Lo zero netto sta trasformando l'approvvigionamento di energia pulita

0
44

"Net zero" sta mangiando tutti gli altri linguaggi del clima aziendale.

Due anni fa, vedevo regolarmente titoli sugli obiettivi aziendali di energia rinnovabile nella mia dieta quotidiana di newsletter e presentazioni di pubbliche relazioni. Ora quegli annunci sono rari. Le società puntano esclusivamente a obiettivi netti zero.

Sebbene il nome possa essere diverso, fondamentalmente la strategia è simile ai precedenti impegni sul clima: ridurre le emissioni il più rapidamente possibile.

I leader energetici aziendali possono promuovere la decarbonizzazione nel settore energetico

Le aziende sono state a lungo una forza trainante nello stimolare le installazioni solari ed eoliche. Hanno contribuito a promuovere nuovi modelli di approvvigionamento che rendono l'energia pulita accessibile a più tipi di acquirenti e segnalano al mercato che c'è un appetito per l'elettricità rinnovabile.

Con le aziende orientate verso obiettivi zero-netto, più organizzazioni stanno considerando le emissioni evitate a seguito di accordi sull'energia pulita, piuttosto che contare solo i megawatt. Secondo la Renewable Energy Buyers Alliance (REBA), con la maturazione del mercato dell'energia, è cresciuta anche la mentalità degli acquirenti di energia riguardo al vero impatto dei progetti di energia rinnovabile con una maggiore attenzione all'ottimizzazione della riduzione del carbonio.

Questo cambiamento di pensiero è una delle principali tendenze di approvvigionamento nel rapporto annuale sullo stato del mercato di REBA ed è evidente nell'aumento degli impegni netti zero da parte di aziende tra cui Microsoft, Wells Fargo, Netflix, PepsiCo, Bain and Co., Amazon, IBM , Nestlé, General Motors e Google.

Se l'obiettivo dell'acquisto di energia rinnovabile è mitigare il cambiamento climatico, è fondamentale comprendere i benefici delle emissioni di gas serra per i singoli progetti. Dove si trova un progetto può fare una grande differenza. Secondo WattTime, un'organizzazione non profit tecnologica che fornisce strumenti per comprendere meglio le emissioni del mondo reale, i team di approvvigionamento aziendale potrebbero ottenere il 34% in più di riduzioni delle emissioni individuando progetti basati sulle emissioni evitate.

Ad esempio: l'approvvigionamento di elettricità da un impianto di energia rinnovabile viene aggiunto a una porzione della rete fortemente dipendente dal carbone, sostituendo una fonte di energia ad alte emissioni. Secondo WattTime, un progetto solare nel West Virginia eviterebbe il triplo delle emissioni di un progetto della stessa dimensione in California, semplicemente a causa della struttura della rete.

Le aziende stanno anche evolvendo strategie di approvvigionamento per includere tecnologie più complesse, come l'abbinamento di progetti con lo stoccaggio di energia. Non solo l'aggiunta di batterie apporta valore ai progetti immagazzinando energia fino a quando la rete non ne ha bisogno, ma questo approccio potrebbe anche aggiungere energia pulita alla rete nei periodi più sporchi.

Questi accordi sono supportati dal calo dei costi di questa tecnologia. Dal 2010, lo stoccaggio di energia ha visto una riduzione dei prezzi dell'88%, rendendolo un'opzione più attraente nelle offerte di energia pulita. Nel primo trimestre, tre delle più grandi transazioni di energie rinnovabili includevano lo stoccaggio di energia, con gli sviluppatori che citano la decarbonizzazione, la resilienza e il valore accresciuto dei progetti come motivatori.

L'elettricità pulita è zero netto 101

Di tutte le fonti di potenziali riduzioni delle emissioni, la decarbonizzazione del settore energetico è tra le più semplici.

Questo non vuol dire che sarà facile. Per gestire il settore energetico con energia priva di emissioni di carbonio, avremo bisogno di distribuire energia pulita a livelli record ogni anno per i prossimi decenni. Ciò richiederà affrontare i problemi di utilizzo del suolo, i punti critici della catena di approvvigionamento e considerazioni sul lavoro. Richiederà anche una varietà di risorse, aggiornamenti alla rete e la diffusione di tecnologie intelligenti. Ma ad alto livello sappiamo come farlo.

L'Agenzia Internazionale dell'Energia riflette l'importante ruolo del settore elettrico nel suo scenario di pianificazione degli scenari, in cui la generazione e la distribuzione di elettricità passa dal più alto emettitore a un emettitore negativo da qui al 2070.

L'amministrazione Biden si sta avvicinando a questo attraverso il Clean Electricity Standard, una politica per la transizione del settore energetico al 100% entro il 2035. Se questo approccio fosse adottato e il paese continuasse ad elettrificare edifici, industria e trasporti, ciò contribuirebbe a tagliare dal 70 all'80% delle emissioni di carbonio degli Stati Uniti, secondo Leah Stokes, esperta di politica climatica (e keynote di VERGE Electrify).

Come arrivare allo zero netto: compensazioni vs. riduzioni

Ad un livello elevato, gli impegni netti zero sono promettenti. Indicano che le organizzazioni stanno considerando i loro impatti climatici in modo olistico, invece di ridurre selettivamente le emissioni associate a parti specifiche delle loro operazioni.

Sono anche preoccupanti. Le organizzazioni, in generale, non sanno come raggiungeranno i loro obiettivi di zero netto. Molti fanno troppo affidamento sulle compensazioni o sulle nascenti tecnologie di cattura del carbonio. Molte aziende hanno obiettivi di metà secolo e più della metà non sono sulla buona strada per raggiungerli.

Gli attivisti per il clima hanno etichettato molti di questi piani come greenwashing aziendali, definendo "zero netto" "non zero" e dicendo che questi impegni vengono utilizzati per mascherare l'inerzia del clima.

Spesso hanno ragione. Qualsiasi piano net-zero che sia serio nell'affrontare il cambiamento climatico deve includere una rapida decarbonizzazione.

Quindi come dovrebbero le aziende, le comunità e i paesi bilanciare la loro strategia di compensazioni e riduzioni?

Un modo per pensarci è l'analogia della barca che affonda: siamo su una barca (la Terra) con un buco gigante che sta rapidamente prendendo acqua. Se la barca assume troppa acqua (emissioni), affonderà (catastrofe climatica). Hai due strumenti: togli l'acqua dalla barca o tappi il buco.

Per rendere le cose più complicate, non abbiamo ancora inventato un secchio di salvataggio affidabile. Abbiamo aspettato così tanto tempo per ammettere che stiamo affondando, tappare il buco da solo non è sufficiente per tenerci al sicuro. Ma fino a quando non inventeremo il secchio di salvataggio, la nostra migliore possibilità è tappare quel buco. Veloce.