sabato, Ottobre 16, 2021
Home Ambiente Stiamo vivendo un momento di centrale elettrica virtuale

Stiamo vivendo un momento di centrale elettrica virtuale

Dagli incendi alle cupole di calore, dai vortici polari alle inondazioni, gli impatti di condizioni meteorologiche estreme si fanno sentire in tutti gli Stati Uniti. Il caos climatico sta rivelando la fragilità della nostra rete energetica e le interruzioni pianificate e non pianificate stanno diventando più comuni. Perdere energia durante condizioni meteorologiche estreme è più che scomodo; è pericoloso.

È logico che i proprietari di case e edifici stiano investendo nella generazione solare e nelle risorse di stoccaggio, che possono mantenere il flusso di energia quando la rete non funziona. E, se aggregate, queste risorse possono fare molto di più che aiutare i proprietari; possono aiutare l'intera rete a diventare più resiliente fornendo nuove risorse distribuibili alle utility.

In altre parole, il clima estremo sta attirando una rinnovata attenzione nella centrale elettrica virtuale (VPP).

Cos'è una centrale elettrica virtuale?

Un VPP è un insieme di risorse energetiche di proprietà privata che possono essere interconnesse e che operano insieme. Sebbene posseduti e gestiti in modo indipendente, possono essere controllati centralmente, consentendo alle risorse disperse di rispondere alla domanda e all'offerta di energia.

Il risultato: costi energetici potenzialmente inferiori per i consumatori, valore aggiuntivo delle risorse per i proprietari e maggiore flessibilità per gli operatori di rete.

Mentre i servizi pubblici si affannano per garantire l'affidabilità durante condizioni meteorologiche estreme, aumentando al contempo la propria dotazione di energia rinnovabile, sempre più clienti incoraggiano i clienti a partecipare ai programmi VPP.

Questa idea non è nuova. Il termine è in circolazione dagli anni '90, ma ha ricevuto maggiore attenzione nell'ultimo decennio poiché le risorse energetiche distribuite sono diventate più comuni, il software è migliorato e il valore della flessibilità della rete è diventato più chiaro. Secondo alcuni, una maggiore flessibilità del carico avrebbe potuto prevenire i blackout in California indotti dalle ondate di calore dello scorso anno.

Tre società VPP che sto guardando

Sonnen

All'inizio di questo mese, sonnen, un fornitore intelligente di accumulo di energia residenziale di proprietà di Shell, ha annunciato il lancio della sonnenCommunity New York Virtual Power Plant. Attraverso il programma, sonnen fornirà energia solare e accumulo a 200 proprietari di case a una tariffa scontata con l'obiettivo di fornire energia rinnovabile e una risorsa distribuibile al mercato dell'energia NYISO.

A marzo, sonnen ha lanciato una partnership simile con il sostegno della California Energy Commission per fornire energia solare comunitaria a 50 residenti a basso e medio reddito nella contea di Los Angeles, con l'obiettivo di formare una centrale elettrica virtuale nel territorio della California meridionale di Edison.

Rigonfiare l'energia

Il fornitore di tecnologie energetiche residenziali Swell ha collaborato con servizi pubblici e clienti per creare programmi VPP in California, Hawaii e New York. L'azienda considera le risorse come una nuova classe di attività e ha aiutato i partner di servizi pubblici a riconoscere il solare residenziale più lo stoccaggio come una risorsa distribuibile nel portafoglio di una società di servizi.

"Mostriamo loro esattamente come possono essere presi determinati carichi [offline] su determinati circuiti in modo chirurgico, invece che su un enorme parco di batterie nel mezzo del deserto", ha affermato il CEO Suleman Khan in un'intervista con Energy Storage News all'inizio di quest'anno.

La società ha raccolto 450 milioni di dollari per implementare la sua tecnologia alla fine del 2020 e Khan afferma che la società ha 300 megawattora di capacità di accumulo di energia sotto contratto per i prossimi tre anni.

Tesla

La scorsa settimana, Tesla ha annunciato i dettagli di un piano per utilizzare il suo sistema di batterie integrato Powerwall in California come parte di un VPP per supportare la rete elettrica durante le temperature record nei prossimi mesi che dovrebbero aumentare la domanda di energia.

I clienti possono aderire al programma, ma non riceveranno alcun compenso per la partecipazione. Invece, Tesla sta inquadrando il programma come un "bene pubblico" per supportare la rete della California. Attualmente, le utility della California chiedono ai clienti di ridurre volontariamente il consumo di energia attraverso il loro comportamento durante determinate ore del giorno. Il programma di Tesla automatizza essenzialmente lo stesso concetto per le utility.

"Sebbene il risarcimento dei clienti per questo programma sia una possibilità in futuro, nel frattempo i clienti sono incoraggiati a partecipare al programma e a mobilitare la capacità in eccesso dei loro sistemi Powerwall", afferma il sito Web dell'azienda.

Vale la pena osservare la scelta di non risarcire i clienti per vedere se altri programmi seguono l'esempio e quanti dei 50.000 clienti californiani dell'azienda si aderiscono.

Tesla è nel gioco del VPP da diversi anni, inclusa la collaborazione con Green Mountain Power del Vermont per fornire Powerwall ai clienti nel 2017.

Le utility incentivano i VPP

Mentre i servizi pubblici si affannano per garantire l'affidabilità durante condizioni meteorologiche estreme, aumentando al contempo la loro dotazione di energia rinnovabile, sempre più clienti incoraggiano i clienti a partecipare ai programmi VPP. Di seguito sono riportati tre annunci recenti; non sono affatto gli unici programmi là fuori.

  • Il 19 luglio, Hawaiian Electric ha lanciato un programma che consente ai clienti residenziali e commerciali di ottenere uno sconto in contanti per l'aggiunta di accumulatori di energia ai pannelli solari. In cambio, i clienti scelgono un programma VPP per utilizzare o esportare l'energia da tale storage durante le due ore di punta della giornata.
  • Il 13 luglio, l'Arizona Public Service ha annunciato un incentivo di $ 1.250 per i clienti che installano una nuova batteria e consentono all'azienda di utilizzare fino all'80% della sua capacità durante le ore di punta.
  • A maggio, Southern California Edison (SCE) ha adottato un'iniziativa per incentivare i propri clienti a partecipare a un programma VPP offrendo "GridRevenue" a coloro che offrono le proprie risorse durante le ore di punta. Lo sforzo è in collaborazione con Swell Energy (menzionato sopra). Questo si aggiunge al programma di SCE annunciato lo scorso anno con Sunrun, in cui l'utility sta creando un VPP da 300 case.

Con il clima estremo in aumento, questa tendenza continuerà sicuramente. Ciò potrebbe significare buone notizie per i proprietari di case in cerca di opportunità finanziarie per ottenere le proprie risorse energetiche e utility distribuite, che hanno il non invidiabile compito di fornire affidabilità in un mondo sempre più caotico.

[ Want more great analysis of the clean energy transition? Sign up for Energy Weekly, our free email newsletter.]

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI