Inside Clean Energy: la battaglia da costa a costa sul solare sul tetto

0
20

In tutto il paese è in corso un dibattito su come compensare al meglio i proprietari di pannelli solari sui tetti.

In California, il principale mercato solare del paese, le autorità di regolamentazione stanno lavorando su modifiche alle regole sul solare sui tetti, mentre i servizi pubblici e i sostenitori del solare stanno cercando di posizionarsi per modellare il processo a loro piacimento.

Molte delle altre lotte politiche stanno accadendo in luoghi in cui il solare sul tetto è ai margini e le utility vorrebbero mantenerlo lì.

Ho contattato alcuni dei gruppi che seguono la politica solare più da vicino per avere un'idea di quali stati dovrei tenere d'occhio, dall'ovvio – California – ad altri che potrebbero essere trascurati.

Molti dei dibattiti riguardano lo "scarico sul posto", che si riferisce al modo in cui i proprietari di pannelli solari sul tetto possono inviare l'elettricità in eccesso alla rete e farsi pagare dai servizi pubblici, una variabile importante per determinare se ha senso finanziario per qualcuno installare sul tetto solare.

In molti luoghi, i servizi pubblici pagano l'intero prezzo al dettaglio per l'elettricità in eccesso dal solare sul tetto. Ma poiché il solare sul tetto diventa più popolare, i servizi pubblici hanno spinto per ridurre il prezzo e addebitare costi aggiuntivi. I sostenitori del solare affermano che le utility stanno cercando di rallentare la crescita di una fonte di elettricità concorrente, mentre le utility affermano che i proprietari del solare non stanno pagando una quota abbastanza grande dei costi di manutenzione della rete.

Il risultato, dopo anni di dibattiti e pressioni, è che alcuni Stati si stanno allontanando dallo scambio sul posto a prezzo pieno al dettaglio, e stanno cercando di capire quale sarà il nuovo standard. I servizi pubblici e l'industria solare stanno discutendo sulla progettazione di tali regole, con alcuni da entrambe le parti che affermano che vorrebbero porre fine al ciclo di continue lotte politiche e trovare una soluzione a lungo termine.

La California sta giocando un ruolo enorme perché il suo mercato solare sui tetti è più grande e più complesso di quello di altri stati, e le sue politiche potrebbero essere all'avanguardia.

"Ciò che accade in California ora potrebbe essere replicato in altri luoghi tra qualche anno", ha affermato Ben Delman, direttore delle comunicazioni per Solar United Neighbors, un'organizzazione no-profit che lavora con i consumatori di una dozzina di stati per organizzare l'acquisto all'ingrosso di sistemi solari sul tetto. . "Altri posti stanno cercando (California) come una sorta di modo per vedere quasi nel futuro nei propri mercati."

La California Public Utilities Commission sta lavorando a un aggiornamento dello scambio sul posto e prevede di emettere nuove regole entro la fine dell'anno, la prima importante riscrittura dal 2016. La commissione ha pubblicato alcuni principi guida per il processo, incluso che la nuova politica dovrebbe "assicurare equità tra i clienti", il che è un segno che le utility potrebbero avere un pubblico ricettivo per la loro argomentazione secondo cui l'attuale politica porta a uno spostamento di alcuni costi verso i clienti non solari.

Il mese scorso le principali società di servizi pubblici dello stato hanno presentato una proposta congiunta che aumenterebbe le tariffe e diminuirà la compensazione per l'elettricità restituita alla rete, cosa che secondo le società è una questione di equità, per evitare di sovraccaricare i clienti che non dispongono di energia solare.

I sostenitori del solare avevano le loro proposte e contestavano gli argomenti dei servizi di pubblica utilità sull'equità.

"La California non può raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi di energia pulita se i politici diminuiscono improvvisamente e drasticamente i risparmi in bolletta per coloro che scelgono di passare al solare, poiché le utility continueranno a richiedere", ha affermato Susannah Churchill di Vote Solar in una nota.

Uno dei problemi principali in California è che il solare sui tetti è diventato così popolare da influenzare i fondamenti della domanda di centrali elettriche centralizzate e sta mettendo sotto pressione le finanze delle utility. I regolatori affrontano il difficile compito di cercare di incoraggiare la continua espansione del solare sui tetti, ascoltando anche le preoccupazioni dei servizi pubblici.

In altri stati, la lotta è più sul fatto che il solare sul tetto sia un buon affare per i clienti per ottenere un punto d'appoggio nel mercato.

Ecco alcuni dei luoghi in cui si stanno svolgendo dibattiti:

  • Michigan: La crescita del solare sul tetto nel Michigan significa che lo stato si sta avvicinando a un limite al quale le utility possono ridurre il risarcimento per l'elettricità in eccesso dei clienti. Un disegno di legge nella legislatura del Michigan aumenterebbe il tetto, che ora è pari all'1% della domanda di elettricità di picco dello stato. L'Energy & Policy Institute, un gruppo di controllo, ha riferito che i gruppi legati ai servizi pubblici stanno facendo una campagna contro il disegno di legge dicendo che porterebbe a costi più elevati per i clienti che non dispongono di energia solare. Il Michigan, con 130 megawatt di capacità solare su piccola scala, è un mercato in crescita per l'energia solare sui tetti, ma segue ancora il vicino Ohio, ed è grosso modo legato a un altro vicino, l'Indiana, secondo l'Energy Information Administration.
  • Wyoming: La legislatura del Wyoming stava considerando un disegno di legge che richiederebbe ai regolatori statali di sostituire lo scambio di quote con un nuovo sistema per compensare il solare sul tetto, un'idea che secondo i sostenitori aiuterebbe a porre fine a quelli che ritengono siano benefici ingiusti che ricevono i proprietari di pannelli solari sul tetto. I sostenitori del solare hanno affermato che è una grossa esagerazione affermare che i proprietari di impianti solari stanno ottenendo benefici ingiusti considerando che il Wyoming non ha quasi pannelli solari sul tetto e hanno affermato che lo stato dovrebbe incoraggiare i residenti e le aziende che desiderano installarlo. Il disegno di legge è passato al Senato dello stato, ma sembra improbabile che passi alla Camera dello Stato, secondo un rapporto della scorsa settimana sul Casper Star-Tribune. Il Wyoming si colloca vicino al fondo del paese nel solare su piccola scala, con meno di 10 megawatt di capacità.
  • Kentucky: La Kentucky Public Service Commission sta valutando le proposte di diversi servizi di pubblica utilità che ridurrebbero il risarcimento per i proprietari di pannelli solari sui tetti. Le proposte sono in linea con un quadro stabilito dal Net Metering Act dello stato, firmato nel 2019 dal governatore Matt Bevin. La legge è stata una risposta alle preoccupazioni dei servizi di pubblica utilità sul solare sul tetto, anche se il Kentucky, con 36 megawatt di capacità solare su piccola scala, ha avuto uno sviluppo solare sul tetto molto limitato.

Questi sono solo un esempio di ciò che sta accadendo in tutto il paese. Analisti e sostenitori del solare hanno anche menzionato Connecticut, Indiana, Maine, Mississippi e South Carolina, tra gli altri, come stati da tenere d'occhio per i dibattiti sulle regole solari sui tetti.

Mantieni vivo il giornalismo ambientale

L'ICN fornisce una copertura climatica localizzata e pluripremiata gratuitamente e senza pubblicità. Contiamo sulle donazioni di lettori come te per andare avanti.

Donate adesso

Verrai reindirizzato al partner di donazione di ICN.

L'anno scorso, tutti gli stati tranne quattro – Alaska, Nebraska, North Dakota e South Dakota – hanno adottato una sorta di azione sulla politica solare sui tetti, secondo il più recente rapporto "50 States of Solar" del NC Clean Energy Technology Center. (Autumn Proudlove, direttore del programma politico senior del centro, è stata una delle persone con cui ho parlato di ciò che sta accadendo negli stati in questo momento).

Ci sono grandi differenze negli approcci degli stati, ma ciò che condividono è la consapevolezza che le normative devono cambiare per essere pronte per un mercato in cui il solare su tetto è molto più comune.

Tuttavia, i regolatori controllano solo una parte dell'equazione finanziaria. I costi dei pannelli solari continuano a diminuire. E i clienti acquistano sempre più energia solare insieme allo stoccaggio delle batterie, il che significa che le persone immagazzinano l'elettricità in eccesso per il proprio uso piuttosto che rimandarla alla rete, riducendo l'importanza della politica di scambio sul posto.

Il risultato è che le lotte normative contano molto in questo momento, ma potrebbero non avere altrettanto importanza nell'economia energetica del prossimo futuro.

Sondare la "trappola dei subprime" di alcuni finanziamenti solari: Con le vendite porta a porta e pratiche a volte senza scrupoli, una forma di finanziamento per l'energia solare sui tetti e l'efficienza energetica non è un buon affare per molti consumatori. Rebecca Burns riporta per Type Investigations e Bloomberg Green, su alcuni dei problemi con un tipo di finanziamento chiamato energia pulita valutata dalla proprietà, o PACE, che consente ai proprietari di immobili di coprire i costi iniziali di alcuni lavori di ristrutturazione della casa. Alcune aziende utilizzano la disponibilità di questo metodo di finanziamento per convincere i residenti ad accettare progetti che non possono permettersi, spesso venduti con l'idea che i benefici dei progetti copriranno i costi. E alcuni governi locali hanno smesso di concedere finanziamenti PACE a causa dei reclami dei consumatori.

La bolletta energetica dell'Indiana fa un'inversione a U: Una commissione del Senato dell'Indiana ha apportato alcune grandi modifiche a un disegno di legge che originariamente avrebbe dovuto imporre regole a livello statale per il posizionamento di progetti eolici e solari. Di fronte all'opposizione dei leader di contea che vogliono mantenere il controllo locale, i legislatori hanno modificato il disegno di legge per consentire alle ordinanze locali di rimanere in vigore, offrendo incentivi alle contee che decidono di aprire la propria terra allo sviluppo delle energie rinnovabili, secondo London Gibson e Sarah Bowman della stella di Indianapolis. Il legislatore ha solo poche settimane di lavoro in più prima della fine della sua sessione. Ho scritto di questo disegno di legge prima dell'ultimo emendamento e sono curioso di vedere quale forma passerà.

Il dipartimento dell'energia mira a fissare il programma di efficienza: Secondo Robert Walton di Utility Dive, il Dipartimento dell'Energia ha notificato l'intenzione di annullare alcuni dei cambiamenti dell'amministrazione Trump che hanno reso più difficile l'implementazione di nuovi standard di efficienza per gli elettrodomestici. Le regole attuali e le modifiche proposte sono complicate, ma la linea di fondo è che l'amministrazione Biden vuole regole di efficienza più forti e vuole rimuovere gli ostacoli che rallentano l'adozione di nuove regole. Joe Vukovich del Natural Resources Defense Council ha dichiarato in un post sul blog che il dipartimento dell'energia sta "facendo i primi passi necessari per riparare i danni causati dall'amministrazione Trump e rendere più facile risparmiare denaro ai consumatori e tenere l'inquinamento fuori dalla nostra aria".

Inside Clean Energy è il bollettino settimanale di notizie e analisi di ICN sulla transizione energetica. Invia suggerimenti e domande su notizie a dan.gearino@insideclimatenews.org.

Dan Gearino

Reporter sull'energia pulita, Midwest, National Environment Reporting Network

Dan Gearino copre gli Stati Uniti del Midwest, parte del National Environment Reporting Network di ICN. La sua copertura si occupa del lato commerciale della transizione verso l'energia pulita e scrive la newsletter Inside Clean Energy di ICN. È arrivato in ICN nel 2018 dopo un incarico di nove anni presso The Columbus Dispatch, dove si è occupato del business dell'energia. Prima di allora, si è occupato di politica e affari in Iowa e nel New Hampshire. È cresciuto nella contea di Warren, Iowa, appena a sud di Des Moines, e vive a Columbus, Ohio.