Una guida nutrizionista al digiuno intermittente (senza privazione)

0
17

Foto: Twenty20

Negli ultimi dieci anni, la maggior parte degli esperti di nutrizione ci ha ricordato l'importanza di mangiare regolarmente e consumare abbastanza calorie per alimentare le nostre giornate. Dopotutto, mangiare troppo poco può lasciarti troppo arrabbiato per restare fedele a qualsiasi programma di dieta a lungo termine.

Quindi, quando un esperto consiglia di saltare i pasti, ne prendiamo atto. Kelly LeVeque, nutrizionista olistica e autrice di Body Love: Live in Balance, Weigh What You Want e Free Yourself from Food Drama Forever, suggerisce proprio questo: il digiuno intermittente.

RELAZIONATO: 5 metodi di digiuno intermittente: quale è giusto per te?

Perché il digiuno intermittente?

"Ci sono molte ottime ricerche in uscita sugli allenamenti a digiuno e sui benefici del digiuno", afferma LeVeque. La ricerca suggerisce che il digiuno intermittente non solo aiuta ad abbattere le cellule adipose, ma stimola anche la disgregazione delle cellule immunitarie indesiderate per il ringiovanimento, afferma LeVeque.

Uno studio recente ha dimostrato che la restrizione calorica giornaliera e il digiuno intermittente erano più o meno ugualmente efficaci per perdere peso e grasso, ma il digiuno intermittente ha preservato più massa muscolare magra. Può anche essere utile per invertire il diabete di tipo 2 e ha dimostrato di migliorare la funzione cerebrale nei topi. Secondo i ricercatori, "il digiuno ha il potenziale per ritardare l'invecchiamento e aiutare a prevenire e curare le malattie riducendo al minimo gli effetti collaterali causati da interventi dietetici cronici".

RELAZIONATO: Digiuno intermittente: dovresti esercitarti a vuoto?

Come trovare la giusta dieta a digiuno intermittente per te

"[Intermittent fasting] è un modo accessibile per ottenere questi benefici biologici, e ci sono più metodi da nutrirsi solo in una finestra di sei ore per completare un digiuno settimanale completo di 24 ore ", dice LeVeque.

Detto questo, il digiuno per 24 ore può farti concentrare solo sul cibo, quindi è importante trovare il metodo giusto che funzioni per te. LeVeque suggerisce di iniziare facendo colazione e pranzo nutrienti e saltando del tutto la cena.

Altri metodi suggeriscono che rinunciare al cibo per uno o due periodi di 24 ore a settimana sia l'opzione più semplice. Trova ciò che funziona meglio per il tuo stile di vita. È improbabile che l'ossessione per il pasto saltato o lo schiocco ai colleghi mentre si arrabbi non aiuti la tua dieta a digiuno.

RELAZIONATO: Cosa sapere sulla dieta 5: 2 e sul digiuno intermittente

Preparati per il successo

LeVeque spiega: "È molto più facile entrare in un digiuno quando si hanno livelli di zucchero nel sangue bilanciati o si è attualmente in uno stato di adattamento dei grassi o chetogenico. Questo può aiutare a prevenire i sintomi dell'influenza a digiuno che potresti provare con la pulizia a digiuno. " La chetosi è uno stato in cui il corpo utilizza il grasso come energia (al contrario della sua fonte energetica di prima scelta, i carboidrati). Puoi indurre la chetosi aumentando drasticamente l'assunzione di grassi e limitando i carboidrati.

In altre parole, potresti semplicemente digiunare senza preoccuparti del tuo apporto di nutrienti. Tuttavia, la gestione delle macro (ovvero l'assunzione giornaliera di carboidrati, proteine ​​e grassi) durante le ore di non digiuno può aiutare a rendere più facile la transizione al digiuno. Può anche ridurre la probabilità che morirai di fame tre ore dopo aver mangiato un'enorme ciotola di pasta. Non sai da dove iniziare con la dieta chetogenica? Dai un'occhiata a questi hamburger keto-approvati.

RELAZIONATO: Come sapere se la dieta chetogenica è giusta per te

Come sapere se il digiuno intermittente non fa per te

Anche se sembra abbastanza facile, il digiuno non è per tutti. Dopotutto, LeVeque aiuta abitualmente celebrità come Molly Sims, Jessica Alba e Chelsea Handler a gestire la loro dieta. Andare da solo può essere difficile, quindi dovresti consultare un nutrizionista per assicurarti di ricevere i nutrienti appropriati e di mantenere equilibrati i livelli di zucchero nel sangue. Parlare con un nutrizionista può anche aiutarti a capire se il digiuno è l'approccio giusto per i tuoi obiettivi dietetici.

"Penso che il digiuno intermittente sia molto vantaggioso", afferma LeVeque. "Tuttavia, ho dubbi sulla stabilità mentale con [intermittent fasting] dieta e la sua propensione a creare disturbi alimentari, ansia alimentare e abbuffate ". Se hai una storia di uno di questi, il digiuno potrebbe non essere la scelta giusta per te. Inoltre, LeVeque consiglia di parlare con il medico prima di digiunare se si è ipoglicemici.

Pronto a tuffarti? Il libro di LeVeque è un ottimo punto di partenza per imparare a gestire la glicemia al fine di ottenere risultati.

Leggi di più:
I pro ei contro di 6 diete dimagranti popolari
Come disintossicare in modo sano: 16 ricette che adorerai
Vuoi provare una dieta a digiuno? 6 domande da porsi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui