La nostra rete non è pronta per il cambiamento climatico

0
82

La scorsa estate, quando 750.000 californiani hanno sperimentato blackout continui mentre le ondate di caldo hanno superato l'ovest, alcuni politici del Texas hanno colto l'occasione per incolpare le politiche liberali per spiegare le interruzioni.

I politici della California hanno fatto questo, non il caldo. https://t.co/wft1kFsHfX

– Procuratore generale Ken Paxton (@KenPaxtonTX) 6 settembre 2020

La California ora non è in grado di svolgere nemmeno le funzioni di base della civiltà, come disporre di elettricità affidabile.

Biden / Harris / AOC vogliono fare della politica energetica fallita di CA lo standard a livello nazionale.

Spero che non ti piaccia l'aria condizionata! https://t.co/UkKBq9HkoK

– Ted Cruz (@tedcruz) 19 agosto 2020

Questa settimana, mentre le tempeste di ghiaccio hanno superato il Texas e hanno fatto precipitare più di 4,4 milioni di persone in un'oscurità gelida, alcuni californiani su Twitter hanno inzuppato allegramente quegli stessi politici del Texas per non aver mantenuto l'elettricità durante i loro eventi meteorologici estremi.

Capisco. Capisco il tribalismo della politica. Ma in questo momento, milioni di americani stanno congelando senza potere – senza una fine in vista. È orribile e al di là della politica. La resilienza energetica, come il cambiamento climatico, non è di parte. Colpirà ogni comunità e sede statale, indipendentemente da chi è in carica.

La battaglia non è tra stati liberali e conservatori. È tra coloro che lavorano per un futuro energetico resiliente, pulito e accessibile ei politici e i fornitori di energia in carica che lo politicizzano.

La rete non è pronta per il cambiamento climatico

Sebbene la rete sia progettata per gestire i picchi della domanda di energia, l'affidabilità dipende dalla capacità degli operatori di prevedere le condizioni future della domanda e dell'offerta.

L'ondata di freddo della settimana ha colpito entrambi: i texani (con il potere) stavano alzando i termostati nello stesso momento in cui gli impianti a gas, carbone e nucleare sono stati messi fuori servizio in condizioni di ghiaccio.

A peggiorare le cose, le linee di trasmissione del Texas non erano all'altezza della sfida. Quindi, indipendentemente dalla fonte di energia, le interruzioni della rete continueranno fintanto che ci baseremo su una rete costruita per un clima del 20 ° secolo.

"La situazione in Texas sarebbe potuta accadere ovunque", ha detto Mahesh Sudhakaran, chief digital officer per il settore energia, ambiente e servizi di pubblica utilità presso IBM, in una e-mail. "Ha messo in luce l'importanza della resilienza della rete, che è qualcosa che ha un impatto su tutti noi".

È l'energia rinnovabile la colpa per la crisi energetica del Texas?

Difficile no. È stato un errore molto più grande a livello di sistema.

"La situazione che stiamo vedendo in Texas non è una sfida con l'elettrificazione o le energie rinnovabili", ha spiegato Sudhakaran. "La radice del problema è che le fonti di energia non sono state riscaldate per l'inverno semplicemente perché nessuno si aspettava mai temperature così estreme in Texas. Ciò ha creato un problema di domanda e offerta in cui la domanda superava di gran lunga l'offerta".

Se si desidera analizzare quali fonti di energia sono responsabili della mancanza di energia di 35 gigawatt, il contributo più significativo è stato il gas naturale, il carburante utilizzato dai texani per l'energia e il calore durante i picchi di utilizzo. Anche quelli con gas naturale nelle loro case non sono stati risparmiati dalle interruzioni. Texas Gas Service, uno dei maggiori servizi di distribuzione del gas nello stato, ha sofferto di carenze dovute all'eccesso di domanda e ai pozzi e condutture di gas congelati.

Mentre alcune turbine eoliche si sono congelate, sono state una parte minore del problema: circa il 13% delle interruzioni, secondo Bloomberg.

Naturalmente, alcuni politici ed esperti anti-rinnovabili si sono affrettati a incolpare le risorse eoliche e solari del Texas per le interruzioni, da Rick Perry a Tucker Carlson e il governatore del Texas Greg Abbott. La rappresentante degli Stati Uniti Lauren Boebert (R-Colorado) ha incolpato il Green New Deal (nonostante non sia una politica).

Il governatore del Texas Abbott accusa l'energia solare ed eolica per i blackout nel suo stato e dice "questo mostra come il Green New Deal sarebbe un affare mortale per gli Stati Uniti d'America" ​​pic.twitter.com/YfVwa3YRZQ

– Andrew Lawrence (@ndrew_lawrence) 17 febbraio 2021

Queste affermazioni sono fuorvianti: sono bugie. Ma non sono inaspettati. Queste affermazioni sono parallele alle conversazioni in California durante l'estate del 2020, quando lo stato ha dovuto affrontare interruzioni di corrente e blackout continui in un'ondata di caldo. Come il Texas, i sostenitori dei combustibili fossili hanno accusato l'energia rinnovabile. Come il Texas, gli impianti di gas naturale non stavano gestendo bene le condizioni meteorologiche estreme. E, come il Texas, la rete non è riuscita a raccogliere la sfida dei primi accenni di caos climatico.

Le interruzioni della rete rallenteranno il movimento per elettrificare tutto?

Solo se glielo permettiamo.

Per avere una possibilità in un futuro climatico sicuro, la ricerca è inequivocabile: dobbiamo elettrificare rapidamente gli edifici, i trasporti e l'industria. La domanda non è: "Dovremmo diventare completamente elettrici?" È "Cosa ci vorrà per diventare completamente elettrico?"

Attraverso questa lente, le interruzioni energetiche dovute a condizioni meteorologiche estreme dovrebbero essere utilizzate per identificare le politiche e le tecnologie necessarie per raggiungere un futuro di energia pulita e completamente elettrico. L'alternativa è espandere le fonti di energia sporca che esacerberanno condizioni meteorologiche estreme, assicurando che le soluzioni scivolino sempre più lontano.

Naturalmente, le interruzioni di corrente in Texas diventeranno sicuramente un'altra freccia di PR nella faretra degli scellini di gas naturale, quindi il movimento per l'elettrificazione potrebbe essere rallentato se quel messaggio spaventa con successo il pubblico sulla sicurezza energetica.

Ma se l'obiettivo è un'energia economica, affidabile e pulita, disastri come questo possono essere un prezioso momento di insegnamento.

"Semmai, la situazione in Texas sottolinea l'importanza di passare a una rete elettrica resiliente", ha scritto Sudhakaran. "Una rete elettrica resiliente ci offre più opzioni per bilanciare un portafoglio di generazione di energia (eolica, solare, fonti di carburante convenzionali) con la domanda (residenziale, commerciale, EV, batteria, ecc.). Questo ci consentirebbe di ottimizzare l'equilibrio per soddisfare sia il comfort che i risultati economici per tutti ".

Non siamo ancora pronti per una rete completamente elettrica, ma siamo sulla strada per arrivarci, a condizione che impariamo dalle debolezze del sistema di oggi e sviluppiamo le collaborazioni necessarie per rendere a prova di futuro il nostro futuro elettrificato.

Vuoi un'analisi più approfondita della transizione verso l'energia pulita? Iscriviti a Energy Weekly, la nostra newsletter gratuita via e-mail.