domenica, Ottobre 24, 2021
Home Ambiente Q4 2020: Amazon, AT&T, McDonald's e Starbucks aprono la strada con la...

Q4 2020: Amazon, AT&T, McDonald's e Starbucks aprono la strada con la maturazione dell'approvvigionamento di energia pulita

Dopo un anno strano, gli accordi di approvvigionamento delle aziende rinnovabili si sono conclusi in modo positivo, con le società che hanno firmato alcune delle transazioni più grandi e complesse fino ad oggi. Il risultato è stato un quarto trimestre di grande successo, con oltre 7,3 gigawatt di contratti firmati, più di ogni altro trimestre dall'inizio del tracker di accordi GreenBiz.

L'elenco include nomi familiari: Amazon; Google; Starbuck; AT&T; McDonald's tra loro. Queste società hanno continuato a innovare, siglando accordi energetici più grandi, più complicati e più olistici. Il roster includeva anche alcuni volti nuovi, tra cui Crown e Kimberly-Clark.

Amazon firma il più grande accordo di energia rinnovabile fino ad oggi

Il gigante del web Amazon ha firmato quello che definisce il più grande accordo di approvvigionamento aziendale fino ad oggi: 3,4 GW distribuiti su 26 progetti in otto paesi e quattro continenti. Prima di questo annuncio, il più grande accordo comparabile era quello di Google da 1,6 GW nel settembre 2019. All'epoca, lo definivo sbalorditivo. Amazon ha appena alzato sostanzialmente l'asticella.

Secondo lo sviluppatore, Orsted, tra le dozzine di progetti all'interno dell'accordo c'è il più grande accordo di acquisto di energia elettrica aziendale (PPA) offshore in Europa. Il progetto eolico offshore dovrebbe essere di 900 megawatt, 250 MW di cui Amazon si procurerà. Lo scorso trimestre, Orsted ha firmato quello che ha definito il più grande PPA aziendale da un singolo progetto: 920 MW di eolico offshore a Taiwan.

Amazon afferma di aver superato Google come il più grande utente aziendale di energie rinnovabili e i progetti di approvvigionamento di energie rinnovabili sono al servizio del suo impegno per il clima di raggiungere zero emissioni di carbonio entro il 2040.

Questo accordo evidenzia anche come i pionieri del clima aziendale stiano raggruppando accordi per ottenere più successo. Sebbene la capacità acquisita qui sia enorme, la dimensione media per progetto è di 130 MW: impressionante, ma non sufficiente per ottenere i titoli da solo. Lo stesso si potrebbe dire dell'annuncio di Google nel 2019, che comprendeva 18 accordi, il che significa che ciascuno ha una media di circa 90 MW per progetto.

AT&T, Honda sono i principali offtakers nel più grande sviluppo solare degli Stati Uniti

Le società Honda, AT&T, McDonald's, Google e Home Depot hanno collaborato con tre comuni del Texas (Bryan, Denton e Garland) per essere i responsabili di un enorme sviluppo solare da 1,3 GW. Lo sviluppatore Invenergy afferma che, una volta completato, sarà il più grande sviluppo solare negli Stati Uniti.

Si prevede che AT&T prenderà 500 MW, portando gli acquisti totali della società di telecomunicazioni a oltre 1,5 GW di capacità. Honda è il secondo più grande offtaker, con 200 MW, seguita da McDonald's con 160 MW.

L'accordo è un esempio di progetto di aggregazione, in cui gli offtakers si assumono congiuntamente le negoziazioni, i rischi e le pratiche burocratiche per semplificare il processo di offtake. Il modello è stato guidato da Bloomberg, Cox, Gap Inc., Salesforce, Workday e dallo sviluppatore BayWa r.e. all'inizio del 2019. All'epoca, la struttura era senza precedenti e ispirava webcast e casi di studio poiché altri si chiedevano se potesse aprire opportunità di approvvigionamento a più tipi di società. (Il progetto è stato pubblicato online lo scorso trimestre.)

Sebbene questo nuovo accordo non includa società nuove nel gioco degli appalti rinnovabili, riflette il modo in cui il modello di aggregazione può scalare; questo sviluppo solare è 10 volte la dimensione del BayWa r.e. progetto.

Starbucks adotta un approccio olistico agli acquisti

Starbucks ha annunciato i suoi obiettivi di sostenibilità per il 2030, che secondo la società lo mettono in linea con il diventare una "società positiva per le risorse". Le iniziative includono componenti per affrontare il suo carbonio, acqua e rifiuti.

Il suo annuncio del quarto trimestre sull'energia pulita includeva quattro nuovi investimenti in energie rinnovabili, ciascuno utilizzando una diversa strategia di approvvigionamento:

  • Un accordo di acquisto di energia virtuale (VPPA) della catena di fornitura – il primo per l'azienda – in una mossa per ridurre le emissioni di Scope 3
  • Investimenti in 23 progetti solari comunitari nello stato di New York per fornire energia solare ai propri negozi e alla comunità
  • Un VPPA e un accordo di archiviazione virtuale (VSA) per fornire energia alle storie in California
  • Un investimento in un progetto eolico nello stato di Washington per alimentare i negozi e l'impianto di torrefazione dell'azienda

Starbucks non fornisce una cifra di approvvigionamento totale per i quattro investimenti. Ma la mossa riflette una tendenza rilevata nel tracker del terzo trimestre del 2020: le aziende stanno iniziando a pensare alle energie rinnovabili nell'ambito delle loro più ampie iniziative di sostenibilità.

Menzioni notevoli

  • McDonald's ha firmato un accordo per due parchi eolici e un portafoglio di progetti solari con una capacità collettiva di 1,13 GW. Questo enorme accordo è quasi tre volte la dimensione degli appalti di debutto del gigante del fast-food nel quarto trimestre del 2019 ed è al servizio dei suoi più ampi obiettivi in ​​materia di clima e sostenibilità.
  • Due produttori di acciaio hanno realizzato il tracker di questo trimestre: Evraz North America e Nucor Corporation. L'appalto riflette la mossa per l'industria pesante di decarbonizzare alla vigilia dell'amministrazione Biden, che ha indicato la decarbonizzazione dell'acciaio come una priorità climatica.
  • Microsoft ha firmato un piccolo ma importante accordo: il suo primo credito per l'energia rinnovabile per la pace (P-REC), un accordo per l'energia pulita con co-benefici a sostegno della comunità locale. L'accordo finanzierà direttamente l'installazione di lampioni in un quartiere del Congo recentemente elettrificato e spiana la strada a ulteriori accordi per considerare l'accesso all'energia nei loro acquisti. La mossa è in linea con una tendenza identificata nel terzo trimestre del 2020, in cui le aziende stanno incorporando benefici sociali e ambientali nel processo di approvvigionamento di energia rinnovabile. Il P-REC è stato eseguito con Energy Peace Partners, un premiato VERGE Clean Energy Equity Showcase.
  • I giganti del miglioramento domestico hanno fatto una buona performance in questo trimestre, con Home Depot che ha firmato due accordi (uno un accordo di aggregazione per 50 MW, l'altro un PPA di accumulo di energia solare ed energia per 75 MW) e Lowe's ha firmato un accordo solare da 250 MW. La mia opinione calda: i due stanno combattendo per la percezione della leadership climatica, e io sono qui al 100% per questa rivalità.

Correzione: questo articolo è stato aggiornato il 14 gennaio 2020 per correggere gli appalti totali fino ad oggi da AT&T. Una versione precedente citava 3,9 GW, che è il totale degli acquisti dello sviluppatore Invernergy. AT&T ha acquistato 1,5 GW.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI