martedì, Dicembre 7, 2021
HomeAmbienteQ2 2021: le dimensioni contano per Amazon; giganti della tecnologia creativa; La...

Q2 2021: le dimensioni contano per Amazon; giganti della tecnologia creativa; La scommessa solare di MGM

Gli appalti aziendali per le rinnovabili nel secondo trimestre del 2021 hanno visto molte aziende familiari, oltre a nuovi nomi che hanno effettuato le loro prime transazioni di energia solare o eolica.

La capacità dei nuovi accordi siglati dalle società statunitensi ha superato i 3,3 gigawatt (GW), una capacità comparabile con il secondo trimestre del 2020 (durante il quale le aziende hanno annunciato accordi per un valore di 2.433 megawatt) e il secondo trimestre del 2019 (a 2.801 MW). Sebbene non sia stato un grande passo avanti in termini di quantità, il trimestre è stato impressionante per la sua diversità di contratti, tecnologie e volti nuovi.

Le dimensioni contano per Amazon

A giugno, Amazon ha annunciato contemporaneamente 14 nuovi progetti di approvvigionamento eolico e solare, distribuiti in Nord America, Finlandia e Spagna. Insieme, i progetti raggiungono 1,5 GW di nuova capacità. (Vedi il riepilogo sotto.)

Nome del sito

città/provincia

Stato

Nazione

Tipo di progetto

Data operativa

Dimensioni del sistema (MW)

Amazon Solar Farm Arkansas – Big Cypress

Crittenden

AR

noi

Fattoria solare

2023

120

Amazon Solar Farm Arkansas – Fiori di melo

Cross County

AR

noi

Fattoria solare

2023

135

Amazon Wind Farm Illinois – Crescent Ridge

Ufficio di presidenza della contea

I L

noi

Parco eolico

2023

54

Amazon Solar Farm Illinois – Dekalb

Contea di DeKalb

I L

noi

Fattoria solare

2023

90

Amazon Solar Farm Indiana – Randolph

Contea di Randolph

IN

noi

Fattoria solare

2024

100

Amazon Solar Farm Kentucky – Garrard

Contea di Garrard

KY

noi

Fattoria solare

2023

50

Amazon Solar Farm Mississippi – Potlatch

Contea di Scott

SM

noi

Fattoria solare

2024

175

Amazon Solar Farm Ohio – Blue Harvest

Contea di Putnam

OH

noi

Fattoria solare

2023

50

Amazon Solar Farm Ohio – Timber Road

Contea di Paulding

OH

noi

Fattoria solare

2023

50

Amazon Solar Farm Pennsylvania – Potter

Contea di Potter

PAPÀ

noi

Fattoria solare

2023

30

Amazon Solar Farm Pennsylvania – Ridgeway

Contea di McKean

PAPÀ

noi

Fattoria solare

2023

90

Amazon Solar Farm Canada – Travers

Alberta

circa

Fattoria solare

2022

375

Parco eolico di Amazon Finlandia – Puskakorpi

Finlandia

Parco eolico

2023

53

Amazon Solar Farm Spagna – Escuderos

Spagna

Fattoria solare

2023

152

La dimensione degli appalti collettivi è impressionante. È il terzo appalto più grande identificato dal Clean Energy Deal Tracker di GreenBiz, dietro l'annuncio da 3,5 GW di Amazon nel quarto trimestre del 2020 e l'annuncio da 1,6 GW di Google nel terzo trimestre del 2019.

Oltre a questa serie di progetti, il gigante del web ha siglato separatamente un accordo per 375 MW di solare in Ohio ad aprile. La società afferma che le transazioni sono in linea con il suo obiettivo di alimentare le operazioni con le rinnovabili entro il 2025 e diventare zero entro il 2040.

Secondo Amazon, è il più grande acquirente aziendale di energia rinnovabile negli Stati Uniti, con investimenti in un totale di 10 GW da 232 progetti di energia rinnovabile a livello globale, 85 dei quali sono solari o eolici su scala di rete. Questa scala è importante; gli sviluppatori in alcuni paesi affermano che gli impegni delle aziende tecnologiche per l'approvvigionamento di energia per lunghi periodi sono più importanti dei sussidi governativi nella promozione delle energie rinnovabili.

I massicci acquisti rendono chiara la strategia climatica di Amazon: più grande è meglio. Come i viaggi spaziali ricreativi, la mossa è appariscente e cospicuo. Le dichiarazioni che circondano gli appalti si vantano innanzitutto delle loro dimensioni, rendendo la strategia di Amazon distinta dagli altri appalti tecnologici divulgati durante il secondo trimestre.

I giganti della tecnologia esplorano nuovi modelli

Mentre Amazon sta andando alla grande, altri leader tecnologici – Google, Facebook e Apple – stanno lavorando per superare altre sfide rinnovabili.

Durante il trimestre, Google ha annunciato un accordo che alimenterà un data center della Virginia con il 90% di energia senza emissioni di carbonio su base oraria. L'accordo, che il partner AES definisce "unico nel suo genere", includerà la capacità di accumulo di energia eolica, solare, idroelettrica e batteria. Google ha l'obiettivo di gestire tutti i suoi data center con energia senza emissioni di carbonio 24 ore su 24 entro il 2030, un'iniziativa che chiama "energia senza emissioni di carbonio 24×7".

Il passaggio alla generazione rinnovabile abbinata in tempo e luogo al consumo sta prendendo slancio. Questo mese, Microsoft ha annunciato un'iniziativa simile, che chiama 100/100/0, riferendosi all'impegno di avere il 100 percento della sua elettricità il 100 percento delle volte abbinato a energia a zero emissioni di carbonio.

Se eseguita correttamente, questa strategia di abbinamento della potenza può aiutare a sbloccare il 100% di energia pulita sulla rete. Un recente rapporto di RMI sull'argomento, "Clean Power by the Hour", identifica le aziende come leader nella guida di una rete elettrica decarbonizzata, osservando che le strategie aziendali dovrebbero essere adattate alle dinamiche di rete specifiche della regione per massimizzare le riduzioni delle emissioni nel breve termine.

Facebook ha firmato un accordo per 110 MW di solare attraverso il programma Green Invest della Tennessee Valley Authority. Facebook ha siglato due accordi simili con TVA lo scorso trimestre, riflettendo la strategia della società di social media di decarbonizzare la rete nelle aree in cui opera.

Facebook ha anche siglato due accordi in Asia, dove la società sta lavorando per sbloccare il mercato delle rinnovabili. Un progetto in India fa parte di un portafoglio più ampio di progetti eolici e solari, mentre Facebook sta lavorando con CleanMax con sede a Mumbai per fornire energia rinnovabile alla rete elettrica indiana. Un secondo, piccolo progetto (solo 5 MW) sta utilizzando il solare galleggiante a Singapore, la prima apparizione di quella tecnologia nel Clean Energy Deal Tracker.

Apple ha fatto una grande scommessa sull'accumulo di energia con l'impegno di costruire un sistema energetico a batteria da 240 megawattora su scala di rete. L'accumulo di energia sarà presso California Flats, un impianto solare da 130 MW che fornisce tutta l'energia di Apple per le sue operazioni in California. L'azienda ha identificato lo stoccaggio di energia come un complemento fondamentale per l'energia solare ed eolica, poiché entrambi sono intermittenti.

MGM punta sulle rinnovabili

MGM Resorts ha annunciato quello che definisce "il più grande progetto di elettricità rinnovabile direttamente del settore alberghiero" al mondo: un pannello solare da 100 MW nel deserto del Nevada.

L'elettricità alimenterà 13 edifici sulla Strip di Las Vegas, tra cui il Bellagio, il Mandalay Bay, l'MGM Grand e il Mirage. MGM afferma che il progetto è sufficiente per alimentare il 90 percento del suo fabbisogno energetico diurno e il 35 percento del suo consumo annuale di elettricità.

Oltre alle dimensioni impressionanti di questo approvvigionamento per il settore, l'investimento di MGM è l'ultima evoluzione di una saga in corso con l'utility locale, NV Energy.

Nel 2016, MGM Resorts International e Wynn Resorts hanno pagato a NV Energy 100 milioni di dollari per lasciare i suoi servizi, in parte a causa del lento utilizzo del solare da parte dell'azienda. La lotta per il potere è stato un esempio iconico di una società frustrata da un'azienda che ha tardato ad abbracciare il nuovo panorama energetico. I giganti dei casinò hanno scommesso di poter tagliare le bollette e aumentare le energie rinnovabili attraverso fornitori privati ​​sul mercato aperto.

Questo approvvigionamento – un accordo di acquisto di energia attraverso AEP Renewables – è un passo verso gli impegni climatici e l'indipendenza energetica di MGM. Incrociamo le dita che il casinò condividerà se la sua grande scommessa verrà ripagata.

Menzioni d'onore

Oltre ai soliti sospetti, altre società più piccole e nuovi attori hanno siglato accordi durante il secondo trimestre degni di nota.

  • Engie North America, uno sviluppatore che spesso lavora con le aziende per procurarsi energia pulita, ha annunciato un accordo eolico in Texas per coprire tutte le esigenze energetiche della sua sede di Houston.
  • Dairy Farm HP Hood ha firmato un VPPA eolico da 25 MW con Enel Green e afferma che è uno dei pochi allevamenti lattiero-caseari ad aver sottoscritto un tale accordo.
  • Tops Friendly Markets, una catena di supermercati con sede a New York, ha annunciato un accordo per alimentare 75 negozi con energia solare e storage comunitario.
  • Hershey ha firmato due accordi sull'energia rinnovabile in una settimana in onore della Giornata della Terra, segnando il debutto del pasticcere sul Clean Energy Deal Tracker.

Nota: questa storia è stata aggiornata il 23 luglio 2021, per includere un contratto di appalto con Charles River.

Continua il dialogo al libero VERGE Net Zero evento online, 27-28 luglio.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI