sabato, Ottobre 16, 2021
Home Ambiente Le città si uniscono per acquistare rinnovabili su larga scala

Le città si uniscono per acquistare rinnovabili su larga scala

A marzo, 24 governi locali del Maryland si sono uniti su un piano per acquistare energia rinnovabile sufficiente per alimentare più di 246.000 case all'anno. Lo hanno fatto emettendo una richiesta congiunta di proposta (RFP) attraverso il Baltimore Regional Cooperative Purchasing Committee (BRCPC) per cercare una fornitura fino a 240.000 MWh di energia rinnovabile a partire dal 2022. Questa transazione su larga scala è stata resa possibile da un'energia approccio di approvvigionamento noto come aggregazione energetica, un modo per due o più acquirenti di acquistare elettricità da un impianto di generazione su larga scala.

Secondo il nuovo rapporto dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), le emissioni di gas serra (GHG) devono raggiungere il picco entro quattro anni per limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius e le città hanno un ruolo fondamentale da svolgere nel raggiungimento di tale obiettivo. L'aggregazione può essere un modo potente per le città di aumentare rapidamente la loro energia rinnovabile e aiutare a decarbonizzare le economie locali alla velocità e alla scala necessarie. Tuttavia, la maggior parte delle città non ha perseguito l'aggregazione a causa di una comprensione inadeguata della sua nuova struttura del contratto e della mancanza di strumenti e risorse per aiutare a semplificare il processo.

Per aiutare le città a superare queste barriere, l'anno scorso l'American Cities Climate Challenge Renewables Accelerator, un'iniziativa co-guidata da RMI e World Resources Institute, ha iniziato a organizzare una coorte di aggregazione delle energie rinnovabili su larga scala. Questa coorte ha fornito assistenza tecnica a più di 30 organizzazioni, incluso il BRCP. È in corso una seconda iterazione della coorte con un nuovo gruppo di organizzazioni. Inoltre, un rapporto RMI appena pubblicato, "Procuring Large-Scale Renewables through Aggregation: A Guide for Local Governments", mira ad aiutare più città a comprendere e perseguire l'aggregazione.

Man mano che sempre più città intraprendono azioni per decarbonizzare il sistema elettrico, l'aggregazione sarà un'opzione sempre più importante in grado di fornire agli acquirenti numerosi vantaggi, come l'apertura di porte per le città più piccole, la creazione di effetti di rete positivi e lo sblocco di maggiori risparmi sui costi.

Consentire agli acquirenti più piccoli di accedere a progetti su larga scala

L'aggregazione può consentire la partecipazione delle città più piccole che, da sole, non sono in grado di acquistare elettricità sufficiente per attirare l'attenzione degli sviluppatori. Ciò è particolarmente importante per le comunità più piccole con obiettivi di energia rinnovabile al 100%, poiché la maggior parte dei comuni non può fornire il 100% del proprio fabbisogno di elettricità con la sola generazione di energia solare in loco. Pertanto, un approvvigionamento fuori sede su larga scala sarà una componente essenziale della strategia di decarbonizzazione di molti piccoli acquirenti.

Stipulare un contratto di acquisto di energia rinnovabile è stato il nostro passo successivo, ma il nostro consumo è troppo piccolo per farlo da soli.

Un esempio di un piccolo acquirente che accede a progetti di energie rinnovabili su larga scala è un acquisto solare congiunto da 25 MW completato da MIT, Boston Medical Center (BMC) e Post Office Square (POS) nel 2016. In questo accordo aggregato, il MIT si è impegnato ad acquistare il 73% della potenza generata dal nuovo array, con BMC che acquista il 26% e POS che acquista il resto.

"Sottoscrivere un contratto di acquisto di energia rinnovabile è stato il nostro passo successivo, ma il nostro consumo è troppo basso per farlo da soli", ha affermato Pamela Messenger, direttore generale di Friends of POS. "È entusiasmante unire le forze con due leader del settore, consentendoci di mitigare il 100% della nostra impronta elettrica".

Allo stesso modo, anche altri governi locali più piccoli hanno utilizzato l'aggregazione per ottenere l'accesso, come cinque governi locali nel Maine. Hanno collaborato per il primo progetto di rinnovabili multi-città dello stato, un pannello solare da 4 MW, che fornisce benefici climatici equivalenti a più di 4.000 acri di foreste.

Senza mettere in comune la domanda di elettricità con altri acquirenti, le città più piccole non sarebbero in grado di accedere da sole a progetti su larga scala, rendendo difficile ridurre le proprie emissioni di carbonio in modo efficiente.

Creare opportunità di condivisione delle conoscenze

Unendosi, le città possono non solo aggregare il loro potere d'acquisto, ma anche mettere in comune le loro conoscenze per semplificare i processi di approvvigionamento. L'esperienza condivisa tra i partecipanti può generare effetti di rete positivi, tra cui maggiore tutoraggio, maggiore credibilità e supporto per gli acquirenti inesperti.

Ad esempio, la città di Nashville ha stretto una partnership con la Vanderbilt University lo scorso anno per acquistare elettricità da un progetto solare da 125 MW come parte del programma Green Invest della Tennessee Valley Authority. Questa partnership pubblico-privato ha permesso alla città di sfruttare le competenze del comitato consultivo per gli studi sull'energia rinnovabile su larga scala dell'università per identificare la migliore strategia di mitigazione del rischio.

Inoltre, un gruppo di acquirenti può condividere anche avvocati, commercialisti o consulenti esterni.

Secondo Susan R. Wente, rettore ad interim della Vanderbilt University, "Vogliamo che questa partnership serva da modello di collaborazione che altre organizzazioni all'interno della nostra regione e oltre possono replicare per apportare cambiamenti duraturi e a lungo termine per proteggere il nostro ambiente condiviso". In effetti, le connessioni formate all'interno del gruppo di aggregazione hanno attirato l'attenzione dei media nazionali e stanno inviando un segnale potente a servizi pubblici, responsabili politici e sviluppatori che i governi locali sono seriamente intenzionati a decarbonizzare rapidamente il sistema elettrico.

Inoltre, un gruppo di acquirenti può condividere anche avvocati, commercialisti o consulenti esterni. Ad esempio, 15 comuni ed enti pubblici della Pennsylvania, che hanno anche partecipato al Renewables Accelerator's Large-Scale Renewables Aggregation Cohort, si sono uniti per indagare sulla fattibilità dell'investimento in un accordo solare congiunto. Le 15 entità hanno emesso una richiesta di offerta congiunta per i consulenti energetici a maggio per condividere servizi di consulenza esterni.

Sbloccare maggiori risparmi sui costi

Durante il processo collaborativo, le offerte aggregate possono produrre diversi risparmi sui costi perché consentono alle città di ottenere maggiori economie di scala combinando le richieste di energia rinnovabile di più acquirenti.

Ad esempio, un'analisi del National Renewable Energy Laboratory stima che l'acquisto di 100 MW di energia solare invece di 5 MW può ridurre i costi di sviluppo del 24%. Ciò può portare a risparmi sui costi sotto forma di prezzi di contratto di acquisto di energia più bassi per tutti gli acquirenti, indipendentemente dalle dimensioni.

In un altro caso, la società Enel X, che sta lavorando con BRCPC su una strategia di acquisto congiunto, ha scoperto che i progetti di energia rinnovabile in genere devono avere una dimensione superiore a 20 MW per essere economici. L'azienda ha scoperto che l'aggregazione è un modo per gli acquirenti più piccoli di partecipare a grandi progetti.

Lavorando insieme, le nostre città sono in grado di fornire energia pulita alle loro comunità in modo economico.

In Florida, 12 città si sono unite per formare il Florida Municipal Solar Project. Stanno sviluppando 372,5 MW di capacità energetica a zero emissioni, sufficiente per alimentare 75.000 case della Florida. Secondo Jacob Williams, CEO e direttore generale della Florida Municipal Power Agency, "Lavorando insieme, le nostre città sono in grado di fornire energia pulita alle loro comunità in modo conveniente". Clint Bullock, direttore generale e CEO della Orlando Utilities Commission, ha spiegato: "Possiamo sfruttare le economie di scala per ridurre il prezzo del solare a un punto in cui una dozzina di aziende municipalizzate possono permettersi di firmare e credo che questo sia qualcosa che le persone intorno al paese ne terrà conto".

Meglio insieme

Poiché sempre più città fissano obiettivi per la transizione alle energie rinnovabili, l'aggregazione sta democratizzando l'accesso all'energia pulita consentendo ai partecipanti, in particolare agli acquirenti più piccoli, di sviluppare collettivamente progetti di energie rinnovabili significativamente più grandi di quelli a cui qualsiasi acquirente potrebbe accedere individualmente. Le partnership possono creare effetti di rete positivi attraverso la condivisione delle conoscenze e ispirare altre organizzazioni all'interno della regione a replicare il modello di collaborazione. Sbloccando maggiori risparmi sui costi, le offerte aggregate forniscono un meccanismo a costi inferiori per le città per raggiungere gli obiettivi climatici in modo efficiente.

Il nuovo rapporto dell'IPCC sottolinea l'urgenza di decarbonizzare il sistema elettrico e ridurre i gas serra. Per fare la loro parte, le città devono aumentare il ritmo e la portata dell'approvvigionamento di energia rinnovabile. Sebbene l'aggregazione sia ancora un metodo di approvvigionamento relativamente sottoutilizzato, questo approccio è fondamentale per aiutarli a farlo.

Il nostro report, "Procuring Large-Scale Renewables through Aggregation: A Guide for Local Governments", aiuta i governi locali passo dopo passo attraverso il processo di approvvigionamento aggregato e fornisce collegamenti ad altri strumenti e risorse chiave pertinenti a ciascuna fase.

Le città devono agire ora per ridurre le emissioni di gas serra. Il miglior percorso da seguire prevede il coinvolgimento di tutti gli attori e la garanzia di una struttura economica più promettente per un'ampia gamma di acquirenti. Nella battaglia contro il cambiamento climatico, è meglio aggregarsi che andare da soli.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI