giovedì, Ottobre 21, 2021
Home Benessere Diete 7 modi per fermare le voglie di cibo malsano

7 modi per fermare le voglie di cibo malsano

Foto: Stagno5

Quante volte ti viene la voglia di divorare una tavoletta di cioccolato o un cheeseburger? Anche le persone più attente alla nutrizione devono imparare a far fronte alle voglie, a volte per cibi non così nutrienti. Potresti pensare che il desiderio di queste prelibatezze malsane derivi dalle emozioni, e questo potrebbe essere vero, ma non necessariamente. "Le voglie sono solitamente stimolate da segnali emotivi, ma poi alimentate da quelle fisiologiche mentre immaginiamo come sarebbe mangiare il cibo che vogliamo avere", afferma Brian Wansink, Ph.D., professore alla Cornell University e autore di Slim by Design: Soluzioni alimentari senza cervello per la vita di tutti i giorni. Quindi, per evitare di sgranocchiare insensate, devi determinare le cause delle tue voglie ed essere impostato con strategie per sottometterle. Continua a leggere per suggerimenti che ti aiutino a fare proprio questo.

1. Chiedi se hai fame

Potrebbe sembrare semplice, ma spesso le persone trascurano di determinare il loro livello di fame prima di iniziare a mangiare. “Prenditi una pausa di tre minuti e chiediti: ‘Cosa voglio? Come mi sento?'", consiglia Caroline Cederquist, M.D., un medico con sede a Naples, in Florida, specializzato nella gestione del peso. "Identificare che potrebbe non esserci una vera fame è il primo passo per non cedere a ogni desiderio". Tieni presente, tuttavia, che potresti benissimo essere affamato e aver bisogno di mangiare un pasto completo, dice Wansink; se è così, prova a consumare un piatto sano e poi a rivalutare il tuo desiderio.

2. Considera di cosa ha bisogno il tuo corpo

"Tutte le voglie sono importanti perché ti danno indizi su ciò che provi ma anche su ciò che sta accadendo nel tuo corpo dal punto di vista biochimico e metabolico", afferma Cederquist. Alcuni sono un segno che il tuo corpo ha bisogno di più di determinati nutrienti. Ad esempio, un gusto forte per la carne rossa potrebbe indicare che sei a corto di ferro.

Un esame del sangue può misurare se è necessario caricare in particolare vitamine o minerali. Tuttavia, questo tipo di voglie che suggeriscono una carenza di nutrienti si verificano generalmente solo in caso di estrema privazione o gravidanza, osserva Cederquist.

IMPARENTATO: 5 modi più salutari per disintossicarsi (che non sono purificanti con il succo)

3. Presta attenzione a ciò che desideri

La tua richiesta di determinati tipi di tariffa potrebbe anche essere un segnale di avvertimento che hai un problema di salute che vale la pena affrontare. Se cerchi costantemente dolci e cibi ricchi di amido, ad esempio, potrebbe significare che il tuo corpo non sta metabolizzando normalmente i carboidrati, dice Cederquist. Ciò significa che il tuo corpo non è in grado di spostare il glucosio nelle cellule per produrre energia, quindi finisci per sentirti privato e voler mangiare più carboidrati.

"Questo può accadere anche dopo che qualcuno ha mangiato un pasto completo", dice. "Fa pensare alle persone che le loro voglie debbano essere emotive, ma non è necessariamente così".

Se ritieni che questo possa essere il colpevole dietro le tue voglie, consulta un medico.

4. Ferma il treno dei pensieri

Una volta che si accende un desiderio, dice Wansink, "Tendiamo a continuare a immaginare come sarebbe mangiare il cibo che abbiamo in mente: la consistenza, la croccantezza, la morbidezza, la ricchezza e così via. In questo modo il desiderio diventa più estremo". Pertanto, distrarsi dal pensiero può essere sufficiente per farvelo dimenticare. Consiglia di masticare gomme senza zucchero, poiché semplicemente avere qualcosa in bocca eliminerà la tua capacità di immaginare di mangiare invece.

IMPARENTATO: Il digiuno intermittente funziona davvero?

5. Cerca una distrazione

Prima di iniziare a sgranocchiare ciò che la tua mente vuole, prenditi qualche minuto per bere un bicchiere d'acqua o camminare intorno all'isolato. Questi due passaggi aiutano, dice Cederquist, perché ti separano dal desiderio. "Questa separazione ti dà il tempo e lo spazio per riflettere sulla dieta sana che stai cercando di mantenere e su come mangiare questo cibo potrebbe portarti fuori rotta da quel piano", dice.

Un'altra opzione è sorseggiare qualcosa di caldo, come una tazza di tisana. Bere una bevanda calda richiede tempo, riempie e stimola il nervo vago, che aiuta a gestire la digestione e può ridurre le voglie, specialmente per i cibi zuccherati, afferma Cederquist.

6. Tagliati una pausa (ma piccola)

Se hai valutato la tua fame, hai aspettato e non riesci a sconfiggere il desiderio, è ora di cedere, ma a piccole dosi. "Prova a mangiare solo un quarto della porzione che desideri veramente, poi metti via il resto e distraiti per 15 minuti", suggerisce Wansink. “Guarda come ti senti dopo che quel tempo è passato. È probabile che sarai ugualmente soddisfatto come se avessi mangiato tutto.

IMPARENTATO: 7 consigli per perdere peso quando la bilancia non si muove

7. Prevenire le voglie di cibo in primo luogo

Una delle domande che dovresti porti quando rilevi per la prima volta un desiderio è ciò che hai già mangiato oggi che potrebbe innescarlo. Ad esempio, mangiare caramelle o dessert può stimolare il desiderio di più dolcezza, specialmente se consumato a stomaco vuoto, afferma Cederquist. Per evitare questo tipo di reazione in futuro, raccomanda di includere proteine ​​e fibre in ogni pasto e spuntino; farlo può limitare le voglie successive diminuendo la risposta glicemica.

Se segui questi suggerimenti e ti senti ancora obbligato a divorare determinati alimenti, Cederquist consiglia di consultare il medico; lui o lei può testare i tuoi livelli di glucosio, insulina, glicoemoglobina, trigliceridi e HDL, che possono essere tutti utili per identificare condizioni come la disfunzione metabolica. Fare una diagnosi del genere può essere il primo passo per capire un piano alimentare che può negare quelle voglie fastidiose e tenere sotto controllo il peso.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI