venerdì, Ottobre 22, 2021
Home Ambiente Inside Clean Energy: cosa è bello, cosa sospettiamo e cosa non sappiamo...

Inside Clean Energy: cosa è bello, cosa sospettiamo e cosa non sappiamo ancora sull'F-150 elettrico di Ford

Accompagnato da musica elettronica palpitante e dalle necessarie macchine del fumo, il Ford F-150 Lightning elettrico ha fatto il suo debutto la scorsa settimana a Dearborn, nel Michigan, un potenziale punto di svolta nella crescita del mercato dei veicoli elettrici.

La versione a benzina dell'F-150 è stata a lungo il veicolo più venduto negli Stati Uniti, quindi la decisione di Ford di utilizzare quel nome per il nuovo camion è significativa.

Ma la cosa più sorprendente per me dell'F-150 Lightning non era il nome, ma il modo in cui Ford vende i vantaggi del modello rispetto a un modello a benzina, anche se l'azienda ottiene quasi tutte le sue vendite da veicoli a benzina.

Il Lightning ha un prezzo base di $ 39.974 e un'autonomia di 230 miglia e sarà in vendita nella primavera del 2022. È uno degli almeno sette camion completamente elettrici che arriveranno sul mercato, incluso il Tesla Cybertruck, il debutto di diversi marchi di start-up, come Rivian e Bollinger, e una versione completamente elettrica della Chevrolet Silverado.

È difficile tagliare la macchina dell'hype dell'industria automobilistica e Ford non ha rivelato informazioni importanti, come le aspettative di vendita. Detto questo, Ford ha detto abbastanza per dare molto da digerire agli acquirenti di camion mentre attraversano il lungo periodo tra la presentazione della scorsa settimana e quando il modello arriva alle concessionarie.

Ecco sette suggerimenti sull'F-150 e questo momento nella transizione verso veicoli più puliti:

1. Dovremo aspettare una risposta a una delle domande più importanti.

Una delle domande chiave sull'F-150 elettrico è: "Gli acquirenti di camion esistenti vorranno comprare questa cosa?" Se solo il 5% degli acquirenti di F-150 a benzina decidesse di acquistare il Lightning, il nuovo modello sarebbe un grande successo. I sondaggi hanno mostrato un'ampia disponibilità da parte dei conducenti a prendere in considerazione un veicolo elettrico per il loro prossimo veicolo, ma ci vuole un salto per passare dalla considerazione di uno all'acquisto di uno.

La categoria del ritiro è ancora più complicata, perché una quota significativa di acquirenti utilizza il veicolo per lavoro, il che porta a un processo decisionale diverso da quello di un pendolare che ha bisogno solo del pianale del camion per trasportare il divano occasionale.

Ford pubblicherà le prime prenotazioni per il Lightning, che costa solo $ 100, come prova che gli acquirenti di camion sono interessati. Ma davvero non sapremo se questo è un prodotto di successo fino a quando il modello non sarà ampiamente disponibile.

La posta in gioco è alta. I veicoli elettrici rappresentano circa il 2% delle vendite statunitensi di auto nuove e autocarri leggeri, un livello che dovrà salire alle stelle se il Paese vuole avere qualche possibilità di raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni dell'Accordo di Parigi.

2. L'acquirente più significativo per questo camion può essere società, non individui.

Gli analisti automobilistici affermano da anni che alcune delle migliori opportunità per aumentare le vendite di veicoli elettrici sono attraverso le vendite ad aziende e agenzie governative, anziché a privati, consentendo agli acquirenti di gestire meglio i costi del carburante e migliorare le proprie credenziali ambientali.

Ford ha una versione dell'F-150 Lightning, la "Lightning Pro", destinata alle flotte aziendali.

"Penso che all'inizio non si tratti di vendere un camion a un singolo acquirente al dettaglio, piuttosto che vendere un intero gruppo di questi camion a una società come una flotta", ha affermato Michelle Krebs, analista esecutiva di AutoTrader.com. "Le flotte saranno ciò che fa la differenza per Ford."

Il "Lightning Pro" ha funzionalità che aiuterebbero le aziende a gestire i costi, come il software che consente di tenere traccia dell'utilizzo dell'elettricità in tutta la flotta e di monitorare la carica residua di ciascun veicolo. Ford sta sottolineando come può lavorare con i proprietari di flotte per capire il potenziale risparmio sui costi di manutenzione e carburante passando ai veicoli elettrici.

Ma Ford avrà concorrenza per le vendite alle società, inclusa la Lordstown Motors, con sede in Ohio, una start-up che ha affermato di concentrarsi sulle vendite di flotte.

3. La capacità del veicolo di alimentare una casa è potenzialmente un grande punto di forza.

Il blitz pubblicitario di Ford ha incluso una lunga discussione su come le batterie dell'F-150 Lightning possono essere utilizzate per alimentare le apparecchiature in un luogo di lavoro, l'intrattenimento a una festa sul portellone o l'alimentazione di riserva per un'intera casa durante un'interruzione di corrente.

David Reichmuth, un ingegnere senior nel programma di trasporto pulito presso l'Union of Concerned Scientists, ha affermato di non aver mai visto un lancio di un veicolo elettrico negli Stati Uniti che pone un'enfasi così forte sugli usi secondari delle batterie.

Vede questi altri usi come un modo per Ford di vendere l'F-150 Lightning come dotato di caratteristiche migliori di un modello a benzina, invece di essere solo un'alternativa accettabile alla benzina.

Ford afferma che le batterie del veicolo possono fornire energia di riserva per una casa che può durare fino a tre giorni con una carica completa. Per farlo funzionare, i clienti dovrebbero installare attrezzature speciali per consentire alle batterie di esportare energia verso la casa, il che sarebbe un costo aggiuntivo. I clienti potrebbero anche aver bisogno di aggiornare il proprio sistema elettrico.

4. Sunrun ha segnato un colpo di marketing con la sua partnership Ford sull'F-150 Lightning.

Per le persone che desiderano utilizzare il proprio F-150 Lightning per l'alimentazione di riserva, Ford ha annunciato una partnership con Sunrun per installare l'attrezzatura necessaria nei garage dei clienti.

Sunrun, con sede a San Francisco, è la più grande azienda solare su tetto degli Stati Uniti, ma la sua influenza è ovviamente piccola rispetto alla portata globale e al riconoscimento del nome di Ford. Grazie al debutto di questo nuovo camion, Sunrun può promuovere i suoi prodotti di accumulo di energia e farsi conoscere da un pubblico più vasto di prima.

Mantieni vivo il giornalismo ambientale

L'ICN fornisce una copertura climatica localizzata e pluripremiata gratuitamente e senza pubblicità. Contiamo sulle donazioni di lettori come te per andare avanti.

Donate adesso

Verrai reindirizzato al partner di donazione di ICN.

Anche se solo una piccola parte dei clienti di autocarri finisce per impegnarsi con Sunrun, l'azienda sarà riuscita a inserirsi in un momento di alto profilo nella transizione verso l'energia pulita.

5. Non mi aspetto una grande rivalità tra questo veicolo e il Cybertruck di Tesla.

Ogni volta che una casa automobilistica lancia un nuovo veicolo elettrico, c'è una tendenza naturale a confrontarlo con qualsiasi cosa Tesla stia vendendo, dal momento che Tesla è il leader globale dei veicoli elettrici.

In questo caso, la cosa più vicina che Tesla avrà all'F-150 Lightning è il Cybertruck. Tesla ha affermato che il Cybertruck sarà in vendita alla fine dell'anno, quindi questo modello, che sembra uscito da "Blade Runner", avrà probabilmente un vantaggio sull'F-150.

Ma non credo che ci siano molti clienti che decideranno tra l'F-150 elettrico e il Cybertruck, anche se entrambi sono camion elettrici con prezzi base inferiori a $ 40.000. Il Cybertruck è un veicolo appariscente per qualcuno che vuole dire al mondo che sta guidando un veicolo elettrico, mentre l'F-150 potrebbe essere scambiato per strada per un camion che funziona a benzina.

Inoltre, come ha affermato Krebs, le aziende saranno probabilmente una base di clienti chiave per l'F-150 e non riesco a immaginare molte aziende che desiderano una flotta di Cybertruck.

6. Non prestare molta attenzione al prezzo di partenza.

Durante l'evento a Dearborn, gli schermi video giganti hanno mostrato il prezzo di partenza del nuovo modello di $ 39.974, un numero alla portata di molti acquirenti. Ma il prezzo base non riflette ciò che è probabile che i clienti paghino. Mi aspetto che la maggior parte degli acquirenti vorrà la versione "XLT", che ha un'autonomia estesa della batteria, insieme ad altre caratteristiche di comfort e tecnologia e un prezzo iniziale di $ 52.974. Per chi desidera ancora più funzionalità, ci sono le versioni “Lariat” e “Platinum”, per le quali Ford non ha ancora comunicato i prezzi.

I prezzi inoltre non tengono conto dei crediti d'imposta. Gli acquirenti Ford possono ancora beneficiare di un credito d'imposta federale fino a $ 7.500, un vantaggio che è stato gradualmente eliminato per Tesla e General Motors perché quelle aziende hanno venduto abbastanza veicoli elettrici per utilizzare il credito. Alcuni stati hanno crediti d'imposta oltre al credito federale.

Per prospettiva, la versione a benzina dell'F-150 ha un prezzo base di $ 28.940, ma la maggior parte dei clienti ottiene anche funzionalità aggiuntive che aumentano il prezzo.

7. La presentazione dell'F-150 Lightning è stata fantastica e ridicola.

L'evento di Ford per il nuovo F-150 è stato visivamente travolgente, a partire da un video di 2 minuti con immagini widescreen di paesaggi desertici, autostrade rurali e una ripresa con un drone di un'aquila calva appollaiata su un albero senza foglie, guardando dritto nella telecamera.

Le immagini, accompagnate da una narrazione seria quasi parodia, avevano zero sottigliezze.

Volevo alzare gli occhi al cielo, ma c'era qualcosa di maestoso nel modo in cui Ford stava vendendo alla grande questo camion.

Altre storie sulla transizione energetica di cui prendere nota questa settimana:

La California si sposta verso lo sviluppo dell'eolico offshore: L'amministrazione Biden ha annunciato l'intenzione di organizzare un'asta il prossimo anno per contratti di locazione per lo sviluppo di contratti di locazione eolica offshore al largo della California. Le acque sono così profonde che le aziende dovranno utilizzare turbine eoliche galleggianti legate da cavi, come riportano Anna M. Phillips, Rosanna Xia e Sammy Roth per il Los Angeles Times. Quest'ultimo passo ha richiesto anni di lavoro e richiederà agli sviluppatori di superare alcune sfide tecniche, come scrive Emma Foehringer Merchant per Inside Climate News.

Aumento dei costi dei componenti dell'energia solare: Una delle quasi costanti nell'espansione dell'energia solare è che il costo delle parti continua a diminuire. Quindi è sconcertante vedere un recente aumento del prezzo del polisilicio, uno dei componenti fondamentali, come riportano Dan Murtaugh e Brian Eckhouse di Bloomberg Green. I prezzi sono in aumento anche per acciaio, alluminio e rame, tutti utilizzati nelle apparecchiature solari. Se i prezzi elevati persistono, potrebbe portare a ritardi nei progetti.

La legge sull'energia pulita dell'Illinois è crollata: Quando l'Illinois ha approvato il Future Energy Jobs Act nel 2016, avrebbe dovuto creare un'industria dell'energia solare quasi da zero, preservando i posti di lavoro esistenti nelle centrali nucleari. Cinque anni dopo, i leader dell'Illinois stanno combattendo con la realtà che la legge ha deluso le aspettative per l'energia solare, mentre Exelon Corp., il proprietario delle centrali nucleari, sta chiedendo un nuovo salvataggio, secondo un articolo I ha scritto con Brett Chase al Chicago Sun-Times.

Il gruppo collegato a Duke Energy combatte il piano di mercato della Carolina del Nord: I legislatori della Carolina del Nord stanno prendendo in considerazione un disegno di legge che richiederebbe ai regolatori dei servizi pubblici statali di studiare le riforme del mercato dell'elettricità nello stato, un'idea che non piace alla più grande utility dello stato, Duke Energy. Duke è un donatore di un gruppo che ha organizzato una campagna pubblicitaria per pubblicizzare "la brutta verità" delle riforme del mercato, come riporta Catherine Morehouse per Utility Dive. La spinta contro il disegno di legge sta avvenendo in un momento in cui i gruppi ambientalisti e i sostenitori dei consumatori sono frustrati dalla proposta di Duke di costruire centrali elettriche a gas naturale che probabilmente dovrebbero chiudere prima di raggiungere la fine della loro normale durata di vita se Duke segue il suo piano per arrivare a zero emissioni nette entro il 2050.

Inside Clean Energy è il bollettino settimanale di notizie e analisi di ICN sulla transizione energetica. Invia suggerimenti e domande su notizie a dan.gearino@insideclimatenews.org.

Dan Gearino

Reporter sull'energia pulita, Midwest, National Environment Reporting Network

Dan Gearino copre gli Stati Uniti del Midwest, parte del National Environment Reporting Network di ICN. La sua copertura si occupa del lato commerciale della transizione verso l'energia pulita e scrive la newsletter Inside Clean Energy di ICN. È arrivato in ICN nel 2018 dopo un incarico di nove anni presso The Columbus Dispatch, dove si è occupato del business dell'energia. Prima di allora, si è occupato di politica e affari in Iowa e nel New Hampshire. È cresciuto nella contea di Warren, Iowa, appena a sud di Des Moines, e vive a Columbus, Ohio.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI