sabato, Ottobre 16, 2021
Home Benessere Diete Può una dieta vegana curare ciò che ti affligge?

Può una dieta vegana curare ciò che ti affligge?

Foto: Stagno5

Sia che tu abbia bruciore di stomaco, artrite o colesterolo alto e pressione sanguigna, è possibile uscire dallo studio del medico con una Rx per praticamente tutto ciò che ti affligge. Eppure, e se potessi ottenere gli stessi risultati, semplicemente cambiando la tua dieta? Questa è la premessa alla base della dieta Forks Over Knives preferita dal culto, un piano alimentare a base vegetale sviluppato dalla dott.ssa Alona Pulde e dal dott. Matthew Lederman.

Il concetto di Forks Over Knives è stato presentato per la prima volta al mondo in un documentario del 2011, esplorando le prove scientifiche e aneddotiche dell'alimentazione a base vegetale. Da allora, tre libri basati sul piano sono diventati Bestseller del New York Times. Con l'aiuto di una serie di esperti, tra cui T. Colin Campbell, un esperto di nutrizione della Cornell University, Pulde, Lederman e altri, The Forks Over Knives Plan esplora come passare a una dieta a base vegetale "salvavita".

RELAZIONATO: La guida per principianti a un'alimentazione pulita

Ma cambiare le tue abitudini alimentari può davvero invertire o prevenire la progressione della malattia?

I vantaggi di mangiare verde

Nessuno può negare che la medicina moderna abbia aiutato le persone in molti modi. Ma il Dr. Matthew Lederman crede che il mangiare a base vegetale offra un modo completamente nuovo e senza effetti collaterali per le persone di stare in salute.

"Ero molto frustrato con la medicina tutti insieme… i pazienti ed io eravamo entrambi frustrati al punto che stavo quasi per uscire del tutto dalla medicina", dice Lederman. Ma quando ha iniziato a sperimentare la medicina nutrizionale a base vegetale, si è reso conto: "Questo era un modo per curare i pazienti… che potrebbe davvero fare la differenza".

Ancora più incoraggiante: non appena i suoi pazienti sono passati a piani al 100% a base vegetale (niente uova, pesce, prodotti a base di carne di alcun tipo), hanno visto risultati immediati e impressionanti, afferma Lederman. "Le persone che soffrono di malattie croniche, malattie cardiache, diabete, stanchezza cronica, artrite – se saltano al 100% – vedranno cambiamenti entro una settimana a seconda dei sintomi e della situazione", afferma Lederman.

RELAZIONATO: Una dieta vegana è il modo migliore per perdere peso?

Marisa Moore, RDN e portavoce dell'American Academy of Dietetics and Nutrition afferma di aver visto risultati rapidi anche dopo aver aiutato le persone a utilizzare le piante. "Dopo tre mesi le persone vedono differenze: può essere anche un mese, ma di solito eseguiamo analisi del sangue dopo tre mesi", afferma Moore. "Alcuni potrebbero scoprire di notare un aumento di energia molto prima, entro una settimana, dopo aver eliminato gli alimenti più ricchi di grassi saturi che potrebbero appesantirli".

Anche la scienza conferma le loro prove aneddotiche. Uno studio del 2014 sulla rivista JAMA Internal Medicine, che ha fornito una meta-analisi di 32 studi precedenti e sette studi clinici, ha mostrato che seguire una dieta vegetariana era collegata a una pressione sanguigna più bassa, rispetto a una dieta onnivora. Un altro studio recente dell'Università della Carolina del Sud ha scoperto che una dieta vegana era la più efficace per la perdita di peso rispetto alle diete vegetariane, semi-vegetariane, pesco-vegetariane o onnivore. E altri studi hanno scoperto che andare veg potrebbe ridurre il rischio di malattie cardiache fino a un terzo e ridurre il rischio complessivo di morte.

Foto: Stagno5

Forchette sui coltelli: l'uso di prodotti a base vegetale può davvero curarti?

I benefici per la salute derivanti dal passaggio a una dieta vegetariana o vegana possono sembrare ovvi, ma invertire una condizione medica o interrompere definitivamente i farmaci può essere più complicato di quanto sembri. “Devi trovare un medico che conosca la medicina a base vegetale e come [safely] allontanare le persone dai farmaci", consiglia Lederman.

"Guarda come rendere le tue piante e le tue verdure il cuore del tuo piatto."

Nel documentario Forks Over Knives, una paziente racconta la storia di come è riuscita a prosperare per anni, nonostante una diagnosi di cancro al seno metastatico, grazie a una dieta a base vegetale. Lederman riconosce che è impossibile dire che il vegetarianismo sia responsabile di questi risultati. "Non sai se hanno vissuto più a lungo di quanto avrebbero, o meglio di quanto avrebbero fatto, ma la mia ipotesi è sì, probabilmente hanno vissuto meglio."

RELAZIONATO: Perché i giovani devono preoccuparsi anche del colesterolo

E in alcuni casi, la dieta potrebbe non fare affatto la differenza. "Ci sono tumori che, indipendentemente dai cambiamenti che fai, morirai", riconosce Lederman. Tuttavia, per altri tipi di cancro, come la prostata, è stato dimostrato che una dieta vegana aiuta a prevenire la diffusione della malattia per anni. Inoltre, riconosce Moore, "I vegetariani tendono a vivere più a lungo e hanno un minor rischio di alcuni tipi di cancro".

Vuoi rinunciare per sempre ai prodotti a base di carne? Ecco come farlo

Se sei pronto a rinunciare a pancetta e hamburger per un piano a base vegetale, Lederman consiglia di entrare lentamente nel vegetarianismo. "Vuoi ridurre al minimo o eliminare i prodotti animali, gli oli aggiunti, i dolcificanti, gli alimenti trasformati e raffinati – quelli non promuovono la salute", afferma Lederman. “Rimuovi prima quelli che sono facili da rimuovere; e quelli più impegnativi, li limiterei solo a quelli".

RELAZIONATO: 9 ricette salutari per la cena per il lunedì senza carne

In altre parole, non devi andare in tacchino freddo (per così dire). Se non riesci a immaginare una vita senza pollo, ma puoi vivere senza carne rossa, eliminala prima dalla tua dieta e concediti di goderti il ​​pollo ogni tanto. "Non gettare l'intera dieta nella spazzatura solo perché non sei disposto a fare un paio di cose", dice Lederman.

Moore sottolinea inoltre che è importante che vegetariani e vegani si assicurino di assumere dosi adeguate di nutrienti presenti solo nei prodotti di origine animale. Ad esempio, può essere difficile consumare abbastanza acidi grassi omega-3, calcio, ferro e vitamina B12 quando si rinuncia ai prodotti a base di carne. Moore consiglia di ricorrere a cibi fortificati, integratori di vitamina B12 o di incorporare microalghe e alghe in insalate e zuppe per ingerire abbastanza acidi grassi omega-3.

RELAZIONATO: Come assumere abbastanza calcio (anche se non mangi latticini)

"Ci sono molte opzioni e il mio consiglio è di rendere le tue piante e le tue verdure il cuore del tuo piatto", dice Moore. “Ti ci abitui. Non devi farti prendere dalle etichette che dicono: "Oh, sono vegano". Si tratta solo di aggiungere più cibo a base vegetale alla tua dieta. "

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI