sabato, Ottobre 16, 2021
Home Benessere Fitness 20 minuti di allenamento in hotel del velocista olimpico Tori Bowie

20 minuti di allenamento in hotel del velocista olimpico Tori Bowie

Foto: Stagno5

Probabilmente riconoscerai Tori Bowie dai suoi piazzamenti sul podio alle Olimpiadi di Rio l'anno scorso. Come ancora per la squadra di staffetta 4×100 metri vincitrice della medaglia d'oro – segnando il secondo tempo più veloce nella storia insieme all'inglese Gardner, Allyson Felix e Tianna Bartoletta – ha rapidamente guadagnato il riconoscimento mondiale per la sua velocità in pista. (Anche un argento nei 100 metri e un bronzo nei 200 metri hanno aiutato.)

Ma non immagineresti mai che Bowie abbia iniziato ad allenarsi e a gareggiare professionalmente negli sprint nel 2014. Prima di allora, ha trascorso i suoi anni NCAA e post-universitari dominando il salto in lungo. Poi, mentre guardava i Giochi del 2012 con sua nonna, sono iniziati gli eventi di 100 e 200 metri. Bowie ha esaminato le donne in TV e ha pensato: "Posso correre più veloce". Poco dopo, si è trasferita dalla piccola città del Mississippi a Clarmont, FL per lavorare con un allenatore di sprint.

IMPARENTATO: Dentro la mente di un ultrarunner: incontra Dylan Bowman

Manca il segno, trova una nuova motivazione

La performance di Bowie a Rio non è andata esattamente come sperava. Pensava che avrebbe facilmente conquistato il primo posto nel trattino di 100 o 200 metri. "Penso di essere stato un po' arrogante [going into Rio]", dice il 26enne. “Mi aspettavo di vincere l'oro e non ci sono riuscito. Sono ancora così orgoglioso, ma non ottenere quella medaglia d'oro mi ha motivato più di ogni altra cosa nella vita. Sono quasi felice che non sia successo".

In vista dei Giochi, Bowie dice che non era così concentrata sull'allenamento, spesso schivando il suo allenatore per evitare sessioni di forza. "Ma ora sono tornato e sto dando il mio 100%, quindi non vedo l'ora che arrivi questa stagione".

IMPARENTATO: 9 modi per trovare la motivazione all'allenamento (ogni maledetto giorno)

Guardando verso il traguardo

Uno sguardo al suo programma di allenamento e sai che Bowie è una donna di parola. Dal lunedì al venerdì si allena dalle 9:00 alle 14:00, trascorrendo circa la metà del tempo in pista facendo sia la velocità (ripetendo gli sprint di 80 metri al 75 percento di sforzo, poi il 100 percento) che le corse di resistenza. (Ciò significa da 250 a 300 metri per un velocista.) Il mercoledì è in piscina per il suo lavoro di recupero – "il freestyle è l'esercizio più difficile del mondo", dice – e/o pratica yoga.

Bowie trascorre l'altra metà dei suoi allenamenti in palestra, facendo sollevamenti olimpici quasi tutti i giorni della settimana. "Ho finalmente imparato le posizioni di recente, dopo circa un anno di lavoro su di esse", afferma Bowie, che ha imparato a padroneggiare power clean, deadlift e push press. Fa anche lavori di base come alzare le gambe sospese e un sacco di assi. Dai un'occhiata al suo allenamento qui sotto per quanto tempo deve tenerli!

IMPARENTATO: Perché ho iniziato a correre e non ho mai smesso

20 minuti di allenamento in hotel di Tori Bowie

Solo perché Bowie è in viaggio, non significa che possa lesinare sull'allenamento. Durante un recente viaggio a New York, Bowie ha condiviso il suo allenamento in hotel esclusivamente con Life di Daily Burn. Prova questo allenamento la prossima volta che viaggi. Riscaldamento con circa 10 minuti sul tapis roulant, jogging a un ritmo facile e colloquiale. Quindi dai il via a questa routine per il peso corporeo: nessuna attrezzatura o anche molto spazio richiesto. Farai il maggior numero possibile di round per ogni set prima di fare una pausa di 60 secondi. E non preoccuparti, anche gli olimpionici amano odiare i burpees tanto quanto il resto di noi.

IMPARENTATO: Hai 10 minuti? 3 allenamenti dimagranti a corpo libero

Foto: Stagno5

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI