Mentre l'industria del bestiame lancia progetti da letame a energia, gli ambientalisti gridano "Greenwashing"

0
94

Quando il più grande produttore mondiale di carne suina e un'importante azienda di servizi pubblici hanno annunciato che avrebbero collaborato per trasformare il letame di maiale proveniente dagli allevamenti di suini della Carolina del Nord in energia, hanno annunciato la loro nuova partnership come una vittoria per entrambe le aziende e per il clima.

Con un impegno di $ 500 milioni e una joint venture coniata di recente chiamata Align RNG, Smithfield Foods e Dominion Energy hanno deciso di catturare il metano emesso dalle "lagune" di letame di maiale gigante, convertirlo in biogas, quello che le industrie chiamano "gas naturale rinnovabile" – e iniettare quel biogas nelle condutture per riscaldare case ed edifici.

La partnership, hanno detto le società, creerebbe il più grande progetto di concime energetico nella Carolina del Nord, uno stato con il potenziale per diventare il più grande produttore di biogas da allevamento nel paese. Allo stesso tempo, il progetto aiuterebbe le aziende a raggiungere i loro obiettivi di riduzione delle emissioni legate al riscaldamento climatico, hanno affermato.

Alleanze simili stanno emergendo in tutto il paese poiché l'industria del bestiame è sottoposta a un controllo sempre più critico per le sue emissioni di gas serra e le società di servizi e le società elettriche tentano di rispettare gli impegni relativi al clima. Per citare solo due esempi recenti, Duke Energy ha annunciato a luglio che collaborerà con i produttori di latte nel sud-est. A settembre, Chevron ha annunciato un progetto con California Biogas e i produttori di latte dello Stato.

Ma mentre i servizi pubblici, le compagnie petrolifere e le aziende zootecniche propongono il biogas come una soluzione per la riduzione delle emissioni, i critici affermano che si limita a bloccare i sistemi che consentono a due industrie altamente inquinanti di continuare senza controllo e senza affrontare veramente il loro impatto sul clima. Queste fattorie industriali, come le infrastrutture per il petrolio e il gas, sono situate in modo sproporzionato in comunità a basso reddito e minoritarie, dove l'inquinamento affligge i corsi d'acqua, l'aria e la qualità della vita.

"È un greenwashing assoluto", ha affermato Sherri White-Williamson, direttore della politica di giustizia ambientale presso il North Carolina Conservation Network. "Se ci pensi, non c'è nulla di rinnovabile nel biogas, perché per farlo devi far crescere i maiali in grandi quantità in enormi strutture".

Ha aggiunto: "Continua solo a radicare quel sistema".

Lo sviluppo del biogas sta creando un nuovo flusso di entrate per l'industria del bestiame, stimolando potenzialmente i grandi operatori ad espandere e aggiungere più animali ai loro inventari. Nella centrale lattiero-casearia del Wisconsin e in California, il più grande stato lattiero-caseario del paese, ci sono prove che tale espansione sta già avvenendo. Allo stesso tempo, il biogas sostiene la costruzione di nuove infrastrutture per il gas naturale, in gran parte con finanziamenti pubblici.

"Stiamo vedendo che queste cose si stanno aprendo, non solo in California, ma in tutto il paese", ha detto Sasan Saadat, analista della campagna The Right To Zero, uno sforzo di EarthJustice per spingere la California verso l'energia zero netta. "Le industrie del gas e del bestiame sono tra i maggiori inquinatori, quindi questo è un modo per queste aziende di elaborare narrazioni persuasive sul motivo per cui i loro modelli di business possono rimanere gli stessi ed essere comunque coerenti con l'azione per il clima".

Inizialmente, l'idea di catturare il metano dalle lagune di letame e convertirlo in biogas sembrava un modo praticabile per ridurre le emissioni di metano, e ci sono prove che lo fa proprio questo. Secondo l'Environmental Protection Agency, attraverso tale conversione, una grande azienda lattiero-casearia può ridurre le emissioni di 250.000 tonnellate di anidride carbonica equivalente all'anno. Il Dipartimento per l'alimentazione e l'agricoltura della California stima che le operazioni di biogas nei caseifici possono ridurre le emissioni nello stato di oltre 1 milione di tonnellate di anidride carbonica equivalente all'anno.

Il metano è un gas serra particolarmente potente, 86 volte più efficace nel riscaldare l'atmosfera per un periodo di 20 anni rispetto all'anidride carbonica e le emissioni stanno aumentando. L'EPA afferma che gli allevamenti industriali, principalmente prodotti lattiero-caseari e suini, sono responsabili dell'aumento. Questo aumento ha corrisposto a una tendenza nell'industria di spostare più capi di bestiame all'interno, dove vengono allevati con grande efficienza, confinati in piccoli recinti o casse, imballati in strutture tentacolari.

Sono stati versati finanziamenti e crediti sostenuti dal governo per progetti di biogas, insieme a normative e politiche di sostegno. Nella Carolina del Nord, i funzionari del governo hanno affermato che il biogas può aiutare lo Stato a raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni dello Stato; il legislatore ha modificato una moratoria in tutto lo stato che ha vietato gli allevamenti di suini nuovi o ampliati per consentire loro se hanno un progetto di biogas allegato. New York nel 2018 ha promesso 16 milioni di dollari per promuovere lo sviluppo del biogas nei caseifici statali. La California ha speso quasi 200 milioni di dollari per lo sviluppo del biogas nelle aziende lattiero-casearie dello Stato.

A livello di base, la conversione del metano-biogas funziona in questo modo: il letame degli animali viene scaricato in lagune giganti, dove emette metano. Una gigantesca copertura viene posta sulla laguna e il letame scorre verso un digestore anaerobico, dove i microrganismi abbattono la materia organica e rilasciano metano. Il metano viene quindi catturato e pompato attraverso le condotte fino a un impianto di ammodernamento, dove viene elaborato e iniettato in un gasdotto più grande. Il biogas può essere utilizzato come combustibile o per generare elettricità.

Le aziende agricole, o le aziende che le possiedono o le contrattano, possono quindi vendere il biogas alle utility o vendere crediti per il biogas alle aziende che cercano di compensare le proprie emissioni, perché il biogas è considerato più pulito del gas fossile. In California, i progetti di biogas, nello stato o altrove, possono generare crediti che altre industrie inquinanti possono acquistare attraverso il programma cap-and-trade dello stato e il Low Carbon Fuel Standard per compensare le proprie emissioni.

Quella distinzione verde, tuttavia, si basa su una matematica errata, dicono i critici. La maggior parte del metano del bestiame proviene dai rutti delle mucche, che i sistemi di biogas non fanno nulla per deviare. Questi sistemi portano quindi a più mucche, più letame e più inquinamento da metano.

"Fanno queste affermazioni che ridurranno le emissioni di gas serra di così tanto perché questo metano stava andando nell'aria, ma ciò presuppone che le emissioni del bestiame industriale siano naturali. Sono un problema indotto dall'uomo ", ha detto Saadat. “Quando gli animali vengono allevati sui pascoli, il loro letame si decompone. Il consolidamento del bestiame porta a lagune di letame e le lagune di letame sono la causa dell'inquinamento da metano ".

Questi sistemi costano decine di migliaia di dollari per l'installazione, sono costosi da mantenere e hanno senso economico solo negli allevamenti con un numero elevato di animali, il che tende a motivare l'espansione di aziende esistenti che sono già di grandi dimensioni.

Ma mentre aumentano i crediti d'imposta, le sovvenzioni e il sostegno per questi progetti, dicono i critici, anche le prove che le riduzioni del metano sono discutibili.

"Sì, riduce alcune emissioni di gas serra", ha detto White-Williamson, che era anche un impiegato di lunga data dell'EPA. “Ma quando le lagune di maiale vengono chiuse per catturare il biogas, aumenta la quantità di ammoniaca, che è un gas molto più mortale del metano. Ci sono anche alcuni studi che dicono che durante il processo fuoriesce tanto metano quanto viene effettivamente catturato ".

La maggior parte delle aziende agricole utilizza quello che è noto come un sistema laguna e campo di nebulizzazione, in cui il letame immagazzinato in una laguna viene quindi spruzzato sui campi vicini a una velocità e un volume consentiti dai regolatori. In questo sistema, sostengono i critici, più letame significa più ammoniaca e altre sostanze tossiche che finiscono nei corsi d'acqua, nelle acque sotterranee e nell'aria. La ricerca della Duke University ha dimostrato che le persone che vivono vicino a queste strutture hanno tassi più elevati di malattie causate dall'inquinamento.

La Carolina del Nord è il secondo stato più grande produttore di carne suina del paese dopo l'Iowa, con circa 10 milioni di maiali – circa tanti maiali quante persone – in un dato momento. La maggior parte di loro sono allevati – o coltivati, nel gergo industriale – nelle pianure costiere dello stato soggette a inondazioni, dove Smithfield è il più grande attore. Insieme al metano, generano inquinamento dell'acqua, puzza, mosche, poiane e un flusso costante di semirimorchi per il trasporto di cinghiali sulle strade di campagna della regione.

"L'odore. Il continuo avanti e indietro dei camion. Animali morti nei cassonetti per giorni. Le mosche. Non puoi nemmeno essere fuori ", ha detto White-Williamson. “Vivo in una città con un impianto di lavorazione Smithfield. Sono a tre miglia di distanza, ma anche così lontano, in alcuni giorni, non voglio far uscire i miei cani ".

Le sue preoccupazioni stanno risuonando nelle comunità nelle contee di Sampson e Duplin, dove Align RNG prevede di installare coperture per lagune in 19 operazioni industriali suini, costruire un sistema di condotte lungo più di 30 miglia e costruire una struttura centrale di ammodernamento in cui il biogas verrà processato e iniettato il gasdotto esistente.

A novembre, il Dipartimento statale per la qualità ambientale ha tenuto un'audizione pubblica virtuale su un permesso di qualità dell'aria per il progetto Grady Road, come viene chiamato il progetto Align RNG. Molti residenti hanno affermato di volere semplicemente maggiore trasparenza su quali aziende agricole saranno coinvolte, dove andrà il gasdotto e come i regolatori statali riterranno le aziende responsabili se le cose vanno male.

"Abbiamo un settore minimamente regolamentato qui nella Carolina del Nord e lo stato adotta questa finzione secondo cui queste operazioni non scaricano sostanze inquinanti nell'aria e nei flussi", ha detto Blakely Hildebrand, un avvocato del Southern Environmental Law Center. “Potrebbero esserci dei benefici per il clima derivanti dalla copertura di una laguna, ma quelli sono dubbi. Coprendo semplicemente le lagune di rifiuti di maiale, stanno consolidando un sistema intrinsecamente dannoso per l'allevamento del bestiame. Potrebbero affrontare le preoccupazioni relative al clima, ma anche alla salute pubblica, all'acqua e all'inquinamento atmosferico ".

Un portavoce di Align RNG ha inviato collegamenti a comunicati stampa sulla sua impresa, ma non ha risposto a domande specifiche sul progetto o sui suoi piani. Mentre i residenti nelle contee di Sampson e Duplin fanno pressioni su Align e sui regolatori statali per maggiori dettagli sul progetto, possono probabilmente aspettarsi una maggiore pressione dalle industrie, che hanno lo slancio dietro di loro.

La nuova amministrazione Biden ha indicato che intende decarbonizzare "l'energia rurale e promuovere l'energia verde e le reti intelligenti attraverso la vasta portata di sovvenzioni per lo sviluppo rurale e prestiti alle aziende di servizi rurali e aumentando notevolmente l'uso di digestori di metano …".

Ciò ha i critici del biogas preoccupati che più dollari pubblici saranno incanalati verso gigantesche aziende di bestiame e servizi pubblici, a scapito delle comunità rurali che sopporteranno il peso di qualsiasi maggiore inquinamento.

"L'enfasi sull'uso di dollari pubblici per finanziare l'industria del biogas, che a sua volta è un sussidio per l'industria del gas naturale, ci manda anche sulla strada sbagliata", ha affermato Ben Lilliston, direttore delle strategie rurali e dei cambiamenti climatici presso l'Istituto per l'agricoltura e la politica commerciale, facendo riferimento al piano per l'agricoltura e il clima di Biden. “Questi digestori di metano hanno costi iniziali costosi. Non dovremmo usare il denaro pubblico per creare maggiori incentivi finanziari per produrre più rifiuti animali e letame ".

Georgina Gustin

Reporter, Washington, D.C.

Georgina Gustin si occupa di agricoltura per Inside Climate News e ha riferito sulle intersezioni tra agricoltura, sistemi alimentari e ambiente per gran parte della sua carriera giornalistica. Il suo lavoro ha vinto numerosi premi, tra cui il John B. Oakes Award for Distinguished Environmental Journalism e il Glenn Cunningham Agricultural Journalist of the Year, che ha condiviso con i colleghi di Inside Climate News. Ha lavorato come giornalista per The Day in New London, Connecticut, St. Louis Post-Dispatch e CQ Roll Call, e le sue storie sono apparse su The New York Times, Washington Post e The Plate del National Geographic, tra gli altri. Si è laureata alla Columbia University Graduate School of Journalism e all'Università del Colorado a Boulder.