Le città degli Stati Uniti hanno acquistato più energia rinnovabile che mai nel 2020

0
56

Questo articolo è originariamente apparso su WRI

Mentre il mondo vacilla per il colpo finanziario del COVID-19, i governi locali degli Stati Uniti sono sotto enorme pressione poiché le città e le contee devono affrontare gravi carenze di budget. Ciò costringe a tagli alle spese cruciali per l'istruzione e le infrastrutture, nonché a licenziamenti, permessi e blocchi delle assunzioni. La perdita di fondi critici avrebbe potuto seriamente ostacolare i continui progressi dei governi locali degli Stati Uniti sull'energia rinnovabile.

Nonostante gli enormi ostacoli, i governi locali degli Stati Uniti hanno acquistato più energia rinnovabile nel 2020 che mai, secondo i nuovi dati del Local Government Renewables Action Tracker. Quasi 100 città e contee in 33 stati hanno completato 143 accordi, aggiungendo 3.683 megawatt (MW) di capacità di energia rinnovabile. Si tratta di un aumento del 23% rispetto al 2019 e rappresenta energia sufficiente per alimentare 811.000 famiglie all'anno.

Le città degli Stati Uniti hanno siglato accordi di ogni tipo e dimensione, un passaggio positivo verso l'energia rinnovabile che le città devono continuare a perseguire per raggiungere obiettivi di sostenibilità più ampi. Ecco quattro modi degni di nota in cui i governi locali hanno acquistato energia rinnovabile nel 2020:

1. Firmare accordi di dimensioni da record

I più grandi accordi solari ed eolici firmati dalle città statunitensi sono stati entrambi annunciati nel 2020. Ad aprile, subito dopo aver annunciato il suo Piano d'azione per il clima, Houston ha firmato un contratto al dettaglio per una capacità solare stimata di 492 MW, il più grande accordo solare firmato da una città. Cinque mesi dopo, il Dipartimento per l'acqua e l'energia di Los Angeles ha aggiunto il parco eolico Red Cloud nel New Mexico al portafoglio di energia rinnovabile della città attraverso un PPA fisico fuori sede da 331 MW.

Questi due esempi sono rappresentativi di una tendenza complessivamente positiva: la dimensione media degli accordi con le amministrazioni locali negli Stati Uniti è quasi raddoppiata da 14 MW nel 2015 a 26 MW nel 2020. PPA fisici fuori sede, che hanno rappresentato oltre il 40% di tutti gli accordi dai governi locali nel 2020, ha contribuito a renderlo possibile consentendo alle città di acquistare grandi quantità di elettricità e certificati di energia rinnovabile (REC) a prezzi concordati per periodi fissi direttamente da parchi solari o eolici. Questi acquisti fuori sede su larga scala possono aiutare le città a pianificare meglio creando certezza sui costi energetici futuri, avvicinando significativamente le città ai loro obiettivi di raggiungere il 100% di energia rinnovabile.

2. Collaborare con i partner regionali

Mentre alcune città possono ottenere energia pulita tramite PPA fisici fuori sede, alcuni governi locali non hanno questa opzione. Di conseguenza, hanno intrapreso una strada diversa: lavorare con le utility per accedere a progetti di energia rinnovabile su larga scala non potrebbero altrimenti. Nel 2020, la città di Charlotte, nella Carolina del Nord, ha firmato un contratto per l'acquisto di elettricità da un progetto solare locale da 35 MW attraverso il Green Source Advantage di Duke Energy. Questo programma, un esempio di tariffa verde per le utenze, consente a Charlotte di negoziare direttamente con uno sviluppatore di energie rinnovabili su prezzi e tempistiche, dopodiché Duke Energy consegna l'energia alla città. In Arizona, la città di Tempe, la città di Gilbert e la comunità indiana Salt River Pima-Maricopa hanno aderito separatamente al programma tariffario verde del Salt River Project per ottenere una piccola parte dell'energia da un impianto solare locale da 300 MW. In Virginia, la contea di Arlington ha collaborato con Dominion Energy per acquistare il 32% dell'energia generata da un nuovo parco solare da 120 MW, mentre Amazon ha acquistato il resto.

Oltre a lavorare con le proprie utenze, alcune città stanno stabilendo partnership pubblico-privato con altre istituzioni locali per acquistare elettricità. La città di Nashville e la Vanderbilt University hanno aderito al programma tariffario verde della Tennessee Valley Authority, Green Invest, per costruire e acquistare energia solare da un progetto locale da 125 MW. Unendosi insieme, la città e l'università sono state in grado non solo di sostenersi a vicenda durante il processo di appalto, ma anche di sfruttare il loro potere di acquisto collettivo per raggiungere gli obiettivi climatici in modo più economico ed efficiente.

3. Incorporare la formazione professionale e i benefici sociali

I governi locali hanno iniziato a includere considerazioni di equità e programmi di formazione professionale nei loro accordi sulle energie rinnovabili, dimostrando che le energie rinnovabili possono aiutare i governi a raggiungere obiettivi sociali ed economici, oltre ai loro obiettivi climatici. Ad esempio, Denver, in Colorado, ha riservato almeno il 20% dell'energia solare dai suoi nove imminenti progetti solari comunitari per i residenti a basso e moderato reddito, il che ridurrà le loro bollette energetiche. Denver sta anche sviluppando un programma di formazione retribuito associato, che impiegherà circa 20 residenti durante la costruzione.

Questi accordi dimostrano che le città e le contee di tutto il paese hanno compiuto progressi significativi sul clima in un momento di incertezza.

La città di Madison, nel Wisconsin, ha adottato un approccio simile con il suo impianto solare da 240 kilowatt sull'edificio locale del Metro Transit, il più grande nella storia della città. Questo progetto è stato realizzato da GreenPower, un programma di formazione professionale e di impiego a tempo pieno che insegna ai residenti con poca esperienza a installare pannelli solari, consentendo ad alcuni partecipanti di assicurarsi un impiego a tempo indeterminato nel settore. Dalla creazione del programma nel 2016, diversi gruppi di tirocinanti hanno installato più di 17 sistemi nelle strutture cittadine. Insieme, queste installazioni ammontano a circa l'80% della capacità solare di 1 MW aggiunta dalla città fino ad oggi.

4. Utilizzo di approcci di finanziamento creativo

Di fronte alla crisi COVID-19 e alle conseguenti ricadute finanziarie, alcuni governi locali e autorità regionali si sono rivolti a approcci di finanziamento innovativi per aiutare a portare a termine i loro accordi. Un esempio è la Washington Metropolitan Area Transit Authority (WMATA) nell'area di Washington, DC. Di fronte a tagli alle sovvenzioni dovuti a COVID-19, WMATA ha deciso di affittare 13 campi da calcio di spazio in quattro delle sue stazioni ferroviarie per l'installazione di 12,8 MW di energia solare su tettoie per auto e tettoie. Con questo accordo, WMATA non sta solo ospitando uno dei più grandi progetti solari della comunità negli Stati Uniti, ma ha anche creato un flusso di finanziamenti per se stessa fino al 2047.

Altri governi, come la contea di Knox nel Maine, hanno scelto di utilizzare i fondi federali ricevuti attraverso il Coronavirus Aid, Relief, and Economic Security Act (CARES) a sostegno delle energie rinnovabili. Dopo aver considerato per anni un parco solare, la contea è stata finalmente in grado di acquistare il proprio impianto solare da 5 MW proprio accanto all'aeroporto regionale di Knox County tramite una sovvenzione di 17,9 milioni di dollari, prevedendo un ritorno sull'investimento di quasi il 70% che aiuterà l'aeroporto diventa finanziariamente indipendente dai contribuenti.

Mantenere lo slancio post-COVID-19

Le città e le contee degli Stati Uniti hanno acquistato quantità di energia pulita senza precedenti nell'ultimo anno, nonostante le enormi difficoltà dovute alla pandemia COVID-19. Questi esempi provenienti da tutto il paese – da città grandi e piccole, aree rurali e urbane – evidenziano sia l'ambizione che l'intraprendenza dei governi locali nella loro continua lotta contro il cambiamento climatico. La firma di contratti più ampi aiuta i governi locali a raggiungere i loro obiettivi climatici in modo più efficiente, mentre attingere a diverse fonti di finanziamento rende possibili progetti di energia più pulita. La collaborazione con i servizi pubblici e gli acquirenti locali, a sua volta, può aiutare le città ad accedere a progetti su larga scala e consentire maggiori vantaggi economici e climatici. Ultimo ma non meno importante, includere considerazioni sociali e di equità nei piani per le energie rinnovabili può anche creare posti di lavoro e fornire sostegno alle comunità a basso e moderato reddito.

La cosa più importante, tuttavia, è che questi accordi dimostrano che le città e le contee di tutto il paese hanno compiuto progressi significativi sul clima in un momento di incertezza. Ciò ha reso il 2020 un anno fondamentale per le energie rinnovabili negli Stati Uniti, ma c'è ancora del lavoro da fare. I governi locali devono mantenere questo slancio e rimanere imperterriti nella loro spinta per un mondo più pulito e più sostenibile dopo il COVID-19.