venerdì, Ottobre 15, 2021
Home Amore e Passione L'arte dell'aggancio

L'arte dell'aggancio

Benvenuto! Immagino che tu sia qui perché qualcuno ti ha detto "no" di recente.

Potrebbe essere stato definitivo: un "no grazie" o "Non sono interessato". Potrebbe essere stato indiretto, ad esempio "Mi dispiace, sono impegnato in questo momento" o "Tornerò a te. "Potrebbe essere stato brutale e diretto:" Stai scherzando? "o" Lasciami in pace! "

E ora sei seduto lì (o in piedi, o camminando su e giù) e pensi: "E adesso?" Non importa l'atmosfera, sentire un "no" può essere davvero fottutamente difficile.

Questo blog è per chiunque abbia appena sentito un "no" da un potenziale partner. Non importa se stavi facendo un anticipo romantico o sessuale. Non importa se proviene dal tuo coniuge, dal tuo migliore amico o da uno sconosciuto su Internet. Non importa se è stato duro o educato. E non importa se ti hanno dato una ragione per il loro rifiuto.

Ecco la situazione. Hai un "no". Ora sta a te decidere cosa farne.

Potresti pensare 'Che cazzo ne saprebbe una giovane (ish) donna del rifiuto?' La verità è che ho sperimentato un bel po 'di queste cose. Sono stato rifiutato per non essere abbastanza attraente convenzionalmente. A volte è perché sono socialmente imbarazzante: quando trovo il coraggio di chiedere a qualcuno di uscire, lui si allontana come se fossi contagioso! Sono stata rifiutata per essere una prostituta, perché a volte i ragazzi si sentono a disagio con le ragazze che dormono in giro. Sono stato rifiutato perché, beh … non appena vedo qualcuno che mi piace, di solito glielo dico. E questo a volte può sembrare un po 'inquietante. Sì. Anche le ragazze possono essere inquietanti …

Quindi, tornando al "no". Hai quattro opzioni.

1. Incolpare te stesso

L'auto-colpa è il pacchetto di emergenza standard: è una reazione umana universale alle avversità. Che tu abbia appena perso il lavoro, la tua ragazza o il grado C al tuo ultimo esame, l'inclinazione immediata è di dire a noi stessi che non siamo abbastanza bravi.

La vergogna (e il suo cugino più giovane, l'imbarazzo) sono particolarmente comuni quando cerchiamo di chattare con le persone, rispondere o chiedere a qualcuno di uscire. C'è questa idea che, quando si tratta di sesso, dovremmo essere lettori della mente, capaci di conoscere magicamente le cose perfette da fare e dire per conquistare qualcuno. Se sbagli, orrore! 'Avresti dovuto saperlo meglio!'

Tranne che non siamo lettori della mente. E poiché ognuno è diverso, è impossibile sapere con certezza cosa vogliono e di cui hanno bisogno gli altri. Pensi che quella ragazza della tua classe potrebbe voler uscire con te? Non lo sai finché non chiedi. Credi che il tuo amico sulla chat di Facebook stia diventando innamorato? Forse … ma è difficile interpretare un DM basato su testo e, a meno che non controlli con loro, potresti non saperlo con certezza.

Ottenere un "no" non significa necessariamente che hai fatto qualcosa di sbagliato. Spesso il "no" è per ragioni completamente fuori dal nostro controllo. Forse l'oggetto del tuo affetto ha già un partner. Forse hanno qualcosa di stressante in mente e non stanno cercando di scopare. Forse la chimica non è giusta. Questa roba non è ovvia e, come ho detto, non siamo lettori della mente.

Se incolpi te stesso ogni volta che provi un rifiuto, finirai per essere psicologicamente paralizzato, incapace di metterti in gioco per paura di essere rifiutato.

È un modo di merda di vivere e può avere un effetto davvero dannoso sulla tua vita sessuale: la gente annusa la vergogna e la paura a un miglio di distanza! Non essere quella persona che si abbatte così tanto su se stessa da iniziare a spaventare tutti. Tu (e i tuoi potenziali futuri contatti) meritate di meglio.

2. Incolpare l'altra persona

L'opzione "terra bruciata" … quella che è garantita per far saltare in aria l'intera fottuta situazione.

A volte, quando ci sentiamo in colpa per il rifiuto, è più facile prendere tutta la nostra negatività imbottigliata e riversarla sull'altra persona, come una celebrità che ha un secchiello del ghiaccio buttato sulla testa. È soddisfacente rimanere bloccati nella persona che ci ha ferito, giusto? E se riusciamo solo a convincerci che i nostri sentimenti sono il problema dell'altra persona, significa che possiamo andarcene sentendoci giusti invece che abbattuti.

Ho delle brutte notizie per te, però … i nostri sentimenti sono una nostra responsabilità.

Il rifiuto ci fa stare male perché già ci sentiamo male con noi stessi. Sì, mi dispiace dirlo, ma tutti quei sentimenti di merda non sono colpa dell'altra persona; erano già in agguato nella tua testa.

Pensaci: se qualcuno si ferma accanto a te al semaforo mentre guidi la tua Mustang e dice: "Ehi, la tua macchina è stupida", non ti sentirai troppo male, vero? Ma se uno sconosciuto vaga in un giorno in cui hai appena avuto un enorme brufolo sul viso e ti dice che sei brutto, questa è una storia diversa. Altre persone possono ferire i nostri sentimenti solo se ci sentiamo già male con noi stessi.

Raccontare qualcun altro perché ti senti male con te stesso è come colpire il buco sbagliato quando stai giocando a whack-a-mole; non risolve il problema. E anche se potrebbe distrarti dalla tua colpa, è una responsabilità. Quando esprimiamo i nostri sentimenti sugli altri, le cose possono degenerare rapidamente … potrebbe finire con il blocco, il dumping o (in alcuni casi) l'arresto.

E quando tutto sarà finito, non avrai ottenuto nulla di positivo dall'esperienza. Tutti quei sentimenti di merda saranno ancora lì nel tuo cervello. Sei tornato da dove hai iniziato.

3. Fai finta che non sia mai successo.

Se ignori un "no" e vai avanti comunque, stai facendo un giro espresso nella zona dello stronzo.

A volte non vogliamo riconoscere i confini delle altre persone: è scomodo o imbarazzante, quindi riteniamo che potrebbe essere più facile fingere di non averli ascoltati. Ma quando ignori un "no", stai ferendo qualcun altro. Questo è il caso che si tratti di una piccola richiesta ("per favore, non venire a casa mia senza prima chiamare") o di una grande ("Non voglio fare sesso con te"). i sentimenti non contano, li rovina … e questo significa che è meno probabile che si fidino di qualcuno in futuro. Non buono.

E un'altra cosa … le persone che scopano gli altri iniziano ad avere una certa atmosfera, dopo un po '- quella merda si attacca. I potenziali partner ne sentiranno l'odore su di te.

Essere uno stronzo rende la raccolta più difficile per tutti.

4. Usalo come esperienza di apprendimento

Per come la vedo io, la vita è una grande buca di sabbia. Cadiamo, ci rialziamo. Schiacciamo le dita dei piedi, mettiamo la sabbia negli occhi. La vita è disordinata e complicata ea volte tutti sbagliamo. Accettare un "no" con stile è essenziale, se vuoi una vita sessuale di successo.

È impossibile essere perfetti – come ho detto, non siamo lettori della mente e il rifiuto è inevitabile di tanto in tanto. Ma c'è un modo per aumentare il tuo successo quando si tratta di sesso e appuntamenti, e cioè reagire in modo costruttivo al feedback degli altri.

Immagina di essere un Navy Seal, in procinto di dirigere la tua squadra a saltare da un aereo a 15.000 piedi. Ti rivolgi al tuo secondo in comando e dici: "Capitano, sei pronto?"

Lui risponde: "Negativo, signore! Sta ancora mettendo a punto l'autopilota. "*

Cosa faresti a questo punto? Fare i capricci? Ti senti depresso perché le cose non stavano andando a modo tuo? Non se fossi un vero soldato. Ascolteresti, annuire e dire: "Ricevuto. Dimmi quando siamo pronti a procedere. "

Quando vediamo un "no" come un'informazione utile, piuttosto che un giudizio schiacciante, improvvisamente diventa qualcosa che possiamo usare. Un "no" ti dà le informazioni di cui HAI BISOGNO sull'altra persona – forse c'è qualcos'altro di cui hanno bisogno da te, per sentirsi abbastanza al sicuro da andare oltre. Forse non sono la persona giusta e stai sprecando il tuo tempo bighellonando. Forse hai scelto un momento o un approccio che non funziona molto bene e sarai in grado di adattare le tue tattiche per la prossima volta.

Quando qualcuno mi dice "no", chiarisco che ho capito:

"Va bene, grazie per la tua onestà."

"Ti ho sentito, apprezzo il feedback."

"Rispetto quello."

Poi me ne vado. La cosa migliore del riconoscere il "no" è che così facendo sembra che tu abbia la tua merda insieme. Sei abbastanza forte da accettare il rifiuto, senza perdere la tua merda. La gente lo rispetta – anche se non è giusto per te, riceverai molti complimenti solo per comportarti come un adulto.

Chi se ne frega se torni a casa, mangi una vaschetta di gelato e piangi per un'ora? Va bene sentirsi giù quando vieni rifiutato. La cosa importante è mostrare che ascolti e rispetti gli altri, in breve, essere un essere umano fantastico.

Quando esco (o scopo) qualcuno, ho bisogno di stare con persone che sono brave a sentire 'no'. Non si tratta solo di rifiutare un appuntamento o di rifiutare il sesso … non importa quello che stiamo facendo insieme (scegliere un film , ordinare da asporto, acquistare giocattoli stravaganti al Club X) Ho bisogno di sapere che i miei sentimenti saranno ascoltati. Quando i miei partner sono disposti a rispettare i miei bisogni, significa che sono libero di chiedere quello che voglio (e di parlare quando c'è qualcosa che non voglio). A mio parere, le persone che sono brave a sentire "no" sono l'opzione migliore, sia per le relazioni che per le avventure di una notte.

Non sono l'unico che si sente in questo modo. Se ascolti e rispetti i desideri degli altri, ti ritroverai molto più databile (e scopabile).

Così il gioco è fatto! Il rifiuto fa schifo, ma succede a tutti noi. Più sei bravo ad accettare un "no", più successo avrà la tua vita amorosa.

* Non so pilotare un aereo, né sono stato nell'esercito. Quindi questa scena potrebbe essere effettivamente imprecisa.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI