Dentro il ricettario "Mostly Wholesome" di Andie Mitchellell

0
43

Foto: Aran Goyoaga (a sinistra); Clarkson Potter, (a destra)

Hai bisogno di motivazione per cucinare di più? L'ultimo libro di cucina dell'autore di bestseller e blogger Andie Mitchell potrebbe essere l'ingrediente segreto che ti aiuterà a riscoprire il piacere di cucinare.

Prendilo da Mitchell, una vita sana non è sempre stata così semplice. Crescendo, ha lottato con l'obesità, l'alimentazione emotiva e la depressione. A 20 anni e si avvicina a 300 libbre, Mitchell ha deciso di prendere il controllo e ha deciso di perdere peso alla vecchia maniera, trasformando le sue abitudini alimentari e impegnandosi a fare esercizio.

RELAZIONATO: 11 vittorie fuori scala che sono molto meglio della perdita di peso

Dieci anni e un libro di memorie di successo dopo, Mitchell condivide consigli di cucina nel suo primo libro di cucina, "Eating in the Middle: A Mostly Wholesome Cookbook". Mitchell crede che uno stile di vita sano e sostenibile non debba significare saltare l'happy hour o fissare con desiderio la torta di compleanno del tuo collega. Invece, si tratta di rifornirsi di cibo buono per te lasciando spazio a dolci o un cocktail tanto necessario ogni tanto.

Daily Burn ha chiacchierato con Mitchell per scoprire cosa significa per lei "per lo più sano" e come spera che il suo nuovo libro di cucina possa ispirare anche la tua cucina.

In cucina con Andie Mitchell

Il titolo del tuo libro di cucina include la frase "per lo più sano". Cosa significa per te "per lo più salutare"?

"Per lo più sano" è sulla falsariga del principio 80/20. L'ottanta per cento della mia dieta è costituita da cibi veri, cibi integrali (come verdure fresche, frutta, cereali integrali, proteine) — cose che so saranno nutrienti e buone per me, e mi faranno sentire davvero bene.

L'altro 20 percento è ovviamente i cibi più ricchi e più indulgenti che non mi stanno facendo molti favori dal punto di vista nutrizionale – le cose zuccherine come le torte e gli articoli più calorici nel capitolo "Per la condivisione" del libro. (Nota dell'editore: ci sono opzioni appetitose come i nachos al chorizo ​​caricati e le enchiladas di pollo piccanti al chipotle.)

Segui questo principio 80/20 ogni giorno?

"Dopo aver perso 135 libbre, ho passato 10 anni cercando di capire come mantenere quella perdita."

Nella maggior parte dei giorni feriali, faccio una colazione sana e genuina. Molte di queste ricette si trovano nel capitolo della colazione del libro: prodotti standard per la colazione come la farina d'avena o una frittata.

Mi piace l'idea di mettere il pranzo con il pilota automatico e di solito mangio un'insalata. Mi piace l'idea di renderlo così di routine che non devi mettere alla prova la tua forza di volontà. Per molti di noi, il pranzo nei giorni feriali è abbastanza di routine – mangiato alla stessa ora, spesso nello stesso luogo – quindi perché non renderlo sano? Ho scoperto che se faccio una colazione sana e un pranzo sano, è molto più probabile che prenda una decisione sana per la cena.

Mi piace mantenere i giorni feriali più sani perché nei fine settimana proverò spesso un nuovo ristorante. Quando vado in un ristorante, in generale, ottengo esattamente quello che voglio sul menu. Non ho problemi con il numero di calorie perché so che le decisioni salutari che ho preso durante la settimana significano che posso gustare un piatto più indulgente nel fine settimana. E mi diverto davvero. Sono consapevole quando lo mangio in modo da sapere di fermarmi quando ne ho avuto abbastanza. Anche nei fine settimana prendo sempre un dolce.

È così che funziona l'equilibrio per me, ma può sempre cambiare. Il problema dell'equilibrio è che è importante sapere che non è un luogo in cui arrivi, è una pratica. Ogni giorno che mi sveglio, devo scegliere quell'equilibrio. Si tratta di essere consapevoli a ogni pasto.

RELAZIONATO: 5 modi per evitare che lo stress alimentare si impadronisca del tuo cervello

L'equilibrio è lo stesso per ogni persona?

Parlando con persone che hanno letto il mio libro di memorie e con persone che hanno lottato con il loro peso o hanno ossessioni alimentari, ho imparato che spesso abbiamo una relazione con il cibo in cui oscilliamo tra due estremi: eccessiva indulgenza o eccesso di cibo e restrizione o dieta estrema. È quasi più facile dire a qualcuno di fare una pulizia del succo di tre giorni piuttosto che mangiare con moderazione perché non sappiamo come essere moderati. Non abbiamo niente di tutto ciò di mezzo.

Dopo aver perso 135 libbre, ho passato 10 anni cercando di capire come mantenere quella perdita. Mi sono chiesto: “Cosa farò per mantenere il mio stile di vita? Come faccio a trovare un posto dove sono sano, ma anche felice?" Fermare l'oscillazione da un estremo all'altro è l'unico modo in cui posso effettivamente sostenere questo peso felice. Ho trovato un modo per incorporare alcuni dei cibi indulgenti e molti cibi sani e avere quell'approccio a metà strada.

Cosa distingue il tuo libro di cucina da quelli che offrono solo introiti salutari di ricette classiche?

Voglio che questo libro serva da testimonianza di una vita equilibrata. Comprende cinque saggi sul cambiamento della mia mentalità e del mio rapporto con il cibo. In un certo senso, il libro parla tanto della condivisione delle ricette quanto del perché l'equilibrio è importante e perché va bene incorporare quei cibi più indulgenti che ami.

E anche se alleggerisco cose come pollo tenero e fish and chips, non alleggerirei mai un dessert perché non trovo lo stesso livello di soddisfazione nei dolci più leggeri. Durante il mio viaggio, più limitavo la mia dieta o più mangiavo solo "sano" o "pulito", più sentivo la sensazione che stavo solo facendo le nocche fino alla prossima volta che potevo mangiare un cupcake. E poi ne avrei 18! Avrei avuto un'abbuffata molto più grandiosa di quanto avrei mai voluto che fosse.

Scrivere un libro di cucina richiede molti test di ricette. Come hai mantenuto il tuo equilibrio "per lo più salutare" mentre testavi le ricette?

"È davvero una bella sensazione per me poter mangiare una torta, provare a me stessa che posso mangiare i cibi che amo in modo equilibrato".

Non è facile. La realtà è che non vuoi mangiare tutte le ricette che fai quando le fai. Stai preparando molti più piatti di quanti potresti mai mangiare in un giorno, in una settimana o addirittura in un mese. Farei tre o quattro ricette in un giorno!

Non sono più un membro del club dei piatti puliti. Riconosco che tutto ciò che mangio o non mangio si presenterà da qualche parte su di me. Assaggerei ogni ricetta, ma non arriverei al punto di pensare "Devo finire questo pasto". Sarebbe stato punitivo!

La dimensione delle porzioni era davvero fondamentale quando inizialmente stavi perdendo peso. Come l'hai incorporato nel libro di cucina?

Dieci anni fa, quando ho iniziato a perdere peso, ho dovuto imparare come fosse una vera porzione di pollo o cereali – non ne avevo idea. Ho incluso le informazioni nutrizionali su ogni ricetta per mostrare alle persone cosa sto raccomandando come una porzione ragionevole, e i lettori possono farci quello che vogliono. Era così importante per me quando stavo cambiando la mia vita, quindi ne sono sempre consapevole ora.

Inoltre, salva quelle indulgenze per i tempi a cui tieni. Qualcosa di più indulgente può essere condiviso e forse dovrebbe essere condiviso, e questo è un ottimo modo per essere moderati sulle porzioni. Si tratta anche di salvare quelle indulgenze per i momenti importanti. Invece di concedersi un biscotto alle 16:00 di martedì, considera invece le occasioni speciali.

Qual è il tuo modo preferito per sbizzarrirti adesso?

Sicuramente dessert. Probabilmente la torta, perché adoro la glassa. È qualcosa che ho sempre condiviso con mia madre, quindi è molto nostalgico per me. Anche adesso, quando torno a casa, andremo nella nostra pasticceria preferita e mangeremo un cupcake o un pezzo di torta. È davvero una bella sensazione per me poter mangiare la torta, dimostrare a me stesso che posso mangiare cibi che amo in modo equilibrato.

Quale pensi sia il primo passo più importante per qualcuno che ha appena iniziato a sviluppare abitudini sane?

Il primo passo è riconoscere onestamente che il tuo rapporto con il cibo potrebbe non funzionare. Tornando a quella relazione in cui passi da un estremo all'altro della dieta: il primo passo è rendersi conto che non funziona. Decidere che vuoi avere una sensazione migliore sulla tua relazione con il cibo è il vero punto di partenza.

Una volta che sei lì, inizi a esercitarti. Inizi a capire che vuoi sentirti sano ed essere sano, quindi forse devi mangiare sano o pulito la maggior parte del tempo. Ma vuoi comunque incorporare i cibi che ami, perché questo ti renderà felice. Dagli un po' di tempo e praticalo. Se puoi, continua a farlo e vedi quanto tempo puoi ottenere e come sta migliorando il tuo rapporto con il cibo e probabilmente te stesso.

Foto: Clarkson Potter

Ricetta di involtini di lattuga di pollo con anacardi e basilico

Mitchell ha dovuto solo ricreare gli incredibili involtini di lattuga che ha provato in un ristorante cinese. "Gli impacchi riescono a trovare un delicato equilibrio tra dolce e salato, croccante e tenero, ricco e rinfrescante", scrive in Eating in the Middle. Uno sguardo a quella foto da leccarsi i baffi e il gioco è fatto!

Lo magro

Per porzione:

  • 371 cal
  • 16 g di grassi (2 g di sat)
  • 40 g di carboidrati
  • 763 mg sodio
  • 6 g di fibra
  • 6 g di zucchero
  • 17 g di proteine

Per 4 persone

ingredienti

1/2 tazza di anacardi non salati
1/4 tazza di brodo di pollo a basso contenuto di sodio
3 cucchiai di salsa hoisin
2 cucchiai di salsa di soia a basso contenuto di sodio
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di amido di mais
2 cucchiaini di olio di canola
2 spicchi d'aglio, tritati
1 libbra di petto di pollo macinato
2 scalogni, parti bianche e verde chiaro, tritate
1/2 tazza di foglie di basilico fresco tritate grossolanamente

Preparazione

  • Preriscalda il forno a 350 ° F. Distribuire gli anacardi su una teglia e tostarli finché non saranno dorati e fragranti, circa 10 minuti. Lasciate raffreddare leggermente, quindi tritate gli anacardi e metteteli da parte.
  • In una piccola ciotola, sbatti insieme il brodo, l'hoisin, la salsa di soia, lo zucchero e l'amido di mais.
  • In una padella antiaderente da 12 pollici posta a fuoco medio-alto, scaldare l'olio. Aggiungere l'aglio e cuocere, mescolando continuamente, finché non diventa fragrante, per circa 30 secondi.
  • Aggiungere il pollo e cuocere, rompendo la carne con una spatola, fino a doratura, da 4 a 6 minuti.
  • Aggiungere lo scalogno e il composto di salsa hoisin e cuocere, mescolando spesso, finché la salsa non si addensa leggermente, circa 2 minuti. Unire il basilico e gli anacardi.
  • Per servire, dividere le foglie di lattuga in 4 piatti e versare il composto di pollo in ciascuna delle foglie.
  • Vuoi altre deliziose ricette di Mitchell? Ottieni la tua copia di Eating in the Middle, in vendita a partire dal 29 marzo.