mercoledì, Ottobre 5, 2022
HomeAmbienteL'idrogeno verde è l'ultimo pezzo per risolvere il puzzle della decarbonizzazione

L’idrogeno verde è l’ultimo pezzo per risolvere il puzzle della decarbonizzazione

Questo articolo è sponsorizzato da Plug Power.

L’idrogeno verde sarà essenziale per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione dell’accordo di Parigi. Quasi tutti vogliono prendersi più cura della Terra, ma raggiungere un limite di riscaldamento globale inferiore a 2 gradi Celsius entro il 2050 senza un’ampia serie di fonti di energia a zero emissioni di carbonio è difficile.

La crescita dell’adozione delle energie rinnovabili, sebbene rapida, è stata ostacolata dall’intermittenza: cicli ambientali, stagionali e giornalieri che possono limitarne l’uso o l’efficienza. Per chiudere l’ultimo miglio di decarbonizzazione, queste fonti di energia rinnovabile hanno bisogno di un partner quando il sole non splende e il vento non soffia.

Le prime tre fonti di emissioni di riscaldamento climatico negli Stati Uniti provengono dai trasporti, dalla produzione di energia e dall’industria. Le emissioni di alcune parti dell’economia sono difficili da eliminare. Secondo Plug Power, l’idrogeno verde è l’unica opzione a zero emissioni di carbonio in grado di decarbonizzare industrie come l’aviazione, le spedizioni, i trasporti su lunghe distanze e la produzione di cemento e acciaio.

L’idrogeno è abbondante e la sua fornitura è praticamente illimitata. L’idrogeno verde, creato dalla scissione dell’acqua mediante elettrolisi e produce solo idrogeno e ossigeno, è una fonte priva di emissioni che può essere “sempre attiva” e invertire la tendenza contro la scarsità di risorse. Può essere utilizzato dove viene prodotto o trasportato altrove, tramite condutture, su strada in autocisterne per liquidi criogenici o rimorchi per tubi gassosi. A differenza delle batterie utilizzate per i veicoli elettrici e dell’energia stazionaria che non sono in grado di immagazzinare grandi quantità di elettricità per lunghi periodi di tempo, l’idrogeno può essere prodotto da energia rinnovabile in eccesso e immagazzinato in grandi quantità per lungo tempo in serbatoi.

Libbra per libbra, l’idrogeno contiene quasi tre volte più energia dei combustibili fossili, quindi è necessaria meno per portare a termine un compito. Allo stesso modo, un vantaggio dell’idrogeno verde è che può essere prodotto ovunque ci siano acqua ed elettricità per generare più elettricità o calore. Dividendo la molecola d’acqua H2O mediante elettrolisi, hai idrogeno (H2) e ossigeno (O) pronti per essere schierati.

L’idrogeno verde può essere immagazzinato nei gasdotti esistenti per alimentare le famiglie. Può anche essere una fonte di energia rinnovabile quando viene convertito in un vettore come l’ammoniaca, un carburante a zero emissioni di carbonio per le spedizioni, ad esempio. Può anche essere utilizzato con le celle a combustibile per alimentare tutto ciò che utilizza elettricità, come veicoli elettrici e dispositivi elettronici. E a differenza delle batterie, le celle a combustibile a idrogeno non hanno bisogno di essere ricaricate e non si esauriscono, fintanto che l’idrogeno liquido è disponibile per rifornirle.

Sebbene alcuni esperti del settore prevedano che ci vorranno 10 anni prima dell’adozione diffusa, l’idrogeno verde è qui e pronto. Ad esempio, Walmart utilizza l’idrogeno verde per alimentare i suoi carrelli elevatori nei centri di distribuzione e adempimento, Edison Motors utilizza celle a combustibile a idrogeno verde per le sue flotte di autobus urbani e le case automobilistiche, come Toyota, realizzano da anni i vantaggi del carburante a idrogeno . Un recente studio McKinsey ha stimato che entro il 2030 l’economia dell’idrogeno degli Stati Uniti potrebbe generare 140 miliardi di dollari e supportare 700.000 posti di lavoro, mentre un rapporto dell’Hydrogen Council stima che il 18% del mercato energetico mondiale sarà costituito da idrogeno entro il 2050.

L’idrogeno verde da solo non può affrontare i problemi di emissioni del mondo, ma senza di esso non possiamo decarbonizzare completamente l’economia. Plug Power crede che l’idrogeno verde sia solo un pezzo del puzzle e che dobbiamo costruire un’architettura integrata di energia rinnovabile, composta da solare, eolico, batterie e idrogeno verde. Questa è l’infrastruttura energetica del futuro e non può essere raggiunta senza idrogeno verde.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments