lunedì, Ottobre 25, 2021
Home Benessere Fitness 5 posizioni Yin Yoga che ogni corridore dovrebbe fare dopo l'allenamento

5 posizioni Yin Yoga che ogni corridore dovrebbe fare dopo l'allenamento

Foto: Twenty20

La vita è piena di coppie opposte: dolce e salato, veloce e lento, duro e morbido. Una metà della coppia non può – e non dovrebbe – esistere senza l'altra. Questo concetto è noto come yin e yang, ovvero l'idea che due forze opposte creino effettivamente un equilibrio.

Se sei un corridore, il tuo chilometraggio settimanale rientra nella categoria "yang", afferma Eric Jeffers, master trainer Life Power Yoga presso Life Time Green Valley a Henderson, NV. La corsa, come tutte le forme di esercizio, è stressante per il tuo corpo. Mentre costruisce forza, velocità e resistenza, può anche farti sentire dolorante e svuotato se non lo riequilibri con un adeguato recupero, noto anche come "yin". prova qualcosa che può davvero aiutarti a trovare un equilibrio tra stress e relax.

La risposta: yin yoga.

RELAZIONATO: L'allenamento per la forza di cui ogni corridore ha bisogno

Fai il tuo passo: Yin Yoga per corridori

A differenza degli stili di yoga più dinamici e frenetici come il vinyasa e l'ashtanga, lo yin yoga sembra più una sessione di meditazione che un allenamento. Invece di passare da una posa all'altra senza pause intermedie, gli yin yogi mantengono posizioni (chiamate asana) che richiedono pochissimo sforzo per periodi di tempo più lunghi, di solito tra tre e cinque minuti. "Questa tecnica prende di mira tendini, legamenti e fascia della parte inferiore del corpo", afferma Jeffers. "Aiuta ad alleviare la tensione e il dolore, mantiene la gamma di movimento e migliora la circolazione."

Come bonus, gli studenti eseguono quasi tutte le pose seduti o sdraiati, l'antidoto perfetto per le miglia trascorse in posizione eretta. Consideralo il complemento perfetto per qualsiasi routine di corsa.

RELAZIONATO: 50 risorse per la corsa per velocità, forza e nutrizione

5 posizioni di Yin Yoga da fare dopo la corsa

Per alleviare la tensione e tenere a bada il dolore, Jeffers consiglia di incorporare queste cinque semplici pose di yin yoga nel regime post-corsa.

Quando inizi con ogni posa, non cercare troppa intensità. Invece, "concedi il tempo per fare il lavoro", dice Jeffers. Lo Yin yoga consiste nel cadere dolcemente nell'allungamento, "non farlo accadere velocemente". Evita di rimbalzare o tirare e, se senti un dolore acuto, indietreggia un po'.

Foto per gentile concessione di Andy Lott

1. Mezza farfalla

Come: Allunga una gamba in avanti e attira l'altra verso il tuo corpo. Lascia che la gamba piegata si apra naturalmente all'altezza dell'anca. Piegati lentamente sulla gamba estesa, lasciando pendere la testa e rilassando il collo e la parte superiore della schiena. Se diventa troppo intenso, tieni delicatamente la testa dritta. Mantieni la posizione per 3-4 minuti, quindi ripeti dall'altro lato.

Foto per gentile concessione di Andy Lott

2. Drago

Come: Avvicina un piede alla parte anteriore del tappetino e piega il ginocchio per estendere l'altra gamba dietro di te. Appoggia il ginocchio posteriore sul tappetino. Metti entrambe le mani all'interno del piede anteriore. Quando il tuo corpo inizia ad ammorbidirsi nella posa, potresti eventualmente scendere sugli avambracci (come mostrato). Mantieni la posizione per 2 ½ o 3 minuti, quindi ripeti dall'altro lato.

RELAZIONATO: 3 esercizi di corsa dal velocista olimpico Tori Bowie

Foto per gentile concessione di Andy Lott

3. Mezza sella

Come: Seduto con entrambe le gambe davanti a te, fai oscillare una gamba indietro e posiziona delicatamente lo stinco e la parte superiore del piede sul pavimento accanto al tuo fianco. Inizia ad appoggiarti sulle mani o sui gomiti. Le ginocchia possono rimanere unite o leggermente separate se necessario. Se il tuo corpo lo consente, puoi sdraiarti con cautela sulla schiena. Mantieni la posizione per 2 ½ o 3 minuti, quindi ripeti dall'altro lato.

Foto per gentile concessione di Andy Lott

4. Variazioni di posa dalla mano reclinata all'alluce

Come: Sdraiati sulla schiena con le ginocchia piegate e i piedi sul pavimento, usa un asciugamano o una cinghia da yoga per tirare delicatamente una gamba verso di te mentre raddrizzi il ginocchio. La gamba che rimane sul pavimento può rimanere piegata, ma se puoi, puoi raddrizzare completamente entrambe le ginocchia (come mostrato). Mantieni la posizione per 2 ½ o 3 minuti, quindi ripeti dall'altro lato.

RELAZIONATO: 50 risorse per migliorare il tuo gioco di yoga

Foto per gentile concessione di Andy Lott

5. Torsione spinale supina

Come: Sdraiati sulla schiena con entrambe le gambe distese, porta un ginocchio al petto. Lascia che la gamba cada dolcemente sul tuo corpo sul lato opposto. Allunga il braccio nella direzione opposta alla caduta della gamba con il palmo rivolto verso l'alto. Fai del tuo meglio per tenere la spalla a terra. Mantieni la posizione per 3-4 minuti, quindi ripeti dall'altro lato.

Leggi di più
Come 10 corridori hanno battuto il loro record personale di maratona
7 consigli degli esperti per stimolarti durante la corsa
5 posizioni yoga rigeneranti per rilassare i muscoli (e la mente)

ARTICOLI CORRELATI

I PIÙ POPOLARI