Che cos'è, dove si trova e come raggiungere l'orgasmo

0
100

Scopri tutto sul punto G, dov'è, come trovarlo, come raggiungere l'orgasmo e come schizzare. Scopri cosa potrebbe fermarti e come superarlo. Impara a schizzare!

Qual è il punto G?

Il Gindividuare, è una zona erogena altamente sensibile situata a 2-3 pollici all'interno della vagina può causare eccitazione sessuale, piacere intenso, orgasmi potenti ed eiaculazione femminile (o schizzi) se adeguatamente stimolata.

Il punto G (punto G o punto di Gräfenberg) è stato scoperto da Ernst Gräfenberg un ginecologo tedesco che per primo lo ha descritto come "una zona erotica situata sulla parete anteriore della vagina lungo il corso dell'uretra che si gonfia durante la stimolazione sessuale". È una parte di una struttura erogena più ampia nota come complesso clitoretrovaginale, o CVU, che include il clitoride, la vagina e l'uretra. L'area occupata dal punto G è chiamata spugna uretrale ed è il tessuto che circonda l'uretra (il tubo da cui facciamo pipì) che si gonfia di liquido durante l'eccitazione sessuale.

Il punto G è associato alla ghiandola prostatica negli uomini ed è costituito da un complesso sistema di tessuto erettile, ghiandole di secrezione (la ghiandola di Skene), nonché il nervo pelvico interno e i muscoli che si impegnano l'uno con l'altro durante il ciclo di eccitazione .

Nella maggior parte delle donne è sensibile alla pressione e alla stimolazione che possono portare ad alti livelli di eccitazione sessuale e potenti orgasmi. L'esistenza di un punto G è stata ampiamente accettata e i libri di sessuologia più popolari lo considerano un dato di fatto. In uno studio sull'eiaculazione femminile, l'84% delle circa 1300 donne professioniste che hanno risposto ha riportato un'area sensibile nella vagina, e questo è stato correlato con coloro che hanno anche segnalato l'eiaculazione.

Dove si trova il punto G?

Il punto G può essere trovato all'interno della vagina a circa 2-3 pollici di profondità, nella parete anteriore o laterale della pancia della vagina. Puoi trovarlo con le dita toccando la parete anteriore o il tetto della vagina, appena dietro l'osso pelvico. Lì, un tessuto rugoso simile a una prugna (la spugna uretrale) si gonfierà di liquido quando viene eccitato tramite una pressione decisa e profonda, rendendolo così evidente al tatto. È rimasto sfuggente in passato perché nel suo stato sessualmente non stimolato, è relativamente piccolo e difficile da localizzare, soprattutto perché è interno e non puoi vederlo come il clitoride.

Quest'area è ciò che rappresenta gli orgasmi del punto g e gli schizzi. Gli orgasmi del punto G possono verificarsi con o senza l'eiaculazione femminile.

Come trovi il punto G?

Il modo migliore per trovare il punto G è attraverso il gioco sessuale e la sperimentazione con il tuo partner o da solo. Quando esplori da solo assicurati di metterti in una posizione comoda sul tuo letto o su una sedia comoda, mezzo seduto con la schiena piegata, le cosce divaricate e le ginocchia piegate verso di te, in modo da poterlo raggiungere facilmente.

Poiché il punto G si rivela solo quando le donne sono molto eccitate, altre forme di stimolazione sessuale e preliminari sono incoraggiate in anticipo. Una volta che sei molto eccitato, tu o il tuo partner potete quindi esplorare la parete vaginale interna (profonda 2-3 pollici) e trovare il tessuto erettile che si sentirà irregolare e più gonfio del tessuto liscio circostante.

È meglio usare le dita per l'esplorazione all'inizio inserendo 1-2 dita e piegandole in un "vieni qua"Movimento che accarezza l'area del punto G. Se hai le unghie lunghe, è meglio tagliarle prima dell'esplorazione per evitare di graffiare i delicati tessuti interni o indossare i guanti.

In alcune donne, il punto G può essere grande quanto un'albicocca, ma in altre può essere piccolo come una ciliegia. Saprai quando raggiungi il punto G dalla sensazione distintiva che crea. Stimolarlo può darti una scarica di piacere o farti venire voglia di fare pipì.

Come stimoli il punto G?

La risposta di ogni donna alla stimolazione e alla sensibilità sessuale è diversa. La sensibilità può anche variare in diversi periodi del mese. Proprio come alcune donne godono della stimolazione diretta al clitoride mentre altre no, lo stesso vale per il punto G.

Il modo migliore per scoprire come stimolarlo è esplorare ciò che ti fa sentire bene. Per cominciare, assicurati di essere già stimolato sessualmente con altri mezzi. Una volta che ti sei riscaldato, puoi iniziare a esplorare il tuo punto G.

Dovresti concederti molto tempo per questa esplorazione e assicurarti di non avere alcun disturbo. Quindi spegni il telefono, chiudi la porta e mettiti comodo. Assicurati di avere un grande asciugamano assorbente sotto di te o una coperta sessuale per assorbire i liquidi di eiaculazione femminile che potresti emettere durante il gioco. È anche una buona idea svuotare la vescica prima di tentare la stimolazione del punto G, l'orgasmo e l'eiaculazione femminile.

Cos'è un orgasmo del punto G?

Tecnicamente un orgasmo del punto G è qualsiasi orgasmo prodotto dalla stimolazione del punto G. Tuttavia, gli orgasmi sono vari e individuali. E il punto G è solo un'estensione del clitoride o del complesso clitorotrovaginale, quindi qualsiasi orgasmo correlato ai genitali potrebbe essere un orgasmo del punto G.

Per la maggior parte delle donne, un orgasmo del punto G differisce da un orgasmo clitorideo è che:

Un orgasmo clitorideo è un orgasmo di rilascio rapido della tensione, come uno starnuto. Sebbene piacevole, finisce rapidamente. Un orgasmo del punto G è solitamente più duraturo e molto più profondo all'interno della vagina e può portare a orgasmi continui e di tutto il corpo.

Un orgasmo del punto G può portare a schizzi o eiaculazione femminile. Tuttavia, alcune donne possono eiaculare anche dal clitoride o da altri stimoli.

Un orgasmo del punto G può sembrare simile a un punto profondo oa un orgasmo cervicale, poiché entrambi hanno luogo all'interno della vagina. Tuttavia, un orgasmo del punto G sarà più vicino all'apertura vaginale, mentre un orgasmo cervicale è verso la parte posteriore della vagina. Inoltre, un orgasmo cervicale coinvolge il nervo vago, ma potrebbe non essere stimolato durante un orgasmo del punto G.

Guida passo passo per stimolare il punto G.

Deborah Sundahl, autrice di "Eiaculazione femminile e punto G."Consiglia di sedersi di fronte a uno specchio a figura intera e una torcia elettrica, in modo da poter non solo sentire, ma anche vedere il punto G, una volta che si eccita. Ecco i passaggi del suo libro (modificato per chiarezza) su come stimolare il punto G.

  • Per prima cosa, imposta la tua intenzione di esplorare il tuo punto G. Usa una pratica di masturbazione consapevole, in cui il tuo unico obiettivo è esplorare il tuo piacere. Non prefiggerti l'obiettivo di avere un orgasmo la prima volta (se succede, va bene!), Perché ti mette sotto pressione per esibirti, piuttosto che solo esplorare e sentire. L'obiettivo è scoprire come si sente la stimolazione del punto G per te e goderti l'esperienza di connetterti semplicemente a te stesso.
  • Assembla in anticipo tutti gli aiutanti sessuali di cui potresti aver bisogno: un buon lubrificante sicuro per il corpo, asciugamani da mettere sotto di te, olio da massaggio, il tuo vibratore preferito, un dildo curvo o una bacchetta magica. Potrebbero piacerti anche i cuscini sessuali per sostenere i fianchi e uno specchio nel caso tu voglia guardare lo spettacolo!
  • Assicurati di essere super idratato e di avere una bottiglia d'acqua accanto a te. Potresti espellere l'eiaculato, quindi hai bisogno di molta acqua per rimanere idratato.
  • Quindi, mettiti in una posizione comoda e inizia facendo alcuni esercizi di respirazione profonda per rilassarti. Questo ti aiuterà a uscire dalla tua testa e nel tuo corpo, che è essenziale quando cerchi di eccitare il punto G. Più sei nel tuo corpo e sei in grado di SENTIRE, meglio sarai in grado di rispondere al piacere. Pensare troppo e avere aspettative è probabilmente il più grande ostacolo all'eccitazione e all'orgasmo del punto G.
  • Stimolati lentamente, toccando il tuo corpo dappertutto per riscaldarti con i preliminari. Puoi concederti un sensuale massaggio al seno in anticipo, massaggiare la pancia e le cosce. Sintonizzati lentamente sul senso del tatto e del piacere.
  • Una volta che sei pronto, inizia a farti un massaggio Yoni, accarezzando lentamente la vulva e le labbra, il clitoride e l'apertura vaginale. Usa le dita e i palmi delle mani per questa esplorazione.
  • Inizia a contrarre i muscoli del tuo PC e immagina di essere il punto G che si gonfia e si eccita. Ricorda di continuare a respirare profondamente e immagina di respirare nel tuo punto G e irradiare piacere e calore da questa posizione. Puoi persino immaginare il tuo punto G come un vortice vorticoso di energia rossa e piacere che si costruisce dentro di te.
  • Quando sei abbastanza acceso, inserisci uno o due dita lubrificate nella tua vagina e inizia a sentire dove si trova il tuo punto G. Senti il ​​punto rugoso al centro, le due scanalature su entrambi i lati e la coda sul retro. Respira profondamente mentre esplori delicatamente come si sente il tuo punto G e dove ti piace di più la sensazione del tatto mentre lo accarezzi con la punta delle dita. Puoi continuare la stimolazione clitoridea allo stesso tempo per continuare a costruire la tua eccitazione.
  • Una volta eccitato, il punto G dovrebbe iniziare a gonfiarsi di fluido e pressione. A questo punto può sembrare strano, come una fastidiosa sensazione di prurito, bruciore o solletico. Potresti anche sentirti come se dovessi fare pipì. E 'normale. Non irrigidirti e cerca di fermare la "pipì". Il trucco è continuare a stimolare oltre questa strana sensazione fino a quando non inizi a provare un'eccitazione e un piacere intensi. Continua a pompare il muscolo PC per costruire energia sessuale nel punto G. Ricorda di respirare profondamente e di rilassarti.
  • Prova diversi tipi di stimolazione dal tocco leggero e accarezzare, al sentire e sondare delicatamente, alla spremitura del punto G con le dita per stimolare la ghiandola prostatica a produrre liquido eiaculato.
  • Esercita una pressione delicata ma decisa. Il punto G risponde meglio a una pressione molto decisa. Premi tutto intorno al punto G, tastandoti, muovendoti lentamente. Nota la differenza nel modo in cui si sente ogni tocco, sia che tu provi intorpidimento o sensazione erotica. Prova diversi tipi di bracciate e diversi tipi di pressione per vedere cosa ti fa sentire meglio. Accarezzare in modo circolare o avanti e indietro fa sentire bene alla maggior parte delle donne. Alcune donne godono di una penetrazione vigorosa e spingono il bacino verso l'alto per incontrare e posizionare le spinte in modo ottimale. Di solito, la maggior parte delle donne ritiene che sia necessaria una pressione profonda e decisa per suscitare il punto G. Alcune donne preferiranno la stimolazione intorno al punto G, ma non direttamente su di esso.
  • Continua a sviluppare l'eccitazione erotica mentre stimoli il punto G finché non si sente pieno e maturo. Potresti passare a una bacchetta del punto G ora per dare una pausa alla mano e al polso, o continuare con le dita se ti senti bene. Continua a respirare e a contrarre il muscolo PC: stringi e stringi, spingi in fuori e rilassati. Puoi anche ondulare e far oscillare i fianchi in tempo per le tue spinte del punto G. Mentre spingi fuori, immagina il tuo punto G che esplode con l'orgasmo. Yum!
  • A questo punto dovresti essere molto eccitato sull'orlo dell'orgasmo. Continua a respirare, muovendo il tuo corpo al ritmo. Può essere piacevole spingere in profondità nel punto G con una pressione decisa e più rapida. Puoi anche immaginare il tuo amante che sbatte il pene / le dita o il giocattolo nel tuo punto G mentre muovi i fianchi per incontrarli. O qualunque fantasia possa accenderti a questo punto. Continua a visualizzare il tuo orgasmo che esplode da te con intenso piacere, finché non puoi più trattenerti.
  • Prova a produrre suoni mentre sviluppi l'eccitazione. Gemere e emettere suoni erotici risuona nei genitali e stimola il nervo vago, che aiuta a costruire l'eccitazione nel corpo. Gemiti forte, urla, grugnisci, giuro! Fai quello che ti fa sentire bene!
  • Ora potresti sentire un'intensa pressione e aver bisogno di espellere i liquidi. Potresti sentire dei "razzi di eiaculazione" (strisce di piacere) che ti colpiscono lungo le cosce e molto probabilmente avrai voglia di fare pipì. Continua a stimolare fino a quando la tua vagina non vuole naturalmente spingere fuori le dita. Potresti anche sentire l'impulso di spingere verso il basso e spingere in fuori con il muscolo PC, simile al parto. Tranne che in questo caso stai partorendo il tuo orgasmo!
  • Se hai l'orgasmo ora, è fantastico! In caso contrario, non preoccuparti. Gli orgasmi del punto G richiedono pratica. L'importante è che tu abbia esplorato il tuo piacere. Potresti anche provare eiaculazione femminile o schizzi. Ancora una volta, fantastico! In caso contrario, non preoccuparti. Puoi provare l'orgasmo del punto G senza eiaculazione e viceversa.
  • Esercitati a spingere fuori l'orgasmo ed eiaculare. Stimola il punto G mentre spingi con decisione verso l'ESTERNO con i muscoli del PC. Ripeti lo STIMOLO-SPINTA-TIENI-RILASSATI fino a quando non raggiungi l'orgasmo. Se senti arrivare l'eiaculazione, potresti dover rimuovere il giocattolo o il dito per consentire il flusso dei liquidi. Puoi continuare premendo di nuovo con il dito / giocattolo, quindi rimuovilo e spingi in fuori con i muscoli del tuo PC. Continua a eiaculare finché non sei soddisfatto o non puoi più produrre.
  • Se provi l'orgasmo, continua a stimolare e cavalca l'onda il più a lungo possibile. Puoi anche strofinare il clitoride, l'interno coscia, la pancia o il seno. Sposta l'orgasmo in tutto il corpo.
  • Cavalca l'onda orgasmica della beatitudine!
  • Perché non riesco a raggiungere l'orgasmo o l'eiaculazione?

    È molto comune che la prima volta che provi l'orgasmo del punto G non raggiungerai l'orgasmo. se hai seguito i passaggi precedenti e non hai avuto l'orgasmo del punto G, non preoccuparti.

    Ci sono molte ragioni per cui potresti non aver sperimentato un orgasmo o uno schizzo.

    Ecco alcuni motivi

    È la tua prima volta e hai bisogno di più pratica per imparare ciò che piace al tuo corpo, per abituarti alla sensazione di eccitazione del punto G che è molto diversa dalla stimolazione del clitoride.

    Potresti avere aspettative diverse dalla tua esperienza. Sii gentile con te stesso e renditi conto che il punto G e l'eccitazione di ogni donna potrebbero essere diversi. Hai semplicemente bisogno di esplorare e sperimentare di più per scoprire cosa ti eccita.

    Potresti non essere in grado di uscire dalla tua testa e entrare nel tuo corpo e di lasciarti andare. Anche in questo caso è molto comune. Pratica tecniche consapevoli: respirazione, meditazione, concentrazione sui tuoi sensi invece che sui tuoi pensieri. Non esiste un modo giusto o sbagliato per farlo, quindi non preoccuparti.

    Se i muscoli del tuo PC sono deboli, potresti avere difficoltà a eiaculare. Fortunatamente, puoi fare esercizi di Kegel per rafforzarli e ci sono molti ottimi prodotti disponibili che possono aiutarti come le Yoni Egg. Puoi anche utilizzare vari giocattoli sessuali per il punto G. progettati appositamente per la stimolazione del punto G. La forza dei muscoli PC di una donna è direttamente correlata alla sua capacità di raggiungere l'orgasmo attraverso il rapporto; quindi i muscoli PC più forti promuoveranno orgasmi del punto G più forti e l'eccitazione più facile di questa zona.

    A volte le donne si irrigidiscono e cercano di trattenere la sensazione di aver bisogno di fare pipì. Devi andare con la sensazione di dover fare pipì e non combatterla, rilassati e lasciati andare.

    Potresti provare intorpidimento, dolore o disagio. Ancora una volta, questo accade spesso alle donne. Il nostro punto G ha una memoria cellulare e può trattenere traumi, abusi, emozioni e sensi di colpa, vergogna, indegnità e dismorfismo del corpo passati o problemi corporei negativi. Potrebbe essere necessario eseguire prima un po 'di disarmatura del corpo per rimuovere la tensione, il dolore e i blocchi accumulati in modo da poter SENTIRE nuovamente il piacere e spostare l'energia sessuale attraverso i nostri corpi.

    Potresti non aver usato una stimolazione sufficiente. Il punto G gode di una stimolazione decisa, pesante e profonda. Quindi non aver paura di spingerti dentro a tutto ciò che ti fa sentire bene.

    Potresti non avere abbastanza resistenza. Gli orgasmi del punto G sono un duro lavoro. Non puoi semplicemente fare clic sul tuo vibratore e cancellarne uno. Richiedono tempo per sviluppare eccitazione, molti preliminari, pazienza, sperimentazione, consapevolezza di sé ed esplorazione. E resistenza. Devi andare avanti finché non ci arrivi. Ecco perché un dildo per il punto G o una bacchetta è utile in modo che la tua mano e il tuo polso non si stanchino. Inoltre, avere il tuo partner che ti dà una mano e ti fa un dito può aiutare molto. Quindi puoi sdraiarti più facilmente, rilassarti, lasciarti andare e divertirti. Da solo, di solito posso avere solo 1 o 2 orgasmi del punto G prima di essere completamente esausto. Con il mio partner posso andare tutta la notte (finché può). Quindi, la pazienza è la chiave!

    Non dimenticare il clitoride. Per la maggior parte di noi, il clitoride è la nostra zona erogena numero uno, quindi richiede ancora molta stimolazione per attivare il punto G. Stimolare il clitoride mentre esplori il piacere del punto G non significa tradire. Si aggiunge solo all'esperienza orgasmica. Ancora una volta, fai tutto ciò che ti fa sentire bene e ti porta lì. E, se scopri che le dita o un dildo da soli non ti portano lì, prova a usare la tua vibrazione clitoridea preferita per aumentare la stimolazione del necessario. Sperimentare il climax del clitoride con la stimolazione del punto G aiuterà a ricablare il cervello per il piacere e l'orgasmo del punto G.

    Potresti essere troppo giovane? Per qualche ragione è più facile per le donne mature imparare a schizzare rispetto alle donne più giovani. Il motivo per cui può variare. Potrebbe essere conoscenza di sé del proprio corpo e piacere. Esperienza e pratica. Capacità di non fregarsene e di lasciarsi andare. Per qualsiasi motivo, solo perché sei giovane non significa che non ci arriverai. Continua a esplorare e praticare e arriverà.

    Semplicemente potresti non goderti la stimolazione del punto G e anche questo va bene. Alcune donne si eccitano con la stimolazione dei capezzoli e hanno orgasmi ai capezzoli, altre no. Non farti prendere dalla comparabilità. Il tuo corpo è unico e bello così com'è. NON sei rotto.

    Pensi di essere una delle sfortunate donne che NON POSSONO sperimentare l'orgasmo del punto G o l'eiaculazione femminile. La verità è che ogni essere umano con corpo femminile può provare l'orgasmo del punto G. Abbiamo tutti un punto G (donne), quindi tutti possiamo provare l'orgasmo. Proprio come tutti noi abbiamo orecchie e possiamo provare mal d'orecchi. Tuttavia, alcuni di noi hanno infezioni o dolori cronici all'orecchio e altri no. Quindi, sappi che puoi e questo ti porterà al 90% del percorso. Pensare di non poterti bloccare dall'esperienza.

    Se non schizzi, di nuovo non preoccuparti. Anche lo squirt richiede pratica: il più delle volte si tratta di un problema mentale piuttosto che fisico. Forse trovi difficile andare oltre il limite e lasciarti andare? Forse ti preoccupi che l'eiaculato sia effettivamente pipì, o che sia sporco o disordinato? Forse ti sembra troppo strano e ti fermi. Potresti anche non essere abbastanza idratato. Oppure potresti avere qualche impedimento fisico che sta bloccando l'uretra in modo che l'eiaculato non possa essere espulso. La porno star, Nina Hartley, che è molto esperta quando si tratta di tutti i tipi di sesso, incluso il punto G, ha ammesso di non poter provare l'orgasmo del punto G o lo squirt, non importa quanto ci abbia provato. Ciò può essere dovuto al fatto che la sua uretra è vicina alla sua apertura vaginale, quindi quando cerca di eiaculare, la sua uretra si blocca e non può emettere fluido. Quindi, potrebbero esserci ragioni fisiche per cui "alcune" donne non possono squirtare. Sfortunatamente, nessuna ricerca è stata fatta in questo settore, quindi questa è solo la mia speculazione e la mia osservazione mentre aiutavo molte altre donne a imparare a squirtare nel corso degli anni.

    Infine, lo squirt arriva facilmente ad alcune donne e non ad altre. Di nuovo, siamo tutti diversi. Non sono così bravo ad andare in bicicletta, ma posso schizzare eiaculare attraverso la stanza. Ma se mi esercitassi in bicicletta probabilmente migliorerei molto. Lo stesso con l'eccitazione del punto G. La pratica rende perfetti. Educa te stesso, sperimenta, esplora e pratica.

    Come dovrebbe essere il punto G?

    Foto di Jill Wellington da Pixabay

    Per ogni donna l'eccitazione del punto G e l'orgasmo saranno diversi. L'esperienza è unica per te. Ma ecco alcune osservazioni di ciò che altre donne hanno riportato nei loro viaggi sul punto G.

    Il punto G non è un pulsante magico che può essere premuto e produce semplicemente orgasmi strabilianti (almeno nella maggior parte delle donne). Alcune donne si sentiranno poco o niente. Altri potrebbero sentirsi a disagio come se dovessero fare pipì. Molte donne sentono un forte bisogno di "portare giù", la stessa sensazione di spingere quando si partorisce un bambino. Tuttavia, alcuni sperimenteranno orgasmi profondi e intensi che sono completamente diversi dagli orgasmi del clitoride.

    Le fasi dell'eccitazione variano da donna a donna e dipenderanno da molti fattori, tra cui:

    • Il periodo del mese. L'eccitazione del punto G varierà durante i diversi periodi del mese e di giorno in giorno.
    • Che tipo di umore sei e quanto sei eccitato sessualmente. La maggior parte delle donne ha bisogno di essere pre-stimolata per godere dell'eccitazione del punto G. Inoltre, più ti senti rilassato, più facile sarà risvegliare il punto G. Il massaggio completo del corpo e / o il massaggio della vulva sono ottimi modi per farti venire l'umore giusto.
    • Quanto ti senti a tuo agio riguardo al sesso e all'eccitazione del punto G. in generale. Alcune persone avranno dubbi sul loro punto G. Esiste davvero? Come mai non l'ho mai provato prima? Deborah Sundahl, esperta di stimolazione del punto G, sostiene che alcune donne hanno difficoltà a trovare il punto G perché "ci è stato detto per oltre 400 anni che la prostata femminile non esiste; che è raggrinzito e non funzionante. Se ti viene detto da ogni angolo della società che qualcosa non esiste, tendi a crederci … "Attribuisce anche l'intorpidimento del punto G al fatto che noi come società non prendiamo tempo per esplorare i piaceri dei nostri corpi o l'atto sessuale mentre corriamo verso l'orgasmo. Inoltre, molte persone si sentono ancora a disagio per la loro sessualità o si sentono in colpa per il piacere personale a causa degli stigmi sociali di lunga data che circondano il sesso e la masturbazione. Deborah inoltre attribuisce l'abuso emotivo e sessuale all'incapacità delle donne di "provare piacere".
    • Alcune donne possono trovare scomoda la sensazione di dover urinare che di solito è attivata dalla stimolazione del punto G. Ricorda che il tuo punto G è vicino alla vescica e associato alla prostrazione maschile responsabile dell'eiaculazione maschile, quindi alcune donne sperimenteranno l'eiaculazione femminile dalla stimolazione del punto G. Ci è stato insegnato dai bambini piccoli a non "fare la pipì nel letto", quindi questa risposta alla stimolazione sessuale può sembrare innaturale o metterti in imbarazzo. Non c'è nulla di cui sentirsi in imbarazzo, tuttavia, poiché questa è una risposta naturale e se ti capita può essere estremamente piacevole se ti permetti di lasciarti andare oltre il limite.
    • La prima volta non è sempre un fascino. Potresti non sentire la stimolazione del punto G la prima volta che provi a esplorarlo. Forse sei troppo nervoso o ti aspetti troppo. A volte, se sei troppo orientato agli obiettivi (desiderando sperimentare l'eiaculazione femminile e orgasmi strabilianti dall'inizio), potresti diluire l'esperienza dell'esplorazione sessuale per te. È importante ricordare che è il viaggio, non la destinazione che è importante quando si esplora il punto G.
    • Infine, alcune donne non apprezzeranno la stimolazione del punto G. Mentre alcune donne godono della penetrazione vaginale, altre godono della stimolazione del clitoride. Ognuno è diverso. Ciò che è importante è che ti sei preso il tempo per esplorare il tuo corpo e imparare di più sulla tua risposta sessuale. È importante ricordare che il punto G è solo un'altra parte dell'anatomia umana femminile. Non devi sentire la pressione per provare a godertelo se non lo fai o ti vergogni perché non rispondi come pensi che dovresti. Il punto G è stato esagerato nei media di oggi e stimolarlo non manda tutte le donne sulla luna.

    Come si sente un orgasmo del punto G?

    Foto di S. Hermann & F. Richter da Pixabay

    Spesso durante la stimolazione, il punto G diventerà sempre più sensibile e molte donne avvertono un'euforia crescente e un'eccitazione elevata. Alcune donne godranno di spinte profonde e decise, mentre altre potrebbero voler utilizzare la stimolazione del clitoride per migliorare l'esperienza del punto G. Mentre questa sensazione euforica e l'energia sessuale del climax continuano, potresti sentirti come se stessi per scoppiare. Questo è il momento di immergerti oltre il limite dell'estasi sessuale e provare un orgasmo del punto G.

    Alcuni orgasmi del punto G si sentono come un ruggito di energia sessuale che viene sperimentato come un profondo tremito di tutto il corpo e un totale rilascio sessuale. Altri lo descrivono come oceanico, una sensazione molto liquida, come la rottura di una diga o un effetto di increspatura che invia ondate di piacere formicolio attraverso di te. Gli orgasmi del punto G possono durare più a lungo degli orgasmi del clitoride, con contrazioni più lunghe e più profonde e / o contrazioni multiple. Molte donne notano che un orgasmo del punto G arriva dopo una serie di orgasmi più piccoli, quando sono al massimo dell'eccitazione. Alcune donne sperimentano stelle cadenti di piacere erotico che brillano attraverso di loro. Per alcune donne, gli orgasmi del punto G sono più potenti di qualsiasi altro tipo che abbiano mai sperimentato. Alcune donne hanno le vertigini, si sentiranno euforiche, come un'esperienza del corpo esterno o uno stato di coscienza alterato. Altre donne sperimenteranno l'orgasmo del punto G in onde corpose, o pulsazioni provenienti dai loro genitali e irradiate in tutto il corpo. Per altre donne sarà più localizzato. Per alcune donne, possono vivere un'esperienza tantrica in cui si sentono più connesse all'universo o alla coscienza della Sorgente. La loro esperienza può sembrare spirituale, estatica, risveglio, arrendersi. Alcune donne possono piangere, urlare, sentirsi tristi, emotive, ridere in modo incontrollabile, tremare, imprecare, arrabbiarsi e rilasciare emozioni represse.

    Non tutte le donne sperimenteranno l'eiaculazione femminile (o lo noteranno) con l'orgasmo del punto G e l'eiaculazione potrebbe non accadere ogni volta. Tuttavia, tutte le donne hanno la ghiandola di Skene e sono in grado di eiaculare.

    Cos'è l'eiaculazione femminile o lo squirting?

    L'eiaculazione femminile o lo schizzo (può anche sgorgare) è l'espulsione del liquido eiaculato secreto dai dotti parauretrali (o dalla ghiandola di Skene o dalla prostata femminile) su entrambi i lati dell'uretra quando una donna è sessualmente eccitata. La prostata femminile è analoga alla prostata maschile e all'eiaculazione negli uomini. L'eiaculazione femminile può avvenire con o senza l'orgasmo. Molte donne possono provare a sopprimere la voglia di eiaculare perché si sente a disagio o perché pensano che sia pipì.

    L'eiaculato femminile è stato anche indicato come Amrita, Ambrosia, Nettare degli Dei / Dea, Nettare di Afrodite, Fontana di Venere e Champagne del sesso. Ci sono documenti storici che documentano l'eiaculazione femminile che risalgono a 2000 anni fa! Quindi è reale? Puoi scommetterci! Sebbene alcuni membri della comunità scientifica siano in ritardo nella loro ricerca in questo settore e supplicherebbero di differire, l'eiaculato femminile è reale e non è pipì.

    La storia dell'eiaculazione femminile

    Foto di Thomas Ulrich da Pixabay

    "Esistono prove credibili tra le diverse culture che la prostata femminile e l'eiaculazione femminile sono state scoperte, descritte e poi dimenticate negli ultimi 2000 anni." – The History of Female Ejaculation – Joanna B Korda, Sue W Goldstein, Frank Sommer

    Mentre alcuni scienziati attuali potrebbero avere problemi ad ammettere che esiste un punto G femminile e che le donne possono emettere fluidi eiaculati, gli antichi avevano numerosi testi che si riferivano al punto G (il suo cuore interiore) e all'eiaculato femminile (fiore della luna, frutto del latte, amore succo, tempesta d'amore, acqua …). Salta all'infografica qui sotto se non ti piace leggere il testo!

    Il testo classico taoista, "Istruzioni segrete riguardanti la camera di giada", (IV secolo aC) fornisce la prima prova nota di eiaculazione femminile, riferendosi a una "vagina scivolosa" (eccitazione sessuale) e "i genitali trasmettono fluido" (eiaculato femminile durante l'orgasmo), poi avverte una donna di non "tremare e ballare, provocando il tuo
    fluido femminile da esaurire per primo ”.

    Antichi manuali sessuali cinesi chiamavano l'orgasmo "Lo scoppio delle nuvole". Nel libro del 1976, "The Tao of Love and Sex: the Ancient Chinese Way to Ecstasy", l'autore traduce testi antichi: gli uomini devono imparare come eccitare una donna "in modo che possa beneficiare delle sue secrezioni alluvionali", e una volta che ha orgasmi , "La sua vulva si sta allagando. La sua marea di yin è arrivata. L'uomo può vedere di persona che la sua donna è felice. "

    In "A Popular Exposition of the Methods of Regenerating the Primary Vitalities", l'eiaculazione femminile è chiamata "medicina benefica": "Il picco inferiore proviene dalla vagina ed è chiamato il picco dell'agarico viola (clitoride / e / o vagina), il grotta della tigre bianca
    o la misteriosa porta (vagina). La sua medicina si chiama Black Lead, o Moon Flower (eiaculato femminile). Situato nella vagina, di solito non fuoriesce tranne quando viene secreto durante il coito (orgasmo). È molto buono per lo "yang originale" e lo spirito. "

    Un altro testo descrive l'eiaculazione femminile in modo più approfondito durante il rapporto: “La sua Porta di Giada diventa umida e scivolosa; allora l'uomo dovrebbe immergersi in lei molto profondamente. Finalmente copiose emissioni dal suo Cuore Interiore iniziano a trasudare verso l'esterno ”, e, in un antico poema in prosa cinese, descrive un'area chiamata“ frutto del latte ”che produce un fluido“ lattiginoso ”biancastro.

    Allo stesso modo, l'antico testo indiano prende nota dell'eiaculato femminile, inclusa la poesia dell '"Amarushataka" (VII secolo d.C.), che descrive la sua estasi e il suo orgasmo fluido: "I suoi seni erano compressi in un abbraccio stretto, il brivido di eccitazione ha catturato il suo torso, il succo dell'amore liscio traboccava abbondantemente l'indumento, proprio lì dove si trovava la sua cintura … "

    Il “Ka¯masu¯ tra” (Aforismi sull'Amore), menziona anche l'eiaculazione femminile: “La caduta del seme dell'uomo avviene solo alla fine del coito, mentre il seme del
    la donna cade continuamente … "suggerendo che l'eiaculato femminile era sia continuo che abbondante, e poi diventa" bagnata come un vaso d'acqua rotto "…

    Ancora un altro poema antico dice "(vagina / vulva) ed è dotato di numerose vene d'acqua dell'amore" quando strofinato dal pene e questo "sfregamento crea il flusso del liquido vaginale
    (“Ksarana”) seguito dall'orgasmo (“sukha”), e che colei che ha “emesso l'acqua di colui la cui freccia è di fiori alla fine del coito balla con molto salti e pianti”.

    Per portare una donna a un orgasmo con schizzi, un altro testo descrive come massaggiare il suo punto G: il suo "(tubo) simile al pene maschile situato nel mezzo della vagina, è agitato con due dita, una tempesta di acqua d'amore è rovesciato. “Il tubo gonfio [G-spot] dovrebbe essere agitata con l'indice e il medio varie volte… ”e quella penetrazione non dovrebbe seguire finché lei non è molto eccitata con altri mezzi.

    Anche il poeta Kalyanamalla (XVI secolo d.C.) descrisse le donne dalla loro vagina e dal lubrificante femminile espulso:

    The Padmini (o Lotus-woman), il suo “Yoni assomiglia al bocciolo di loto aperto, e lei
    Il seme dell'amore (Kama-salila, l'acqua della vita) è profumato come il giglio, che è appena scoppiato. "

    Chitrini (o donna d'arte), ha "Kama-salila (seme dell'amore o succo dell'amore o eiaculato) che è caldo e ha il profumo del miele, producendo dalla sua abbondanza un suono durante il rito venereo."

    Per Shankhini (o Conch-woman), la sua "Yoni è sempre umida di Kama-salila, che è distintamente salata, e la fessura è ricoperta di folti capelli."

    L'Hastini ha "Kama-salila che ha il sapore del succo, che sgorga in primavera dalle tempie dell'elefante".

    Il "padre della medicina", Ippocrate (460-375 aC), in cui identifica un fluido come lo sperma che le donne emettono durante il sesso: "Una donna emette anche qualcosa dal suo corpo, a volte nel grembo materno, che poi diventa umido, e a volte anche esternamente … Se il suo desiderio di rapporto è eccitato, emette davanti all'uomo. "

    Infografica su "Una breve storia dell'eiaculazione femminile"

    Clicca per ingrandire

    (Fonte)

    Di cosa è composto il liquido per l'eiaculazione femminile?

    Foto di Myriam Zilles da Pixabay

    Di cosa è fatto il liquido per l'eiaculazione femminile? Zucchero e spezie e tutto è carino, ovviamente. Ma sul serio…

    Alcune persone nella comunità medica hanno negato il fatto che si verificano sia gli orgasmi del punto G che le eiaculazioni femminili e hanno scambiato lo squirt femminile per incontinenza urinaria. However, there have been conclusive studies that prove the existence of both the G-spot and female ejaculation.

    Female ejaculate is not pee.  Analysis of female ejaculate has shown that it is distinct from urine and contains high levels of the enzyme prostatic acid phosphatase (PSA), glucose and fructose (all found in the prostate fluid of semen).  Female ejaculate does not look, smell or taste like urine.  It has the same consistency as water and is a clear or milky, usually odorless (although sometimes musky) smelling fluid that can be slightly sweet due to the sugar (glucose/fructose) content and alkaline.  As with semen, female ejaculate will smell and taste different depending on the person and what you eat.

    What Are the Various Types Of Female Ejaculate?

    Image by Kai Vogel from Pixabay

    According to some studies, female ejaculate comes in various forms: “Female ejaculation and squirting/gushing are two different phenomena. The organs and the mechanisms that produce them are bona fide different. The real female ejaculation is the release of a very scanty, thick, and whitish fluid from the female prostate, while the squirting is the expulsion of a diluted fluid from the urinary bladder.”–“New Insights From One Case of Female Ejaculation“–Alberto Rubio-Casillas, Emmanuele A Jannini

    Another study goes further to break down the components of female ejaculation, and squirting: “Female ejaculation (FE) is the secretion of a few milliliters of thick, milky fluid by the female prostate (Skene’s glands) during orgasm, which contains prostate-specific antigen. Squirting (SQ) is defined as the orgasmic transurethral expulsion of tenths of milliliters of a form of urine containing various concentrations of urea, creatinine, and uric acid. FE and SQ are two phenomena with different mechanisms.”–“Differential Diagnostics of Female “Sexual” Fluids: A Narrative Review“–Zlatko Pastor, Roman Chmel

    The Four Types of Female Ejaculation

    According to Tantric practitioner Devi Ward and her colleague Marthe Schneider there are four types of female ejaculation or “nectar of the Goddess or Ambrosia”, including 2 types of urethral emission and 2 types of vaginal emission. Questi includono:

    • Urinary bladder discharge which is squirting which is clear and no smell, could include trace amounts of urine;
    • Prostatic fluid, a thicker, milky like watery semen, comes from the G-spot/female prostate in small amounts;
    • Gushing which comes from the vagina during penetration in a stream of fluid;
    • And cum which is a thick white cream, called essence of woman.  This is a great video explaining all about the 4 types of female ejaculation. Posted from: http://authentictantra.com/the-4-types-of-female-ejaculation/

    How to Squirt

    Most women cannot ejaculate on command.  For many women, G-spot ejaculation the first time is often a fluke and comes as a complete surprise.  Some women only experience a few drops to a teaspoon of ejaculate fluid, while others may experience up to two quarts of fluid along with explosive gushes and squirting, sometimes up to several feet.

    Sometimes the ejaculation will occur multiple times during orgasm as well.  54-60% (reportedly) of women have experienced emission of fluid at orgasm.  Also, some women can ejaculate with clitoral stimulation only or no stimulation what-so-ever.  Like sexual preferences, every woman’s response to G-spot stimulation is different.

    Learning how to squirt simply takes practice. It also takes an open mind, willingness to surrender to orgasm and pleasure, learning how to push out with your PC muscle, learning how to relax, lots of erotic stimulation and foreplay, becoming very intimate with your female genital anatomy, stamina, good hydration and again practice.

    How Do I Know I Found My G-spot?

    Image by Anja from Pixabay

    You’ll know you’ve found your G-spot when you feel the wrinkly prune-like tissue on the top belly-side of your vagina. Again, remember this is 1-3 inches in depending on your personal anatomy. So, feel around for this wrinkly spot.

    The spot with feel similar to your tongue rubbing the top if your mouth–ridged, wrinkled, slightly protruding–whereas the skin around the G-spot will feel like the insides of your cheeks, smooth and silky.

    Another way to know that you’ve hit the right spot is that it will start to swell with fluid. So, it actually gets bigger as you stimulate it. For some women it can swell up so much that you can see it from the vaginal opening! So, don’t forget to use your mirror to check it out.

    Finally, you’ll know you hit the G-spot by the way it feels. It may feel weird, queer, uncomfortable, like you need to pee, itchy, tingly, ticklely, or aroused. Then again, you could feel nothing (it may be numb), or you may feel discomfort or even pain due to the body’s armoring. Use de-armoring techniques to help bring back sensation.

    What Happens When You Hit the G-spot?

    Image by cor gaasbeek from Pixabay

    Kind of a strange question, but hey no question is dumb, right?

    It really depends on the person, what could happen when you hit the G-spot. If done correctly (in that you have arousing stimulation), you will likely have a G-spot orgasm and maybe even squirting. However, nothing what-so-ever may also happen.

    Also, be aware that many pent up emotions can be released during G-spot arousal and orgasm as well. Crying, screaming, sadness, anger, elation, euphoria, dizziness, giggling and laughter, and all of the above simultaneously. Ain’t orgasm a wonderful thing!

    Is it Normal for a Girl to Never Come?

    Image by klimkin from Pixabay

    It is true that some women never experience orgasm. This is a sexual dysfunction called “Anorgasmia”, in which a person cannot achieve orgasm, even with adequate stimulation.

    The condition is sometimes classified as a psychiatric disorder, but also may be caused by medical conditions as well.

    An estimated 10-15% of women can’t orgasm at all.

    Marilyn Monroe, despite being a huge sexual icon, was anorgasmic. The most extreme “cure” for Anorgasmia is the orgasmatron which is an implant inserted into the spinal cord, that is controlled by a remote control and stimulates the user when switched on.

    However, many with this condition could be experiencing a lack of libido, desire, or an inability to orgasm die to mental and psychological factors. So, for many women there is help.

    Mindful masturbation is an excellent way to learn how to pleasure yourself and achieve orgasm.

    Preoccupazioni per la salute

    Image by 5882641 from Pixabay

    Sometimes stimulating the G-spot can lead to negative effects in some women.  The G-spot is a highly sensitive area and some women can experience irritation, pain or infection.  This can be especially true of virgins or women with tense PC muscles.  To avoid infection and irritation women should drink plenty of water before and after G-spot stimulation, especially if prone to urinary tract infections.  Also, emptying the bladder before and after is also important.  Cranberry juice is also effective in fighting the bacteria that causes infections.  Be careful of how much pressure you apply during stimulation and work up to it slowly.  Make sure to use only clean toys and clean hands or gloves.  Make sure that fingernails are cut short to avoid breaking the skin.

    Deborah Sundahl also notes that trauma (emotional and physical) can be stored in various places in the body including the G-spot and cause blockages in energy which is referred to as “body armoring”.  This can make G-spot exploration overly sensitive, numbing, or even painful to some women.  Sundahl recommends treatment for women who experience pain or emotional trauma during G-spot exploration with a qualified sex “body” worker.  Again, please refer to her book: “Female Ejaculation and the G-spot” for more information on this.

    So, are you ready to Squirt? Or are you already a squirter?

    Let us know in the comments below!

    This article was originally published here.

    Photo by We-Vibe WOW Tech on Unsplash

    Liked this article? Condividere

    Copy Link