sabato, Ottobre 16, 2021
Home Benessere Diete La colazione che potrebbe aiutarti a mangiare il 50% in meno

La colazione che potrebbe aiutarti a mangiare il 50% in meno

Foto: Stagno5

Cosa hai mangiato a colazione oggi? Se fosse farina d'avena, potresti ritrovarti a sentirti più sazio più a lungo e persino a mangiare di meno a pranzo, secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Annals of Nutrition and Metabolism.

Nell'ultima battaglia scientifica sugli alimenti per la colazione, i ricercatori del New York Nutrition Obesity Research Center presso il St. Luke's Hospital di New York City hanno testato se una colazione a base di fiocchi di mais o farina d'avena avrebbe aiutato le persone a sentirsi più sazi.

RELAZIONATO: 9 ricette facili per l'avena durante la notte

Il tuo corpo con farina d'avena

Per il loro piccolo studio, i ricercatori hanno reclutato 36 partecipanti, metà dei quali aveva un peso normale mentre l'altra metà era in sovrappeso. In giorni diversi, i partecipanti hanno consumato una delle tre diverse colazioni: farina d'avena, cornflakes zuccherati o solo acqua. Ogni persona è stata anche sottoposta a esami del sangue per misurare il glucosio, l'insulina e per tracciare quanto velocemente il cibo ha lasciato lo stomaco dopo aver mangiato.

“Abbiamo cercato di fare [the breakfasts] il più simile possibile aggiungendo una certa quantità di latte ai fiocchi di mais, ma non erano esattamente gli stessi", afferma l'autore dello studio Allan Geliebter, PhD, ricercatore psicologo presso il Dipartimento di Psichiatria del Mount Sinai St. Luke's Hospital. "Le calorie totali erano le stesse, ma la farina d'avena ha otto grammi di fibre, mentre i fiocchi di mais ne hanno zero".

Sappiamo tutti che se la tua colazione non ti riempie fino a pranzo, è abbastanza inutile (giusto?). Quindi, entro tre ore dalla colazione, i partecipanti sono stati nutriti con un pranzo liquido nutriente attraverso una cannuccia da un contenitore nascosto (in modo che vedere quanto avevano consumato non avrebbe influenzato quanto avevano finito). È allora che Geliebter dice che le cose sono diventate sorprendenti. I partecipanti di peso normale hanno consumato il 30% in meno a pranzo quando avevano mangiato farina d'avena a colazione, rispetto ai cornflakes. Ma i partecipanti in sovrappeso hanno mangiato il 50 percento in meno a pranzo dopo aver mangiato la farina d'avena, rispetto ai cereali.

Ancora più interessante era che entrambe le colazioni avevano quasi gli stessi livelli di indice glicemico, una misura di quanto un carboidrato aumenterà i livelli di zucchero nel sangue. "La gente parla di indice glicemico come di promuovere la pienezza, quindi qualcosa che ha un basso indice glicemico dovrebbe farti sentire più pieno", dice Geliebter. Tuttavia, la fibra sembra aver superato l'indice GI in termini di miglioramento della sazietà qui.

RELAZIONATO: Stai assumendo abbastanza fibre?

Fibra: il nutriente stella della farina d'avena

Una ragione per cui la fibra è così importante: può far sì che il cibo rimanga più a lungo nello stomaco. I ricercatori hanno testato quanto tempo impiegava la farina d'avena per digerire rispetto ai fiocchi di mais o all'acqua usando un tracciante mescolato ad ogni pasto. La farina d'avena si è attaccata più a lungo. “Pensiamo che lo svuotamento del cibo dallo stomaco sia correlato alla fibra. Ci vuole più tempo per lasciare lo stomaco e trattenere più liquidi", dice Geliebter.

Gli esami del sangue hanno anche mostrato che lo zucchero nei cornflakes potrebbe anche aver fatto la differenza nei livelli di fame. “Abbiamo misurato la glicemia prima e per circa 180 minuti dopo il pasto… Per i fiocchi di mais zuccherati, la glicemia ha iniziato a scendere verso la fine del [three hour] periodo e ha coinciso con un aumento della fame”.

Tuttavia, i ricercatori non sono del tutto sicuri del motivo per cui le persone in sovrappeso hanno visto un effetto maggiore rispetto ai partecipanti con peso normale. "Potrei ipotizzare che [it’s known that] le persone in sovrappeso tendono a consumare meno fibre, quindi mangiando farina d'avena l'effetto della fibra potrebbe essere stato maggiore perché non erano abituate.

RELAZIONATO: 10 ricette di farina d'avena per cui vale la pena alzarsi dal letto

Mentre Geliebter nota che questo studio da solo è troppo piccolo per indicare che la farina d'avena può portare alla perdita di peso, dice che i risultati sono intriganti. "La farina d'avena, che contiene molte fibre, sembra far sentire le persone più piene e portarle a mangiare un pranzo più piccolo, [which might mean] consumano meno calorie", afferma.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI