Senato 2020: In Colorado, dove il clima è importante, Hickenlooper è favorito per insediare Gardner

0
27

Questa storia fa parte di una serie incentrata sui record climatici dei candidati nelle principali corse al Senato nelle elezioni di novembre.

A prima vista:

  • L'incumbent Cory Gardner, spesso definito il repubblicano più vulnerabile del Senato nel 2020, sta cercando di cavalcare l'onda Trump, schivando l'etichetta del GOP come anti-clima.

  • I democratici progressisti sono tiepidi con l'ex governatore John Hickenlooper, ma è ancora favorevole a trasformare la delegazione del Senato del Colorado dal viola al blu in queste elezioni.

  • L'incendio di Pine Gulch di questa estate, il più grande mai visto nella storia del Colorado, potrebbe aiutare ad alimentare una vittoria democratica per aiutare a ribaltare la maggioranza del Senato e innescare una politica nazionale sul clima.

Il famoso democratico John Hickenlooper ha detto a una commissione del Senato alcuni anni fa che aveva sorseggiato acque reflue fracking – era, "quasi come un rituale", ha detto – per dimostrare che è sicuro. Ora l'ex geologo energetico è diventato il candidato favorevole al clima in una battaglia per spodestare il senatore repubblicano Cory Gardner in carica.

Il successo di Hickenlooper potrebbe sembrare sorprendente in un ecosistema politico in cui più della metà degli adulti afferma che il Congresso e il presidente dovrebbero rendere il riscaldamento globale una priorità assoluta e il 69% si considera ambientalista. Ma l'ex governatore del Colorado, a volte chiamato "Frackenlooper" dai progressisti per aver sostenuto l'industria energetica, ha il sostegno del gruppo verde in quella che è stata tra le gare congressuali più contestate del 2020.

Durante la sua corsa presidenziale lo scorso anno, Hickenlooper ha dichiarato al New York Times: "Il prossimo presidente sarà l'ultima persona che avrà la possibilità di fermare il cambiamento climatico quando sarà ancora importante".

Ora sta parlando del potenziale di azione per il clima del prossimo Senato degli Stati Uniti.

Il sito web della sua campagna dedica una pagina a quella che definisce "la sfida decisiva del nostro tempo".

"La salute del nostro pianeta, il benessere economico e la sicurezza nazionale sono tutti a rischio", afferma. "È imperativo affrontare le sfide climatiche che dobbiamo affrontare con un forte senso di urgenza: sono in gioco vite umane e mezzi di sussistenza".

La pagina descrive l'obiettivo nazionale di creare posti di lavoro passando a un'economia di energia rinnovabile al 100% con emissioni nette zero entro il 2050, un obiettivo leggermente più ambizioso del piano per il clima del suo stato. Oltre a sostenere un approccio basato sulla scienza, con più ricerca e sviluppo sul clima, più auto elettriche e più formazione professionale per una transizione giusta dai combustibili fossili alle energie rinnovabili, Hickenlooper propone anche di sfruttare l'istruzione per preparare i lavoratori a lavori nel settore dell'energia pulita e utilizzare il commercio futuro accordi per facilitare la riduzione dei gas a effetto serra.

Durante la sua campagna presidenziale, Hickenlooper ha detto di non essere un fan del Green New Deal. Ma sostiene il ritorno all'accordo sul clima di Parigi, la fine dei sussidi ai combustibili fossili, l'interruzione delle esportazioni di combustibili fossili e il divieto di nuovi contratti di locazione di petrolio e gas su terreni pubblici, posizione ricoperta dal candidato presidenziale democratico Joe Biden.

"Passeremo al 100% di energie rinnovabili e, durante questa transizione, l'utilizzo delle nostre risorse di gas naturale per compensare la necessità di combustibili più sporchi, come il carbone, rimarrà importante", ha detto Hickenlooper al Denver Post.

In qualità di sindaco di Denver e governatore del Colorado, Hickenlooper ha presieduto i primi regolamenti nazionali sul metano, il primo sistema di metropolitana leggera dello stato e un piano per i veicoli elettrici. E mentre la sua amministrazione ha sostenuto l'industria delle attività ricreative all'aperto da 28 miliardi di dollari concentrandosi sulla protezione delle terre pubbliche, ha anche bloccato i divieti di fracking della comunità a sostegno dell'industria petrolifera e del gas da 13,5 miliardi di dollari che è desiderosa di sviluppare terreni pubblici.

Eric Sondermann, un analista politico indipendente del Colorado, ha detto che Hickenlooper è sempre stato un democratico a favore del petrolio e del gas. Ha detto che Hickenlooper ha il sostegno di elettori attenti all'ambiente in uno stato sempre più tendente al blu, perché gli elettori preoccupati per il clima lo vedono come la migliore delle opzioni disponibili.

"I democratici sono così disperati nel riconquistare il Senato e mandare Cory Gardner a fare le valigie che ci sono molti elettori democratici che sono disposti a trascurare alcune questioni che normalmente non farebbero", ha detto. Hickenlooper "non sarà mai un tipo da petrolio e gas come Gardner".

Abbracciare la conservazione, schivare le code di un presidente populista

Il repubblicano Cory Gardner sa chiaramente che i suoi elettori si preoccupano per la vita all'aria aperta. L'81% dei coloradiani afferma che aria e acqua pulite, fauna selvatica e terreni pubblici sono importanti nelle loro decisioni di voto. Ma è saldamente allineato con il partito di Trump, che ha difeso il "dominio energetico" dei combustibili fossili, ha rimosso le considerazioni sul clima dalle politiche nazionali e ha annullato dozzine di leggi e regolamenti ambientali.

Anche se in gran parte in punta di piedi attraverso quel campo minato per tutto il suo primo mandato, Gardner ha raggruppato il suo svantaggio politico di repubblicano vulnerabile in due delle più importanti misure di conservazione in mezzo secolo. Insieme al senatore Steve Daines del Montana, il cui seggio è anche considerato un disastro, ha fatto pressioni sui riluttanti leader del GOP, incluso il presidente, affinché autorizzassero nuovamente il Land and Water Conservation Fund e si assicurassero finanziamenti permanenti per pagare i miglioramenti del suolo pubblico attraverso il Great American Outdoors Act.

Gardner ha assunto posizioni relativamente moderate sul cambiamento climatico, rifiutando quella che chiama la "falsa scelta tra affrontare il cambiamento climatico e la crescita economica" e "irragionevolezza su entrambe le estremità dello spettro". Al Senato, ha sostenuto il finanziamento del National Renewable Energy Laboratory e gli è stato conferito lo status di "campione" dai gruppi commerciali dell'energia eolica e solare.

"Credo che gli esseri umani stiano contribuendo al cambiamento climatico e credo che abbiamo del lavoro da fare insieme per risolverlo", ha detto Gardner, un Coloradan di quinta generazione.

Gardner ha anche sostenuto i combustibili fossili e ha elogiato l'industria petrolifera e del gas per aver sostenuto oltre 10 milioni di posti di lavoro negli Stati Uniti. Secondo The Colorado Sun, si è opposto al Clean Power Plan dell'amministrazione Obama per ridurre le emissioni di gas serra delle centrali a carbone. Egli chiama anche la controversa lotta per trasferire la sede del Bureau of Land Management a Grand Junction, uno dei suoi "momenti di maggior orgoglio".

"Invece di parlare di mettere fuori mercato le nostre fonti energetiche tradizionali", dice Gardner sulla sua pagina web, "perché non parliamo di rafforzare la nostra infrastruttura energetica, proteggere queste risorse critiche e continuare a produrre responsabilmente quelle risorse per noi, l'ambiente e per il mondo? "

"Quello che sto facendo è lottare per politiche che abbiano un sostegno bipartisan, che possano ricevere un consenso positivo da entrambi i lati del corridoio per ridurre l'inquinamento per promuovere l'energia pulita, per promuovere l'eolico, (e) solare, per passare a un rinnovabile futuro energetico ", ha detto nell'articolo di Sun. "Non lo farò a scapito dei lavori nella mia città natale o in altri posti in Colorado. Penso che possiamo avere un futuro più luminoso e più pulito senza ferire le persone che vivono accanto a noi ".

I gruppi ambientalisti accusano Gardner di aver tentato di rendere più verde il suo record. La League of Conservation Voters, un gruppo di difesa che tiene traccia dei voti favorevoli all'ambiente dei legislatori, assegna a Gardner una valutazione a vita dell'11%. E i gruppi verdi ricordano agli elettori che Gardner ha sostenuto l'amministrazione Trump l'89% delle volte.

Gardner sembrava aver affrontato con attenzione il campo minato della questione ambientale nelle settimane precedenti le elezioni di novembre. I democratici lo hanno spinto a usare di nuovo la sua influenza per promuovere il Colorado Outdoor Recreation and Economy Act, che protegge circa 400.000 acri di terreni pubblici in Colorado.

Ma la sua mancanza di sostegno, insieme ai suoi voti per molte posizioni "anti-ambiente" da parte dell'amministrazione Trump, hanno spinto gruppi come il Fondo di azione Protect Our Winters (POW) a snobbare Gardner. Citano i suoi voti per confermare Scott Pruitt e l'ex lobbista della compagnia petrolifera Andrew Wheeler alla guida dell'Agenzia per la protezione ambientale, così come Ryan Zinke e David L. Bernhardt come Segretario degli Interni.

"Ha confermato tutti questi leader delle nostre agenzie che hanno passato il loro tempo a smantellare la politica climatica e le norme e i regolamenti sul clima nel nostro paese negli ultimi quattro anni", ha affermato Lindsay Bourgoine, che sovrintende al POW Action Fund.

“Guardiamo questi due candidati [and] c'è una scelta molto chiara ", ha concluso," e la scelta è John Hickenlooper ".

I Democratici hanno anche spinto per un voto sulla nomina da parte dell'amministrazione Trump del controverso William Perry Pendley come primo direttore del Bureau of Land Management dell'amministrazione, sperando di usare il voto come un randello contro i senatori repubblicani occidentali vulnerabili.

Nonostante il suo sostegno al Great American Outdoors Act, Gardner sembra essere consapevole della precarietà della sua posizione tra gli elettori ambientali. Il presidente ha inviato la sua figlia prediletta, Ivanka, per celebrare la storica legislazione sullo sfondo sempreverde del Rocky Mountain National Park in Colorado. Lungo il percorso, ha twittato che sarebbe stata raggiunta da Gardner. Non si è mai fatto vedere.

Il Takeaway:

Tutto il capitale politico e il denaro che i repubblicani hanno riversato nella corsa al Senato del Colorado del 2020 lo hanno mantenuto nella categoria "lancia in alto", sulla base del Cook Political Report. RealClearPolitics ha inserito Gardner nella categoria "magra democratica". Gardner, come Susan Collins del Maine, è uno dei due soli senatori repubblicani che lottano per la rielezione in uno stato che Trump ha perso contro Hillary Clinton nel 2016. Ma è probabile che la siccità sempre più profonda del Colorado, i monsoni senza spettacolo di questa estate e la storica stagione degli incendi dimostrare imbarazzanti promemoria agli elettori questo autunno che anche il cambiamento climatico è in votazione.

Judy Fahys

Reporter, Mountain West, National Environmental Reporting Network

Judy Fahys ha riferito sull'Occidente per decenni da Washington, DC e Salt Lake City. Dopo aver coperto l'ambiente, la politica e gli affari al Salt Lake Tribune, si è innamorata della narrazione audio come giornalista dell'ambiente e delle terre pubbliche per NPR Utah / KUER. In precedenza, ha trascorso un anno accademico come membro del Knight Science Journalism presso il Massachusetts Institute of Technology. Il suo lavoro è apparso sul New York Times, il Washington Post, High Country News e Outside magazine ed è andato in onda su NPR. Fa parte del consiglio della Society of Environmental Journalists.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui