Riduzione delle emissioni operative degli edifici su larga scala con l'analisi dei dati

0
45

Questo articolo è sponsorizzato da Envizi.

Dopo che è stato fissato un obiettivo di basse emissioni di carbonio, sono stati calcolati i valori di base per la contabilizzazione dei GHG e sono state stabilite relazioni sui GHG di livello finanziario, il prossimo capitolo della decarbonizzazione viene alla ribalta. Quali strategie di riduzione delle emissioni saranno necessarie per raggiungere l'obiettivo della tua azienda e in che modo il tuo team dovrebbe dare la priorità ai suoi sforzi per tracciare il percorso più veloce ed economico per la tua azienda?

Quasi il 40 percento delle emissioni globali di CO2 proviene dall'ambiente edificato, con il 28 percento derivante dagli edifici in funzione. Indipendentemente dal fatto che la tua organizzazione possieda, gestisca o occupi un edificio, la gestione dell'energia basata sui dati è la chiave per ridurre la sua impronta di gas serra e le emissioni di Scope 1 e 2.

In passato, le organizzazioni hanno lottato per scalare gli sforzi di miglioramento energetico operativo dell'edificio per una serie di motivi. I motivi più citati includono strutture organizzative che fratturano la proprietà delle prestazioni energetiche tra diversi stakeholder, la mancanza di allineamento degli obiettivi e di collaborazione tra proprietari e occupanti e la preponderanza di sistemi legacy che rendono difficile l'interoperabilità e il consolidamento dei dati.

Secondo le proiezioni delle Nazioni Unite, si prevede che le emissioni di carbonio degli edifici raddoppieranno entro il 2050 se non si verificherà un'azione su vasta scala. Con un maggior numero di aziende che si impegnano a decarbonizzare la propria attività e gli investitori che esaminano sempre più i dati ESG, la gestione scalabile dell'energia sarà un passaggio fondamentale nella transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio.

Oggi condividiamo sei suggerimenti per implementare la gestione dell'energia basata sui dati su larga scala per ottenere riduzioni significative delle emissioni dalla tua azienda.

1: raccogliere i dati sul consumo energetico a livello di contatore, ove possibile

L'identificazione delle opportunità di riduzione dei gas serra dovrebbe essere un processo sistematico basato sui dati. Inizia esaminando i profili dei contatori di energia a livello di edificio e comprendendo come i modelli di utilizzo si riferiscono al cambiamento dell'occupazione e delle condizioni meteorologiche. I contatori, che in genere generano un datapoint ogni 15-30 minuti, a differenza di un datapoint ogni mese o trimestre su una bolletta, forniscono dati ricchi per informare meglio la strategia di decarbonizzazione della tua organizzazione.

Mancia: Sfrutta i dati del contatore, che forniscono trasparenza in tempo reale su quando e dove l'energia viene utilizzata, per identificare modelli di utilizzo imprevisti e sbloccare benchmark e opportunità di analisi a risoluzione più elevata.

2: valuta l'intensità energetica del tuo portafoglio di edifici

La gestione energetica a livello di edificio è potente, ma non vale mai la pena di operare nel vuoto. Capire come si comporta un edificio rispetto ad altri fornisce contesto e può aiutare la tua organizzazione a identificare dove concentrarsi per primo. L'approccio al benchmarking dipende dal tipo di edifici nel tuo portafoglio.

Ad esempio, i portafogli tipici di edifici di piccole e medie dimensioni (edifici da 4.000 a 20.000 piedi quadrati circa) spesso includono molti edifici sparsi in un'area geografica (come minimarket, filiali bancarie e fast-food), mentre grandi centri commerciali, ospedali e le università gestiscono edifici complessi centralizzati più grandi, ma meno numerosi.

Portafogli con edifici commerciali più grandi possono sfruttare strutture di terze parti, come Leadership in Energy and Environmental Design, Energy Star e NABERS, che confrontano l'intensità energetica con un benchmark del settore.

Per i portafogli di edifici di piccole e medie dimensioni che sono dispersi, i benchmark esterni sono più difficili da trovare. In questo caso, Envizi consiglia il benchmarking interno utilizzando i dati del misuratore per effettuare confronti significativi delle prestazioni. È possibile applicare tecniche di normalizzazione avanzate per identificare gli attori con i risultati peggiori nel portafoglio, il che aiuta a definire una strategia altamente mirata per migliorare l'efficienza e ridurre le emissioni.

Mancia: Intraprendi il benchmarking energetico prima di prendere decisioni di investimento: non commettere l'errore di concentrarti su aree in cui non ci sono risparmi materiali. Il software di Envizi può combinare i dati del contatore con altri dati contestuali (superficie del pavimento, condizioni meteorologiche, programmi operativi e unità di produzione) per consentire confronti delle prestazioni su base normalizzata.

3. Sintonizzare l'efficienza operativa e comportamentale

Gli edifici possono essere complessi, ma non così complessi come le operazioni di costruzione: l'interazione tra un edificio, i suoi operatori e gli occupanti e gli effetti di flusso sulle prestazioni energetiche.

I servizi per l'edilizia come il riscaldamento, la ventilazione e il condizionamento dell'aria (HVAC), che spesso rappresentano quasi il 30% delle emissioni annuali, sono soggetti a continui cambiamenti e sono spesso responsabili di una considerevole "deriva energetica" nel tempo a causa di cattive pratiche operative. Per questo motivo, la tecnologia che informa ed istruisce in modo proattivo gli operatori degli edifici è necessaria per supportare i team operativi che richiedono poco tempo per mantenere prestazioni ottimali.

Mancia: I sistemi vanno fuori sintonia quando le persone manipolano le apparecchiature per il comfort, che in genere peggiora nel tempo. La tecnologia sofisticata automatizza e monitora continuamente le prestazioni HVAC per segnalare l'adeguamento umano che rende i sistemi dispendiosi e inefficienti.

Spesso, gli audit manuali non rilevano le inefficienze, ma il software di Envizi utilizza una combinazione di monitoraggio continuo delle apparecchiature, dati dei sistemi di gestione degli edifici, dati sulla targhetta delle apparecchiature, dati meteorologici e altre metriche per fornire trasparenza alle prestazioni del sistema HVAC e scoprire problemi operativi altrimenti difficili Rilevare.

4. Considerare gli aggiornamenti di impianti e attrezzature

Investire in attrezzature per ottenere riduzioni delle emissioni dipende dalla scala, dall'ambito e dal tipo di risorsa di un'organizzazione e può essere rilevante solo per i proprietari di edifici.

L'appetito per aggiornamenti di impianti e attrezzature può dipendere da quanto tempo il proprietario del bene intende detenere il bene, dall'età dell'edificio e dall'età dell'attrezzatura. Envizi consiglia ai proprietari di edifici e agli operatori di incaricare i propri consulenti tecnici e appaltatori specializzati per determinare la fattibilità degli aggiornamenti di impianti e attrezzature.

Mancia: La tecnologia può aiutare nella pre e post-analisi dei progetti di riduzione per misurare l'efficacia e il ritorno sull'investimento (ROI). Il software di Envizi utilizza il protocollo internazionale di misurazione e verifica delle prestazioni per garantire che i calcoli resistano all'audit e alla convalida.

5. Considerare le energie rinnovabili in loco e fuori sede

Dopo aver implementato soluzioni per l'efficienza operativa, comportamentale e del sistema, molte organizzazioni cercano l'energia rinnovabile come soluzione proattiva per andare avanti nel viaggio di decarbonizzazione. Le decisioni sull'approvvigionamento di energie rinnovabili in loco o fuori sede sono complesse ed Envizi consiglia di coordinarsi con il consulente tecnico o l'appaltatore specializzato della tua organizzazione per valutarne le opzioni.

Mancia: Le piattaforme software come quella offerta da Envizi possono aiutare a monitorare le prestazioni degli asset solari, confrontando le prestazioni effettive con le prestazioni promesse e integrando la contabilità dei certificati di energia rinnovabile per facilitare il processo di reporting e audit più tracciabile.

6. Coinvolgere le parti interessate

La gestione dell'energia è raramente compito di un team, ma piuttosto coinvolge più parti interessate in un'organizzazione. Il successo di qualsiasi sforzo di riduzione delle emissioni sarà influenzato dalla capacità dell'organizzazione di coinvolgere efficacemente un gruppo di stakeholder collaborativo.

In genere, le organizzazioni con una forte cultura di governance e titolarità esecutiva dell'agenda energetica possono apportare il cambiamento positivo di maggior impatto. Spesso, i leader ispiratori possono fare la differenza con una solida comunicazione interna, l'empowerment attraverso ruoli e responsabilità chiari e incentivi per i dipendenti ad assumersi la responsabilità degli obiettivi di riduzione energetica.

Mancia: Trova un campione a livello esecutivo senior per guidare il viaggio di decarbonizzazione supportando il perseguimento dei loro obiettivi di business, siano essi ROI, mitigazione del rischio o altro. Sfrutta un unico sistema di registrazione per monitorare le emissioni e le opportunità di gestione dell'energia per consentire una migliore collaborazione interfunzionale tra i gruppi di stakeholder.

Conclusione

La transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio richiederà alle organizzazioni di aumentare drasticamente l'efficienza energetica degli edifici in funzione. Le seguenti tattiche basate sui dati possono aiutare la tua organizzazione a identificare e ottenere riduzioni significative delle emissioni:

  • Raccogliere i dati del contatore, ove possibile, per comprendere il consumo di energia granulare.
  • Confronta le prestazioni energetiche degli edifici in base alle dimensioni / coorte nel portafoglio della tua organizzazione per identificare gli scarsi risultati.
  • Utilizza la tecnologia per monitorare la configurazione dei sistemi HVAC, per rilevare gli sprechi energetici e le opportunità di ottimizzazione.
  • Prima di implementare il retrofit delle apparecchiature, il solare fotovoltaico o i progetti energetici, coinvolgi uno specialista per comprendere le opzioni della tua organizzazione e utilizza i dati per stabilire una linea di base sulla quale misurare i miglioramenti.
  • Nomina un dirigente senior per sostenere il programma di riduzione delle emissioni della tua organizzazione. Un unico sistema di registrazione delle emissioni e dell'energia può aiutare a consentire la collaborazione interfunzionale.

Se desideri saperne di più sull'utilizzo dei dati e della tecnologia per semplificare e accelerare la decarbonizzazione, leggi la nostra "Guida al percorso verso basse emissioni di carbonio".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui