lunedì, Novembre 29, 2021
Home Ambiente Razza, povertà, agricoltura e un gasdotto convergono in una cittadina rurale dell'Illinois

Razza, povertà, agricoltura e un gasdotto convergono in una cittadina rurale dell'Illinois

Questa storia è stata precedentemente pubblicata dal Chicago Sun-Times. Leggi l'originale qui.

Cinque anni fa, il sindaco di Hopkins Park, una comunità rurale nera nella contea di Kankakee, nell'Illinois, sostenne la costruzione di un centro di detenzione per immigrati per rilanciare l'economia. Le persone che vivevano lì dicevano: No, grazie.

Il sindaco Mark Hodge ora ha un'altra idea per un nuovo sviluppo nella sua città e nella circostante, storica comunità agricola di Pembroke Township, a sud di Chicago. Sostiene una proposta per un gasdotto, costruito dall'utility Nicor, che attraverserebbe l'area e, spera, porterà con sé gas naturale e una spinta alle tasse e all'economia locale. E ancora, alcuni residenti non sono contenti.

"La gente qui ama la terra", ha detto la dottoressa Jifunza Wright-Carter, che coltiva 45 acri con suo marito a Pembroke Township e promuove l'agricoltura sostenibile. “Questo gasdotto non ha nulla a che fare con il benessere della nostra comunità. Non dobbiamo averlo per il nostro sostentamento o lo sviluppo economico”.

Wright e suo marito Fred Carter si sono trasferiti a Pembroke da Chicago circa una dozzina di anni fa, attratti dalla storia di quella che un tempo era salutata come la più grande comunità agricola nera nel nord degli Stati Uniti. Attraverso il loro centro no-profit Black Oaks, vogliono ripristinare almeno 1.000 acri lì per l'agricoltura familiare sostenibile.

E l'idea di un vicino gasdotto che trasporta il gas, specialmente in un momento in cui il mondo si sta allontanando dai combustibili fossili, non combacia con i loro piani.

Mentre molti politici dell'Illinois parlano di muoversi verso un futuro di energia pulita, Hodge ha trovato il sostegno del rappresentante degli Stati Uniti Robin Kelly, D-Illinois, un certo numero di legislatori statali e il reverendo Jesse Jackson per mettere più di 30 miglia di gasdotto naturale in una povera comunità nera in nome dello sviluppo economico. È un dibattito che ha avuto luogo anche in altre parti del paese.

Fred Carter e sua moglie, la dottoressa Jifunza Wright, posano per una foto nella loro fattoria a Pembroke Township, Illinois, il 21 aprile 2021. Credito: Pat Nabong/Sun-Times

Agli oppositori che affermano che ha più senso investire nelle energie rinnovabili, Hodge ha affermato che è troppo costoso. Ha indicato una stima passata che sarebbe costato $ 25 milioni per aggiornare la distribuzione elettrica per consentire le fonti rinnovabili.

Ha anche detto che il propano è un'alternativa troppo costosa.

Come molte utility che si basano sui combustibili fossili, Nicor, una sussidiaria della Southern Company con sede ad Atlanta, è in una corsa contro il tempo prima che le forniture di quelle fonti energetiche di lunga data vengano gradualmente eliminate. Esalta il suo ruolo nell'aiutare una comunità diseredata.

Hodge è d'accordo, dicendo che crede che il gas sia la chiave per attirare affari in una delle aree più povere dello stato.

"Ogni comunità intorno a noi ha il gas naturale", ha detto il sindaco. “Ogni comunità intorno a noi ha la produzione. Hanno negozi e più opportunità di noi. Questa è una comunità di minoranza a basso reddito sproporzionatamente”.

Jackson, in un articolo d'opinione che ha scritto l'anno scorso, ha affermato che un oleodotto Pembroke "aiuterebbe a dare il via ad altri sviluppi e, a sua volta, creare posti di lavoro e generare speranza".

"Abbiamo ereditato questa comunità per prendercene cura"

Hopkins Park si trova all'interno della cittadina di Pembroke di 52 miglia quadrate, che si trova vicino al confine di stato dell'Indiana. Le persone che vi abitano fanno affidamento su elettricità, propano e, in alcuni casi, stufe a legna per il riscaldamento. Lo stesso vale per la borgata più ampia, anche se solo i residenti dell'Hopkins Park di cinque miglia quadrate e delle aree immediatamente circostanti sarebbero collegati alla linea del gas secondo il piano.

Pembroke è il comune più grande della contea di Kankakee. Ritenuto un terminal per la Underground Railroad, fu fondato alla fine del 1800 e ebbe grandi scatti di crescita negli anni '40, '50 e '60.

Oggi, però, la popolazione di Hopkins Park e quella di Pembroke Township sono in declino. E sebbene, storicamente, gli agricoltori di Pembroke coltivassero canapa per la Marina durante la seconda guerra mondiale e fornissero cibo a Chicago, Detroit e Cleveland attraverso la Grande Migrazione, le sue attività agricole di proprietà dei neri sono diminuite. E questo ha lasciato i governi delle comunità alla disperata ricerca di entrate fiscali.

Il gas naturale non è l'unica cosa che manca a Pembroke. La comunità di circa 1.700 persone non ha un dipartimento di polizia e nessun servizio Internet a banda larga.

Ha strade sterrate sconnesse e un sacco di discariche illegali.

I residenti dicono che i sistemi fognari e idrici devono essere migliorati.

Gli sforzi passati per attirare le imprese sono falliti. L'ormai demolito centro di detenzione per immigrati non è stato il primo carcere a essere proposto come una nuova idea di crescita. La costruzione di una prigione femminile è iniziata in realtà nel 2002, ma quel progetto è stato bocciato dall'allora governo. Rod Blagojevich.

Johari Cole-Kweli si trasferì a Pembroke in quel periodo, ispirato dalla storia dei contadini neri che evitavano l'uso di sostanze chimiche che avrebbero contaminato il terreno. Oltre all'agricoltura – coltiva ortaggi, alleva polli e alleva capre e mucche – ha contribuito a guidare un piano di sostenibilità per la comunità, pubblicato l'anno scorso con l'aiuto del Field Museum di Chicago.

"Abbiamo ereditato questa comunità per prenderci cura di essa", ha detto Cole-Kweli.

A suo avviso, il gas naturale “avrebbe dovuto essere immesso o introdotto nella comunità 40 o 50 anni fa. Una pipeline ora sembra una soluzione facile, invece di fare ciò che è giusto".

Il piano di sostenibilità, presentato alla comunità in un municipio a marzo, richiede efficienza energetica e sistemi alimentari sostenibili.

"Pensiamo che il cibo sia un modello economico rigenerativo per Pembroke", ha affermato Carter, che sostiene il piano di sostenibilità e mette in dubbio l'improvviso interesse di Nicor ​​per la comunità. "I vecchi sistemi energetici stanno combattendo per le loro vite".

Mantieni vivo il giornalismo ambientale

L'ICN fornisce una copertura climatica localizzata e pluripremiata gratuitamente e senza pubblicità. Contiamo sulle donazioni di lettori come te per andare avanti.

Donate adesso

Verrai reindirizzato al partner di donazione di ICN.

Il piano di sostenibilità abbraccia un ecosistema raro. Gli ambientalisti affermano che gli habitat della savana di quercia nera ora protetti nell'area sono uno dei pochi resti di ciò che un tempo era l'Illinois. L'agricoltura e lo sviluppo hanno spazzato via la maggior parte dell'habitat naturale in tutto lo stato. Ma un rifugio di 2.000 acri di proprietà della Nature Conservancy ospita specie animali e vegetali in via di estinzione.

Più di 100 persone hanno partecipato allo sviluppo del piano di sostenibilità, che prevede una serie di opportunità di sviluppo economico e di qualità della vita, tra cui la riparazione di case, il sostegno agli agricoltori, l'energia alternativa e l'invecchiamento, la creazione di un percorso ricreativo e il sostegno culturale e ambientale turismo. Il piano sostiene anche le piccole fattorie come parte integrante del futuro della comunità.

Le aree di conservazione possono essere un'attrazione per l'area in futuro, conclude il rapporto: "Indicano le opzioni per i proprietari terrieri attenti alla conservazione che vogliono vedere questa eredità preservata e possono diventare siti di destinazione per l'ecoturismo e altre iniziative".

Quasi il 70% della terra di Pembroke è utilizzata per l'agricoltura. Ma gli ambientalisti sono attratti dal suo significativo ecosistema, compresa la savana protetta delle querce nere.

Per entrare nel 21° secolo, devi avere le condutture del gas

Hodge, il sindaco, disprezza le organizzazioni per la conservazione, che sono rimaste neutrali nel dibattito sull'oleodotto, ma hanno incoraggiato gli sforzi locali per preservare le aree naturali. Vede i gruppi come una minaccia alla crescita economica che ha eluso Pembroke e Hopkins Park.

Hodge, un ex marine che era un capitano degli ufficiali penitenziari in California, si irrita alla menzione della conservazione, in particolare degli sforzi relativi a un rifugio del governo degli Stati Uniti a lungo pianificato.

Le sue preoccupazioni trovano eco nell'ufficio locale dell'Illinois Farm Bureau, che sostiene il piano dell'oleodotto.

Hodge ha affermato che il gas naturale potrebbe aiutare ad attirare un'azienda in un ex sito di lavorazione degli alimenti a Hopkins Park.

Il sindaco di Hopkins Park Mark Hodge posa per una foto a Hopkins Park, Illinois, il 21 aprile 2021. Credito: Pat Nabong/Sun-Times

Janette Wilson, consulente senior di Jackson, ha affermato che il gas naturale è sicuro, pulito e necessario.

"Affinché la città possa entrare nel 21° secolo, è necessario disporre di condutture del gas per i residenti e per l'industria", ha affermato Wilson.

Ma questi argomenti non sono convincenti per Stephany Hammond, che ha lavorato al piano di sostenibilità e afferma che la campagna del gasdotto è stata fuorviante.

"Molte persone vivono come vogliono, non perché sono povere e ignoranti e non hanno scelta", ha detto Hammond.

La mancanza di gas naturale non è ciò che impedisce alle aziende e alle persone di trasferirsi a Pembroke, ha detto.

"Nessuna azienda vuole venire in un posto dove non c'è un dipartimento di polizia", ​​ha detto Hammond. “Il gas non è la priorità assoluta. Penso che abbiamo bisogno di Internet e dell'infrastruttura elettrica".

Lei e altri oppositori, che affermano di essere stati tagliati fuori dalle conversazioni sul progetto, si chiedono quale sarebbe il prezzo per i consumatori e chi sarebbe collegato alla pipeline. Mettono anche in dubbio le indagini sui consumatori che Nicor ​​ha condotto.

"L'Illinois si sta muovendo verso le rinnovabili"

L'utility stima che l'estensione del gasdotto di 35 miglia costerà quasi $ 10 milioni e, in base alle fatture che passano attraverso il legislatore statale, sarebbe pagata dai contribuenti del gas in tutto lo stato, poiché sta servendo un'area di "disagio".

"La disponibilità di energia affidabile e conveniente è essenziale per la crescita economica e la creazione di posti di lavoro", ha affermato una dichiarazione scritta di Nicor. "La mancanza di questa infrastruttura di base è anche un rischio per la sicurezza e la salute".

Il senatore di stato Patrick Joyce, D-Essex, che è uno sponsor legislativo del progetto Nicor, afferma che avere un gasdotto non preclude discussioni sull'energia verde.

"L'Illinois si sta muovendo verso le rinnovabili, senza dubbio", ha detto Joyce. “La gente di Pembroke Township aspetta il gas naturale da 40 anni”.

Joyce dice che si aspetta che l'Assemblea Generale dell'Illinois approvi una legge entro le prossime due settimane per approvare l'oleodotto e inviarla al governatore J. B. Pritzker.

La Nature Conservancy ha scelto di non schierarsi dalla parte dell'oleodotto.

Michelle Carr, direttrice dell'organizzazione dell'Illinois, ha affermato che i politici dovrebbero "considerare le voci dei membri della comunità per garantire un processo pubblico completo e considerare il controllo delle alternative rinnovabili".

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI