venerdì, Ottobre 15, 2021
Home Benessere Diete Viene una passeggiata con quelle patatine?

Viene una passeggiata con quelle patatine?

lo scoop

Per quelli di noi che amano cenare fuori, può essere difficile valutare come ogni voce del menu influenzerà il nostro girovita. Alcuni ristoranti hanno iniziato a inserire informazioni nutrizionali nei loro menu per aiutare i clienti a scegliere il piatto giusto. Sorprendentemente, i ricercatori della Texas Christian University (TCU) ora affermano che questo è inefficace. Secondo un nuovo studio, conoscere la quantità di calorie in un articolo ha un impatto minimo o nullo sulla scelta alimentare dei consumatori. Tuttavia, sono influenzati dal sapere quanto esercizio sarebbe necessario per bruciare il cibo che stanno per ordinare.

I ricercatori della TCU hanno condotto uno studio su 300 uomini e donne, di età compresa tra 18 e 30 anni, chiedendo loro di acquistare cibo da uno dei tre menu di fast food. Tutti e tre i menu contenevano gli stessi elementi: hamburger, pollo, insalata, patatine fritte e dessert. Uno dei menu non aveva etichette, uno elencava il numero di calorie in ogni articolo e un altro mostrava il numero di minuti di camminata veloce necessari per bruciare ogni articolo. I partecipanti che hanno scelto dal menu con informazioni sull’esercizio hanno ordinato una media di 139 calorie in meno e hanno consumato una media di 97 calorie in meno rispetto a quelli che hanno ordinato dal menu senza etichette. Inoltre, non c’era alcuna differenza significativa nel numero di calorie consumate o ordinate tra il gruppo che ha ordinato fuori dal menu con informazioni caloriche e il gruppo che ha ordinato fuori dal menu senza etichette. Sebbene la differenza fosse piccola, “una riduzione di 100 calorie su base giornaliera potrebbe portare a una perdita di peso a lungo termine”, ha affermato la ricercatrice senior Dr. Meena Shah, che ha guidato questo studio.

Cosa ne pensa ACE?

“Sembra che la mentalità ‘ugh, non ne vale la pena’ potrebbe essere all’opera nel decidere di non mangiare qualcosa che richiederebbe quasi due ore per bruciare”, afferma il dott. Michael Mantell, consulente senior di fitness di ACE per le scienze comportamentali. “Fornire solo calorie in un menu può consentire alle persone di pensare erroneamente: ‘Oh, posso rimediare altrove durante il giorno mangiando di meno’, cosa che probabilmente non accadranno. Tuttavia, informare il pubblico di ciò che si dovrebbe effettivamente fare per bruciare quelle calorie potrebbe rendere più difficile per le persone illudersi che faranno quella quantità di esercizio”.

Cosa significa questo per me?

Sebbene non ci siano ancora piani per cambiare i menu dei ristoranti, questo studio porta alla luce un nuovo modo interessante di pensare alle scelte alimentari che facciamo. “Penso che sia molto plausibile che un discreto numero di individui possa diventare più attento alle proprie scelte nutrizionali se conoscesse il costo in termini di attività fisica necessaria per compensare il contenuto calorico del cibo che sceglie di mangiare”, afferma Dr. Cedric Bryant, Direttore Scientifico di ACE. “Sarà interessante vedere se i menu etichettati come attività otterranno un qualsiasi livello di accettazione o trazione nel prossimo futuro”.

Tieni sotto controllo il consumo di calorie controllando questi tre facili da realizzare idee per cene ispirate al ristorante che ti fanno davvero bene!

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI