venerdì, Settembre 24, 2021
Home Benessere Diete Grassi saturi: fa davvero così male?

Grassi saturi: fa davvero così male?

Foto: Stagno5

Per decenni, gli esperti di salute ci hanno esortato ad allontanarci dal burro, dal formaggio e dalla carne. Il grasso saturo in questi alimenti, hanno avvertito, ostruirebbe le nostre arterie e aumenterebbe il nostro rischio di malattie cardiache e ictus. In effetti, l'American Heart Association ora consiglia di limitare l'assunzione di grassi saturi a non più del cinque-sei percento delle calorie totali, il che significa che se completi il ​​tuo panino con due fette di cheddar, probabilmente otterrai il massimo per la giornata. Ma è davvero così pericoloso come siamo stati portati a credere?

La risposta breve: è complicato. Una recente meta-analisi (che esamina molti studi precedenti e cerca di trarre conclusioni più ampie), pubblicata sui prestigiosi Annals of Internal Medicine, ha scoperto che le persone che mangiavano più grassi saturi non sviluppavano malattie cardiache più spesso di quelle che mangiavano di meno. Sebbene alcuni buongustai abbiano interpretato questo come "il burro è tornato", molti esperti di salute affermano che è ancora intelligente essere cauti.

Le statistiche su Fat

"In questo momento abbiamo più domande che risposte", afferma Marisa Moore, R.D., portavoce dell'Accademia di nutrizione e dietetica e professore di adattamento alla Georgia State University. Dice che sebbene gli autori abbiano esaminato numerosi studi, l'American Heart Association considera "migliaia" prima di emettere linee guida. "È stato dimostrato che i grassi polinsaturi e monoinsaturi abbassano i livelli di colesterolo", afferma Moore. "Non ci sono prove che i grassi saturi ci aiutino in alcun modo".

La cardiologa Stacey Rosen, M.D., vicepresidente del Katz Institute for Women's Health presso il North Shore-LIJ Health System, è d'accordo. "Questo rapporto non suggerisce in alcun modo che si possa mangiare carne rossa, burro e formaggio in eccesso senza conseguenze", afferma. Rosen spiega che mentre una rapida occhiata ai titoli potrebbe far sembrare che ridurre i grassi saturi non sia importante, devi considerare cosa mangiano le persone al posto di esso. Molti americani, dice, si caricano semplicemente di carboidrati, il che è anche pericoloso. "Una maggiore assunzione di carboidrati può avere un effetto negativo sulla salute del cuore aumentando i livelli di colesterolo LDL" cattivo ", avverte Rosen. "Può anche portare ad aumento di peso e pre-diabete".

Trovare l'equilibrio

Quindi qual è l'asporto? Dimentica un approccio tutto o niente quando si tratta di nutrienti specifici e mira solo a un equilibrio di cibo per lo più sano. "Un assaggio di burro a volte va bene, ma non metterlo sul pane tostato ogni mattina", dice Moore. Sia lei che Rosen sono fan della dieta mediterranea, che enfatizza frutta, verdura, pesce, cereali integrali e olio d'oliva. "Un'alimentazione sana può ridurre il rischio di malattie cardiache e molte forme di cancro", afferma Rosen. "Non è mai troppo presto per iniziare a fare buone scelte".

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI