lunedì, Luglio 4, 2022
HomeAmbienteLa tecnologia per il clima è l'angolo più caldo del business VC...

La tecnologia per il clima è l’angolo più caldo del business VC negli anni 2020?

Questo è un estratto da “Climatenomics: Washington, Wall Street, and the Economic Battle to Save Our Planet” (Rowman & Littlefield, 2022). Ristampato con il permesso dell’editore.

Mentre le politiche del governo e la leadership di Washington possono aiutare ad accelerare il cambiamento, c’è un altro luogo che può accelerare il cambiamento molto più velocemente: la Silicon Valley.

Nel 2003, come giornalista tecnologico nazionale per una catena di giornali, ho visitato il campus di Google di Mountain View, in California, per incontrare il cofondatore Sergey Brin. A quel tempo, Google era ancora una società privata, sebbene vi fosse una diffusa speculazione sul fatto che avrebbe lanciato presto un’offerta pubblica iniziale. Nel momento in cui sono entrato nel parcheggio dell’azienda, ho avuto l’impressione che Google non fosse un’azienda tipica. A coprire molti dei parcheggi c’erano tettoie fatte di pannelli solari, qualcosa che è comune oggi ma allora era piuttosto insolito. Ancora più insoliti erano gli spessi cavi di alimentazione che pendevano dai pannelli di quasi tutti i parcheggi, qualcosa che non aveva senso fino a quando Brin e il team in seguito me lo spiegarono. A quel tempo, i veicoli elettrici erano ancora più rari delle tettoie dei parcheggi solari (la prima Tesla non sarebbe arrivata in strada per altri cinque anni). Ma Google sapeva che presto sarebbero arrivati ​​i veicoli elettrici e voleva essere pronto. Google voleva anche che i dipendenti e gli altri visitatori pensassero alle possibilità che potrebbero derivare dai parcheggi e dalle auto a energia solare che potresti collegare per fare rifornimento.

Due delle persone lungimiranti responsabili della prima implementazione dell’energia solare di Google erano Chris Sacca, che in qualità di consulente aziendale dell’azienda e in seguito capo delle iniziative speciali è stato coinvolto negli accordi di acquisto di energia di Google, e Andrew Beebe, che è stato direttore commerciale della società solare Suntech , che ha aiutato Google a diventare solare.

“Non c’era davvero alcun interesse aziendale fino a quando quei ragazzi non si sono fatti avanti e hanno detto: ‘Per favore, costruisci pannelli solari in tutto il nostro campus'”, ha ricordato Beebe durante un GreenBiz VERGE [climate] conferenza sulla tecnologia nell’ottobre 2021. “Ma (i dirigenti di Google) hanno anche detto: ‘Impostalo in modo che possiamo avere Walmart, Cisco, Microsoft e tutti i nostri concorrenti e vedere cosa abbiamo fatto.’ Ovviamente hanno avuto un ruolo estremamente catalizzatore nel far sì che tutto ciò accadesse”.

Sia Beebe che Sacca sarebbero diventati venture capitalist di successo, Beebe con Obvious Ventures, l’azienda che ha contribuito a lanciare società come Medium, Beyond Meat e il produttore di autobus elettrici Proterra, e Sacca con la sua azienda chiamata Lowercase Capital, che ha finanziato società come Twitter, Uber e Instagram. Per circa tre anni, Sacca è stato anche uno “squalo ospite” nel programma televisivo della ABC “Shark Tank”, in cui imprenditori in erba si contendono il favore – e il finanziamento – di investitori milionari. Ma non ci volle molto prima che Sacca si sentisse insoddisfatto finanziando start-up di gadget da cucina su “Shark Tank” o società di giochi elettronici nella Silicon Valley. Lui, come Beebe, ha rivolto la sua attenzione quasi completamente all’energia pulita e agli investimenti legati al clima.

Sacca e Beebe rappresentano uno degli angoli più caldi del business del venture capital negli anni 2020: il clima tecnologico. Alcune delle società che gli investitori come loro sostengono oggi diventeranno probabilmente le Google di domani. Solo invece di cambiare il modo in cui cerchiamo le cose su Internet, le aziende di tecnologia per il clima cambieranno il modo in cui produciamo e immagazziniamo la nostra energia, coltiviamo il nostro cibo e ci spostiamo dal punto A al punto B, sulla terraferma, sull’acqua o sull’aria. In tal modo, non solo trasformeranno la nostra economia, ma aiuteranno a salvare il pianeta.

Nel 2021, gli investimenti in società di tecnologia per il clima hanno raggiunto più di 31 miliardi di dollari, secondo la società di tracciamento degli accordi PitchBook. Era il 30 percento in più rispetto al 2020 e più di 2,5 volte quello del 2019. Questi grandi numeri probabilmente aumenteranno solo con l’attuazione delle politiche federali, statali e internazionali in materia di clima pulito ed energia pulita. Molto semplicemente, le politiche e i finanziamenti del governo aiutano a rassicurare i venture capitalist e altri investitori privati ​​affinché mettano a rischio una parte maggiore del loro denaro.

Nel 2021, gli investimenti in società di tecnologia per il clima hanno raggiunto più di 31 miliardi di dollari, secondo la società di tracciamento degli accordi PitchBook.

Gli investimenti nella tecnologia climatica e nella tecnologia pulita non riguardano più solo il solare, l’eolico o persino le batterie. Quelle aziende ora attraggono molti investitori tradizionali. Sono quasi come investire in ristoranti o immobili: sono troppo fuori luogo per i venture capitalist che sono più interessati a trovare tecnologie più dirompenti in grado di scalare rapidamente e creare grandi ritorni.

“Quello che guardiamo ogni giorno sono innovazioni energetiche che sono semplicemente folli, alcune delle quali stanno facendo cose che Einstein ha dichiarato letteralmente non sarebbero possibili”, ha detto Sacca alla conferenza VERGE. “Vediamo cose che accadono nella biologia sintetica, ad esempio, è semplicemente pazzesco”.

Tra gli incendi infernali in Occidente, gli uragani back-to-back in Oriente e gli scienziati ovunque avvertono che le cose sarebbero solo peggiorate, Sacca nell’agosto 2021 si è allontanato da Lowercase Capital, ha lasciato “Shark Tank” e con la moglie Crystal ha rivolto la sua attenzione in particolare a capire come finanziare e supportare le aziende che cercano di fare di più per affrontare il cambiamento climatico. La coppia ha lanciato un nuovo fondo di investimento chiamato Lowercarbon Capital. Nel giro di pochi giorni, hanno raccolto più di 800 milioni di dollari che Lowercarbon Capital potrebbe impiegare per cercare di “distruggere il pianeta”, nei termini di Sacca. Il fondo era così popolare, ha scritto Sacca sul blog di Lowercarbon Capital, che ha dovuto allontanare gli investitori. “Si scopre che la raccolta per un fondo per il clima nel contesto di un’ondata di caldo senza precedenti e da dietro le spesse nuvole di fumo probabilmente non ha fatto male”, ha scritto.

Da allora, Lowercarbon ha investito in aziende che catturano l’anidride carbonica e la trasformano in prodotti di consumo, riducono le emissioni di carbonio del bestiame e dei fertilizzanti negli allevamenti e estraggono materiali che sono fondamentali per le batterie e lo stoccaggio in modi che non distruggono l’ambiente. Una di queste società è Twelve, una start-up della Bay Area che “ricicla” l’anidride carbonica catturata dalle emissioni industriali e la trasforma in qualsiasi cosa, dal carburante per jet alle lenti degli occhiali da sole, sostituendo i combustibili fossili e la plastica. Un’altra azienda di cui Sacca è stata particolarmente entusiasta nel 2021 è stata Lilac Solutions, che ha raccolto 150 milioni di dollari per commercializzare la sua tecnologia di estrazione del litio. Lilac afferma di poter produrre l’elemento essenziale per le batterie 10.000 volte più velocemente rispetto ai metodi convenzionali, utilizzando il 90% in meno di terra e acqua. Lowercarbon Capital ha anche effettuato numerosi importanti investimenti in aziende all’incrocio tra agricoltura e clima, tra cui la start-up Formo, che sta seguendo il modello Beyond Meat e Impossible Burger per produrre ottimi formaggi europei che non richiedono latticini o mucche; Entocycle, che ha scoperto come accelerare il periodo di gestazione per le larve di mosca soldato nero che sono tra i convertitori più veloci al mondo di rifiuti alimentari in proteine; e Nitricity, che utilizza moduli a energia solare posizionati intorno alle fattorie per produrre letteralmente fertilizzanti dal nulla convertendo e elaborando i nitrati presenti nell’atmosfera.

Se le larve di mosca mangia-immondizia e i formaggi pregiati bioingegnerizzati in un laboratorio sterile non suonano come modelli di business attraenti, ripensaci. Secondo il gruppo di ricerca Climate Tech VC, la tecnologia climatica legata al cibo e all’acqua è stata il più grande settore per il finanziamento di iniziative sul clima nel 2021, seguito da mobilità, beni di consumo ed energia pulita. L’opinione degli investitori tecnologici su cibo e agricoltura sta producendo nuovi colpi di scena high-tech in uno dei settori economici più antichi e consolidati del mondo. Nori, start-up di agricoltura pulita con sede a Seattle, ad esempio, ha iniziato nel 2017 quando i suoi cofondatori hanno partecipato a un concorso di hackathon per i programmatori per trovare nuovi modi di utilizzare la tecnologia blockchain per il bene sociale. Lontano dalla fattoria più vicina, quello che hanno escogitato è stato un modo per utilizzare la tecnologia blockchain per monitorare e tracciare le pratiche agricole a basse emissioni di carbonio e quindi monetizzarle vendendo compensazioni di rimozione del carbonio basate sulla fattoria.

In tal modo, Nori sta incentivando gli agricoltori a utilizzare pratiche agricole più rispettose del clima che non solo riducano le emissioni di carbonio, ma aumentino effettivamente la capacità del suolo e delle colture di immagazzinare carbonio, creando al contempo un nuovo mercato per la rimozione e il commercio del carbonio. Nel 2020, Nori ha raccolto oltre 5 milioni di dollari in finanziamenti iniziali per lanciare la sua piattaforma. “La chiamiamo agricoltura intelligente per il clima, pensando alla rimozione del carbonio come a un raccolto”, ha detto a E2 Christophe Jospe, cofondatore di Nori.

Questo estratto è stato aggiornato dalla pubblicazione.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI