venerdì, Settembre 30, 2022
HomeBenessereFitness3 momenti di US Open che non possiamo dimenticare

3 momenti di US Open che non possiamo dimenticare

Foto: US Open / Instagram

Che tu sia un appassionato di tennis irriducibile o semplicemente ami le partite occasionali del fine settimana, l’entusiasmo degli US Open di quest’anno è stato difficile da ignorare. Tra Serena e Venus Williams che si sono battute (e l’uscita anticipata di Serena dal torneo) per la vittoria di Flavia Pennetta e il successivo ritiro, l’azione dentro e fuori dal campo è stata senza sosta. Per non parlare dell’intensa resa dei conti tra Novak Djokovic e Roger Federer nella finale del singolare maschile.

IMPARENTATO: La guida per principianti per giocare a tennis (o fingere bene)

Le volée, i servizi e gli scambi potrebbero essere finiti per ora, ma questi tre momenti ci ispireranno (in palestra e ovunque) per tutta la settimana.

3 momenti di US Open che ti faranno venire i brividi

1. La resa dei conti delle sorelle
Serena Williams e sua sorella maggiore Venus si sono scontrate in campo per anni. Si sono affrontati di nuovo durante la partita dei quarti di finale degli US Open e Serena, che era la numero 1 al mondo, ha vinto. Secondo quanto riferito, Serena ha trattenuto le lacrime prima del servizio finale della partita. “Sta andando contro la tua migliore amica e allo stesso tempo contro la mia più grande concorrente nel tennis femminile. Quindi è stato davvero difficile oggi”, ha detto Serena ai giornalisti. L’amore fraterno è continuato dopo la partita quando Serena ha pubblicato questa foto di ritorno al passato in omaggio al legame del duo. Se questo non ti ispira a fissare un appuntamento con il tuo compagno di allenamento preferito il prima possibile, non sappiamo cosa lo farà.

IMPARENTATO: 19 motivi per allenarsi (oltre il corpo perfetto)

2. Il campione inaspettato
In una vittoria per sfavoriti ovunque, due giocatrici italiane, Flavia Pennetta e Roberta Vinci (la giocatrice non classificata che ha estromesso Serena) si sono affrontate nelle finali femminili di quest’anno. La trentatreenne Pennetta ha vinto, il suo primo titolo importante in una partita di singolare. Ancora più pazza: in un’intervista successiva, Pennetta ha rivelato che sarebbe andata in cima e si sarebbe ritirata. “Questo è stato il momento perfetto, credo”, ha detto Pennetta al New York Times. “[It] è stata una decisione davvero difficile da prendere, ma sono davvero felice di averlo fatto. Sono davvero felice e orgoglioso di me stesso”.

IMPARENTATO: 5 posizioni yoga per mostrare gratitudine

3. La battaglia dei Grandi
Dopo tre ore di pioggia in ritardo domenica notte, Novak Djokovic e Roger Federer, rispettivamente n. 1 e n. 2 al mondo, sono scesi in campo nella partita del campionato maschile. La tensione era alta nello stadio mentre i giocatori si sono dati battaglia, punto per punto, fino a tarda notte. Nonostante Federer abbia giocato duro fino alla fine, Djokovic ha vinto, portando a casa il suo decimo titolo del Grande Slam. Gli annunciatori l’hanno definita una “brutta vittoria”, ma quelle vittorie combattute sono le più dolci, giusto? Ricorda che la prossima volta che stai spingendo fino al traguardo, qualunque sia il tuo allenamento.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments