lunedì, Dicembre 6, 2021
HomeBenessereDieteConfronto giornaliero sull'ustione: probiotici contro prebiotici

Confronto giornaliero sull'ustione: probiotici contro prebiotici

Foto: Stagno5 (in alto); Perry Santanachote (in basso)

I probiotici sono stati un termine familiare da quando Jamie-Lee Curtis ha iniziato a pubblicizzare i benefici digestivi della sua marca preferita di yogurt. (Chi potrebbe davvero dimenticare quelle pubblicità di Activia?) Ma hai sentito parlare dei prebiotici? Entrambi i composti, che vivono nell'intestino, sono microscopici, ma svolgono un ruolo non trascurabile nella nostra salute dell'apparato digerente. In effetti, abbiamo 10 volte più cellule batteriche nel nostro intestino rispetto alle cellule umane totali in tutto il nostro corpo, secondo Maitreyi Raman, MD, in The Complete Prebiotic & Probiotic Health Guide. Per scoprire come questi residenti della pancia traggono beneficio dal tuo corpo – e di quali abbiamo davvero bisogno – ci siamo rivolti a Raman e ai Nutrition Twins – alias Lyssie Lakatos e Tammy Lakatos-Shames – e agli autori di Veggie Cure di The Nutrition Twins.

RELAZIONATO: Qual è la storia dei Teatox?

Cosa sono i probiotici e i prebiotici?

In poche parole, i probiotici sono i batteri buoni che vivono nel tuo sistema digestivo. "Abbiamo tutti batteri buoni e cattivi", afferma Lakatos-Shames. "Avrai sempre un po' di entrambi, ma i probiotici lavorano per mantenere un buon equilibrio in modo da rimanere in salute", dice. Questo perché limitano la capacità dei batteri cattivi, o agenti patogeni, che vivono nel tuo intestino. I probiotici si trovano comunemente in alimenti fermentati come yogurt greco, crauti, zuppa di miso, kombucha, kefir e alcuni formaggi a pasta molle. Lakatos-Shames osserva che affinché i probiotici rimangano vivi e vitali, è essenziale mantenere questi cibi e bevande al fresco prima di consumarli. (Un mini-frigo, come questo, è perfetto se sei un fantino da scrivania.)

RELAZIONATO: 9 fonti completamente naturali di probiotici

I prebiotici, d'altra parte, non sono un batterio, nonostante il nome simile. "I prebiotici sono fibre – carboidrati che non vengono digeriti dal corpo – e nutrono i probiotici e li aiutano a prosperare", afferma Lakatos. Nello specifico, questo tipo di fibra stimola la crescita di batteri intestinali sani come Lactobacillus, Bifidobacterium e Faecalibacterium, aggiunge Raman.

E ci sono molti modi in cui probabilmente stai già assumendo i tuoi prebiotici, che si trovano in banane, farina d'avena, topinambur (chiamati anche sunchokes), aglio, cipolla, radice di cicoria e porri. Le aziende hanno anche iniziato ad aggiungerli agli alimenti confezionati tra cui yogurt, barrette nutrizionali come Gnu Foods Fiber Love e alcuni dessert come il gelato Arctic Zero.

I numerosi benefici per la salute di entrambi

Poiché i prebiotici aiutano ad alimentare la crescita dei probiotici, sappi che sono entrambi importanti da avere all'interno di una dieta sana. I probiotici possono aiutare con condizioni come diarrea, IBS, ulcere allo stomaco, diabete, obesità e allergie, afferma Raman. Inoltre, aiutano le normali funzioni salutari come la digestione. E i probiotici svolgono anche un ruolo importante nel mantenere il corretto funzionamento del sistema immunitario, poiché l'intestino è il più grande organo immunitario del corpo, con oltre il 70% delle cellule immunitarie che risiedono lì, spiega.

RELAZIONATO: 16 ricette che ti aiuteranno a disintossicarti

I prebiotici possono anche aiutare ad alleviare la diarrea e l'IBS e possono aiutare a prevenire il cancro al colon, secondo uno studio del 2013 sulla rivista Nutrients. E poiché sono fibrosi, includerli nel piatto può aiutarti a sentirti più pieno, più a lungo, dice Raman.

Ma non è necessariamente tutto su quanti prebiotici o probiotici puoi contare in un giorno. Mantenere i due correttamente bilanciati è la chiave per sentirsi sani ed evitare la malattia a lungo termine, dice Raman. Anche se non esiste una serie di linee guida rigide o veloci per trovare l'equilibrio ideale, probabilmente otterrai un buon mix se mangi una dieta sana e pulita, aggiunge.

La storia con quegli integratori, però

Quando mangiare sano e pulito diventa difficile, potresti chiederti: "E le cose in bottiglia?" Negli ultimi anni, gli integratori di probiotici hanno fatto un salto nel mondo del benessere. Una buona regola pratica se si decide di assumere un integratore probiotico è cercarne uno con almeno tre diversi ceppi di batteri, afferma Lakatos, poiché ogni ceppo probiotico ha una propria funzione individuale. Allo stesso modo, le bottiglie refrigerate sono le migliori: dopotutto, sono batteri vivi che devono essere conservati in un luogo fresco, asciutto e buio per rimanere in vita. E sebbene non siano ancora disponibili, gli integratori prebiotici sono all'orizzonte, anche se potrebbero finire per essere costosi, afferma Raman.

Tuttavia, assumere entrambi i nutrienti dal cibo è probabilmente il modo migliore per procedere, afferma Lakatos. "La mia preoccupazione per l'assunzione di un integratore è che qualsiasi batterio può potenzialmente estirpare un altro batterio, perché non c'è mai spazio per tutti loro. Quindi, se prendi un buon ceppo di questo e un buon ceppo di quello, potrebbero annullarsi a vicenda", aggiunge. “Se li prendi dal cibo, però, il tuo corpo lo capirà. Il tuo corpo seleziona naturalmente dal cibo. Potresti perdere l'equilibrio con gli integratori.

RELAZIONATO: Come scegliere il probiotico giusto per te

L'obiettivo: incorporare cibi che contengono probiotici nei pasti giornalieri. "Aiuteranno ogni persona in modo diverso, quindi non tutti avranno gli stessi effetti", afferma Lakatos. “Se hai preso antibiotici, ad esempio, potresti averne bisogno di più. È una questione di tentativi ed errori, vedere cosa funziona meglio per il tuo corpo".

La linea di fondo

Non è esattamente l'uno o l'altro quando si tratta di pre e probiotici; sono davvero due pezzi di un puzzle che si incastrano, dice Raman. Quindi mantenere un sano equilibrio di entrambi e concentrarsi sull'ottenerli da cibi integrali è la chiave per ottenere i maggiori benefici per la salute.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI