venerdì, Settembre 24, 2021
Home Benessere Diete La Dieta Flexitaria: Meno Carne, Migliore Salute?

La Dieta Flexitaria: Meno Carne, Migliore Salute?

Foto: Stagno5

Il termine "flexitarian", noto anche come "semi-vegetariano", si riferisce a qualcuno che è vegetariano per la maggior parte del tempo, ma occasionalmente mangia carne. La frase è stata coniata nel lontano 2003, quando era considerata la parola più utile dell'anno, ma non era particolarmente diffusa fino agli ultimi anni. "Molte persone hanno voluto essere più vegetariane, ma non hanno mai sentito di poterlo fare il 100% delle volte", afferma Dawn Jackson Blatner, dietista nutrizionista e autrice di The Flexitarian Diet. Con il recente aumento di popolarità, "Ora è assolutamente popolare essere semi-vegetariani o flexitarian", dice. Semantica a parte, il flexitarismo può essere un modo semplice per cambiare in meglio le abitudini alimentari e sta diventando sempre più popolare.

Perché essere flessibili?

"Non dover essere sempre perfetti è importante", afferma Berman. "Siamo nella mentalità che dobbiamo fare qualcosa di estremo."

Per anni, la ricerca ha dimostrato che una dieta vegetariana può essere un grande vantaggio per la salute. Tuttavia, ci sono anche studi che suggeriscono che l'astensione dalla carne per la maggior parte del tempo può produrre molti degli stessi effetti sulla salute.

Per cominciare, le persone che si definiscono "vegetariane" – indipendentemente dal fatto che occasionalmente mangino carne o meno – consumano una dieta più sana rispetto agli autoproclamati mangiatori di carne, secondo uno studio. Ad esempio, lo studio riporta, i "vegetariani" che in realtà avevano carne mangiavano anche "più frutta e un po' di verdura, e meno patate bianche e patate fritte, rispetto ai non vegetariani". (È interessante notare che questo gruppo ha avuto anche il più alto consumo di vino di qualsiasi altro gruppo nello studio, più del doppio in media.)

Lo stesso studio ha rilevato che l'indice di massa corporea dei vegetariani autoproclamati era in media di circa due o tre punti inferiore a quello dei mangiatori di carne. Mentre i vegetariani che avevano mangiato carne avevano un BMI di circa un punto superiore a quello dei veri vegetariani, il loro BMI era ancora di circa due punti inferiore rispetto ai non vegetariani che mangiavano carne.

Altre buone notizie per coloro che stanno pensando di ridurre la carne: se sei già in buona salute, mangiare meno carne può essere un ottimo modo per rimanere in forma. In uno studio che confrontava vegani, vegetariani, pescatari e onnivori attenti alla salute, c'era poca differenza nell'aumento di peso in cinque anni tra i quattro gruppi. Tuttavia, gli onnivori che hanno ridotto l'assunzione di carne hanno guadagnato il minor peso di qualsiasi gruppo.

Il "semi" vegetariano è abbastanza?

Mentre per alcuni, essere "per lo più vegetariani" sembra non essere all'altezza, altri ritengono che qualcosa sia meglio di niente. "Credo davvero che le persone che mangiano meno carne abbiano un impatto migliore sia sull'ambiente che sulla salute", afferma Rachel Berman, dietista e direttrice sanitaria registrata presso About.com.

"Non dover essere sempre perfetti è importante", afferma Berman. "Siamo nella mentalità che dobbiamo fare qualcosa di estremo." Scopre che tagliare la carne per la maggior parte del tempo consente ai suoi clienti di migliorare la loro salute in modo sostenibile ea lungo termine.

"Vegetariano non significa necessariamente più sano". Sostituire il cibo spazzatura con la carne non ti aiuterà a dimagrire.

Mentre il concetto formale di semi-vegetarianismo è relativamente nuovo, in realtà è in circolazione da qualche tempo sotto forma di dieta mediterranea, una dieta a base vegetale che enfatizza i cereali integrali, frutta e verdura e solo una piccola quantità di carne. Più di qualsiasi altra dieta, la dieta mediterranea ha dimostrato di produrre risultati positivi sulla salute.

Naturalmente, la salute non è l'unico motivo per rinunciare alla carne. Le preoccupazioni etiche e ambientali sono una delle ragioni principali per essere vegetariani, e alcuni sostengono che il flexitarismo sia solo glorificato ricaduta morale. Il direttore della ricerca PETA Kathy Gullermo ha detto a Newsweek: "essere un flexitarian è come fumare due pacchetti di sigarette invece di 10, picchiare un maiale lungo la rampa di macellazione invece di due e versare una pinta di benzina in uno scarico invece di versare un gallone .”

Alcuni ex-vegetariani affrontano questi problemi concentrandosi su animali allevati in modo sostenibile piuttosto che sulla carne allevata in fabbrica. Inoltre, data la scelta tra versare una pinta di benzina nello scarico rispetto a un gallone, la maggior parte delle persone sarebbe probabilmente d'accordo sul fatto che la pinta sia ancora un'opzione migliore. Dopotutto, se ogni americano rinunciasse alla carne un giorno alla settimana, consumeremmo un miliardo di animali in meno all'anno.

Foto di Renee Blair

Come Ridurre la Carne

Nonostante la ricerca, molti mangiatori di carne continuano a nutrire preoccupazioni per la salute sull'eliminazione dei prodotti animali, in particolare sull'assunzione di proteine ​​a sufficienza. Tuttavia, le proteine ​​non dovrebbero essere un problema, afferma Berman. "Non è qualcosa di cui potresti essere carente", dice. "Stiamo già assumendo abbastanza proteine ​​nella nostra dieta". (Tuttavia, consulta un dietologo o un nutrizionista sportivo, poiché le esigenze di tutti variano a seconda del fabbisogno calorico e del livello di attività).

Riconosce, tuttavia, che potresti sentirti meno soddisfatto senza carne. "Penso che se tagli la carne, devi aggiungere qualcosa che sia piacevole e anche saziante", dice Berman. In particolare, raccomanda cibi ricchi di fibre e ad alto contenuto proteico che ti aiutano a sentirti pieno, come fagioli e quinoa, combinati con spezie per aggiungere sapore.

Ferro e vitamina B12 sono due nutrienti aggiuntivi che i non carnivori dovrebbero tenere a mente. Il ferro si trova naturalmente nei fagioli e nelle verdure a foglia verde, quindi non è troppo difficile ottenerne abbastanza. La vitamina B12, tuttavia, proviene solo da fonti animali come latticini e carne, e il 50% dei vegetariani e l'80% dei vegani ne sono carenti. Finché consumi ancora alcuni prodotti animali, come latticini e uova, non dovresti avere problemi, afferma Berman, ma gli integratori di vitamina B12 o gli alimenti fortificati possono fungere da polizza assicurativa.

Infine, tieni presente: "Vegetariano non significa necessariamente più sano", afferma Berman. Sostituire il cibo spazzatura con la carne non ti aiuterà a dimagrire. Per creare un pasto sano ed equilibrato senza carne, inizia trovando alcuni legumi e cereali ad alto contenuto proteico che ti piacciono, come lenticchie, riso integrale e fagioli. Questi possono agire sia come cereali che come proteine, nella tua piramide alimentare – ehm, piatto. Puoi anche aggiungere proteine ​​sotto forma di uova o sostituti della carne come hamburger vegetariani e tofu. Aggiungi frutta e verdura per ingrossare il piatto e sentirti pieno, e una piccola quantità di latticini e grassi per insaporire.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI