5 cibi stagionali da non perdere questa primavera

0
64

Quando si tratta di mangiare sano, i cibi stagionali hanno tanti vantaggi da offrire. Non solo questi cinque alimenti sono disponibili al culmine della loro maturazione, dando loro il massimo sapore e densità nutritiva, ma sono anche al loro prezzo meno costoso.

Piselli

Mordere queste vibranti bellezze verdi rilascerà sicuramente un succoso e dolce pop di sapore. Puoi incorporare i piselli in una pasta veloce o anche come parte di un risotto a cottura lenta. E, se il clima primaverile è ancora un po 'freddo, preparare una cremosa zuppa di piselli è facile e veloce.

  • Lo sapevate? I piselli sono una meravigliosa fonte di proteine ​​vegetali. Una porzione da 100 calorie ha più proteine ​​di un uovo sodo o di un cucchiaio di burro di arachidi.
  • Fatti nutrizionali: i piselli sono una buona fonte di vitamina C e vitamina K.
  • Abbinamenti: menta, erba cipollina, dragoncello e funghi

Asparago

Questo ingrediente primaverile è estremamente versatile e può essere arrostito, grigliato, bollito o addirittura saltato in padella. Inoltre, gli asparagi funzionano perfettamente cucinati in una quiche a colazione, usati in un'insalata nizzarda all'ora di pranzo o serviti insieme a un pezzo di salmone o bistecca alla griglia, rendendo molto più facile ottenere le porzioni extra di verdure di cui tutti abbiamo bisogno.

  • Lo sapevate? Puoi esaltare il colore verde brillante degli asparagi sbollentandolo. Per fare ciò, portare a ebollizione una pentola d'acqua e aggiungere gli asparagi per 1-2 minuti (a seconda dello spessore). Quindi, rimuovere gli asparagi dall'acqua bollente e metterli immediatamente in una ciotola d'acqua ghiacciata. Il risultato è uno splendido cibo stagionale verde che è tanto piacevole da vedere quanto da mangiare.
  • Fatti nutrizionali: gli asparagi sono una buona fonte di vitamina K e acido folico.
  • Abbinamenti: Limone, mandorle, parmigiano e aglio

Verdure a foglia

Una delle prime indicazioni della primavera è il tenero dispiegarsi di verdure a foglia verde come spinaci, cavoli, cavoli, bietole, rucola, lattuga romana e altre lattughe. Indipendentemente dalla forma, tutte le verdure sono considerate aggiunte salutari a una dieta equilibrata.

  • Lo sapevate? La maggior parte delle verdure a foglia verde ha un sapore più dolce dopo il gelo. Inoltre, puoi ridurre il sapore amaro delle verdure aggiungendo un acido come il succo di limone o l'aceto.
  • Fatti nutrizionali: le verdure a foglia verde hanno alcune delle più alte concentrazioni di vitamine, specialmente A, C e K, oltre a minerali come calcio, acido folico e ferro.
  • Abbinalo a: agrumi, aceto, noci e semi

Ravanelli

Il soddisfacente croccante croccante di ravanelli è completato dal delizioso sapore delicato di pepe che forniscono. Mentre la maggior parte delle persone consuma ravanelli crudi, puoi dare loro un sottaceto veloce per aumentare il sapore dei tacos, o addirittura arrostirli per far risaltare una dolcezza caramellata.

  • Lo sapevate? I ravanelli crescono rapidamente e sono pronti da mangiare solo 25-30 giorni dopo la semina. Se vuoi testare il tuo pollice verde, questo è un alimento ideale da piantare.
  • Fatti nutrizionali: i ravanelli sono ricchi di fibre e vitamina C.
  • Abbinalo a: timo, porri, burro e pesce

rabarbaro

Il delizioso mix di agrodolce fanno del rabarbaro un ottimo alimento stagionale con cui sperimentare. Mentre il modo più comune per usare il rabarbaro è cuocerlo in un dessert dolce, puoi anche metterlo in salamoia per usarlo in insalate fresche.

  • Lo sapevate? Il rabarbaro ottiene il suo colore rosa piuttosto rossastro da un fitochimico chiamato antocianina. In effetti, il colore del rabarbaro può dirti se la pianta è stata coltivata all'esterno o all'interno. Il rabarbaro coltivato all'esterno sarà di un rosso vivace, che indica anche più dolcezza. Al contrario, il rabarbaro coltivato al chiuso in una serra avrà un colore che tende ad essere rosso pallido e un sapore più aspro.
  • Fatti nutrizionali: il rabarbaro è una buona fonte di vitamine K e C, così come il calcio minerale.
  • Abbinamenti: Fragole, basilico, miele e aceto balsamico