lunedì, Dicembre 6, 2021
HomeAmbienteSenato 2020: Mitch McConnell ora ammette che esiste il riscaldamento globale causato...

Senato 2020: Mitch McConnell ora ammette che esiste il riscaldamento globale causato dall'uomo. Ma non ha un piano per il clima

Questa storia fa parte di una serie incentrata sui record climatici dei candidati nelle principali corse al Senato nelle elezioni di novembre.

A prima vista:

  • Il leader della maggioranza al Senato Mitch McConnell, che ha guidato la resistenza del Congresso a quella che ha definito "la guerra del presidente Obama al carbone", è stato in linea con l'agenda dell'amministrazione Trump per promuovere i combustibili fossili e allentare le normative ambientali.

  • Amy McGrath, un pilota di caccia della Marina in pensione e sfidante di McConnell a novembre, vede il cambiamento climatico attraverso la lente del suo background militare, vedendolo proprio come fa il Pentagono, come una minaccia alla sicurezza nazionale e internazionale. Le piace il piano climatico di Biden, il più aggressivo proposto da qualsiasi candidato alla presidenza del Partito Democratico o Repubblicano nella storia, ma dice di avere ancora domande al riguardo.

  • McGrath ha raccolto decine di milioni di dollari, dandole l'opportunità di competere con McConnell, che ha anche raccolto decine di milioni di dollari.

Come decide la nazione quale partito controllerà il Senato questo novembre, la gara in Kentucky si distingue per una grande ragione: presenta Mitch McConnell.

Detestato dai Democratici in tutto il paese come un cinico intermediario di potere, ma elogiato dai repubblicani come un astuto tattico politico, il leader della maggioranza del Senato più longevo del GOP deve affrontare una sfida da parte di un tenente colonnello e pilota da combattimento dei marine in pensione ben finanziato che ha volato in 89 combattimenti missioni, compresi i bombardamenti di al-Qaeda e dei talebani.

È improbabile che il cambiamento climatico sia una questione chiave di voto nella gara. Ma i candidati hanno punti di vista e approcci contrastanti nei confronti del riscaldamento globale in uno stato con una dipendenza storica, ma drasticamente in calo, dall'estrazione del carbone, uno dei principali contributori al cambiamento climatico. La produzione di carbone del Kentucky nel secondo trimestre del 2020 è diminuita dell'83% rispetto allo stesso periodo di un decennio prima; i posti di lavoro nell'estrazione del carbone sono scesi da 17.111 a 3.760.

In Kentucky, le temperature stanno già aumentando. Le stagioni di crescita stanno cambiando e si teme che piogge più abbondanti stiano causando più inondazioni. Gli scienziati hanno avvertito che peggiorerà lungo la strada, con una diminuzione dei raccolti e pericolose frane sui paesaggi di montagna minati.

McGrath è stato sorprendentemente franco nell'identificare le minacce rappresentate dal riscaldamento globale. McConnell, da parte sua, si è spostato un po 'dalle sue dichiarazioni passate: ora riconosce che il cambiamento climatico causato dall'uomo esiste.

Per anni McConnell non ha accettato la scienza del clima, dicendo ai giornalisti che non sapeva se gli esseri umani che bruciano combustibili fossili contribuissero al riscaldamento globale.

"Non sono uno scienziato", diceva, aggiungendo che la sua priorità erano le comunità carbonifere del Kentucky, anche se il loro declino economico è accelerato sotto il suo controllo e alcuni critici hanno detto che avrebbe dovuto fare di più per promuovere una transizione dal carbone.

Tuttavia, McConnell ha inviato milioni di dollari alle contee minerarie dello stato nel corso degli anni e ha promesso di rimanere "impegnato ad aiutare le comunità del carbone a pianificare il futuro con la formazione e i servizi per l'occupazione, nonché lo sviluppo economico", secondo una sua dichiarazione. ufficio fornito in risposta a una richiesta di colloquio.

Si è opposto all'accordo globale di Parigi sul clima per ridurre le emissioni di gas serra – un portavoce della campagna lo ha definito "disastroso" – mentre McGrath pensa che l'amministrazione Trump non avrebbe dovuto ritirarsi dall'accordo. McConnell è anche contro il Green New Deal, la risoluzione del Congresso sostenuta da alcuni Democratici – anche se non da McGrath – che propone un massiccio spostamento della spesa federale per creare posti di lavoro e accelerare la transizione verso l'energia pulita entro il 2050.

Nel marzo 2019, discutendo di un "voto spettacolo" – progettato come una trappola politica per i democratici – sulla sua versione del Green New Deal, McConnell ha detto ai giornalisti che credeva nel cambiamento climatico causato dall'uomo.

"Sì," ha detto il senatore del Kentucky per sei mandati. “La domanda è come la affronti? Il modo per farlo coerentemente con i valori americani e il capitalismo americano è attraverso la tecnologia e l'innovazione. E non c'è dubbio che sia il modo per ottenere risultati, non per chiudere la tua economia, buttare le persone senza lavoro, costringere le persone a ricostruire le loro case, uscire dalle loro auto … questa è una sciocchezza ".

Cattura del carbonio ed efficienza energetica

McConnell tende a giocare in difesa sul cambiamento climatico.

Non ha presentato il proprio piano sul clima, né i repubblicani al Senato sotto la sua guida.

Dopo che la Camera dei Rappresentanti ha approvato la legislazione sul cap-and-trade nel 2009, McConnell ha fatto riferimento al disegno di legge come la tassa nazionale sull'energia, e si è detto contento di vederne la fine al Senato, che non l'ha nemmeno messo in votazione.

Ora McConnell sta reclamizzando il suo sostegno alla cattura e allo stoccaggio del carbonio – una tecnologia adottata da molti repubblicani come un modo per continuare a bruciare carbone in un mondo limitato dal carbonio – e per i budget che includono l'efficienza energetica. Predilige, dice, "il buon senso e soluzioni effettivamente realizzabili per proteggere il nostro ambiente".

La League of Conservation Voters assegna a McConnell un punteggio del 14% nel 2019 e un punteggio del 7% nella vita per i suoi voti sulla legislazione ambientale.

McConnell ha difeso il suo record ambientale complessivo, menzionando il suo finanziamento degli sforzi di conservazione locale in Kentucky e il suo sostegno al Great American Outdoor Act bipartisan di quest'anno. La legge, firmata come legge dal presidente Trump, fornisce 900 milioni di dollari di finanziamenti annuali per la protezione del suolo pubblico e fino a 1,9 miliardi di dollari all'anno per cinque anni per finanziare un arretrato di manutenzione a parchi nazionali, foreste e rifugi per la fauna selvatica.

"Dobbiamo pianificare per questo"

Sia McConnell che McGrath hanno mostrato la capacità di raccogliere grandi somme di denaro, con McGrath sorprendentemente in testa alla fine di giugno, attingendo al pool di contributori politici che vogliono vedere McConnell in pensione.

In un'intervista, McGrath ha parlato del cambiamento climatico in modo più energico di quanto sia tipico per un candidato a un importante partito in Kentucky.

Ha detto di vedere il cambiamento climatico attraverso la lente del suo addestramento militare,

"Questo è un problema di sicurezza nazionale", ha detto. "Questo è un problema di sicurezza internazionale."

Ha aggiunto: "Stiamo già vedendo modelli meteorologici come non abbiamo mai visto prima. Incendi che non abbiamo mai visto, desertificazione. Assisteremo a migrazioni di massa ".

Basi militari basse vengono allagate dall'innalzamento del livello del mare, ha detto McGrath. “Dobbiamo pianificare per questo. McConnell non ha un piano. "

Quando è stato chiesto a una tappa della campagna a Louisville questa estate quale sarebbe il suo piano per il riscaldamento globale, la McGrath ha segnalato il sostegno al piano climatico del candidato presidenziale democratico Joe Biden, dandogli un appoggio provvisorio. "C'è molto di quello che ho visto al riguardo che è buono", ha detto riguardo al piano, aggiungendo che capisce che si tratta di una proposta aggressiva.

Biden a luglio ha annunciato un programma per l'occupazione in un'economia pulita da 2 trilioni di dollari che chiama Build Back Better, con la creazione di posti di lavoro e la giustizia ambientale come pilastri. Biden vuole anche che il Congresso passi i limiti delle emissioni con "un meccanismo di applicazione … basato sui principi che gli inquinatori devono sostenere l'intero costo dell'inquinamento di carbonio che stanno emettendo".

McGrath ha detto che mettere un prezzo sul carbonio sembra essere uno strumento efficace per combattere il cambiamento climatico e ha un fascino bipartisan, ma ha detto che vorrebbe assicurarsi che non danneggiasse "le famiglie della classe media e della classe operaia".

Le piacciono i posti di lavoro e gli aspetti infrastrutturali del piano di Biden, ha detto, ma ritiene che il carbone sia ancora essenziale e che Biden dovrebbe concentrarsi maggiormente sull'aiutare le comunità dipendenti dai combustibili fossili a compiere una transizione economica. "Abbiamo un debito da pagare alle nostre comunità carbonifere e la legislazione deve renderne conto direttamente", ha detto McGrath.

Un nuovo approccio

Parlare di cambiamento climatico dal punto di vista dell'esperienza militare è un nuovo approccio per un politico del Kentucky, uno stato che ha una storia di sostegno ai candidati che sono in sintonia con il carbone, anche al di fuori dei bacini carboniferi del Kentucky, ha affermato D. Stephen Voss, professore associato di scienze politiche presso l'Università del Kentucky.

Un esempio, ha detto, è il modo in cui il rappresentante degli Stati Uniti Andy Barr (R-Lexington) ha fatto pagare un prezzo all'ex membro del Congresso democratico Ben Chandler nel 2012 per il suo voto del 2009 per la legge cap-and-trade. La campagna di Barr è stata in grado di dipingere Chandler, che ha servito quattro mandati in rappresentanza della seconda città più grande dello stato e del paese dei cavalli che lo circonda, come anti-carbone.

"Quello che Amy McGrath sta facendo con la politica ambientale si adatta al modo in cui gestisce molte delle questioni che fanno cadere i democratici in uno stato come il Kentucky", ha detto Voss. "È stata disposta a offrire una piattaforma di questioni del Partito Democratico abbastanza tipica, ma sta sperimentando per difenderla e promuoverla utilizzando un linguaggio e atteggiamenti che sono più a proprio agio e familiari con luoghi che tendono a votare più repubblicani".

Se funzionerà, ha detto Voss, non lo prevede. Ma non crede che la politica climatica giocherà un ruolo, se del caso, nel risultato della corsa McConnell-McGrath. Non è un problema che muove le persone nel mezzo dello spettro politico che sono così importanti per il risultato, ha detto.

Una manciata di sondaggi ha dimostrato che la gara è serrata, secondo il sito web FiveThirtyEight.

I sostenitori dell'ambiente avevano riposto le loro speranze dietro il rappresentante statale Charles Booker, un progressista il cui messaggio "da cappa a urlo" aveva cercato di collegare le esigenze degli elettori nei quartieri neri a Louisville con gli elettori rurali degli Appalachi, e la cui crescente campagna democratica primaria contro McGrath è venuta fuori breve di 3 punti percentuali.

Alcuni si sono anche sentiti risentiti per il fatto che McGrath, il moderato, avesse avuto un grande vantaggio dal sostegno dei democratici nazionali all'inizio.

"Abbiamo costruito un movimento in tutto lo stato a sostegno di un Green New Deal con il candidato più progressista che il Kentucky abbia mai visto", ha detto Lily Gardner, una delle superiori di Lexington che è attiva con il Sunrise Movement. "Siamo rimasti con un candidato democratico che è completamente riluttante a sostenere le soluzioni alla crisi climatica che sia la scienza, che forse più importante, la giustizia richiedono".

Ha detto che il movimento giovanile per il clima lavorerà per ottenere il voto questo autunno e sostenere i candidati progressisti per le elezioni locali, ma "in nessun modo appoggeremo pubblicamente McGrath o la sosterremo a meno che non faccia una svolta a sinistra radicale".

Alcuni ambienti dicono "Meh"

Nonostante il chiaro riconoscimento da parte di McGrath dei problemi del cambiamento climatico, in netto contrasto con McConnell, "nessuno è eccitato o eccitato", ha detto Wallace McMullen, un sostenitore di lunga data dell'energia pulita e dell'ambiente di Louisville, che è un leader del Sierra Club nello stato.

McGrath non è stata appoggiata dal Sierra Club nel Kentucky, ma poi ha anche mantenuto le distanze dal gruppo, hanno detto McMullen e Tom Morris, che presiede il comitato politico del Kentucky Chapter.

"Il fatto triste è che a volte i candidati in tutto lo stato non vogliono la nostra approvazione in Kentucky", ha detto Morris. "Non siamo stati in grado di ottenere una risposta da lei."

In alternativa, il capitolo statale ha emesso una sorta di non-approvazione contro McConnell. "In pratica dice votare per chiunque tranne Mitch", ha detto Morris.

Morris, di Bowling Green, ha detto che intende votare per McGrath. Ha detto che è contento che lei riconosca che il cambiamento climatico è un problema ed è stato altrettanto contento di sentire che ha detto cose buone sui piani climatici di Biden.

"Il record di McConnell parla da solo", ha aggiunto. “Ha bloccato qualsiasi tipo di legislazione significativa sul clima. Sostiene Donald Trump e ha abilitato Donald Trump, e questo di per sé è stato un motivo sufficiente per opporsi a lui ".

Il Takeaway:

McConnell non è popolare in Kentucky, ma gli elettori del Kentucky hanno dimostrato ripetutamente di preferire il suo potere a qualunque concorrenza possa avere. È stato favorito in uno stato che non ha votato per un presidente democratico dall'elezione di Bill Clinton, 24 anni fa, e che ha dato a Trump una vittoria di 30 punti nel 2016.

Uno o due cicli elettorali fa, un candidato con la comprensione di McGrath della crisi climatica sarebbe stato sufficiente per esaltare la comunità ambientale dello stato. Il fatto che alcuni stiano ora dicendo "meh" è un'indicazione del crescente senso di urgenza tra gli elettori del clima e rappresenta una minaccia per la sua campagna.

Il denaro è un'influenza egualizzante in politica e McGrath è stato in grado di raccoglierne molto. Mentre sempre più repubblicani appoggiano a livello nazionale Biden tra le domande sulla gestione di Trump della pandemia di coronavirus e sul suo carattere, c'è una possibilità che questo possa trasformarsi in un'ondata di elezioni contro il presidente. Se ciò accade, tutte le scommesse sono annullate.

Una cosa, però, è certa, se McGrath vincesse, sarebbe un ribaltamento di proporzioni storiche.

James Bruggers

Reporter, Southeast, National Environment Reporting Network

James Bruggers copre il sud-est degli Stati Uniti, parte del National Environment Reporting Network di ICN. In precedenza si è occupato di energia e ambiente per il Courier Journal di Louisville, dove ha lavorato come corrispondente per USA Today ed è stato membro del team per l'ambiente di USA Today Network. Prima di trasferirsi in Kentucky nel 1999, Bruggers ha lavorato come giornalista in Montana, Alaska, Washington e California. Il lavoro di Bruggers ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra cui best beat report, Society of Environmental Journalists e Thomas Stokes Award della National Press Foundation per i report sull'energia. Ha servito nel consiglio di amministrazione della SEJ per 13 anni, di cui due come presidente. Vive a Louisville con sua moglie, Christine Bruggers.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI