venerdì, Maggio 20, 2022
HomeBenessereFitness5 hack da corsa per ogni condizione atmosferica estrema

5 hack da corsa per ogni condizione atmosferica estrema

Foto: Venti20

Pioggia, nevischio, neve, grandine, vento. Lo chiami, in questo periodo dell’anno, Madre Natura lo sta inviando a modo tuo. Ma non c’è bisogno di gettare l’asciugamano sudato e coperto di ghiaccio sulla tua routine di corsa. Dopotutto, allenarsi in condizioni tutt’altro che ideali ti dà la forza mentale e fisica per affrontare qualsiasi follia del giorno della gara e una ricerca pubblicata su Psychological Science suggerisce che l’esercizio all’aperto in inverno, anche a temperature di 25 gradi, aumenta salute mentale così come sudare con tempo soleggiato e di 80 gradi.

Dai un’occhiata a questi cinque trucchi per la corsa approvati da esperti per mantenere le tue corse sicure e (leggermente più) comode per tutto l’inverno. Inoltre, alcuni aumenteranno effettivamente i tuoi risultati di fitness!

IMPARENTATO: 6 consigli per fare in modo che la corsa al freddo faccia meno schifo

5 hack per la corsa per tutte le stagioni

1. La sfida: il freddo

L’hack: In una parola: “strati”, afferma Rebecca Shultz, Ph.D., biomeccanica con Lumo BodyTech. “Assicurati che il tuo primo strato elimini il sudore in modo da non rimanere bagnato durante la corsa, poiché ciò può farti sentire ancora più freddo. Lo strato intermedio dovrebbe bloccare la temperatura calda. Lo strato finale dovrebbe essere uno strato impermeabile, come una giacca shell. Consiglia anche di tenere le orecchie e le dita coperte. Se i guanti non sono sufficienti per evitare che le tue dita ingialliscano (ricorda, quando corri, i tuoi muscoli più grandi tendono a contrarsi durante il flusso sanguigno), prova a infilare un impacco termico come HotHands Warmers o Little Hotties nei guanti.

IMPARENTATO: 5 Must-have da corsa per affrontare il freddo

2. La sfida: il vento

L’hack: Corri con il vento per il riscaldamento per facilitare la tua sessione di allenamento, quindi una volta che sei caldo, torna indietro per correre contro di esso, consiglia Janet Hamilton, CSCS, fisiologa dell’esercizio presso Running Strong ad Atlanta. La resistenza aggiunta aumenterà la forza e preparerà il tuo corpo per il “calcio finale” di cui hai bisogno per fare PR il giorno della gara.

3. La sfida: nevischio e neve

L’hack: Per evitare scivolamenti, cadute e biomeccanica compromessa, Shultz consiglia di indossare un paio di tacchette invernali. Si adattano perfettamente alla suola delle tue scarpe da corsa e ti danno la trazione necessaria per stare al sicuro e goderti il ​​paese delle meraviglie invernale all’aperto. Prova Yaktrax Pro o Petzl Spiky Plus.

IMPARENTATO: 50 risorse per la corsa per velocità, forza e nutrizione

Foto: Venti20

4. La sfida: pioggia

L’hack: Un cappello a tesa larga e un paio di occhiali sportivi con una tinta da minima a nulla sono must, dice Hamilton. La combinazione tiene l’acqua fuori dal viso e dagli occhi, permettendoti di concentrarti su cose migliori. Nike Vision è un marchio che offre vari occhiali da corsa con lenti intercambiabili (con o senza prescrizione) che si adattano a qualsiasi ambiente di illuminazione.

5. La sfida: tuoni, fulmini o grandine

L’hack: Rendilo un giorno da tapis roulant, raccomanda Hamilton. Dopotutto, secondo il National Weather Service, se riesci a sentire un tuono, la soluzione più sicura è rimanere in casa. I fulmini possono facilmente colpire da 10 a 15 miglia di distanza dalla tempesta. E niente di buono viene dall’essere colpiti da grandine delle dimensioni di una pallina da golf durante le tue corse. Se non sei un fan delle lunghe corse sul tapis roulant, mescola le cose con gli intervalli. Prova a eseguire da quattro a sei sprint da 30 secondi, con quattro minuti e 30 secondi di riposo tra i periodi di lavoro. Oppure, dai un’occhiata a questo allenamento HIIT su tapis roulant di 20 minuti che incorpora anche movimenti di forza. La ricerca pubblicata sul Journal of Human Kinetics mostra che ciò migliora la composizione corporea e la forma fisica sia aerobica che anaerobica meglio che se dovessi fare da 30 a 50 minuti di cardio in stato stazionario.

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI