venerdì, Ottobre 15, 2021
Home Ambiente Un'idea per scalare l'eolico offshore negli Stati Uniti

Un'idea per scalare l'eolico offshore negli Stati Uniti

Questo è un momento di trasformazione per l'economia energetica nazionale degli Stati Uniti. Gli investimenti nei settori delle rinnovabili hanno superato quelli del petrolio e del gas naturale, e il nord-est degli Stati Uniti sta guidando la carica con storici impegni statali verso una delle più promettenti delle nuove industrie pulite: l'eolico offshore.

La crescita dell'industria eolica offshore degli Stati Uniti richiede un delicato equilibrio. I concorrenti statali come New York, New Jersey e Massachusetts riconoscono l'importanza dell'opportunità per le loro economie e, a loro volta, richiedono agli sviluppatori di effettuare "spese locali", ovvero assumere consulenti locali e acquistare materiali e prodotti da aziende con sede negli Stati Uniti o statali. – fornitori specifici.

Ma, nonostante gli storici progetti eolici offshore in corso sulla costa orientale, gli Stati Uniti fanno ancora affidamento sull'esperienza degli sviluppatori scandinavi che hanno avuto un vantaggio nei loro paesi più di dieci anni fa. Questi sviluppatori hanno coltivato solide relazioni con fornitori, consulenti e produttori che hanno portato a progetti di successo all'estero, ed è naturale che gli sviluppatori vogliano portare rapporti di fiducia con loro in una nuova geografia.

La domanda cruciale in questo frangente è: come fanno gli Stati Uniti a lavorare in collaborazione con leader del settore internazionale che portano anni di comprovata esperienza e allo stesso tempo si impegnano in una solida catena di approvvigionamento eolica offshore coltivata in casa?

Non è una proposta che si esclude a vicenda. Mentre facciamo progressi nello sviluppo di questo settore, dobbiamo contemporaneamente lavorare in collaborazione con aziende internazionali per aiutarci a gettare le basi per un fiorente ecosistema offshore e impegnarci a costruire un pool di talenti locali e una pipeline di materiali in modo che alla fine possa essere un prodotto americano e guidato industria. Possiamo imparare dai nostri colleghi, adottando le migliori pratiche sviluppate dall'esperienza e investire nell'ecosistema e nella catena di approvvigionamento con sede negli Stati Uniti.

In che modo gli Stati Uniti si impegnano a lavorare in collaborazione con leader del settore internazionale che portano anni di comprovata esperienza e allo stesso tempo si impegnano in una solida catena di approvvigionamento eolica offshore coltivata internamente?

Le principali aziende internazionali si sono assicurate molti dei più grandi contratti eolici offshore nella storia degli Stati Uniti – inclusa la società norvegese Equinor all'inizio di quest'anno a New York – e stanno svolgendo un ruolo cruciale nella crescita del settore qui.

Ad esempio, nell'ambito del suo contratto con la New York State Energy Research and Development Authority per fornire 3,3 gigawatt di energia pulita per milioni di case in tutto lo stato, Equinor sta effettuando enormi investimenti nell'infrastruttura portuale di New York presso il South Brooklyn Marine Terminal e Porto di Albany. Questi convertiranno entrambe le sedi in strutture di allestimento e produzione di livello mondiale che supporteranno i futuri progetti eolici offshore di New York e gli obiettivi di resilienza climatica a lungo termine.

In questo momento delicato per l'industria, dobbiamo pensare in grande ea lungo termine. Dobbiamo considerare attentamente le conseguenze di ulteriori restrizioni alla spesa locale per le aziende che stanno già preparando la nostra economia energetica per il successo investendo nelle infrastrutture portuali del 21° secolo di cui i fornitori statunitensi beneficeranno per futuri progetti eolici offshore. E dobbiamo diffidare di un'attenzione univoca e potenzialmente miope sull'"acquisto di americani" che potrebbe limitare, piuttosto che garantire, le opportunità di sviluppo delle capacità statunitensi nel settore in futuro, per non parlare della nostra resilienza al cambiamento climatico, che è il obiettivo finale qui.

Naturalmente, mentre avanziamo grandi progetti eolici offshore lungo la costa orientale, è fondamentale che prepariamo le nostre città e le economie regionali a partecipare alla crescita di una nuova industria: come fanno le persone ad accedere ai posti di lavoro e alle opportunità previste?

Ciò significa stabilire una solida pipeline di sviluppo della forza lavoro in collaborazione con partner educativi e senza scopo di lucro e garantire che gli sviluppatori o entità eoliche offshore di qualsiasi tipo – pubbliche o private, statunitensi o internazionali – si impegnino con le comunità per abbattere le barriere all'ingresso nell'ampia gamma di posti di lavoro opportunità a disposizione dei residenti.

Ad esempio, nel New Jersey, Atlantic Shores Offshore Wind, una joint venture tra Shell ed EDF Renewables, ha implementato un modello di forza lavoro che altri possono emulare mentre aumentiamo l'eolico offshore nella regione; l'azienda ha fatto degli impegni per l'approvvigionamento locale di MWBE una parte vitale della propria strategia.

Dovremmo anche semplificare la nostra transizione all'eolico offshore istituendo scambi di apprendimento sponsorizzati dal governo per le aziende che desiderano lavorare nell'eolico offshore. I tour delle strutture scandinave, ad esempio, e i programmi di scambio di apprendimento all'estero possono aiutare i nostri fornitori locali a sviluppare la comprensione di cui hanno bisogno per prosperare in una nuova economia.

Ora è il momento per gli Stati Uniti di impegnarsi pienamente nella promessa dell'eolico offshore e diventare un leader globale in un mercato in crescita chiave dell'inizio del XX secolo. Abbiamo il vantaggio di colleghi internazionali lungimiranti che ci aiutano ad arrivarci e non dovremmo perdere questa opportunità all'alba di un nuovo settore per potenziare lo sviluppo di una catena di approvvigionamento statunitense.

Nota del redattore: lo studio di pianificazione urbana di Karp conta come clienti l'Autorità per la ricerca e lo sviluppo energetico dello Stato di New York, MassDevelopment, Equinor e Atlantic Shores.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI