage sarà la soluzione principale”, ha affermato.

[Want more great insight on technologies and trends accelerating the clean economy? Subscribe to our free Climate Tech Weekly newsletter. ]

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI