Puoi mangiare troppa frutta?

0
46

Fare il pieno di frutta sembra abbastanza logico, giusto? Madre Natura ha messo un'abbondanza di frutta su questa terra e le Linee guida dietetiche per gli americani ci incoraggiano a mangiarne almeno tre porzioni al giorno. Allora, qual'è il problema?

Sì, la frutta è una fantastica fonte di vitamine, minerali e fibre che riempiono la pancia. È anche ricco di antiossidanti e sostanze fitochimiche che neutralizzano i dannosi radicali liberi. Le diete ricche di frutta sono associate a un ridotto rischio di malattie cardiovascolari e molte forme di cancro. Tuttavia, la frutta si presenta in molte forme diverse e la maggior parte delle persone che hanno accesso a un'abbondanza di frutta ha la tendenza a mangiarne troppa.

Gli esseri umani nascono con un'innata preferenza per il cibo dal sapore dolce e la frutta si adatta a quel conto con un salutare marchio di approvazione da parte di professionisti della nutrizione e medici. La dolcezza della frutta deriva dal fruttosio, uno zucchero semplice che è stato oggetto di severi controlli negli ultimi anni. Alcuni professionisti medici incolpano il fruttosio per l'aumento dell'obesità e delle condizioni mediche legate all'obesità, come il diabete, la sindrome metabolica e la steatosi epatica non alcolica (NAFLD).

Il fruttosio presente nella frutta viene metabolizzato in modo diverso nel corpo rispetto al glucosio o al saccarosio. Il fruttosio viene metabolizzato nel fegato, che prende lo zucchero in eccesso e lo converte in trigliceridi che vengono immagazzinati nelle cellule adipose in tutto il corpo. L'aumento del grasso corporeo e del peso può portare all'insulino-resistenza e alla sindrome metabolica, che alla fine possono portare a diabete e malattie cardiache.

Naturalmente, la forma in cui consumi la frutta può fare la differenza nel modo in cui il tuo corpo la digerisce e la elabora. La frutta fresca, ricca di fibre, è la migliore per il tuo corpo. Mele, pere, mirtilli rossi, pompelmi e avocado hanno meno zucchero rispetto a succhi di frutta e frutta secca. Il succo di frutta non ha fibre, quindi lo zucchero entra nel flusso sanguigno molto più velocemente. La frutta secca ha la fibra, ma poiché manca l'acqua, lo zucchero è molto più concentrato e, come il succo, influisce sui livelli di zucchero nel sangue molto più della frutta fresca.

Se ti è stato diagnosticato il diabete, il prediabete, la resistenza all'insulina o la sindrome metabolica, moderare l'assunzione di carboidrati e zuccheri è una delle lezioni dietetiche più importanti da imparare. Carboidrati e zucchero aumentano il livello di zucchero nel sangue, che poi induce il pancreas a rilasciare insulina, l'ormone che abbassa lo zucchero nel sangue. Con le suddette condizioni mediche, il corpo è resistente alle azioni dell'insulina o non produce abbastanza insulina, entrambi i quali si traducono in una quantità eccessiva di zucchero nel sangue. Livelli elevati di zucchero nel sangue sono infiammatori e possono causare danni a cuore, reni e occhi. Carboidrati e zucchero a causa dell'insulino-resistenza hanno un impatto simile sulle persone con NAFLD. Si raccomandano cambiamenti nella dieta che riducano l'assunzione di carboidrati e zuccheri a favore di più proteine ​​e grassi sani.

Troppo in una volta

La maggior parte delle persone mangia troppa frutta in una volta. Non è raro avere una macedonia che ha l'equivalente di tre o quattro porzioni di frutta in una ciotola. Allo stesso modo, frullati e succhi di solito contengono quattro o più porzioni di frutta e quelle calorie possono sommarsi rapidamente. Un frullato o un succo quotidiano con più di 300 calorie può aumentare i chili di troppo. Inoltre, gli studi dimostrano che quando bevi le tue calorie, non compensi quelle calorie assumendo meno cibo nel corso della giornata. Il risultato netto è più calorie in entrata che in uscita e un graduale aumento della bilancia.

La frutta è una parte importante di una dieta sana. È una delle migliori fonti di antiossidanti, fibre, vitamine e minerali. Troppo (di qualsiasi cosa) può essere un problema. Limita l'assunzione a un pezzo durante un pasto o uno spuntino e assicurati di includere qualche tipo di proteina, che rallenterà l'assorbimento dello zucchero e ti farà sentire sazio più a lungo.