L'arte del collegamento

0
121

Hai guardato un film horror classico ultimamente? Chi è stato il primo a morire? Spesso sono due adolescenti che si baciano in un'auto parcheggiata su una strada deserta. Le cose stanno diventando sexy, le finestre iniziano ad appannarsi, quindi BANG! Qualcosa di malvagio esce dal bosco e li affetta come una coscia di prosciutto.

Niente dice che "il sesso fa male" come un film slasher.

So che sto predicando ai convertiti – questo è un blog sui collegamenti, quindi se sei atterrato qui è improbabile che ti stia accontentando di una vita di celibato. Ma è strano come sentirsi giù per il sesso occasionale possa influenzarci anche mentre lo facciamo. Hai mai sentito parlare di quanto segue dai tuoi potenziali partner? "Fare più sesso significa un rischio maggiore di malattie sessualmente trasmissibili." "Se ti metti nei guai, non è colpa di nessuno se non tua." "Se li scopi al primo appuntamento, non penseranno che tu sia materiale per le relazioni." Tutto questo, e altro ancora, da un intero carico di persone che dicono di voler diventare sexy.

Io chiamo cazzate su questa roba. Il sesso occasionale non fa male a te, indipendentemente da ciò che dice la tua famiglia, il pastore, l'appuntamento o il regista locale di grado B.

Molte persone odiano il sesso, soprattutto il sesso occasionale. Si chiama "negatività sessuale".

La negatività sessuale è l'idea (o istinto, o giudizio morale) che il sesso è un male – un male per te, un male per i tuoi partner e che sei una persona cattiva se lo fai (anche se stai solo facendo sesso con te stesso). La negatività sessuale viene iniettata nel nostro cervello in giovane età. Quando scopriamo che il sesso è divertente, è troppo tardi: non riusciamo a toglierci quei pensieri negativi dalla testa.