5 alimenti che aiutano la digestione

0
49

La maggior parte di noi sa che il corpo umano ha bisogno di mangiare per ricostituire energia e che mangiare cibi sbagliati può causare problemi di salute e persino indigestione. Al contrario, potremmo anche trascurare alcuni alimenti che possono aiutare il nostro corpo a funzionare meglio. Continua a leggere per scoprire quali alimenti lavorano insieme non solo per migliorare la digestione, ma anche per mantenere i batteri nocivi in ​​movimento nel tuo sistema.

Il cibo svolge molte funzioni tra cui la regolazione e il carburante per l'energia. Alcuni nutrienti aiutano le funzioni digestive combinandosi con gli alimenti per mantenere il corpo in funzione come previsto. Questi nutrienti vitali includono probiotici, fibre, grassi e acqua. Ci sono anche altri alimenti che possono contribuire al processo digestivo, incluso lo zenzero, che hanno un po' più di folklore rispetto alla ricerca scientifica dietro la loro efficacia.

1. Probiotici

L'intestino umano ospita milioni di batteri, alcuni dei quali sono utili e possono svolgere un ruolo importante nell'immunità. Genera anche alcuni nutrienti, come la vitamina K, necessaria per la coagulazione del sangue (Purchiaroni e Tortora, 2013). Mentre altri batteri potrebbero non essere così utili, spesso è una lotta per la sopravvivenza tra i batteri buoni e i batteri cattivi. Come batteri viventi, i probiotici aiutano a fornire al corpo più batteri buoni e aiutano a mantenere quel delicato equilibrio interno. I probiotici possono anche aiutare con problemi relativi a gonfiore e stitichezza. Una delle fonti alimentari più comuni di probiotici è lo yogurt (Heller, 2001). Semplice, normale o in stile greco, lo yogurt contiene colture vive e attive di batteri che forniscono questi benefici per la salute.

2. Fibra

Per aiutare il processo di digestione e favorire il lavoro dei probiotici, il corpo ha bisogno di fibre per funzionare efficacemente. A differenza di altri alimenti, la fibra non viene assorbita dal corpo; piuttosto, viene spinto attraverso il corpo in diverse forme per mantenere il tratto digestivo pulito e sano.

Esistono due tipi di fibra: (1) fibra solubile, che si dissolve in acqua e passa attraverso come un gel; e (2) fibra insolubile, che rimane nella sua forma originale e spinge il cibo attraverso il sistema digestivo. Mentre la fibra insolubile aiuta con i movimenti intestinali e la stitichezza, le fibre solubili come quelle che si trovano nell'avena, nella frutta e in alcune verdure possono aiutare a ridurre il colesterolo e aiutare a controllare il diabete rallentando l'assorbimento dello zucchero da parte del corpo.

3. Grasso

Contrariamente all'opinione popolare, i grassi non solo aiutano l'apparato digerente, ma sono essenziali per una dieta sana. Come molti cibi, ci sono grassi "buoni" e "cattivi" ed è necessaria la moderazione per funzionare in modo efficace. Una dieta sana include piccole quantità di grassi "buoni" da fonti insature come oli vegetali (oliva, mais, ecc.) per fornire i benefici complessivi al corpo.

Una funzione dei grassi nell'apparato digerente è quella di lavorare con fibre e acqua per mantenere puliti i sistemi intestinali, aiutando anche il corpo ad assorbire le vitamine. I ricercatori hanno scoperto che l'inclusione di grassi in una dieta ricca di fibre può anche aumentare la sensazione di sazietà riempiendo lo stomaco e rallentando il processo di digestione (Samra, 2010).

4. Acqua

Essenziale per la vita, l'acqua costituisce circa il 60 percento del corpo umano. Sebbene ci siano diversi modi per reintegrare l'acqua di cui abbiamo bisogno, il metodo più semplice e comune è il consumo. Mentre la maggior parte dell'acqua consumata viene assorbita nell'intestino tenue e crasso insieme a vitamine e minerali, una parte dell'acqua viene utilizzata per "fluire" attraverso il sistema mantenendo gli alimenti digeriti in movimento attraverso l'intestino. L'acqua funziona anche nel tratto alimentare per scomporre e ammorbidire gli alimenti in modo che il corpo possa assorbire i nutrienti.

5. Zenzero

Sebbene non sia un nutriente essenziale, lo zenzero fa parte di una classe di alimenti tradizionali che si ritiene calmi lo stomaco e aiuti la digestione. Sebbene la ricerca non abbia trovato un elemento o una ragione specifici per le proprietà della radice, gli studi sottolineano che molte culture si affidano allo zenzero per le sue proprietà calmanti digestive. I ricercatori hanno condotto test in doppio cieco per osservare gli effetti dello zenzero su nausea e gas. Hanno scoperto che coloro che hanno assunto lo zenzero hanno riferito che è generalmente efficace nell'alleviare i sintomi che causano disturbi gastrici (Bode e Dong, 2011).

Il corpo umano ha una straordinaria rete digestiva che richiede un equilibrio di nutrienti per funzionare correttamente. Non a caso, si tratta degli stessi elementi indispensabili per una sana alimentazione. Come con qualsiasi cosa, l'equilibrio è la chiave per godere di una salute migliore e incoraggiare il tuo corpo a funzionare al massimo delle capacità.

Riferimenti

Bode, A.M. e Dong, Z. (2011). Fitoterapia: aspetti biomolecolari e clinici. Boca Raton, Florida: CRC Press.

Heller, K. (2001) Batteri probiotici negli alimenti fermentati: caratteristiche del prodotto e organismi di partenza. Giornale americano di nutrizione clinica, 73 (suppl), pp. 374S-9S.

Samra, R.A. (2010). Rilevamento del grasso: gusto, consistenza ed effetti post-ingestione. Boca Raton, Florida: CRC Press.

Purchiaroni, F.  e Tortora, M. (2013). Il ruolo del microbiota intestinale e del sistema immunitario. Rivista europea per le scienze mediche e farmacologiche, 17 (3), pp. 323-333.